Corde a tensione normale

Manutenzione e corde della chitarra.
Pasquale Mamone

Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 13:28

Buongiorno a tutti.

Ho una chitarra di Ottavio Caiazzo, con delle caratteristiche un po' particolari, che forse mal si adattano alle mie manacce da dilettante.
Lo strumento (tavola in abete, fasce e fondo in palissandro indiano, controfasce in cipresso) è decisamente imponente: ha un diapason 660, con una larghezza di 53 al capotasto e (se non ho misurato male) 63 al XII° tasto, con l'attacco delle corde passante per la tavola, come si faceva a fine '800 e come è stato ripreso da Giussani. Inoltre è una chitarra che mi sembra "rigida", per cui è necessario uno sforzo imponente con la mano sinistra, con conseguenti dolori dopo pochi minuti. E non parliamo dei barrè, soprattutto nei primi 4 tasti: sono un supplizio.

Queste caratteristiche, aggiunte alla mia scarsa competenza di chitarrista, la rendono difficile e dura da suonare. Peccato, visto che l'ho acquistata perchè affascinato dal suono: potente, ricco di timbro e con un sustain incredibilmente lungo. O almeno così mi pare.
Resta il fatto che mi riesce difficile suonarla senza avere dolori alla mano sinistra.

Sto maturando l'idea di vendere lo strumento, ma prima di separarmene vorrei fare una prova, e per questo chiedo consiglio a chi è più esperto di me. Attualmente, la chitarra ha montate delle corde Bernabè, che credo siano a tensione medio-alta.
Vorrei montare delle corde a tensione normale o bassa, agganciandole alle string-plates di Luca Waldner.

Il consiglio, anzi i consigli, che vi chiedo sono questi: voi pensate che cambiando le corde con una muta a tensione inferiore, la chitarra potrebbe "ammorbidirsi"? Se sì, quali corde a tensione normale mi consigliate?

Grazie.

alessandro lienzo
Messaggi: 1019
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 dic 2015, 13:55

Ciao pasquale,
Secondo me vale la pena provare ad abbassare la tensione, ma non penso cambi molto, l'ostilità è dovuta a molti fattori.
Come sei messo con l'action?
Misura la possibilità di abbassarla anche al capotasto. Poi passa a corse normal tension.

Le misure sono imponenti ma anche un mi ostruento è simile ed è un burro quindi deduco non sia quello il problema
alessandro C.

Pasquale Mamone

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 13:58

alessandro lienzo ha scritto:Ciao pasquale,
Secondo me vale la pena provare ad abbassare la tensione, ma non penso cambi molto, l'ostilità è dovuta a molti fattori.
Come sei messo con l'action?
Misura la possibilità di abbassarla anche al capotasto. Poi passa a corse normal tension.

Le misure sono imponenti ma anche un mi ostruento è simile ed è un burro quindi deduco non sia quello il problema


L'action al XII° tasto della 6^ corda è 4 mm. Magari, per il capotasto, ne parlo col liutaio, ma poi ho paura che frusta.

P. S. Che strumento "imponente" hai?

alessandro lienzo
Messaggi: 1019
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 dic 2015, 14:19

La nipponica hirade che se vuoi visionare trovi nel mercatino anche perché vorrei acquistare altri strumenti di liuteria italiani..
Comunque ha le stesse tue caratteristiche solo che l'action a me è 3.2 ai bassi e 2 e mezzo si cantini. Davvero precisi gli occhi a mandorla haha
alessandro C.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Gerardo50 » ven 04 dic 2015, 14:43

E' difficile stabilire se il problema è la chitarra.............. Calcola Pasquale che 66 cm di diapason non sono pochi, la mia ( l'ho misurata adesso ) dal capotasto al ponticello, misura 67 cm, quindi c'è da mettere in conto che sono "chitarroni". Anche se 2 cm di differenza sembrano insignificanti, potrebbero fare la differenza a livello fisico per il braccio sinistro. Fossi in te, proverei a mettere corde più morbide. Io per l'uso che ne faccio, non vado a spendere molti soldi quindi compre sempre le Augustin media tensione ( le blù ) , ma ci sono anche le " rosse che sono più morbide a tensione minore. Prima di cambiare chitarra, prova a sperimentare se sono le corde provandone altre più morbide. Forse a stancarti il braccio, potrebbe dipendere proprio dalla lunghezza del diapason 660, ma queste sono solo ipotesi. Un caloroso saluto. Gerardo.
Gerardo

Pasquale Mamone

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 15:11

Ciao Gerardo. Ho visto le Savarez Cantiga rosse a tensione normale. Magari provo quelle.

Pasquale Mamone

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 16:05

alessandro lienzo ha scritto:La nipponica hirade che se vuoi visionare trovi nel mercatino anche perché vorrei acquistare altri strumenti di liuteria italiani..
Comunque ha le stesse tue caratteristiche solo che l'action a me è 3.2 ai bassi e 2 e mezzo si cantini. Davvero precisi gli occhi a mandorla haha


Ho visto.
Rimango basito di fronte a quei valori di action. Anche perché sono sicuro che la chitarra non frusta, quindi mi chiedo come facciano i giapponesi a fare tastiere del genere.
Chiederò a Marcolino il favore di farmi provare la sua Kohno, e poi metterò i solidi da parte per comprarmela :D

P. S. Il video non esiste più? C'è un altro link?

alessandro lienzo
Messaggi: 1019
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 dic 2015, 16:40

Stranissimo... Prova a cercare guitar hirade, l'Account è brianmay0914 su YouTube!

Comunque confermo che non frusta nulla per fortuna anzi..
alessandro C.

