Le mie prime 2 chitarre .....

Presentazione / autopromozione degli strumenti realizzati dai liutai del forum.
Regole del forum
In questa sezione i liutai professionisti e amatori iscritti al forum e che vi partecipano attivamente, possono presentare i loro prodotti con l'ausilio di foto delle fasi di lavorazione, schemi progettuali e ogni altro elemento utile per illustrare la realizzazione degli strumenti.
Gli annunci di vendita devono essere pubblicati nella sezione di Compravendita, secondo le regole della stessa.
Avatar utente
Roberto Ceretti
Liutaio
Messaggi: 446
Iscritto il: mar 29 mag 2007, 19:56
Località: barge cuneo

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Roberto Ceretti » dom 21 feb 2016, 19:20

Certo è una chitarra da mettere a posto,ma questo non le fa perdere la sua bellezza ( datata)! Cercare un incatenatura che gli si addice ,lavorandola da dentro, senza farle perdere la sua leggerezza è uno spunto di crescita. Come ho già detto altre volte, non è impossibile e si ha la possibilità di confrontare il suono ottenuto. Nel libro di Romanillos su Antonio de Torres:" ci sono due esempi , o meglio sono state trovate solo due chitarre (FE 21 A – FE 21D ) con due catene in più nel ventaglio, poste diagonalmente all'interno della giunzione delle catene più esterne con le diagonali (nel lobo inferiore), che uniscono le catene adiacenti a circa due terzi della loro lunghezza ( N.d. T. sono in sostanza delle catene di chiusura, poste tra la prima e la seconda e la sesta e la settima catena della raggiera ) “. Che Torres avesse sbagliato gli spessori ? Un altro sistema simile venne adottato molto più avanti dal Liutaio Arthur Overholtzer. Altri liutai che mi vengono in mente , Oberg o Contreras hanno invece legato il ventaglio con tre catene alla francese, trasversali, una sotto il ponte, una nel lobo inferiore ed una sotto la catena portante della buca . Sarà che lo scopo di tali incatenature fosse principalmente quello di contrastare la tensione delle corde in modo da ottenere spessori sottili del piano ?. Quello che è certo e che questi due sistemi danno suoni diversi è sono da mettere nel bagaglio delle proprie esperienze. Un saluto

Zio Cioc 50
Messaggi: 59
Iscritto il: mar 29 set 2015, 18:30

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Zio Cioc 50 » dom 21 feb 2016, 22:44

Per essere le prime , meriti senz' altro un bravo ! Sei partito con il piede giusto .

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1265
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Pietro » lun 22 feb 2016, 11:51

Altroché, per raggiungere tali risultati non saprei dire quanto ci ho messo... i miei primi strumenti non erano da sentire e neppure da guardare, fortunatamente con il tempo mi sono un po' affinato...

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Massimo Donadio
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 89
Iscritto il: mar 11 mar 2014, 11:43
Località: Ancona

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Massimo Donadio » lun 22 feb 2016, 18:17

vi ringrazio per tutti i vostri commenti; purtroppo le mie basi sia teoriche che pratiche non sono all'altezza per aprire una discussione con la maggior parte di voi ma apprezzo tantissimo suggerimenti come quelli di Roberto Ceretti poichè non ho per niente chiaro come fare per variare ulteriormente il suono di queste due chitarre. Ne farò altre due con uguali progetti ma in palissandro per capire le diffenze tra i legni poi mi piacerebbe provare a farne una uguale a quella in occhiolinato, che ha un suono più pieno e caldo ma non sempre migliore dell'altra, aumentandone il volume dei cantini ma per fare questo non ho, al momento, nessuna idea su come e dove intervenire .... vedremo

Franco.I
Messaggi: 444
Iscritto il: mer 13 gen 2010, 22:45
Località: Reggio Emilia

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Franco.I » mer 24 feb 2016, 22:21

Massimo,ti chiedo scusa per non aver letto prima il tuo post ma una fastidiosa influenza mi ha tenuro lontano dal forum.
Sono onorato per i tuoi ringraziamenti e credimi per me è stato gratificante aiutarti in quelle piccole cose che all'inizio possono aiutarti a non disperdere le forze e ad evitare errori anche grossolani.Anch'io tanti anni fa ho avuto la fortuna di avere una persona che mi ha guidato all'inizio e alla quale sono ancora riconoscente. Ma non darmi troppi meriti in quanto i più importanti sono i tuoi.Tu sei curioso,intelligente nel capire i problemi veri e non ti difetta la riconoscenza.
Belli i tuoi due strumenti ma io non avevo dubbi.I miei primi due non erano certo a questa altezza.Se ti posso dare un ultimo consiglio fraterno è questo.Non copiare nulla,oppure,mettiamola così: metti un rilievo di uno strumento che ti piace sul tuo tavolo da disegno e non iniziare la costruzione se prima non hai cercato di capire i percorsi del liutaio che l'ha costruito,di documentarti fino ad avere almeno in parte capito.Al punto che i risultati non siano mai casuali anche se una piccola dose di casualità è addirittura utile.In bocca al lupo e a disposizione per altre sfide. franco

Lindoro
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 05 ott 2016, 12:44

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Lindoro » lun 10 ott 2016, 19:42

Bellissime Massimo!

Luca Tagliaferri
Liutaio
Messaggi: 34
Iscritto il: lun 11 apr 2016, 04:43
Località: Roma

Re: Le mie prime 2 chitarre .....

Messaggio da Luca Tagliaferri » gio 13 ott 2016, 18:08

Anch'io sono rimasto della seconda chitarra, è davvero affascinante, e comunque complimenti, devi continuare perchè hai talento.

Torna a “Gli strumenti realizzati dai liutai del forum”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite