Unghie, maledettissime unghie

Lunghe, corte, vere, finte, resistenti, fragili... Per noi chitarristi sono importantissime.
Avatar utente
Claudio Tortonesi
Messaggi: 133
Iscritto il: mer 10 set 2014, 20:32
Località: roma

Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Claudio Tortonesi » lun 22 set 2014, 20:46

E sì. Perchè se l'unghia del pollice è compromessa (quasi irrimediabilmente) e le altre non ne vogliono sapere di resistere, per molti, è inutile continuare ad insistere. La chitarra e il suo magnifico suono resteranno una chimera. Io dico NO. E continuo anche se con i polpastrelli. Il suono, piano piano nel tempo non sembra affatto male. Ascolto volentieri pareri e consigli.

Avatar utente
Paolo Romanello
Messaggi: 955
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Paolo Romanello » lun 22 set 2014, 21:52

Oggi la tendenza è decisamente per l'utilizzo dell'unghia, ma nel passato ci sono stati sostenitori dell'uso del polpastrello di grandissimo valore, basta pensare a Sor e Molino, Tarrega e Pujol. Sei sicuramente in ottima compagnia! :D
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Avatar utente
Claudio Tortonesi
Messaggi: 133
Iscritto il: mer 10 set 2014, 20:32
Località: roma

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Claudio Tortonesi » mar 23 set 2014, 19:36

Grazie Paolo, Sor e Tarrega sono, forse non a caso, i miei preferiti.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3513
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 23 set 2014, 21:12

La tentazione di tagliare le unghie e suonare con i polpastrelli, qualche tempo fa, l'ho avuta anch'io. Alla fine invece ho continuato a litigare con le mie unghie deboli e capricciose. Pian piano ho trovato, sto ancora trovando il modo di farle funzionare. Le corde moderne non sono quelle in budello che usava Tàrrega, alla fine l'unghia offre possibilità timbriche e sonore alle quali è difficile rinunciare senza rimpianti. Ci sono egregie eccezioni, lo so. Se la situazione non è davvero disperata, credo sia meglio insistere con l'unghia. Del resto il parere di un dermatologo potrebbe dirimere la questione ed anzi magari suggerire qualche soluzione. Poi naturalmente, ciascuno sceglie per sé ciò che ritiene meglio
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Claudio Tortonesi
Messaggi: 133
Iscritto il: mer 10 set 2014, 20:32
Località: roma

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Claudio Tortonesi » mer 24 set 2014, 12:51

Si è vero Paolo, il suono è moolto diverso. L'unghia più incriminata è quella del pollice, mentre le altre decidono loro quanto rimanere inalterate, e comunque riesco un pò a farle funzionare. Per il pollice il suono caldo dei bassi non mi dispiace affatto, e comunque se resta così, pazienza...io suono. Comunque. Lo farei anche senza polpastrelli.

Alexviolao
Messaggi: 38
Iscritto il: mar 01 lug 2014, 09:58

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Alexviolao » mar 30 set 2014, 09:06

Claudio Tortonesi ha scritto:E sì. Perchè se l'unghia del pollice è compromessa (quasi irrimediabilmente) e le altre non ne vogliono sapere di resistere, per molti, è inutile continuare ad insistere. La chitarra e il suo magnifico suono resteranno una chimera. Io dico NO. E continuo anche se con i polpastrelli. Il suono, piano piano nel tempo non sembra affatto male. Ascolto volentieri pareri e consigli.
Ciao Claudio,
io suono bossa nova da sempre , l'unghia del pollice la tengo sempre corta
perchè i bassi li suono col polpastrello.....il suono dei bassi specialmente in questo genere
musicale è bello quando è corposo e vellutato, non metallico.
Non ho capito però che problemi hai con le altre dita....
Io tengo unghia lunghe quanto basta per suonare la mia musica...infatti suono con unghia e
polpastrello e il risultato è ottimo per i miei gusti....ciò secondo me permette all'unghia di non
rompersi facilmente.
Inoltre ogni tanto passo sulle unghia Ecrinal rinforzante indurente...ed è un ottimo prodotto che trovi
in farmacia.
Sicuramente la tendenza dei chitarristi che suonano classica è di avere unghia lunghe (orride da vedere!)...
ma credo che ogniuno debba trovare il giusto equilibrio personale ...anche per non sembrare un "rapace" :D
Prova a tenerle massimo a 2/3 mm sporgenti massimo....arrotondale con una lima molto fine e
usa Ecrinal.
Un saluto
Alessandro :bye:

Avatar utente
Claudio Tortonesi
Messaggi: 133
Iscritto il: mer 10 set 2014, 20:32
Località: roma

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Claudio Tortonesi » gio 02 ott 2014, 22:15

Grazie Alessandro. Il problema è che a volte si sfaldano, altre volte si sfogliano. Poi sai a casa uno deve fare il muratore, l'idraulico, l'elettricista, l'imbianchino (o almeno tentare), e ogni volta, tacchete, si scheggia, si rompe. Comunque si anche io le tengo corte. Proverò un indurente. Saluti

Alexviolao
Messaggi: 38
Iscritto il: mar 01 lug 2014, 09:58

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da Alexviolao » lun 06 ott 2014, 11:11

Claudio Tortonesi ha scritto:Grazie Alessandro. Il problema è che a volte si sfaldano, altre volte si sfogliano. Poi sai a casa uno deve fare il muratore, l'idraulico, l'elettricista, l'imbianchino (o almeno tentare), e ogni volta, tacchete, si scheggia, si rompe. Comunque si anche io le tengo corte. Proverò un indurente. Saluti
Perfetto!
E tu dirai a casa che sei un chitarrista e che non puoi rovinarti le unghia.....risultato, ti buttano fuori :shock:
A parte gli scherzi...usa solo una lima fine (Sephora) , non tronchessa!
Poi metti Ecrinal indurente rinforzante....è favoloso!
Dopo un pò vedrai che va molto meglio......certo che se poi ti azzanni le unghia in lavori che le rovinano...non concludi nulla.
Io mi trovo molto bene

ciao
alessandro

flibera

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da flibera » dom 21 dic 2014, 17:51

Ciao a tutti !! Volevo chiedervi se esiste un qualche gel o smalto che aiuta la ricrescita delle unghie !!! Essendo una chitarrista con il brutto vizio di mangiarmi le unghie. Ho sempre alternato un paio di mesi i cui le avevo perfette ad altri con unghie da pianista.. Ho sempre lottato con questa mia ossessione, e anche il mio maestro poiché lui era del parere che non riuscissi a suonare bene senza unghie.. E che perdessi potenza!!

cecco
Messaggi: 531
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: Unghie, maledettissime unghie

Messaggio da cecco » dom 21 dic 2014, 18:33

flibera ha scritto: Essendo una chitarrista con il brutto vizio di mangiarmi le unghie. Ho sempre alternato un paio di mesi i cui le avevo perfette ad altri con unghie da pianista.. Ho sempre lottato con questa mia ossessione, e anche il mio maestro poiché lui era del parere che non riuscissi a suonare bene senza unghie.. E che perdessi potenza!!
Prova a mangiarti le unghie dei piedi. Così farai degli ottimi esercizi yoga che manterranno in salute il tuo corpo e distoglieranno nello stesso tempo l'attenzione sulle unghie della mano... :D

Torna a “Le unghie dei chitarristi”