Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Regole del forum
Questa sezione è dedicata alla richiesta di consigli, opinioni, suggerimenti per l'acquisto di una chitarra classica. Il forum non può svolgere il ruolo di "esperto virtuale (a distanza)", perciò per la stima di uno strumento è preferibile rivolgersi personalmente a un liutaio o a un negozio di strumenti musicali.
Gli annunci di vendita devono essere pubblicati nella sezione di Compravendita, secondo le regole della stessa.
Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » dom 01 mag 2016, 02:28

Come detto sono possessore di una Alhambra 1P e vorrei fare il salto di qualità, ho a disposizione un budget di circa 700 eur, ora guardando in rete, leggendo e documentandomi anche attraverso il forum, mi sono orientato verso una Ramirez E1 o R1/2 - usata - che dovrebbero rientrare +o- nel budget.
La novità è che proprio oggi ho avuto la possibilità di provare una Alhambra 4P presso un conoscente di un amico.
Devo dire niente male bel timbro e suono potente, molto spagnolo direi, la tastiera mi è parsa molto scorrevole forse ho trovato l'action un po' alto (ma perchè li fanno così alti) ma da come mi ha spiegato Alessandro non è un problema abbassarlo (a proposito Alessandro, Io non riesco a trovare in commercio l'osso del ponticello della misura giusta, la mia 1P fa 75 mm, mentre li trovo tutti da 80 mm).
Insomma mi è sembrata con un ottimo (per quel che ne capisco io) rapporto qualità prezzo perché costa intorno alle 500euro.
Quello provato è un modello recente perché è 50th 1965-2015. Dal punto di vista estetico la cosa che mi è piaciuta meno è quella "a" piantata sulla paletta ed anche l'etichetta interna un po' cheap, ma per il resto è proprio un bello strumento.
Vorrei un vostro parere in merito anche se capisco che il confronto con la Ramirez è improponibile, però, come si usa dire, da cosa nasce cosa!
Grazie e un saluto a tutti

davidemooo
Messaggi: 1087
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda davidemooo » mar 03 mag 2016, 19:50

la 4p suona meglio di tutte le ramirez da studio messe insieme!
La sapienza è con i modesti!

Avatar utente
setras
Messaggi: 1521
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda setras » mer 04 mag 2016, 01:28

Ma roba mai vista
Il mercato è fori di testa

Elitista2
Messaggi: 198
Iscritto il: dom 10 mag 2015, 14:53

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Elitista2 » mer 04 mag 2016, 09:20

Fede ha scritto:Come detto sono possessore di una Alhambra 1P e vorrei fare il salto di qualità, ho a disposizione un budget di circa 700 eur, ora guardando in rete, leggendo e documentandomi anche attraverso il forum, mi sono orientato verso una Ramirez E1 o R1/2 - usata - che dovrebbero rientrare +o- nel budget.
La novità è che proprio oggi ho avuto la possibilità di provare una Alhambra 4P presso un conoscente di un amico.
Devo dire niente male bel timbro e suono potente, molto spagnolo direi, la tastiera mi è parsa molto scorrevole forse ho trovato l'action un po' alto (ma perchè li fanno così alti) ma da come mi ha spiegato Alessandro non è un problema abbassarlo (a proposito Alessandro, Io non riesco a trovare in commercio l'osso del ponticello della misura giusta, la mia 1P fa 75 mm, mentre li trovo tutti da 80 mm).
Insomma mi è sembrata con un ottimo (per quel che ne capisco io) rapporto qualità prezzo perché costa intorno alle 500euro.
Quello provato è un modello recente perché è 50th 1965-2015. Dal punto di vista estetico la cosa che mi è piaciuta meno è quella "a" piantata sulla paletta ed anche l'etichetta interna un po' cheap, ma per il resto è proprio un bello strumento.
Vorrei un vostro parere in merito anche se capisco che il confronto con la Ramirez è improponibile, però, come si usa dire, da cosa nasce cosa!
Grazie e un saluto a tutti


Ciao. Dunque vorrei essere franco, nel volerti fornire una risposta che si possa definire tale ;) Premesso che ci si può trovare bene con qualsiasi chitarra e che il livello di consapevolezza delle qualità di uno strumento dipende pur sempre dalla sensibilità individuale e dallo stadio di avanzamento nello studio-conoscenza dello strumento chitarra, premesso ciò, ti rinnovo l'invito a valutare uno strumento interamente in massello.
Non darei così scontato infatti che il passaggio da una Alhambra 1p ad una 4p possa essere necessariamente considerato come un salto di qualità.
In un precedente post ti avevo citato anche la 7pa in abete in quanto la conosco piuttosto bene. Il suo prezzo, inferiore ai 1000 euro, non è molto superiore al tuo budget. Ti invito anche a considerare il negozio dove hai intenzione di comprarla. Personalmente non pagherei uno strumento da studio 200 euro in più in un negozietto sotto casa, quando posso averlo tramite un ordine on line o facendo un po' di km, in un grosso centro commerciale. E' chiaro che sarebbe meglio provare la chitarra, ma sul nuovo in relazione a una grossa marca come la Alhambra, su questi livelli di prezzi, ci può anche stare. Ne ho esaminate 2 Alhambra 7pa e devo dire che per legni finiture e qualità-sonorità erano molto simili.
La 7pa ha una tavola in abete non molto spessa, ma sorretta da una incatenatura piuttosto possente, e buone fasce e fondo in palissandro indiano a venatura larga. Il manico è in mogano africano. Tastiera in ebano e rinforzo in ebano non visibile sito all'interno del manico sotto la tastiera che va fino al fondo della stessa. Monta corde Daddario extra hard tension di fabbrica, ma le regge bene. Io utilizzavo Augustine blu. Le corum cristal davano un po' più sonorità e te le consiglio su questa chitarra. Nel complesso una buona sonorità con set up buono, eventualmente migliorabile con intervento di lima ad opera di liutaio professionista su indicazione dell'utilizzatore.
Oppure prova qualche Ramirez di studio usate tutte in legno massiccio (l'affermazione sopra riportata secondo cui la 4p suonerebbe meglio di tutte le Ramirez da studio messe insieme non è supportata da logica in quanto proprio l'Alhambra e la Raimundo hanno prodotto molte Ramirez da studio su specifiche Ramirez. Piuttosto si può affermare che non ci sono enormi differenze di progetto e qualitative tra le varie chitarre spagnole da studio).

Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » gio 05 mag 2016, 00:36

Elitista2 ha scritto:Ciao. Dunque vorrei essere franco, nel volerti fornire una risposta che si possa definire tale ;) Premesso che ci si può trovare bene con qualsiasi chitarra e che il livello di consapevolezza delle qualità di uno strumento dipende pur sempre dalla sensibilità individuale e dallo stadio di avanzamento nello studio-conoscenza dello strumento chitarra, premesso ciò, ti rinnovo l'invito a valutare uno strumento interamente in massello.
Non darei così scontato infatti che il passaggio da una Alhambra 1p ad una 4p possa essere necessariamente considerato come un salto di qualità.
In un precedente post ti avevo citato anche la 7pa in abete in quanto la conosco piuttosto bene. Il suo prezzo, inferiore ai 1000 euro, non è molto superiore al tuo budget. Ti invito anche a considerare il negozio dove hai intenzione di comprarla. Personalmente non pagherei uno strumento da studio 200 euro in più in un negozietto sotto casa, quando posso averlo tramite un ordine on line o facendo un po' di km, in un grosso centro commerciale. E' chiaro che sarebbe meglio provare la chitarra, ma sul nuovo in relazione a una grossa marca come la Alhambra, su questi livelli di prezzi, ci può anche stare. Ne ho esaminate 2 Alhambra 7pa e devo dire che per legni finiture e qualità-sonorità erano molto simili.
La 7pa ha una tavola in abete non molto spessa, ma sorretta da una incatenatura piuttosto possente, e buone fasce e fondo in palissandro indiano a venatura larga. Il manico è in mogano africano. Tastiera in ebano e rinforzo in ebano non visibile sito all'interno del manico sotto la tastiera che va fino al fondo della stessa. Monta corde Daddario extra hard tension di fabbrica, ma le regge bene. Io utilizzavo Augustine blu. Le corum cristal davano un po' più sonorità e te le consiglio su questa chitarra. Nel complesso una buona sonorità con set up buono, eventualmente migliorabile con intervento di lima ad opera di liutaio professionista su indicazione dell'utilizzatore.
Oppure prova qualche Ramirez di studio usate tutte in legno massiccio (l'affermazione sopra riportata secondo cui la 4p suonerebbe meglio di tutte le Ramirez da studio messe insieme non è supportata da logica in quanto proprio l'Alhambra e la Raimundo hanno prodotto molte Ramirez da studio su specifiche Ramirez. Piuttosto si può affermare che non ci sono enormi differenze di progetto e qualitative tra le varie chitarre spagnole da studio).


Grazie Elitista2 per le tue osservazioni attente e approfondite e che mi consentono di valutare al meglio tutte le possibilità... evitando fesserie. Tornando solo per un attimo alla 4P quello che intendevo dire comunque è che l'ho trovata con un buon timbro, bella potente consapevole comunque che non c'è termine di paragone né con Ramirez né con strumenti completamente in massello.
Cerchero la Alhambra 7P certo il massimo per me sarebbe quella di provarla ma ... la vedo dura (trovi che tra 7p e 7pa ci sia molta diffirenza?)
Grazie ancora!

davidemooo
Messaggi: 1087
Iscritto il: ven 04 lug 2014, 10:53
Località: Brescia

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda davidemooo » gio 05 mag 2016, 12:44

Le alhambra le ho avute tutte! Le uniche buone (intendo rapporto qualità prezzo) sono dalla 1 alla 4p. Il resto sono soldi spesi male.
La sapienza è con i modesti!

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 298
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Claudio Bravini » ven 06 mag 2016, 09:16

Anch'io mi associo al consiglio che già ti hanno fatto, se puoi cerca di prendere uno strumento interamente in massello.
Per quanto riguarda le Alhambra, pur non avendone mai avuta una ne ho provate diverse, e non sono d'accordo su certi giudizi così assoluti, che sopra la 4 siano soldi spesi male.
Secondo me almeno fino alla 11P, il rapporto qualità/prezzo è buono. Su quelle cosiddette "luthier" non saprei proprio dire.
Ad esempio ho provato recentemente una 9P, e devo dire che nella fascia di prezzo dei 1500 euro, rispetto a Ramirez, Esteve, Bernabè e co. è sicuramente in pole position, secondo me ovviamente.
Comunque 700 euro cominciano ad essere un budget discreto, magari con l'usato esce fuori qualcosa di interessante.
Ti ho scritto anche un MP. :)

alessandro lienzo
Messaggi: 1034
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda alessandro lienzo » ven 06 mag 2016, 10:32

Ho visto su mercatino molti liutai amatori che per quella cifra hanno degli strumenti, dai un occhio se qualcuno è vicino casa..
Io le alhambra le consiglio come primo strumento, intorno ai 200 euro hanno un buon rapporto qualità prezzo.
I modelli superiori non mi convincono molto.
Nel l'usato puoi trovare a quella cifra delle yamaha gc internamente in massello, le Chitarre di Carlo raspagni che sono decenti, Novelli..
C'è una buona scelta comunque.
Per quanto riguarda le ramirez, è da un bel po' che non ne provo una, mi astengo da eventuali giudizi.
In linea di massima sono d'accordo con elitista2.
Per quanto riguarda l'osso non ho capito che problema è sorto.. Se vuoi mandami un messaggio privato e vedo di essere più chiaro anche io.
Ah più che il mero volume in queste Chitarre valuta la comodità del manico, sono pur sempre strumenti da studio, inoltre provale per bene e cerca di capire le differenze timbriche.
Il volume come parametro non conta nulla.
alessandro C.

giannini awn71
Messaggi: 383
Iscritto il: lun 16 mar 2015, 12:45
Località: catania

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda giannini awn71 » ven 06 mag 2016, 19:26

sono d'accordo con Alessandro Lienzo.
personalmente credo che con quella cifra se cerchi un pochino nel mercatino dell'usato potrai trovare qualcosa in massello che sicuramente ti darà soddisfazioni maggiori.
per quanto riguarda il volume ..non vuol dire nulla ,per capire uno strumento ed apprezzarne le differenze devi affinare i tuoi sensi, e in questo solo il tempo ed i tuoi progressi personali potranno aiutarti.
Le Alahmbra in laminato per quella cifra??Assolutamente no.
Non ho nulla contro le spagnole come per le brasiliane o le giapponesi, ma ti parlo per esperienza personale.
Ho sempre suonato con chitarre in laminato...buone chitarre ma sempre in laminato...poi un bel giorno sono passato al massello...e credimi...la differenza tra i due strumenti è enorme...prima di suonare uno strumento in massello la mia chitarra in laminato mi sembrava la migliore in assoluto....ma poi...l'incantesimo si è rotto...cosa ti posso dire ..le chitarre in laminato?..si entro le 200/250 euro. .oltre no....sai cos'e?..al laminato quando suona gli manca.......l'anima....più di così non riesco a spiegarti.
ciao e buona caccia@Per quanto riguarda il nut al ponticello di solito li vendono grezzi ,non è importante la lunghezza o l'altezza tanto se non sei esperto ti ci vorrà un liutaio per lavorarlo.e adattarlo..l'importante è lo spessore, che deve essere uguale o superiore. .tanto va lavorato comunque.
tempo fa ho sostituito il nut al ponticello della mia yamaha con uno in avorio...(l'originale è in resina) o plasticazza..e comunque essendo un non esperto ho avuto bisogno del liutaio per evitare di oltrepassare con la carta vetrata il punto di non ritorno.
quindi non vedo dove sia il problema.
a riciao :bye:

Elitista2
Messaggi: 198
Iscritto il: dom 10 mag 2015, 14:53

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Elitista2 » sab 07 mag 2016, 12:38

Fede ha scritto:
Grazie Elitista2 per le tue osservazioni attente e approfondite e che mi consentono di valutare al meglio tutte le possibilità... evitando fesserie. Tornando solo per un attimo alla 4P quello che intendevo dire comunque è che l'ho trovata con un buon timbro, bella potente consapevole comunque che non c'è termine di paragone né con Ramirez né con strumenti completamente in massello.
Cerchero la Alhambra 7P certo il massimo per me sarebbe quella di provarla ma ... la vedo dura (trovi che tra 7p e 7pa ci sia molta diffirenza?)
Grazie ancora!



Ciao. Tra la 7pa e la 7p non ci sono differenze a parte il top, in abete nella 7pa, in cedro nella 7p. Fanno anche un modello 7c con fasce e fondo in mogano massello. Se la vedi provala. Ma in linea di massima il mogano per le fasce e il fondo è più una scelta da acustica che da classica e comporta una separazione superiore, ma anche un suono più secco, meno sontuosamente risuonante del palissandro. Il consiglio rimane dunque di provare quello che trovi in una fascia di chitarre da studio c.d. avanzato (tutte in legno massello). Fascia di mercato fatta cioè da chitarre dalla costruzione sana, simile tutto sommato a quella utilizzata per le chitarre del più alto livello, seppur più leggerina (quasi sempre, perché in realtà vi sono liutai che propongono come chitarre da concerto dei "pesi piuma"). Scegliendo con oculatezza si possono ottenere già buonissime soddisfazioni.
Tornando alla distinzione 7pa e 7p, non ho pregiudizi di sorta né per l'abete né per il cedro, al di là dell'aneddotica inconcludente e che non dimostra il nulla del nulla. Timbricamente differiscono per essere un po' più scuro il cedro. Ma c'è tavola e tavola. In alcuni casi la tavola e la costruzione sono un po' troppo sottili e allora la chitarra in cedro può sparare un po' troppo le armoniche rendendole fin eccessive rispetto alla fondamentale, con conseguente sensazione di eccessiva brillantezza unita ad una certa durezza. Se questo dovesse accompagnarsi ad un attacco eccessivo in relazione al sostegno della nota, il risultato sarebbe (e non è infrequente) una chitarra dal suono piuttosto bruttino. Questo però capita anche con il top in abete. Alla fine il consiglio è di ascoltare le grandi registrazioni di professionisti e di cercare una chitarra, pur di fascia medio economica, che in qualche modo di trasmetta, almeno negli echi, quelle emozioni e quelle sonorità arcane, da tutti noi così amate.

Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » sab 21 mag 2016, 00:46

davidemooo ha scritto:Le alhambra le ho avute tutte! Le uniche buone (intendo rapporto qualità prezzo) sono dalla 1 alla 4p. Il resto sono soldi spesi male.


Mi devo scusare con tutti poiché non mi arrivano notifiche delle risposte pertanto non ho avuto la possibilità di vedere i nuovi messaggi e risposte.

Grazie Davide il parere di ognuno di voi è per me importante!

Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » sab 21 mag 2016, 00:53

Claudio Bravini ha scritto:Anch'io mi associo al consiglio che già ti hanno fatto, se puoi cerca di prendere uno strumento interamente in massello.
Per quanto riguarda le Alhambra, pur non avendone mai avuta una ne ho provate diverse, e non sono d'accordo su certi giudizi così assoluti, che sopra la 4 siano soldi spesi male.
Secondo me almeno fino alla 11P, il rapporto qualità/prezzo è buono. Su quelle cosiddette "luthier" non saprei proprio dire.
Ad esempio ho provato recentemente una 9P, e devo dire che nella fascia di prezzo dei 1500 euro, rispetto a Ramirez, Esteve, Bernabè e co. è sicuramente in pole position, secondo me ovviamente.
Comunque 700 euro cominciano ad essere un budget discreto, magari con l'usato esce fuori qualcosa di interessante.
Ti ho scritto anche un MP. :)


Mi devo scusare con tutti poiché non mi arrivano notifiche delle risposte pertanto non ho avuto la possibilità di vedere i nuovi messaggi e risposte.

Grazie per i consigli Claudio, il mio budget non è alto però mi sto guardando in giro. Esteve (che dalle mie parti è l'unica marca che si trova insieme a Yamaha) l'avevo provata presso un negozio ma non mi ha entusiasmato per niente, ed era prezzata 870 euro (non poco insomma). Certo riuscire a stare sulla fascia di 1500 credo sia già tutta un'altra storia!! :bye:

Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » sab 21 mag 2016, 01:10

alessandro lienzo ha scritto:Ho visto su mercatino molti liutai amatori che per quella cifra hanno degli strumenti, dai un occhio se qualcuno è vicino casa..
Io le alhambra le consiglio come primo strumento, intorno ai 200 euro hanno un buon rapporto qualità prezzo.
I modelli superiori non mi convincono molto.
Nel l'usato puoi trovare a quella cifra delle yamaha gc internamente in massello, le Chitarre di Carlo raspagni che sono decenti, Novelli..
C'è una buona scelta comunque.
Per quanto riguarda le ramirez, è da un bel po' che non ne provo una, mi astengo da eventuali giudizi.
In linea di massima sono d'accordo con elitista2.
Per quanto riguarda l'osso non ho capito che problema è sorto.. Se vuoi mandami un messaggio privato e vedo di essere più chiaro anche io.
Ah più che il mero volume in queste Chitarre valuta la comodità del manico, sono pur sempre strumenti da studio, inoltre provale per bene e cerca di capire le differenze timbriche.
Il volume come parametro non conta nulla.


fede ha scritto:scusate se rispondo in ritardo ma non mi arrivano notifiche


Grazie Alessandro, sono d'accordo con te che il manico è molto importante, infatti il mio problema è che non ho possibilità di provare gli strumenti e la maggioranza dell'usato che mi interessa è sfortunatamente molto distante da dove sto io.
Le Novelli non saprei ma per le Raspagni usate hovisto che chiedono tutti un sacco di soldi.
Riguardo l'osso il problema è che sul web li trovo tutti da 80mm invece il mio è intorno ai 73mm e poi sono diciamo "grezzi" ovvero non hanno ne gli intagli per le corde ne gli smussi e io non sono proprio certo di essere capace a farli (e poi non ho gli strumenti).
Grazie comunque per gli utili consigli :merci:

Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » sab 21 mag 2016, 01:21

giannini awn71 ha scritto:sono d'accordo con Alessandro Lienzo.
personalmente credo che con quella cifra se cerchi un pochino nel mercatino dell'usato potrai trovare qualcosa in massello che sicuramente ti darà soddisfazioni maggiori.
per quanto riguarda il volume ..non vuol dire nulla ,per capire uno strumento ed apprezzarne le differenze devi affinare i tuoi sensi, e in questo solo il tempo ed i tuoi progressi personali potranno aiutarti.
Le Alahmbra in laminato per quella cifra??Assolutamente no.
Non ho nulla contro le spagnole come per le brasiliane o le giapponesi, ma ti parlo per esperienza personale.
Ho sempre suonato con chitarre in laminato...buone chitarre ma sempre in laminato...poi un bel giorno sono passato al massello...e credimi...la differenza tra i due strumenti è enorme...prima di suonare uno strumento in massello la mia chitarra in laminato mi sembrava la migliore in assoluto....ma poi...l'incantesimo si è rotto...cosa ti posso dire ..le chitarre in laminato?..si entro le 200/250 euro. .oltre no....sai cos'e?..al laminato quando suona gli manca.......l'anima....più di così non riesco a spiegarti.
ciao e buona caccia@Per quanto riguarda il nut al ponticello di solito li vendono grezzi ,non è importante la lunghezza o l'altezza tanto se non sei esperto ti ci vorrà un liutaio per lavorarlo.e adattarlo..l'importante è lo spessore, che deve essere uguale o superiore. .tanto va lavorato comunque.
tempo fa ho sostituito il nut al ponticello della mia yamaha con uno in avorio...(l'originale è in resina) o plasticazza..e comunque essendo un non esperto ho avuto bisogno del liutaio per evitare di oltrepassare con la carta vetrata il punto di non ritorno.
quindi non vedo dove sia il problema.
a riciao :bye:


fede ha scritto:mi scuso con tutti se rispondo in ritardo ma non mi arrivano le notifiche


Grazie giannini per i consigli in effetti mi sto orientando verso uno strumento in massello perchè è quello che mi dicono anche altri (v. Alessandro Lienzo e Elitista2), e non ho idea della differenza perché non ho mai suonato strumenti in massello. A proposito scusate la mia infinita ignoranza ma per massello si intende la tavola e il fondo soltanto o anche le fasce? Chiedo questo perché in alcune descrizioni che ho trovato in giro ci sono un po' di contraddizioni.
Per l'osso del ponticello in effetti, come dicevo sopra ad Alessandro, non credo di essere in grado di lavorarlo.
:bye:

Avatar utente
Fede
Messaggi: 101
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Consiglio per acquisto Provata Alhambra 4P

Messaggioda Fede » sab 21 mag 2016, 01:42

Elitista2 ha scritto:Ciao. Tra la 7pa e la 7p non ci sono differenze a parte il top, in abete nella 7pa, in cedro nella 7p. Fanno anche un modello 7c con fasce e fondo in mogano massello. Se la vedi provala. Ma in linea di massima il mogano per le fasce e il fondo è più una scelta da acustica che da classica e comporta una separazione superiore, ma anche un suono più secco, meno sontuosamente risuonante del palissandro. Il consiglio rimane dunque di provare quello che trovi in una fascia di chitarre da studio c.d. avanzato (tutte in legno massello). Fascia di mercato fatta cioè da chitarre dalla costruzione sana, simile tutto sommato a quella utilizzata per le chitarre del più alto livello, seppur più leggerina (quasi sempre, perché in realtà vi sono liutai che propongono come chitarre da concerto dei "pesi piuma"). Scegliendo con oculatezza si possono ottenere già buonissime soddisfazioni.
Tornando alla distinzione 7pa e 7p, non ho pregiudizi di sorta né per l'abete né per il cedro, al di là dell'aneddotica inconcludente e che non dimostra il nulla del nulla. Timbricamente differiscono per essere un po' più scuro il cedro. Ma c'è tavola e tavola. In alcuni casi la tavola e la costruzione sono un po' troppo sottili e allora la chitarra in cedro può sparare un po' troppo le armoniche rendendole fin eccessive rispetto alla fondamentale, con conseguente sensazione di eccessiva brillantezza unita ad una certa durezza. Se questo dovesse accompagnarsi ad un attacco eccessivo in relazione al sostegno della nota, il risultato sarebbe (e non è infrequente) una chitarra dal suono piuttosto bruttino. Questo però capita anche con il top in abete. Alla fine il consiglio è di ascoltare le grandi registrazioni di professionisti e di cercare una chitarra, pur di fascia medio economica, che in qualche modo di trasmetta, almeno negli echi, quelle emozioni e quelle sonorità arcane, da tutti noi così amate.


fede ha scritto:mi scuso con tutti se rispondo in ritardo ma non mi arrivano le notifiche


Ciao Elitista, apprezzo tutta la tua competenza. Conosco la differenza (almeno sulla carta) tra cedro e abete (non dovrei dirlo ma un pochino mi faccio condizionare anche dal fattore estetico "preferisco il cedro"). Non riesco a trovare 7p, però in compenso ho trovato una Ramirez 4E 2006 che devo provare (nell'altro post "Differenza tra Ramirez R ed E" non l'avevi esclusa). Ma a proposito la Ramirez 4E è tutta in massello?


Torna a “Consigli per l'acquisto di una chitarra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 5 ospiti