Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Saggi, lezioni, esibizioni degli allievi degli insegnanti iscritti al forum, di studenti privati e degli allievi dei corsi online.
Regole del forum
III I nostri MP3, OGG, WMV e MOV, diritti d'autore

XIV BBCodice per allegare un video YouTube

In questa sezione si possono pubblicare video e audio di saggi, lezioni, esibizioni degli allievi degli insegnanti iscritti al forum, di studenti (di scuole, istituti, insegnanti privati) che partecipano al forum e degli allievi dei corsi online.
Pasquale Mamone

Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Messaggioda Pasquale Mamone » lun 08 set 2014, 22:03

A Roma dicono: quanno uno è de coccio....

Posto una mia mediocre esecuzione di due brani di Tàrrega, al concerto finale degli allievi della Masterclass tenuta a fine luglio a Formello, dai MM. Senio Diaz e Gabriele Curciotti.

Come dicevo, l'esecuzione è mediocre, ma suonare in pubblico è allo stesso tempo terrorizzante e affascinante.

Attendo i vostri commenti, se ne avete voglia.


Youtube
Ultima modifica di Pasquale Mamone il mar 09 set 2014, 09:35, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Marco Cairone
Messaggi: 1015
Iscritto il: ven 21 nov 2008, 17:04

Re: Ci riprovo.

Messaggioda Marco Cairone » lun 08 set 2014, 22:52

Bravo Pasquale,
suonare in pubblico, almeno per me, non é un esercizio semplice.
Con l'emozione é facile incappare in qualche errore o peggio ancora "smarrire la strada" ed inevitabilmente farsi prendere dal panico rischiando cosí di rimanere congelati senza sapersi piú riprendere.
Cosa che a te non é successa.

Per quanto riguarda le prove si sente qualche incertezza probabilmente dovuta appunto all'emozione, pero il suono mi pare che ti venga fuori bene ed a me la tua esibizione é piaciuta.

Ciao
Marco

Giampiero Carella
Professore
Messaggi: 512
Iscritto il: dom 06 lug 2008, 19:52
Località: Cadorago (Como)

Re: Ci riprovo.

Messaggioda Giampiero Carella » lun 08 set 2014, 23:15

Bravo! Ti consiglierei di curare l'aspetto ritmico sopratutto nella seconda parte di Lagrima, forse ti sei spaventato un poco per quella piccola indecisione, succede ! il suono non e' male ,l'impostazione e' buona! Voto 7,50

Pasquale Mamone

Re: Ci riprovo.

Messaggioda Pasquale Mamone » mar 09 set 2014, 07:25

Grazie per le vostre opinioni.

Ci sono state alcune indecisioni, soprattutto su "Lagrima".
Purtroppo, l'emozione prende il sopravvento e riprendere dopo un errore è più difficile.

@ Marco: il suono dipende in buona parte da una chitarra che forse non merito, ma che piace moltissimo anche al mio Maestro. Ha una buona resa acustica e una discreta proiezione.

@ Giampiero: sì, in effetti la parte ritmica andrebbe curata meglio, ma come hai detto tu l'indecisione si tramuta in panico.

Speriamo che vada meglio la prossima volta.

Grazie ancora.

Avatar utente
Marcolino
Messaggi: 126
Iscritto il: gio 29 dic 2011, 16:16
Località: Roma

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi monore e Lag

Messaggioda Marcolino » mar 09 set 2014, 08:46

Bravo Pasquale,
sei sciolto e sicuro, considerando la tua fresca età (di chitarrista [SMILING FACE WITH SMILING EYES]), come si dice a Roma: ci puoi proprio stare! E ti faccio anche io i complimenti per il bel suono,
Marco


Inviato da mio iPhone .
Chitarre:
Kohno Special cedro
Takeiri Makoto abete

"...dal suo rotar medesmo moto traendo"

Avatar utente
Domenico Sarchione
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 742
Iscritto il: mer 07 ago 2013, 15:13
Località: Atessa (CH)

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi monore e Lag

Messaggioda Domenico Sarchione » mar 09 set 2014, 09:05

Complimenti davvero Pasquale….sei avanti! :okok:

Pasquale Mamone

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi monore e Lag

Messaggioda Pasquale Mamone » mar 09 set 2014, 09:36

Marcolino ha scritto:Bravo Pasquale,
sei sciolto e sicuro, considerando la tua fresca età (di chitarrista [SMILING FACE WITH SMILING EYES]), come si dice a Roma: ci puoi proprio stare! E ti faccio anche io i complimenti per il bel suono,
Marco


Inviato da mio iPhone .


Quando si dice la solidarietà fra colleghi.... :okok:

Pasquale Mamone

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi monore e Lag

Messaggioda Pasquale Mamone » mar 09 set 2014, 09:37

Domenico Sarchione ha scritto:Complimenti davvero Pasquale….sei avanti! :okok:


Grazie. :bye:

Avatar utente
Pierfrancesco Rossi
Messaggi: 136
Iscritto il: ven 14 set 2007, 13:30

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lag

Messaggioda Pierfrancesco Rossi » mar 09 set 2014, 14:14

So bene, quanto ha pesato la tensione emotiva in quel frangente e "Lagrima" non è certo un pezzo da sottovalutare.
Al di là del fatto che le cose non vadano esattamente come si vorrebbe, suonare in pubblico è un'esperienza altamente formativa dal punto di vista emozionale e non basta il costante esercizio quotidiano seppure necessario, a formare in modo completo il musicista concertista senza la verifica "dal vivo".
Complimenti Pasquale! :okok:
"La terra ha musica per coloro che ascoltano." - W. Shakespeare

Pasquale Mamone

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lag

Messaggioda Pasquale Mamone » mar 09 set 2014, 15:50

Pierfrancesco Rossi ha scritto:So bene, quanto ha pesato la tensione emotiva in quel frangente e "Lagrima" non è certo un pezzo da sottovalutare.
Al di là del fatto che le cose non vadano esattamente come si vorrebbe, suonare in pubblico è un'esperienza altamente formativa dal punto di vista emozionale e non basta il costante esercizio quotidiano seppure necessario, a formare in modo completo il musicista concertista senza la verifica "dal vivo".
Complimenti Pasquale! :okok:


Grazie Pierfrancesco.

Tu sai che significa, avendolo provato.

P.S. Controlla su Facebook: ho scritto qualcosa sul tuo diario

bacugno
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 03 set 2014, 12:31

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Messaggioda bacugno » mer 11 feb 2015, 18:34

è vero suonare dal vivo è molto difficile
per un amatore quasi si potrebbe dire che non rappresenti affatto il livello reale del chitarrista....
magari a casa uno suona benissimo e in pubblico ha mille indecisioni ma questo non significa che non sappia suonare, significa che non ha esperienza di palco..che è un altra cosa...

Pasquale Mamone

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Messaggioda Pasquale Mamone » mer 11 feb 2015, 18:51

bacugno ha scritto:è vero suonare dal vivo è molto difficile
per un amatore quasi si potrebbe dire che non rappresenti affatto il livello reale del chitarrista....
magari a casa uno suona benissimo e in pubblico ha mille indecisioni ma questo non significa che non sappia suonare, significa che non ha esperienza di palco..che è un altra cosa...


Ti dirò di più.

Nascosto in un anfratto a provare poco prima di affrontare il pubblico, sembra che tutto vada bene.
Poi quando sali sul palco..... tachicardia, secchezza delle fauci, smemoratezza del proprio nome e cognome, "ma che ci faccio io qui...."

È terrorizzante, credimi.

bacugno
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 03 set 2014, 12:31

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Messaggioda bacugno » mer 11 feb 2015, 19:11

Pasquale Mamone ha scritto:
bacugno ha scritto:è vero suonare dal vivo è molto difficile
per un amatore quasi si potrebbe dire che non rappresenti affatto il livello reale del chitarrista....
magari a casa uno suona benissimo e in pubblico ha mille indecisioni ma questo non significa che non sappia suonare, significa che non ha esperienza di palco..che è un altra cosa...


Ti dirò di più.

Nascosto in un anfratto a provare poco prima di affrontare il pubblico, sembra che tutto vada bene.
Poi quando sali sul palco..... tachicardia, secchezza delle fauci, smemoratezza del proprio nome e cognome, "ma che ci faccio io qui...."

È terrorizzante, credimi.


si lo so, è anche una questione biologica, lo stress produce cortisolo che ti manda in tilt il cervello....ci devi fare tanta abitudine....

Avatar utente
FrancoGiordano
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1240
Iscritto il: dom 18 nov 2012, 15:13

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Messaggioda FrancoGiordano » mer 06 mag 2015, 12:05

Apprezzabile lo spirito di partecipazione. Un consiglio io lo avrei, magari partecipare ai corsi di chitarra ideati e proposti dal Maestro
Delcamp su questo forum da cui si potrebbe ,decisamente, trarre vantaggio concreto.Navigando un pò fra le proposte degli allievi, si può acquisire quella sicurezza tecnica e interpretativa che gioverebbero in maniera complementare a un eserciizio programmato con il maestro personale. Ma è solo un modo di vedere , la decisione in tal senso spetta esclusivamente al forumista Pasquale.Con simpatia :guitare: :delcamp_ cool: ...Franco

Pasquale Mamone

Re: Masterclass Formello. Tarrega: Studio in mi minore e Lagrima

Messaggioda Pasquale Mamone » mer 06 mag 2015, 15:34

FrancoGiordano ha scritto:Apprezzabile lo spirito di partecipazione. Un consiglio io lo avrei, magari partecipare ai corsi di chitarra ideati e proposti dal Maestro
Delcamp su questo forum da cui si potrebbe ,decisamente, trarre vantaggio concreto.Navigando un pò fra le proposte degli allievi, si può acquisire quella sicurezza tecnica e interpretativa che gioverebbero in maniera complementare a un eserciizio programmato con il maestro personale. Ma è solo un modo di vedere , la decisione in tal senso spetta esclusivamente al forumista Pasquale.Con simpatia :guitare: :delcamp_ cool: ...Franco


Ciao Franco.

Non partecipo ai corsi del M° Delcamp non per snobismo, ma per alcuni motivi ben precisi.

Per prima cosa, i corsi sono essenzialmente (anche se non necessariamente) destinati a chi, magari per motivi geografici, non ha a disposizione un Maestro in carne e ossa. Quindi mi sembrerebbe di rubare un posto.

Poi, come ho detto altre volte, ho un nutrito programma di studio e aggiungere altra carne al fuoco significherebbe far male molte cose, invece che poche ma discrete.

Inoltre, i brani che studio sono direttamente assegnati dal mio Maestro, che evidentemente sa fin dove posso spingermi. Ti faccio un esempio: ho proposto al mio Maestro di studiare "El noi de la mare", brano che mi affascina. Mi ha risposto che ancora ci vuole un po', quindi lui sa qual'è il mio livello. Sto studiando al momento Feste Lariane: non mi dire niente, lo so anch'io che è impegnativo (eccome se lo so...) ma il Maestro ha stabilito così, evidentemente lui crede che sia possibile, non so.

Quanto all'imparare dagli altri, concordo con te sulla validità del metodo, ma poi bisogna metterlo in pratica. E se il livello è basso, c'è poco da fare.

Con altrettanta simpatia.

Pasquale


Torna a “Saggi, lezioni, esibizioni di studenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti