Corde italiane

Manutenzione e corde della chitarra.
Stefano Rubino
Messaggi: 149
Iscritto il: mar 22 gen 2008, 23:28
Località: Brindisi

Corde italiane

Messaggio da Stefano Rubino » gio 14 apr 2016, 14:58

Penso che non bisogna provare e/o suonare solo con corde straniere. Per lo meno vorrei sapere questo: ci sono delle corde italiane di ottima qualità ad prezzo ragionevole? Saspreste indicarmi delle marche di corde italiane? Galli, Aquila? E poi? Prezzo in negozio? Secondo la vostra esperienza.
Grazie.

alessandro lienzo
Messaggi: 1070
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Corde italiane

Messaggio da alessandro lienzo » gio 14 apr 2016, 15:48

Le galli sono ottime per stendere i panni secondo me.
Le Aquila le uso abitualmente e sono davvero ottime, però bisogna trovare una muta che piace, comunque Iano spesso combinazione e non sempre l'azzeccano.
Restano però le migliori corde.
alessandro C.

Stefano Rubino
Messaggi: 149
Iscritto il: mar 22 gen 2008, 23:28
Località: Brindisi

Re: Corde italiane

Messaggio da Stefano Rubino » gio 14 apr 2016, 16:32

Grazie Alessandro.
Ci sono anche altre marche oltre alle Galli e alle Aquila? Qualità? Prezzo in negozio? (ogni negozio ha il suo, inteso come una media dei prezzi)

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Corde italiane

Messaggio da Pietro » gio 14 apr 2016, 17:09

Ci sono anche altre ditte. Le Dogal ad esempio che hanno più linee di prodotto per chitarra classica che vanno dalle corde standard alle diamante e tutte con le tensioni che vanno dal dolce all'alta, producono inoltre una muta specifica per chitarra romantica.
Al Guitar expo ho provato una chitarra del giovane De Gregorio che era la copia di una Panormo e aveva le corde Toro... eccezionali!
Anche i nostri "cordai" non sono secondi a nessuno.

Cordialità - Pietro -

Stefano Rubino
Messaggi: 149
Iscritto il: mar 22 gen 2008, 23:28
Località: Brindisi

Re: Corde italiane

Messaggio da Stefano Rubino » gio 14 apr 2016, 17:13

Grazie!

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Corde italiane

Messaggio da Pietro » ven 15 apr 2016, 10:40

alessandro lienzo ha scritto:...Le Aquila le uso abitualmente e sono davvero ottime, però bisogna trovare una muta che piace, comunque Iano spesso combinazione e non sempre l'azzeccano...
Dimenticavo... Ho appena scritto che i nostri produttori di corde come qualità e diversità di prodotto non sono secondi a nessuno ma è doveroso aggiungere anche che sono persone serie.
Con l'abbonamento seicorde ho ricevuto una muta Rubino della aquila, come le ho montate un mesetto dopo il MI e il SI mi sono subito saltati, neppure il tempo di sentirne il suono; ho contattato Mimmo Peruffo titolare della ditta per sapere se facevano parte della prima serie che (vedi forum) aveva manifestato qualche inconveniente e nell'arco di qualche giorno senza chiedere altro me le hanno sostituite mandandomele a casa via posta.
Se non è serietà questa!

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Carmine Nobile
Messaggi: 807
Iscritto il: gio 17 gen 2008, 14:01

Re: Corde italiane

Messaggio da Carmine Nobile » ven 15 apr 2016, 11:00

D'Addario :wink:

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Corde italiane

Messaggio da Pietro » ven 15 apr 2016, 13:27

A proposito di D'Addario e La Bella... qualche radice italiana è presente anche nelle loro corde.

http://www.abruzzoeappennino.com/2014/0 ... dai-salle/

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Carmine Nobile
Messaggi: 807
Iscritto il: gio 17 gen 2008, 14:01

Re: Corde italiane

Messaggio da Carmine Nobile » sab 16 apr 2016, 09:20

@Pietro Infatti non ho nominato D'Addario per caso, anche se sono un prodotto USA.

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Corde italiane

Messaggio da Pietro » sab 16 apr 2016, 10:28

In effetti confesso che ho approfittato dell'imbeccata anche per aggiungere le La Bella e postare questo articolo sulla nostra tradizione artigianale più genuina.

Cordialità - Pietro -

Stefano Rubino
Messaggi: 149
Iscritto il: mar 22 gen 2008, 23:28
Località: Brindisi

Re: Corde italiane

Messaggio da Stefano Rubino » dom 17 apr 2016, 09:06

Buongiorno Pietro, non avevo letto ancora questo messaggio e chissà per quale coincidenza due giorni fa ho montato le La Bella 2001 hard tension. Bassi rotondi e caldi e cantini anch'essi rotondi che appena montati NON si scordano... :shock: :shock: :shock:
I cantini vanno contro le leggi della Fisica??? Si vede che sono riusciti a sintetizzare una nuovo polimero di nylon che ha la proprietà di scordarsi pochissimo...
Le consiglio a tutti!

Stefano Rubino
Messaggi: 149
Iscritto il: mar 22 gen 2008, 23:28
Località: Brindisi

Re: Corde italiane

Messaggio da Stefano Rubino » dom 17 apr 2016, 09:21

P.S. L'estate scorsa ho visitato il museo delle corde armoniche di Salle e la fabbrica artigianale di corde di budello Toro.
Un pezzo di Storia...

Stefano Rubino
Messaggi: 149
Iscritto il: mar 22 gen 2008, 23:28
Località: Brindisi

Re: Corde italiane

Messaggio da Stefano Rubino » mer 20 apr 2016, 19:34

Aggiornamento corde La bella 2001. Tengono l'accordatura come nessn altre corde, ma i cantini sono tropo mettallici... porca miseria!!! E siamo ad appena 5 giorni che le ho montate, figuriamoci in seguito.... vabbè... AMEN!!!!!!

Torna a “Corde della chitarra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cecco, CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti