INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO ! !

Gaetano Natale

INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO ! !

Messaggio da Gaetano Natale » ven 26 lug 2013, 13:06

Continuando nel lavoro di "pulizia" in ambito teorico, questa volta è il turno di quel gesto fisico che ognuno di noi si può ritagliare su di sè a modo proprio e che stabilisce, per così dire, l'unità di misura del tempo "cronologico" (alla stessa stregua del metro unità di misura della lunghezza, del litro unità di misura della capacità ecc...) e che in genere si definisce movimento o anche divisione (e che io, invece nel mio libro, definisco battito in quanto lo ritengo ancora più appropriato dei 2 termini succitati).
Bene, sempre prendendo spunto dal solito video già citato da me, ma non identificato per ragioni di "buona educazione" (ahimè, cioè ahilui, questo video è una fonte inesauribile di sconcezze teoriche, di offese gratuite alla razionalità umana, di mancanza assoluta di rispetto, benchè minimo, per le cose di logica. Bisognerebbe censurarlo subito, però la "buona educazione".....) si evince che, in un tempo semplice, la lettura di una terzina di crome si esegue attraverso un "battito" di 3 accenti. Cioè, in un tempo semplice, dove il "tempo relativo" si sviluppa attraverso dei battiti di 2 accenti l'uno, la terzina si solfeggerebbe semplicemente impiegando un battito di 3 accenti dove ogni nota occuperebbe un accento!!!!!......Ma questa è follia pura: questo signore evidentemente non sa nulla, prima di tutto, delle questioni metriche (gli faccio notare, intanto, che la frazione espressa in chiave si definisce, più appropriatamente, "indicazione metrica" o, brevemente "metro"), ma la cosa che fa più rabbrividire, da un punto vista della logica più spicciola, appunto, è la seguente: se una terzina di crome in un 4/4 è un "gruppo di figure irregolari", da eseguire quindi in un battito di 2 accenti, nel momento in cui la si realizzasse in 3 accenti anzichè 2 dove starebbe L'IRREGOLARITA'???????????.....Non ho parole.....

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3527
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO

Messaggio da Gabriele Gobbo » ven 26 lug 2013, 14:08

aah... le terzine sono calciatrici che giocano in difesa... o no!?
E' così che va il mondo, ahi noi!
:bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Gaetano Natale

Re: INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO

Messaggio da Gaetano Natale » ven 26 lug 2013, 15:56

Gabriele Gobbo ha scritto:aah... le terzine sono calciatrici che giocano in difesa... o no!?
E' così che va il mondo, ahi noi!
:bye:
Ciao Gabriele, scusami ma non l'ho capita molto quella della difesa e delle calciatrici, però una cosa è più che certa, il mondo non va così fortunatamente. Tutti i miei allievi che hanno conseguito la licenza di solfeggio e altri che vanno in giro a suonare a vario titolo non si sognerebbero mai di pensare ad un terzina in 3 accenti e anche la maggior parte degli studenti di musica non capirebbero il senso di questo filmato. Io penso che non ci sia nessuno con un po' di competenza teorico-musicale disposto ad ammettere questa roba (fortunatamente): una terzina è irregolare solo in quanto la incastri in 2 accenti; se incastri la terzina in 3 accenti è la cosa più REGOLARE del mondo, ogni nota un accento. Dove sta L'IRREGOLARITA'???? LA VERITA' E' CHE QUESTO SIGNORE DOVREBBE STUDIARE UN PO' DI TEORIA, MA DA UN LIBRO CHE SI RISPETTI, PERO'.....

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3527
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO

Messaggio da Gabriele Gobbo » ven 26 lug 2013, 17:28

Era solo una battuta, forse poco efficace. Oggidì tutti sanno di calcio e parlano e si interessano di poco altro (generalizzo, naturalmente). Il terzino, in una squadra di calcio è un difensore, da cui la terzina...
Condivido le tue valutazioni, era solo per dire che assistiamo ad una sorta di imbarbarimento, in generale, che non risparmia quasi nessun aspetto della cultura, in un chiasso di informazioni approssimative in mezzo al quale diventa sempre più difficile orientarsi.
:bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO

Messaggio da pippowitz » ven 26 lug 2013, 18:24

Io trovo che il fatto che chiunque possa scrivere e far conoscere le sue idee con una spesa ridicola attraverso internet sia una grande cosa, una rivoluzione rispetto a quel che succede con la carta stampata ma anche con la radio o la televisione: questi mezzi di comunicazione hanno costi improponibili per la maggior parte dei comuni mortali. Con internet invece con poche decine di euro ti fai un sito e ci scrivi quel che vuoi.
Il rovescio della medaglia è che chiunque può salire in cattedra e proporsi come autorità in materia di qualsiasi cosa. Ovviamente capiterà che ci saranno in giro cose scritte in maniera imprecisa, e a volte anche informazioni false, messe in giro spesso per trascuratezza (la maggior parte delle volte, credo), a volte anche forse con intenzioni dolose.
Ma d'altra parte la pluralità delle voci rende più difficile la censura delle notizie.
Insomma, è un po' come la democrazia: se la vogliamo dobbiamo accettare il fatto che il voto di un imbecille vale tanto quanto quello di un genio. E' uno dei problemi della democrazia, tuttavia le alternative storicamente praticate sono state tutte peggiori, mi pare...
L'unico rimedio mi pare essere quello di cercare di valorizzare la razionalità e lo spirito critico, ma senza incazzarsi, che non serve a niente.
E comunque, quando ci sembra di essere circondati da incompetenti ricordiamoci che tutti noi abbiamo un certo livello di competenza nelle diverse materie, e nessuno ha però la verità in tasca, ed allo stesso modo in cui vediamo chiaramente (e magari con ragione) che Tizio o Caio sono dei somari, forse da qualche parte ci potrebbe essere qualcuno più bravo di noi che pensa la stessa cosa a proposito di quel che scriviamo noi.
Non mi ricordo più chi una volta disse: "Volete fare un esercizio interessante ed utile? Provate a pensare che la metà delle cose delle quali siete fermamente convinti siano sbagliate, e cercate di capire quali siano..."
Senza offesa per nessuno, natürlich, e senza nessun riferimento alle terzine, che hanno da essere capite per quel che sono: pecore, aquile, viscidi rettili, stupidi lividi, palpebre pendule ecc. ecc. ...

Gaetano Natale

Re: INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO

Messaggio da Gaetano Natale » ven 26 lug 2013, 20:05

Gabriele Gobbo ha scritto:Era solo una battuta, forse poco efficace. Oggidì tutti sanno di calcio e parlano e si interessano di poco altro (generalizzo, naturalmente). Il terzino, in una squadra di calcio è un difensore, da cui la terzina...
Condivido le tue valutazioni, era solo per dire che assistiamo ad una sorta di imbarbarimento, in generale, che non risparmia quasi nessun aspetto della cultura, in un chiasso di informazioni approssimative in mezzo al quale diventa sempre più difficile orientarsi.
:bye:
Bellissima. Ma come ho fatto a non acchiapparla? Mi era sfuggito il terzino al femminile. Grandioso. E grazie anche per la condivisione. Mi trovi pienamente daccordo con la tua analisi. Gabriele siamo in mare aperto e il pericolo è proprio questo che nel massimo della libertà, che è appunto il mare aperto, si corre il rischio di perdersi e quindi di non tornare a casa; ed io non ti nascondo che almeno da qualche annetto sto riflettendo molto su questa realtà. Concluderei con una cosa almeno facile, sicuramente acquisita: dove c'è la libertà c'è mancanza di regole, dove c'è la regola c'è mancanza di libertà. Abbracci a te......

Gaetano Natale

Re: INTERNET VA BENE MA NON DICIAMO BUGIE:IL BATTITO GIUSTO

Messaggio da Gaetano Natale » ven 26 lug 2013, 22:14

pippowitz ha scritto:Io trovo che il fatto che chiunque possa scrivere e far conoscere le sue idee con una spesa ridicola attraverso internet sia una grande cosa, una rivoluzione rispetto a quel che succede con la carta stampata ma anche con la radio o la televisione: questi mezzi di comunicazione hanno costi improponibili per la maggior parte dei comuni mortali. Con internet invece con poche decine di euro ti fai un sito e ci scrivi quel che vuoi.
Il rovescio della medaglia è che chiunque può salire in cattedra e proporsi come autorità in materia di qualsiasi cosa. Ovviamente capiterà che ci saranno in giro cose scritte in maniera imprecisa, e a volte anche informazioni false, messe in giro spesso per trascuratezza (la maggior parte delle volte, credo), a volte anche forse con intenzioni dolose.
Ma d'altra parte la pluralità delle voci rende più difficile la censura delle notizie.
Insomma, è un po' come la democrazia: se la vogliamo dobbiamo accettare il fatto che il voto di un imbecille vale tanto quanto quello di un genio. E' uno dei problemi della democrazia, tuttavia le alternative storicamente praticate sono state tutte peggiori, mi pare...
L'unico rimedio mi pare essere quello di cercare di valorizzare la razionalità e lo spirito critico, ma senza incazzarsi, che non serve a niente.
E comunque, quando ci sembra di essere circondati da incompetenti ricordiamoci che tutti noi abbiamo un certo livello di competenza nelle diverse materie, e nessuno ha però la verità in tasca, ed allo stesso modo in cui vediamo chiaramente (e magari con ragione) che Tizio o Caio sono dei somari, forse da qualche parte ci potrebbe essere qualcuno più bravo di noi che pensa la stessa cosa a proposito di quel che scriviamo noi.
Non mi ricordo più chi una volta disse: "Volete fare un esercizio interessante ed utile? Provate a pensare che la metà delle cose delle quali siete fermamente convinti siano sbagliate, e cercate di capire quali siano..."
Senza offesa per nessuno, natürlich, e senza nessun riferimento alle terzine, che hanno da essere capite per quel che sono: pecore, aquile, viscidi rettili, stupidi lividi, palpebre pendule ecc. ecc. ...
Ciao pippowitz, concordo con quello che dici e la frase centrale del tuo intervento lo testimonia, "l'unico rimedio mi pare essere quello di cercare di valorizzare la razionalità e lo spirito critico, ma senza incazzarsi, che non serve a niente". Ecco, da qui in poi, vorrei precisare delle cose. Io non mi incazzo, io combatto una cosa sbagliata cercando di valorizzare lo spirito critico, appunto. In vita mia non ho mai pensato di essere circondato da incompetenti, se facessi una cosa del genere, anche solo una volta, credo che offenderei la razionalità altrui ma soprattutto la MIA razionalità; così come non ho mai neanche lontanamente pensato di avere la verità in tasca, infatti credo di ritenermi, nel campo delle idee, un "progressista" e non certo un "conservatore" e questo si evince chiaramente da ciò che ho scritto nel mio libro alla digressione 10 sull’insegnamento. “…..la modalità INIZIATICO-INDIVIDUALISTA sta per “cammino dell’allievo verso il maestro” e il sapere determinato e acquisito di quest’ultimo; modalità SOCIO-PEDAGOGICA sta per “cammino del maestro verso l’allievo”, e cioè, un sapere del maestro già dato, si, ma questa volta smontato e rimontato più volte insieme all’allievo,in un viaggio mai privo di ostacoli ma che nella dialettica di un qualsiasi percorso formativo, realizza quel senso di condivisione che pervade l’allievo e il maestro durante e dopo l’apprendistato e che costituisce l’elemento veramente nuovo rispetto all’impostazione didattica assolutistica del passato” (certo, bisognerebbe leggere tutto il passo per comprendere bene, ma sarebbe stato troppo lungo. Penso che sia però sufficiente per il nostro discorso sul progressismo). Ecco, uno che mette in discussione la verità di un passato anche recentissimo (se si pensa a come si insegna ancora oggi in conservatorio) non può pensare di avere quest’ultima in tasca, visto che è ancora tutta da costruire. E nel libro questo spirito rivoluzionario c’è tutto.
L’essenza teorica delle cose non l’ho certo inventata io? E’ qualcosa che esiste al di là del singolo individuo (tu capirai che essendo autore di un libro di teoria, questi discorsi sull’astrazione mi stanno molto a cuore). Una terzina di crome in un 4/4 non può occupare 3 accenti perché in tal caso non sarebbe più un gruppo irregolare; mio figlio non può ascoltare uno da INTERNET che gli dice che 3 crome, o appartengono ad un battito (o movimento) ternario o appartengono ad un battito e mezzo binario rappresentano la stessa cosa. Questa è una colossale bugia, perché, a parte i problemi di matematica, la terza croma di un battito ternario è debole invece la terza croma di un battito e mezzo binario è forte, quindi c’è una valenza metrica disastrata nelle affermazioni del video. Un problema metrico grande quanto una casa. Si può accettare tutto questo? C’è poco da fare l’esercizio proposto dalla persona sconosciuta. La verità è che qua si tratta di riconoscere un’infrazione evidente, riconosciuta da tutti in quanto infrazione e quindi debellarla. In INTERNET si potrebbe vendere anche droga, ma mica sarebbe una cosa normale…Tutti abbiamo una regola “la droga si potrebbe anche vendere ma è meglio non venderla”, premesso ciò, c’è chi la vende e chi no, io non la vendo, per esempio. C’è un’altra regola “tutti quelli che entrano in una macelleria e chiedono 5 chili di carne possono anche pagare un solo chilo ma è meglio se ne pagano 5, cioè quelli chiesti al macellaio”; e anche qui, c’è qualcuno che quando chiede 5 chili paga 5 chili, ma ci potrebbe essere qualcun altro, magari raramente, che quando chiede 5 chili ne vuole pagare solo uno, magari minacciando il macellaio con una pistola: ma quello è un altro discorso, quella è una rapina.
Quindi c’è una regola nella vita sociale degli uomini che va praticata per il bene di tutti e c’è una trasgressione della regola che va contro il bene di tutti e quindi va punita o, quanto meno, combattuta. Questo signore del video sta semplicemente trasgredendo una regola, sta vendendo droga e non si potrebbe fare, sta pagando un chilo di carne al posto di 5 e non si potrebbe fare!!!!! Faccio bene a prendere le distanze da questo signore, incoraggiando anche gli altri a fare lo stesso???? Un abbraccio….

Torna a “Solfeggio”