extra hard:perchè?

Manutenzione e corde della chitarra.
Mauriziaccio

extra hard:perchè?

Messaggioda Mauriziaccio » ven 20 gen 2012, 21:35

Scrivo perchè la mia è una curiosità da dover soddisfare....
Mi piacerebbe conoscere i motivi che spingono a montare questo tipo di corde. Certo avranno un volume di suono maggiore,ma questo aspetto a me non interessa. Mi interesserebbe conoscere i motivi da un punto di vista dello studio. Ad esempio: suonare con corde high per un certo periodo e passare alle normal ,....beh,si scoprono tante cose. E viceversa.Premetto che ho sempre usato corde normal,high e medium high(le consiglio a chi ha il pollice pesante). Le extra hard non le conosco.
Una volta soltanto sono andato a provare delle extra law. Ci sarebbe molto,ma molto da dire. Ma questa è un'altra faccenda.
Ora se qualche volontario si arma di pazienza e mi illumina gli sarò grato.
Un salutone

Massimo Piazza

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Massimo Piazza » mar 24 gen 2012, 20:36

Non ho mai usato le extra hard,solo alcune marche le fabbricano tipo le La Bella,le Savarez si fermano alle hard e già sono sufficientemente forti.
So per certo che Maurizio Colonna usa abitualmente la tensione extra forte sulla sua Ramirez,lui giustifica questa scelta a causa del suo modo di suonare molto fisico,aggressivo,con altre tensioni più light sarebbe fortemente penalizzato il suo stile!

antheus

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda antheus » mar 24 gen 2012, 20:48

A volte è la tavola che le chiede... e in quel caso sotto le dita non si sente una grande differenza perché anche manico e tastiera sono stati programmati per questa tensione. E' il caso della mia Taylor NS74 dove la casa prevede esplicitamente le extra HT.
Ha tavola armonica certamente molto più dura e spessa del necessario, probilmente per poterla suonare in elettrificazione con buona resistenza al feedback. Ho provato a metterci delle "semplici" hard e le corde cominciano a frustare su molti tasti e quindi la scelta è pressoche obbligata. Tra le altre citate anche la D'Addario le produce regolarmente, sia nella serie Proartè normale, che LP, che EXP.
:bye:

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda pippowitz » dom 29 gen 2012, 11:23

Mi è capitato di usare i bassi delle Hannabach rosse su una chitarra primi novecento, diapason 620, che dovevo accordare oltretutto un semitono sotto, per cui la scelta di corde "grosse" è stata quasi obbligata. Da notare però che, anche in queste condizioni estreme, per i cantini mi sono poi trovato invece meglio con le Savarez Alliance Cantiga, che vengono vendute come Higt Tension (e non extra higt), perchè le Hannabach, anche se più tese, a causa del maggior diametro e del diverso materiale risultavano più "gommose" e povere di armonici e in definitiva suonavano peggio.
A parte casi eccezionali però non vedo ragione di usare corde a tensione elevata, ma poi secondo me tutto dipende comunque dallo strumento e il modo di suonare deve passare in secondo piano. Ogni chitarra da il meglio di sé con una certa tensione, per cui se ci piace suonare con un certo tipo di corde ma la nostra chitarra non gradisce quella tensione lì o si cambia il modo di suonare o si cambia la chitarra. Il fatto poi di poter spingere di più o di meno sulle corde non c'entra: una volta individuata la corda giusta si regola di conseguenza l'action dello strumento. Molti ragionano al contrario, adattando la durezza delle corde all'action esistente, ma secondo me è un errore. E' una procedura buona solo per le emergenze, quando magari bisogna suonare con una chitarra che tende a frustare un po' troppo e non c'è tempo per rifare l'ossicino del ponte.

Avatar utente
Joseph-1900
Messaggi: 489
Iscritto il: mar 26 gen 2010, 03:41

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Joseph-1900 » lun 30 gen 2012, 21:53

io usavo le d'addario exp44 extra hard sulla yamaha(fascia bassa) perché in effetti suonava meglio... ma poi negli anni si è imbarcato il manico leggermente, essendo privo di truss-rod.. :|
Sulla takamine ho provato, ma la tavola risponde meglio con corde a tensione normale, tipo savarez corum-alliance normal tension...
ATTENZIONE: Vietato fumare i fiori delcamp !!!

Avatar utente
Maxi78
Messaggi: 154
Iscritto il: gio 11 set 2008, 18:35
Località: Genova

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Maxi78 » mar 31 gen 2012, 00:26

Le ho provate solo una volta (Hannabach rosse) su una Privada P11 che avevo tanti anni fa, tra quinto e ottavo anno. Sarà stata una muta un po' sfigata, ma su sei corde tre mi si son stoccate nel giro di una settimana!!! :shock:

michelechef

corde per ramirez

Messaggioda michelechef » lun 06 feb 2012, 13:53

qualcuno sa su una ramirez 1e quali sono le migliori corde,e quale tensione scegliere,grazie.

Angelo Barricelli

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Angelo Barricelli » lun 13 feb 2012, 22:51

Mauriziaccio ha scritto:Scrivo perchè la mia è una curiosità da dover soddisfare....
Mi piacerebbe conoscere i motivi che spingono a montare questo tipo di corde. Certo avranno un volume di suono maggiore,ma questo aspetto a me non interessa. Mi interesserebbe conoscere i motivi da un punto di vista dello studio. Ad esempio: suonare con corde high per un certo periodo e passare alle normal ,....beh,si scoprono tante cose. E viceversa.Premetto che ho sempre usato corde normal,high e medium high(le consiglio a chi ha il pollice pesante). Le extra hard non le conosco.
Una volta soltanto sono andato a provare delle extra law. Ci sarebbe molto,ma molto da dire. Ma questa è un'altra faccenda.
Ora se qualche volontario si arma di pazienza e mi illumina gli sarò grato.
Un salutone


l'esigenza è disparata,alcuni strumenti suonano meglio con la tensione fortissima e poi c'è anche l'esigenza di sentire certe tensioni sotto le dita,dal mio punto di vista non è solo questione di volume,spesso suonano di più le corde morbide...dipende da vari fattori come dicevo.
Occorre anche dire che le extra-hard di un certo brand non hanno la stessa tensione di un altro,quello delle tensioni è un mistero......non sono mai esatte
saluti
ab

Jasonbecker4ever

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Jasonbecker4ever » mar 06 nov 2012, 10:44

Avendo una mano molto pesante non ho potuto fare a meno di montare sulle mie chitarre sembra hard o extra hard tenison. ( Che siano Agustine , Hannabach , Savarez o D'addario ). Solo una volta ho provato le medium e mi sembrava di avere degli elastici tra le dita :D

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda pippowitz » mer 07 nov 2012, 09:50

Jasonbecker4ever ha scritto:Avendo una mano molto pesante non ho potuto fare a meno di montare sulle mie chitarre sembra hard o extra hard tenison. ( Che siano Agustine , Hannabach , Savarez o D'addario ). Solo una volta ho provato le medium e mi sembrava di avere degli elastici tra le dita :D

Secondo me sbagli: devi capire a quale tensione lavora meglio la tavola della tua chitarra, dopo di che se hai la mano pesante aumenta l'action, non la tensione delle corde. Ovvio che la sensazione tattile varia con la tensione, ma questo dovrebbe passare in secondo piano rispoetto al suono che si può ottenere da uno strumento. E se proprio ti trovi bene solo con corde a forte tensione (ma perchè poi?) allora ti devi scegliere una chitarra che lavori bene con quelle. Comunque anche adattarsi a strumenti un po' diversi fa parte della tecnica del chitarrista...

Jasonbecker4ever

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Jasonbecker4ever » mer 07 nov 2012, 14:26

E' risaputo che più la tavola è sollecitata più questa potrà rendere in termini di proiezione e volume. Ho avuto sia strumenti di concezione spagnola che moderna e ho montato sempre questa tensione di corde senza alcun problema di cedimenti vari o perdite di suono. Alzare l'action rende solo più impraticabile la chitarra ( sopratutto per la mano sinistra dal 5 tasto in poi ). In più penso che il suono inteso come "bel suono" sia una ricerca che vada di pari passo con la maturazione del tocco, quindi completamente subordinata al chitarrista ( ecco perchè ci sono fior fior di chitarristi che fanno suonare discretamente anche una Yamaha C40 ). Di certo non cambio chitarra solo perchè non posso montarci una tensione di corde che mi permette di avere la stabilità che cerco, sopratutto nella mano destra.

Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda setras » mer 07 nov 2012, 14:41

Hi
Posso dì per certo che la miglior chitarra del secolo si comporta meglio co corde normal o alta tensione.
Agustine blu so perfette..anzi..sinceramente ste agustine se difende ancora bene e da la paga a roba che costa du volte.
Por moi

Jasonbecker4ever

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda Jasonbecker4ever » mer 07 nov 2012, 15:04

Le Agustine Blu le ho sempre trovate molto buone, solo che trovo si consumino molto in fretta ( sopratutto i bassi ). Per ora sto rodando le D'addario EXP44 e non mi sembrano malaccio...

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda pippowitz » mer 07 nov 2012, 17:09

setras ha scritto:Hi
Posso dì per certo che la miglior chitarra del secolo si comporta meglio co corde normal o alta tensione.
Agustine blu so perfette..anzi..sinceramente ste agustine se difende ancora bene e da la paga a roba che costa du volte.
Por moi

Quale secolo? Questo o quello passato?

Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: extra hard:perchè?

Messaggioda setras » gio 08 nov 2012, 19:25

A cavallo dei due,diciamo più di quello passato..tendo a preferire quelle per capotasto leggermente più grande e chiaramente maggior invecchiatura del legname.

CiQUARANTA

ovvero
La miglior chitarra di sempre
ma non lo dice moi
è un dato incontrovertibile
Hi Pippowitz

:D


Torna a “Corde della chitarra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 2 ospiti