Raccolta studi di Abner Rossi

Luogo pubblico dei chitarristi classici.
Mr. Crimson

Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Mr. Crimson » mer 16 gen 2008, 17:18

Ho trovato in soffitta una vecchia raccolta di studi:
Abner Rossi, Trenta melodie per il corso preparatorio di chitarra classica, ed. Bèrben, 1979.
Qualcuno conosce questo testo e, soprattutto, gli studi qui contenuti possono avere un qualche
valore didattico?

artù

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda artù » ven 25 gen 2008, 23:48

Conosco un maestro anziano nella mia città che insegna jazz che come testi usa Giovanni Brambilla ed. Melodi per gli accordi e Abner Rossi metodo per la melodia, ti posso solo dire che almeno un paio di chitarristi bravissimi sono usciti con questi testi propedeutici di più non so dirti.
Artù

pifro

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda pifro » lun 28 apr 2008, 10:59

Mr. Crimson ha scritto:Ho trovato in soffitta una vecchia raccolta di studi:
Abner Rossi, Trenta melodie per il corso preparatorio di chitarra classica, ed. Bèrben, 1979.
Qualcuno conosce questo testo e, soprattutto, gli studi qui contenuti possono avere un qualche
valore didattico?

Conosco il testo cui ti riferisci e trovo che sia onesto,quanto a consigliarlo non sia questo il punto.
Diffido dei metodi in generale perchè in essi ri ripone,di solito,la convinzione che possano risolvere i nostri problemi di esecuzione.Credo che non sia mai così.
Un metodo ha valore solo se sia sa il percorso che si vuole compiere,non è esso ad undicarcelo.

apv
Messaggi: 448
Iscritto il: sab 21 mar 2009, 15:50

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda apv » gio 09 apr 2009, 15:41

Abner Rossi direi che è stato un grande chitarrista jazz,nato a Mantova nel 1908. Fino a pochi anni fa erano suoi i metodi, unici e famosissimi, che si usavano principalmente per apprendere la tecnica con il plettro. Oggi sicuramente questi metodi sono superati. Ricordo anche delle raccolte di trascrizioni ma non ne ho un ricordo pienamente positivo. Come chitarrista era attivo negli anni del ruggente swing (mi ricordo un suo "omaggio a Barney Kessel"). Oggi ci sono dei metodi molto più aggiornati per la chitarra jazz, non prenderei in considerazioni i metodi per chitarra classica.

ciao
apv

r.visinoni

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda r.visinoni » sab 12 set 2009, 15:57

Oggi ci sono dei metodi molto più aggiornati per la chitarra jazz


Cosa consigli?

apv
Messaggi: 448
Iscritto il: sab 21 mar 2009, 15:50

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda apv » ven 18 set 2009, 03:24

r.visinoni ha scritto:

Cosa consigli?


scusa il ritardo con cui ti rispondo ma ero in ferie.

ti consiglio delle Edizioni Berklee "A modern method for guitar vol.1" di William G. Leavit edizioni Berklee Press distribuite da Hal Leonard USA. Distribuiti in Italia ( e in italiano ) da Carisch. In particolare ti raccomanderi il volume corredato da CD ( forse in inglese ma vale la pena ).

Questo metodo è molto pratico e completo. Porta avanti con una serie di lezioni progressive tre aspetti della chitarra jazz ( suonata col plettro ): la melodia, l'inserimento di armonie unite alla linea melodica e la parte ritmica di accompagnamento. Gli esempi sono chiari e gli esercizi ben fatti. A poco a poco vedi come usare il plettro e in particolare come impostare gli accordi. Ci sono degli esercizi di smanicamento e poi degli esercizi ritmici interessanti. Studi di lettura a prima vista, esercizi ecc.
Ti consiglio di affiancare a questo metodo la lettura di un testo di teoria musicale tipo il Rossi o simili per aiutarti a capire bene come sono strutturati gli accordi, quali note si "muovono" nel passare da un accordo all'altro. Questo mi sembra importante perchè al contrario di quanto si è abituati nell'uso italico dell'accompagnamento ritmico ( dieci accordi e meno barrè possibile ) qui ti troverai decine di accordi che se non capisci come si strutturano e come possono modulare da uno all'altro restano molto astratti. Comunque si tratta di poca fatica e tanta resa.

Il Volume 2 della stessa edizione è decisamente più complesso proprio dal punto di vista tonalità/armonia. In pratica espone un metodo di diteggiatura che ti permette sezionando la tastiera in zone di coprirla tutta tenendo con facilità la stessa tonalità oppure passando rapidamente da una all'altra. Si inizia a vedere come improvvisare. Tra l'altro si frequentano le note di tutta la tastiera e non è un male. Per contro la parte sulle triadi con i rivolti e gli accordi diminuiti o aumentati richiede studio, pazienza, memoria.. e uso del Rossi. Anche qui si va avanti con dei moduli ritmici molto interessanti e degli esercizi via via più evoluti.

E' veramente un'altro mondo rispetto alla ottima ma superata impostazione dei testi di Rossi.

PS. la cosa può sembrare del tutto scontata ma tutta questa bella roba è da fare con una chitarra elettrica.

cabraloca

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda cabraloca » dom 29 nov 2009, 12:03

un ottimo libro nell'ambito della chitarra jazz è "il trattato di chitarra jazz ", in due volumi del bravissimo Fabio Mariani. La prima edizione era per la Franco Muzzio editore, so che è in commercio una nuova edizione (l'ho regalata anni fa a un amico) ma ignoro l'editore. :bye:

Luca Carbone

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Luca Carbone » mer 22 gen 2014, 18:49

Il Mariani ora è un volume unico edito dalla carisch. Il primo volume del Rossi te lo consiglio per iniziare proprio per la semplicità che lo contraddistingue, dal secondo in poi lo trovo obsoleto, ma il leavit è come il Giuliani per la classica, obbligatorio. Però io distinguo sempre lo studio della tecnica, che è utile per ogni genere musicale, dallo studio del jazz in senso stretto che invece da per assodata la buona tecnica e consiste in studio dell'armonia, trascrizioni e studio di stili (in sintesi, sto dicendo). Il Mariani va bene per il jazz, gli altri due per tecnica e lettura.

Rosario
Messaggi: 154
Iscritto il: mer 25 giu 2008, 11:39

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Rosario » ven 24 gen 2014, 19:01

ciao mr Crimson
ma è quel volumetto con la copertina bianca lucida dove vengono proposte delle celebri melodie di compositori famosi(ricordo forse una pastorale di Beethoven, la canzonetta di Mozart) intervallata da qualche composizione di Rossi? Ti ringrazio per avermi fatto tornare per un attimo giovane. Io ce l' ho ancora da qualche parte e ricordo che ai tempi mi ci sono divertito.
Penso non abbia valenza artistica nel senso che le "trascrizioni" sono veramente diciamo semplificate concedimi il termine anche se non proprio esatto, senza nulla togliere ai pezzi originali di Rossi per i quali non ho titolo per giudicare.Anche per il valore didattico lascio " la palla " ai maestri che su questo forum non mancano.
Ti voglio comunque ringraziare per avermelo riportato alla mente.
Rosario Restelli

Rosario
Messaggi: 154
Iscritto il: mer 25 giu 2008, 11:39

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Rosario » sab 25 gen 2014, 12:16

ri- ciao mr Crimpson
per quanto scritto nel precedente post : come non scritto: io ho la" raccolta classica" di Abner Rossi pezzi per il primo corso di chitarra classica Carisch 1978...mi sà che li ho presi che erano pubblicati freschi freschi...e non ho resisito e li ho risuonati tutti e 25 in un fiato...avevo i capelli ai tempi. Scusate la divagazione. Buona musica e divertimento. Rosario
Rosario Restelli

merlinobissau
Messaggi: 571
Iscritto il: dom 26 lug 2009, 16:20
Località: Sicilia

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda merlinobissau » sab 25 gen 2014, 12:23

apv ha scritto:Abner Rossi direi che è stato un grande chitarrista jazz,nato a Mantova nel 1908. Fino a pochi anni fa erano suoi i metodi, unici e famosissimi, che si usavano principalmente per apprendere la tecnica con il plettro. Oggi sicuramente questi metodi sono superati. Ricordo anche delle raccolte di trascrizioni ma non ne ho un ricordo pienamente positivo. Come chitarrista era attivo negli anni del ruggente swing (mi ricordo un suo "omaggio a Barney Kessel"). Oggi ci sono dei metodi molto più aggiornati per la chitarra jazz, non prenderei in considerazioni i metodi per chitarra classica.

ciao
apv


Quanti ricordi ho iniziato i miei studi con il metodo di Abner Rossi nel lontano 76.

Avatar utente
Umberto Quintarelli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 09 gen 2017, 13:25

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Umberto Quintarelli » mar 10 gen 2017, 09:47

apv ha scritto:E' veramente un'altro mondo rispetto alla ottima ma superata impostazione dei testi di Rossi.

PS. la cosa può sembrare del tutto scontata ma tutta questa bella roba è da fare con una chitarra elettrica.


Messaggio un po' vecchiotto ma io provo comunque a chiedere :)
Stavo pensando di acquistare il volume e di utilizzarlo imbracciando la mia acustica... come mai consigli una chitarra elettrica? Ci sono tecniche specifiche per elettrica nel volume?

Grazie mille.

awana
Messaggi: 642
Iscritto il: lun 11 gen 2010, 13:20
Località: Provincia di Modena

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda awana » mar 10 gen 2017, 11:08

Umberto, molti utenti che hanno postato interventi negli anni scorsi avendo il nome in neretto non sono piu' presenti nel forum. In linea generale confermo che Abner Rossi con il suo metodo jazz assieme a Luciano Zuccheri e' stato un precursore della chitarra elettrica in Italia. . Le trenta melodie citate all'inizio della discussione sono un metodo a parte, destinato ai chitarristi classici. Quindi si parlava di due metodi di Abner Rossi doversi.

Avatar utente
Umberto Quintarelli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 09 gen 2017, 13:25

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Umberto Quintarelli » mar 10 gen 2017, 11:12

awana ha scritto:Umberto, molti utenti che hanno postato interventi negli anni scorsi avendo il nome in neretto non sono piu' presenti nel forum. In linea generale confermo che Abner Rossi con il suo metodo jazz assieme a Luciano Zuccheri e' stato un precursore della chitarra elettrica in Italia. . Le trenta melodie citate all'inizio della discussione sono un metodo a parte, destinato ai chitarristi classici. Quindi si parlava di due metodi di Abner Rossi doversi.


Grazie mille! Chiedevo però perchè il testo delle Edizioni Berklee debba essere seguito con un chitarra elettrica.

Avatar utente
Umberto Quintarelli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 09 gen 2017, 13:25

Re: Raccolta studi di Abner Rossi

Messaggioda Umberto Quintarelli » mer 11 gen 2017, 21:34

Umberto Quintarelli ha scritto:Grazie mille! Chiedevo però perchè il testo delle Edizioni Berklee debba essere seguito con un chitarra elettrica.


Nessuno che riesca a darmi delucidazioni in merito? Il metodo delle Edizioni Berklee è tranquillamente fruibile anche con la sola chitarra acustica?
Grazie mille a tutti quelli che mi vorranno rispondere.


Torna a “Luogo pubblico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite