Testimonianze per Ruggero Chiesa

Notizie e commenti su libri, manuali, saggi, film, pubblicazioni digitali sulla chitarra classica.
Regole del forum
In questa sezione potete pubblicare notizie e commenti su libri, manuali, saggi, film, pubblicazioni digitali sulla chitarra classica.
Gli annunci su pubblicazioni, prodotti o eventi professionali personali devono essere pubblicati nella sezione Autopromozione.
Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3889
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda Alma Steiner » mar 02 lug 2013, 23:33

Riporto un articolo de "Il Corriere musicale"

Testimonianze per Ruggero Chiesa
(di Patrizia Luppi)

In memoriam • Vent’anni fa scompariva il chitarrista, didatta e musicologo che con la sua ampia messe di pubblicazioni e con l’insegnamento trasmesso ai tanti allievi, soprattutto presso il Conservatorio di Milano, ha lasciato un’eredità incancellabile. Contributi di Elena Casoli, Paolo Cherici, Emanuele Segre e Frédéric Zigante.

IL lascito materiale di Ruggero Chiesa coincide in massima parte con la grande mole di pubblicazioni da lui realizzate – sempre con la sua casa editrice di riferimento, la Suvini Zerboni – nel corso di una vita professionale consacrata all’affermazione della dignità dello strumento che tanto amava, la chitarra, e al recupero e all’innovazione del repertorio: fondamentali, tra i tanti, i lavori dedicati ai chitarristi-compositori dell’800, come il prediletto Mauro Giuliani.

Sorretto dallo scrupoloso rigore dello studioso, ma anche da un sano pragmatismo e da una vivace attenzione alla realtà, quando, grazie al nuovo diffuso interesse per il repertorio preclassico, vide formarsi una preparata generazione di esecutori su strumenti antichi che prima non esisteva, Chiesa mise da parte le trascrizioni per chitarra di brani per liuto e vihuela che nei decenni precedenti aveva elaborato allo scopo di diffondere musiche cadute nell’oblio: non per questo sono da dimenticare lavori ponderosi come i volumi dedicati a Francesco da Milano e Luis Milán, capisaldi della prima parte della sua attività.

Altro punto fermo del suo operare fu la creazione di una rivista, «Il Fronimo», che ai saggi musicologici accostava pezzi di attualità come interviste a chitarristi e compositori (l’attenzione di Chiesa per la musica contemporanea e il suo impulso alla creazione di nuovi brani per lo strumento fu costante). Per una infelice decisione delle Messaggerie Musicali, che avevano acquisito le Edizioni Suvini Zerboni, dopo la scomparsa del suo fondatore la rivista dovette chiudere i battenti, anche se per poco. È merito dell’impegno incessante di Lena Kokkaliari, che la pubblica e la dirige, se «Il Fronimo» continua a esistere, grazie anche a un agguerrito gruppo di collaboratori.

continua su http://www.ilcorrieremusicale.it/2013/0 ... ro-chiesa/
:::===(o| )

Avatar utente
antonio3010
Messaggi: 784
Iscritto il: sab 09 gen 2010, 10:51
Località: Firenze

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda antonio3010 » gio 04 lug 2013, 19:23

Sono stato abbonato al Fronimo per circa venti anni, a partire , più o meno, dal periodo in cui ho smesso di andare a scuola di musica e ho cominciato a studiare da solo la chitarra. Ho imparato moltissimo leggendo articoli e interviste, spesso ad opera di personaggi di primissimo piano (Angelo Gilardino, Matanya Ophee, Thomas Heck , tanto per fare qualche nome). Insomma, seppure in maniera indiretta l'attività di Ruggero Chiesa è risultata fondamentale per la mia formazione . :bye:

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda pippowitz » ven 05 lug 2013, 08:30

Ruggero Chiesa ha lavorato in modo paziente, tenace, intelligente, e con umiltà ha fatto cose straordinarie per la chitarra. Non ho avuto la fortuna di conoscerlo personalmente ma non posso non essergli grato.

vallecamonica
Messaggi: 240
Iscritto il: sab 02 feb 2008, 11:22
Località: Pisogne BS

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda vallecamonica » ven 05 lug 2013, 18:26

Ricordo devotamente una persona che non ebbi mai la fortuna di incontrare e che tuttavia mi diede moltissimo con il Fronimo, con i monumentali lavori su Francesco da Milano e Milan, con tantissimi input che per me diventavano subito occasione di nuovi interessi: era davvero interessante, invitava a guardare in direzioni mai scontate. Quanta nostalgia il suo ricordo...
Ancora grazie a Ruggero Chiesa, e anche a chi ci ha ricordato che è passato tanto tempo.
Giuseppe.

carlo malfetta
Messaggi: 392
Iscritto il: mar 27 apr 2010, 15:21

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda carlo malfetta » lun 08 lug 2013, 15:38

Io ho iniziato da autodidatta con Studi per Chitarra di Dionisio Aguado di Ruggero Chiesa . Una revisione e una diteggiatura perfetta.Così ho amato la Chitarra. Ciao.

Avatar utente
nick
Messaggi: 206
Iscritto il: gio 01 lug 2010, 12:09
Località: Melzo

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda nick » gio 11 lug 2013, 12:29

Mi ha fatto innamorare della musica antica. Un contributo immeso, il suo, alla diffusione della letteratura per liuto e vihuela. Un grande.
Chi fa di due uno è filosofo. Chi no, no.

Milonga del Ángel
Messaggi: 640
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda Milonga del Ángel » gio 11 lug 2013, 17:18

Ho studiato per cinque anni con un suo allievo e sentivo molto forte la scuola di Chiesa nel mio insegnante. Insomma, sono stato un po' suo allievo.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1196
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Testimonianze per Ruggero Chiesa

Messaggioda Pietro » sab 13 lug 2013, 14:03

Per quelli della mia generazione che si sono direttamente o indirettamente formati con l'opera di Ruggero Chiesa non si può non fare una considerazione su quello che verrà dopo di lui e di altri che come lui hanno saputo dare una guida sicura sia nella didattica che nel repertorio.
Per quel che mi riguarda il presente lo vedo molto incerto.

Ringrazio pertanto la gentile Alma per averne ricordato la figura.

Cordialità - Pietro -


Torna a “Pubblicazioni sulla chitarra classica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 2 ospiti