Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono - Video

Lunghe, corte, vere, finte, resistenti, fragili... Per noi chitarristi sono importantissime.
Avatar utente
Daniele Lazzari
Concertista
Messaggi: 134
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 00:33
Località: Budapest

Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono - Video

Messaggio da Daniele Lazzari » dom 10 apr 2016, 21:55

Un video recente di William Kanengiser per Guitar Foundation of America su come ottenere il miglior timbro e proezione del suono.
Molti si meravigliano di come io riesca ad ottenere un suono così proiettato e intenso dalla mia chitarra, che non ha bisogno di nessuna amplificazione anche nelle sale più grandi. Alcuni credono che dipenda dallo strumento. Questo è vero in minima parte. Si può ottenere un suono più proiettato con qualsiasi strumento. In questo video Kanengiser spiega ottimamente i principi su cui si basa questo tipo di tecnica della mano destra. La forma dell'unghia e la direzione del tocco.
Il video è in inglese.

https://youtu.be/TJ36c3_6jks
Ultima modifica di Daniele Lazzari il sab 23 apr 2016, 20:52, modificato 2 volte in totale.
Daniele Lazzari

"Gli strumenti sono isole più o meno grandi, più o meno belle ma, l'importante è l'oceano, l'importante è la musica!"(A.Segovia)
"Rendere l'impossibile possibile,il possibile facile,il facile piacevole!"(M.Feldenkrais)

alessandro lienzo
Messaggi: 1240
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono

Messaggio da alessandro lienzo » dom 10 apr 2016, 22:05

Interessante, vedrò il video con piacere.
Però la modestia è una gran bella cosa :D
alessandro C.

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 975
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono

Messaggio da Paolo Romanello » mar 19 apr 2016, 07:13

alessandro lienzo ha scritto:...Però la modestia è una gran bella cosa :D
Concordo assolutamente Alessandro, invecchiando la apprezzo molto più di qualunque altra qualità. :okok:
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Avatar utente
Daniele Lazzari
Concertista
Messaggi: 134
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 00:33
Località: Budapest

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono

Messaggio da Daniele Lazzari » mar 19 apr 2016, 08:59

Un suono proiettato si ottiene mettendo in oscillazione le corde secondo una direzione più perpendicolare alla tavola armonica. Un suono ricco di armonici si ottiene aumentanlo la lunghezza della superficie di slittamento dell'unghia sulla corda. Per suonare 'più forte' non è necessario applicare più forza muscolare (le variazioni sono minime) ma dipende essenzialmente dalla direzione con cui si applica la pressione sulla corda. Questo fa chi, come me, applica questa tecnica. Non sono nemmeno concetti nuovi, ci sono sfilze di chitarristi in carriera che l'usano. Se ho parlato di me è perché ad ogni concerto si ripete la scena di qualche chitarrista o altri musicisti che mi vengono a dire come sia speciale la mia chitarra etc..
Non si tratta di essere più o meno modesti. Io modesto lo sono e riconosco gli errori, quando me ne rendo conto. Sto parlando di come utilizzare al meglio una chitarra. Credo che sia una questione importante, sopratutto perché attualmente si crede che basti avere una chitarra che suoni più forte oppure amplificarsi per risolvere questo problema. Ci sono altri modi. Guardate il video, provate e poi fatemi sapere.
Una avvertenza. Se il suono è più proiettato chi suona la chitarra e che sta dietro lo strumento, non percepisce troppo la differenza a livello sonoro.
Per apprezzare le variazioni bisognerebbe sedersi di fronte una parete in modo da percepire, nel mentre che si impara, le variazioni nel suono.
Lo step succcessivo è imparare la sensazione del tocco dei polpastrelli a seconda della direzione.
È un lavoro lungo che richiede di mettersi in discussione.
Della pratica mi piacerebbe discutere e dare una mano agli utenti del forum che ne hanno voglia.
Mi sono iscritto al gruppo insegnanti per dare una mano, un contributo, non per mettermi in mostra. Credetemi!
Daniele Lazzari

"Gli strumenti sono isole più o meno grandi, più o meno belle ma, l'importante è l'oceano, l'importante è la musica!"(A.Segovia)
"Rendere l'impossibile possibile,il possibile facile,il facile piacevole!"(M.Feldenkrais)

alessandro lienzo
Messaggi: 1240
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono

Messaggio da alessandro lienzo » mar 19 apr 2016, 11:34

Maestro, tralasciando la mia battutina, non posso che essere d'accordo con lei.
Anche io posiziono l'unghia perpendicolare alla corda e non in obliquo. Inoltre la limo quasi piatta in modo da avere una maggior superficie con cui attaccare.
L'attacco é cosa difficile, anche nel piano va dosato ed è difficile evitare di strisciare sulla corda.
Relazionandomi con altri musicisti/studenti ho notato che la moda dell'unghia obliqua alla corda produce un effetto più medioso: in alcune situazioni può essere piacevole ma quando diventa la norma trovo che elimini molte caratteristiche e possibilità espressive.
Cosa ne pensa ?
Ho ben interpretato ciò che intende dire?
alessandro C.

Avatar utente
Daniele Lazzari
Concertista
Messaggi: 134
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 00:33
Località: Budapest

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono

Messaggio da Daniele Lazzari » mar 19 apr 2016, 13:22

alessandro lienzo ha scritto:Maestro, tralasciando la mia battutina, non posso che essere d'accordo con lei.
Anche io posiziono l'unghia perpendicolare alla corda e non in obliquo. Inoltre la limo quasi piatta in modo da avere una maggior superficie con cui attaccare.
L'attacco é cosa difficile, anche nel piano va dosato ed è difficile evitare di strisciare sulla corda.
Relazionandomi con altri musicisti/studenti ho notato che la moda dell'unghia obliqua alla corda produce un effetto più medioso: in alcune situazioni può essere piacevole ma quando diventa la norma trovo che elimini molte caratteristiche e possibilità espressive.
Cosa ne pensa ?
Ho ben interpretato ciò che intende dire?
Se anche io ho inteso quello che vuol dire..
NO! Io parlo e il video anche, della direzione secondo la quale il polpastrello spinge la corda nell'istante iniziale ossia perpendicolare alla tavola armonica. L'unghia viene dopo. E per quanto riguarda il 'dopo'.. questo coinvolge la forma dell' unghia che fra l'altro è anche legata all'inclinazione dello strumento, sia della cassa rispetto al corpo che del manico, più o meno lontano dalla testa etc.. No, riguarda un altro aspetto, molto più sostanziale che addirittura rende molto grossolani i concetti di tocco libero e appoggiato, secondo la definizione tradizionale.
È chiaro che se si suona solo con le unghie, ossia il polpastrello non tocca mai la corda, tutto questo non può essere applicato.
È molto difficile spiegare a parole per cui è indispensabile guardare il video!
Daniele Lazzari

"Gli strumenti sono isole più o meno grandi, più o meno belle ma, l'importante è l'oceano, l'importante è la musica!"(A.Segovia)
"Rendere l'impossibile possibile,il possibile facile,il facile piacevole!"(M.Feldenkrais)

Andrea Gnecchi
Liutaio amatore
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 23 ago 2016, 22:23

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono - Video

Messaggio da Andrea Gnecchi » mer 24 ago 2016, 22:35

Maestro Lazzari,

grazie per il link del video.
L'ho trovato molto istruttivo e provero' a metterlo subito in pratica.
Ho solo un dubbio...fino ad ora, suonando, cercavo per quanto possibile di toccare la corda solo con l'unghia.
Questo perche' se tocco prima con il polpastrello sento un lieve "sfregare" della pelle sulla corda, che cercavo quindi di eliminare.
Il video che ha mostrato, invece, indica il contrario.
A questo punto mi viene da dire che ci dev'essere qualcosa che sbaglio nel tocco, ma sinceramente non riesco a capire cosa.
Ha qualcosa da suggerirmi?

Grazie
Andrea
"...pensavo...e' bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo cominciare una chitarra"
(F. de Andre' - "Amico fragile")

Avatar utente
Daniele Lazzari
Concertista
Messaggi: 134
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 00:33
Località: Budapest

Re: Come ottenere il miglior timbro e proiezione di suono - Video

Messaggio da Daniele Lazzari » gio 25 ago 2016, 09:05

Andrea Gnecchi ha scritto:Maestro Lazzari,

grazie per il link del video.
L'ho trovato molto istruttivo e provero' a metterlo subito in pratica.
Ho solo un dubbio...fino ad ora, suonando, cercavo per quanto possibile di toccare la corda solo con l'unghia.
Questo perche' se tocco prima con il polpastrello sento un lieve "sfregare" della pelle sulla corda, che cercavo quindi di eliminare.
Il video che ha mostrato, invece, indica il contrario.
A questo punto mi viene da dire che ci dev'essere qualcosa che sbaglio nel tocco, ma sinceramente non riesco a capire cosa.
Ha qualcosa da suggerirmi?

Grazie
Andrea
Bisognerebbe determinare a cosa è dovuto lo "sfregare". Ma senza guardare dal vivo quello che succede, è difficile dare dei suggerimenti.
Nel video forse mancano altri fattori come l'allineamento del braccio - polso - mano oppure, l'inclinazione dello strumento sia verticale che orizzontale rispetto al corpo. Provi a giocare anche con queste variabili.... hai visto mai! :D
Daniele Lazzari

"Gli strumenti sono isole più o meno grandi, più o meno belle ma, l'importante è l'oceano, l'importante è la musica!"(A.Segovia)
"Rendere l'impossibile possibile,il possibile facile,il facile piacevole!"(M.Feldenkrais)

Torna a “Le unghie dei chitarristi”