Pasquale Mamone

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 17:09

Non trovo nulla sul tubo.

Pazienza...

Pasquale Mamone

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 17:16

alessandro lienzo ha scritto:Stranissimo... Prova a cercare guitar hirade, l'Account è brianmay0914 su YouTube!

Comunque confermo che non frusta nulla per fortuna anzi..


Infatti ne ero sicuro. Mi chiedo come fanno....

Pasquale Mamone

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pasquale Mamone » ven 04 dic 2015, 20:25

Gerardo50 ha scritto:E' difficile stabilire se il problema è la chitarra.............. Calcola Pasquale che 66 cm di diapason non sono pochi, la mia ( l'ho misurata adesso ) dal capotasto al ponticello, misura 67 cm, quindi c'è da mettere in conto che sono "chitarroni". Anche se 2 cm di differenza sembrano insignificanti, potrebbero fare la differenza a livello fisico per il braccio sinistro. Fossi in te, proverei a mettere corde più morbide. Io per l'uso che ne faccio, non vado a spendere molti soldi quindi compre sempre le Augustin media tensione ( le blù ) , ma ci sono anche le " rosse che sono più morbide a tensione minore. Prima di cambiare chitarra, prova a sperimentare se sono le corde provandone altre più morbide. Forse a stancarti il braccio, potrebbe dipendere proprio dalla lunghezza del diapason 660, ma queste sono solo ipotesi. Un caloroso saluto. Gerardo.


Ciao Gerardo.
Cambiate le corde (Bernabé tensione medio-alta) con Savarez Cantiga New Cristal a tensione normale.
Non vorrei entusiasmarmi troppo, ma sembra che la tastiera sia diventata un po' meno dura. Il suono - inteso come potenza e proiezione - ne risente un pochino, data la minore tensione delle corde, ma tutto sommato è accettabile. Alcuni passaggi (Feste Lariane, ¡Adelita! e lo studio n° 5 di Sor rev. Segovia) sembrano più agevoli. Il problema del barrè sembra diminuito.

Poi, naturalmente, c'è il problema del chitarrista. Ed è già una parola grossa il definirmi tale.
Mi piacerebbe che questa chitarra venisse provata da uno buono, giusto per confermare il mio sospetto che più che la chitarra sono le manacce di chi la suona.

alessandro lienzo
Messaggi: 1019
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 dic 2015, 20:54

Pasquale ti capisco, le chitarre come le donne quando non c'è feeling possono anche essere le più belle del mondo
alessandro C.

Elitista2
Messaggi: 197
Iscritto il: dom 10 mag 2015, 14:53

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Elitista2 » ven 04 dic 2015, 21:00

Pasquale Mamone ha scritto:Buongiorno a tutti.

Il consiglio, anzi i consigli, che vi chiedo sono questi: voi pensate che cambiando le corde con una muta a tensione inferiore, la chitarra potrebbe "ammorbidirsi"? Se sì, quali corde a tensione normale mi consigliate?

Grazie.



Salve Mamone. Mi permetto di consigliarle dei classici che più classici non si può, probabilmente già da lei conosciuti, ovverosia le Augustine classics black (o red) e le Daddario low o normal tension, con cantini clear nylon e bassi nylon core o eventualmente anche composites. Io sulla mia Ramirez Elite, amando tonalità calde, pastose e profonde, monto oramai esclusivamente Daddario a tensione media o Augustine rosse.
Le Savarez Corum Cristal che lei ha montato le conosco bene: sono corde che suonano anche molto bene ma non su tutte le chitarre. Inoltre non tirano così poco, essendo un prodotto normal tension che vira verso lidi più hard. Per intenderci tirano, a parità di diapason, 3 chiletti in più delle Daddario normal tension. E 41 kg circa su di un diapason di 650, sono ancora di più su scala 660.
Cordialità
Ultima modifica di Elitista2 il ven 04 dic 2015, 21:12, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1171
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda Pietro » ven 04 dic 2015, 21:07

Gerardo50 ha scritto:... quindi compre sempre le Augustin media tensione ( le blù ) , ma ci sono anche le " rosse che sono più morbide a tensione minore...

Scusa caro Gerardo ma secondo le mie fonti di informazione non è proprio così:
http://chitarraedintorni.blogspot.it/20 ... parte.html
Riepilogo in due parole: Augustin nere = tensione bassa. Augustin rosse = tensione media. Augustin blu = tensione alta. Poi naturalmente ci sono le altre... ma il maestro Baricelli (che tu ben conosci) è stato più che chiaro.

Conclusione: per uno strumento "duro" le corde Augustin blu non cambiano nulla (a meno che non abbia su delle extra strong) mentre delle corde Augustin rosse o nere darebbero una morbidezza maggiore al tocco con conseguente minor sforzo alla mano sinistra.

Cordialità - Pietro -

alessandro lienzo
Messaggi: 1019
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Corde a tensione normale

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 dic 2015, 21:31

Pietro ha ragione anche io ho letto ciò è volevo intervenire.
Le augustine sono davvero scarse secondo me, ma però lo studio le trovo sufficienti.
per ora mi sono piaciute le savarez media tensione in carta gialla de non ero e le Aquila.
Le d'addario si sono ovattate dopo 10 giorni nemmeno e ora sembrano emettere un tonfo.. Delle galli te ne parlai tempo fa, che manco a stenderci i panni.
Ti conviene sperimentare quale corda ti piace di più a tensione media. Un minimo di differenza dovresti sentirla. Inoltre ti consiglio di lavorare molto sulla rilassatezza dei movimenti che fa tanto la differenza
alessandro C.


Torna a “Corde della chitarra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti