Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
Gio guitar

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Gio guitar » mar 01 ott 2013, 10:27

Carissimi Massimo e Gabriele,
Grazie per queste vostre interessantissime registrazioni. E per la voglia di condividere con tutti noi.
Siete sempre capaci di trasmettere a pieno il messaggio, riuscendo ad affrontare con molta naturelezza aspetti non propriamente semplici.
La grande professionalità di Gabriele emerge in maniera inequivocabile.
E' veramente un piacere ascoltarvi!

Un saluto, Gio

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1085
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Gabriele Curciotti » mar 01 ott 2013, 10:39

pippowitz ha scritto:
Gabriele Curciotti ha scritto:
Sul fatto che il tremulo sia legato all'arpeggio sinceramente non riesco a trovare un legame diretto...
Beh, per entrambe le tecniche si presuppone una buona scioltezza nel movimento, se questa ancora latita meglio aspettare. Il nesso tra le due tecniche è che in fondo anche un arpeggio molto veloce pima o pami è un movimento unico e fluido, come dici tu una specie di caduta, proprio come il tremolo.
ah ok certo, se li pensi come una caduta entrambe sono assolutamente assimilabili! :bye:

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1085
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Gabriele Curciotti » mar 01 ott 2013, 10:45

Gio guitar ha scritto:Carissimi Massimo e Gabriele,
Grazie per queste vostre interessantissime registrazioni. E per la voglia di condividere con tutti noi.
Siete sempre capaci di trasmettere a pieno il messaggio, riuscendo ad affrontare con molta naturelezza aspetti non propriamente semplici.
La grande professionalità di Gabriele emerge in maniera inequivocabile.
E' veramente un piacere ascoltarvi!

Un saluto, Gio
Grazie Giò, è un piacere averti come "afecionados"! :-) :okok:

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4572
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 02 ott 2013, 07:17

Fa davvero piacere leggere che questi nostri video sono apprezzati, avanti tutta allora! :okok:

grazie per le belle parole!!! :merci: :bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Pasquale Mamone

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Pasquale Mamone » mer 02 ott 2013, 10:27

Massimo Di Coste ha scritto:Fa davvero piacere leggere che questi nostri video sono apprezzati, avanti tutta allora! :okok:

grazie per le belle parole!!! :merci: :bye:
Fai uno squillo a Gabriele Curciotti. Forse ha qualcosa da dirti in merito a quanto sono apprezzati i video :wink:

P. S. Sono apprezzati non molto...... moltissimissimo

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4572
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 02 ott 2013, 10:57

Pasquale Mamone ha scritto:
Massimo Di Coste ha scritto:Fa davvero piacere leggere che questi nostri video sono apprezzati, avanti tutta allora! :okok:

grazie per le belle parole!!! :merci: :bye:
Fai uno squillo a Gabriele Curciotti. Forse ha qualcosa da dirti in merito a quanto sono apprezzati i video :wink:

P. S. Sono apprezzati non molto...... moltissimissimo
caro Pasquale, sento più Gabriele che mia moglie durante il giorno.... :lol:

:okok: :bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Pasquale Mamone

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Pasquale Mamone » mer 02 ott 2013, 11:08

Massimo Di Coste ha scritto:
Pasquale Mamone ha scritto:
Massimo Di Coste ha scritto:Fa davvero piacere leggere che questi nostri video sono apprezzati, avanti tutta allora! :okok:

grazie per le belle parole!!! :merci: :bye:
Fai uno squillo a Gabriele Curciotti. Forse ha qualcosa da dirti in merito a quanto sono apprezzati i video :wink:

P. S. Sono apprezzati non molto...... moltissimissimo
caro Pasquale, sento più Gabriele che mia moglie durante il giorno.... :lol:

:okok: :bye:
Beato te! Io passo la giornata a eseguire gli ordini del Capo di Stato Maggiore... :(

Massimo Banchio

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Massimo Banchio » ven 27 mar 2015, 22:07

Il tremolo classico pami è molto abbordabile...provate a fare quello flamenco a cinquina piami......poi mi direte! :D olà Max

chitarrista86

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da chitarrista86 » lun 24 ago 2015, 10:28

Ottima lezione.Complimenti maestro

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1085
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Gabriele Curciotti » sab 12 set 2015, 15:40

chitarrista86 ha scritto:Ottima lezione.Complimenti maestro
Grazie mille! :-)

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da bardonecchio » gio 11 ago 2016, 20:27

Gabriele Curciotti ha scritto: Sul fatto che il tremulo sia legato all'arpeggio sinceramente non riesco a trovare un legame diretto... è vero che un arpeggio discendente deve avere la stessa rilassatezza del tremulo ma non èproprio la stessa cosa.
Salve Maestro Curciotti, non voglio assolutamente fare il saputello perché sono un dilettante e non mi permetterei mai, anzi la ringrazio tantissimo per i consigli eccezionali che ho trovato nel video sul tremolo. Sto leggendo il libro di Vladimir Brobri sulla tecnica del tremolo e nella prefazione questa frase viene attribuita a Segovia, per il quale appunto il tremolo sarebbe stato appunto una forma particolare di arpeggio eseguito su una sola corda.
Grazie ancora per i preziosissimi consigli.

Avatar utente
Domenico D'Antuono
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 01 giu 2006, 21:44
Località: Ravenna

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Domenico D'Antuono » sab 13 ago 2016, 09:03

Salve Maestro Gabriele, ho guardato con interesse il video, perché in questi giorni sto studiando Junto al Generalife, la difficoltà è passare il tremolo da una corda all'altra, cosa nella quale trovo particolari difficoltà, nel senso che quando passo dalla prima alla seconda corda e viceversa non riesco a ottenere un suono pulito. E' solo una questione esercizio o c'è qualche accorgimento particolare? Mi rendo conto che una risposta scritta non è semplice, ma forse qualche indicazione potrebbe essermi utile. Riguardo al tremolo su una sola corda non ho problemi. Grazie e saluti.

:bye:
Domenico

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1085
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Gabriele Curciotti » ven 16 set 2016, 17:40

bardonecchio ha scritto:
Gabriele Curciotti ha scritto: Sul fatto che il tremulo sia legato all'arpeggio sinceramente non riesco a trovare un legame diretto... è vero che un arpeggio discendente deve avere la stessa rilassatezza del tremulo ma non èproprio la stessa cosa.
Salve Maestro Curciotti, non voglio assolutamente fare il saputello perché sono un dilettante e non mi permetterei mai, anzi la ringrazio tantissimo per i consigli eccezionali che ho trovato nel video sul tremolo. Sto leggendo il libro di Vladimir Brobri sulla tecnica del tremolo e nella prefazione questa frase viene attribuita a Segovia, per il quale appunto il tremolo sarebbe stato appunto una forma particolare di arpeggio eseguito su una sola corda.
Grazie ancora per i preziosissimi consigli.
Oddio per carità se lo ha detto il grande Segovia allora alzo le mani :-)
Si si certo se si pensa ad un arpeggio a-m-i e lo si contrae solo su una corda è vero che lo si può ricondurre ad una forma di arpeggio ma credo fosse più una frase riferita ad una immagine concettuale che non propriamente ad una reale trasposizione tecnica... Cmq se può aiutare per lo sviluppo di uno schema motorio mentale ben venga! :-)

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1085
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Gabriele Curciotti » ven 16 set 2016, 17:43

Domenico D'Antuono ha scritto:Salve Maestro Gabriele, ho guardato con interesse il video, perché in questi giorni sto studiando Junto al Generalife, la difficoltà è passare il tremolo da una corda all'altra, cosa nella quale trovo particolari difficoltà, nel senso che quando passo dalla prima alla seconda corda e viceversa non riesco a ottenere un suono pulito. E' solo una questione esercizio o c'è qualche accorgimento particolare? Mi rendo conto che una risposta scritta non è semplice, ma forse qualche indicazione potrebbe essermi utile. Riguardo al tremolo su una sola corda non ho problemi. Grazie e saluti.

:bye:
Indubiamente il lavoro, la pratica, l'esercizio ecc migliorano la precisione perciò con il tempo andrà meglio.

Però prova a fare una cosa... quando passi sulla seconda corda prova a tirare in alto tutto il braccio di mezzo cm (più o meno l'intercorda)così che invece di rimanere fermo e contrarre le dita per salire di corda, trasli tutto il braccio.
Questo poi ovviamente non è applicabile in assoluto ma per migliorare la propriocezione in fase di studio può essere un bel lavoro.

Fammi sapere!

Avatar utente
Domenico D'Antuono
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 01 giu 2006, 21:44
Località: Ravenna

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggio da Domenico D'Antuono » dom 18 set 2016, 09:35

Gabriele Curciotti ha scritto:
Domenico D'Antuono ha scritto:Salve Maestro Gabriele, ho guardato con interesse il video, perché in questi giorni sto studiando Junto al Generalife, la difficoltà è passare il tremolo da una corda all'altra, cosa nella quale trovo particolari difficoltà, nel senso che quando passo dalla prima alla seconda corda e viceversa non riesco a ottenere un suono pulito. E' solo una questione esercizio o c'è qualche accorgimento particolare? Mi rendo conto che una risposta scritta non è semplice, ma forse qualche indicazione potrebbe essermi utile. Riguardo al tremolo su una sola corda non ho problemi. Grazie e saluti.

:bye:
Indubiamente il lavoro, la pratica, l'esercizio ecc migliorano la precisione perciò con il tempo andrà meglio.

Però prova a fare una cosa... quando passi sulla seconda corda prova a tirare in alto tutto il braccio di mezzo cm (più o meno l'intercorda)così che invece di rimanere fermo e contrarre le dita per salire di corda, trasli tutto il braccio.
Questo poi ovviamente non è applicabile in assoluto ma per migliorare la propriocezione in fase di studio può essere un bel lavoro.

Fammi sapere!
Grazie tante Gabriele, proverò e ti farò sapere. :merci: :merci: :bye:
Domenico

Torna a “Tecnica e interpretazione”