Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1069
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggioda Gabriele Curciotti » dom 18 set 2016, 10:24

Domenico D'Antuono ha scritto:
Gabriele Curciotti ha scritto:
Domenico D'Antuono ha scritto:Salve Maestro Gabriele, ho guardato con interesse il video, perché in questi giorni sto studiando Junto al Generalife, la difficoltà è passare il tremolo da una corda all'altra, cosa nella quale trovo particolari difficoltà, nel senso che quando passo dalla prima alla seconda corda e viceversa non riesco a ottenere un suono pulito. E' solo una questione esercizio o c'è qualche accorgimento particolare? Mi rendo conto che una risposta scritta non è semplice, ma forse qualche indicazione potrebbe essermi utile. Riguardo al tremolo su una sola corda non ho problemi. Grazie e saluti.

:bye:


Indubiamente il lavoro, la pratica, l'esercizio ecc migliorano la precisione perciò con il tempo andrà meglio.

Però prova a fare una cosa... quando passi sulla seconda corda prova a tirare in alto tutto il braccio di mezzo cm (più o meno l'intercorda)così che invece di rimanere fermo e contrarre le dita per salire di corda, trasli tutto il braccio.
Questo poi ovviamente non è applicabile in assoluto ma per migliorare la propriocezione in fase di studio può essere un bel lavoro.

Fammi sapere!


Grazie tante Gabriele, proverò e ti farò sapere. :merci: :merci: :bye:



Certo ci tengo! :-)

Avatar utente
Domenico D'Antuono
Messaggi: 505
Iscritto il: gio 01 giu 2006, 21:44
Località: Ravenna

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggioda Domenico D'Antuono » dom 27 nov 2016, 20:48

Domenico D'Antuono ha scritto:
Gabriele Curciotti ha scritto:
Domenico D'Antuono ha scritto:Salve Maestro Gabriele, ho guardato con interesse il video, perché in questi giorni sto studiando Junto al Generalife, la difficoltà è passare il tremolo da una corda all'altra, cosa nella quale trovo particolari difficoltà, nel senso che quando passo dalla prima alla seconda corda e viceversa non riesco a ottenere un suono pulito. E' solo una questione esercizio o c'è qualche accorgimento particolare? Mi rendo conto che una risposta scritta non è semplice, ma forse qualche indicazione potrebbe essermi utile. Riguardo al tremolo su una sola corda non ho problemi. Grazie e saluti.

:bye:


Indubiamente il lavoro, la pratica, l'esercizio ecc migliorano la precisione perciò con il tempo andrà meglio.

Però prova a fare una cosa... quando passi sulla seconda corda prova a tirare in alto tutto il braccio di mezzo cm (più o meno l'intercorda)così che invece di rimanere fermo e contrarre le dita per salire di corda, trasli tutto il braccio.
Questo poi ovviamente non è applicabile in assoluto ma per migliorare la propriocezione in fase di studio può essere un bel lavoro.

Fammi sapere!


Grazie tante Gabriele, proverò e ti farò sapere. :merci: :merci: :bye:



Ciao Gabriele, volevo dirti che ho provato a eseguire il tremolo operando un leggero spostamento del braccio verso l'alto quando devo cambiare corda. Inizialmente mi è sembrato proibitivo, ma poi ho visto che con l'esercizio (molto esercizio) la cosa riesce a diventare meccanica e il risultato arriva.
Purtroppo sono in un periodo di lavoro talmente incasinato che dopo i primi approcci ho dovuto sospendere lo studio, Junto al Generalife lo conoscevo già, lo avevo studiato qualche anno fa e mi riusciva discretamente, fatta eccezione per il citato tremolo pluricorde che pur se portato a termine spesso risultava sporcato e poco fluido. Quando sarò più libero dal lavoro mi rimetterò all'opera. Ti ringrazio ancora tanto, se capitasse che tu venga dalle mie parti o viceversa spero di conoscerti, magari se devi suonare dalle parti di Ravenna e ti ricordi di avvisarmi.
Saluti.

Domenico
Domenico

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1069
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggioda Gabriele Curciotti » lun 28 nov 2016, 14:34

Domenico D'Antuono ha scritto:
Domenico D'Antuono ha scritto:
Gabriele Curciotti ha scritto:
Indubiamente il lavoro, la pratica, l'esercizio ecc migliorano la precisione perciò con il tempo andrà meglio.

Però prova a fare una cosa... quando passi sulla seconda corda prova a tirare in alto tutto il braccio di mezzo cm (più o meno l'intercorda)così che invece di rimanere fermo e contrarre le dita per salire di corda, trasli tutto il braccio.
Questo poi ovviamente non è applicabile in assoluto ma per migliorare la propriocezione in fase di studio può essere un bel lavoro.

Fammi sapere!


Grazie tante Gabriele, proverò e ti farò sapere. :merci: :merci: :bye:



Ciao Gabriele, volevo dirti che ho provato a eseguire il tremolo operando un leggero spostamento del braccio verso l'alto quando devo cambiare corda. Inizialmente mi è sembrato proibitivo, ma poi ho visto che con l'esercizio (molto esercizio) la cosa riesce a diventare meccanica e il risultato arriva.
Purtroppo sono in un periodo di lavoro talmente incasinato che dopo i primi approcci ho dovuto sospendere lo studio, Junto al Generalife lo conoscevo già, lo avevo studiato qualche anno fa e mi riusciva discretamente, fatta eccezione per il citato tremolo pluricorde che pur se portato a termine spesso risultava sporcato e poco fluido. Quando sarò più libero dal lavoro mi rimetterò all'opera. Ti ringrazio ancora tanto, se capitasse che tu venga dalle mie parti o viceversa spero di conoscerti, magari se devi suonare dalle parti di Ravenna e ti ricordi di avvisarmi.
Saluti.

Domenico


BUONA MUSICA ALLORA! :D :okok: :bye:

Avatar utente
Hobbit_74
Messaggi: 45
Iscritto il: sab 10 dic 2016, 21:46
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggioda Hobbit_74 » dom 11 dic 2016, 12:52

Buogiorno Gaetano,
il mio Maestro mi fece studiare il tremolo utilizzando come base lo studio n.2 dei 25 studi op. 60 di Carcassi.
Questo studio si presta molto in quanto si può utilizzare sia utilizzando il tremolo sulla sola prima corda che utilizzando il tremolo su tutti i cantini
(aiuta molto ad essere precisi e a non coinvolgere le corde adiacenti).
Alcuni consigliano Feste Lariane di Mozzani ma non ho un'esperienza diretta in merito.

Avatar utente
gaspa
Messaggi: 61
Iscritto il: sab 02 apr 2016, 17:57
Località: Genova

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggioda gaspa » mer 04 gen 2017, 17:40

Grazie Gabriele;più passa il tempo e più i tuoi consigli sono utili :D :merci: :bye:

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1069
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Incontro con G. Curciotti: " -il tremolo" -.

Messaggioda Gabriele Curciotti » gio 05 gen 2017, 19:37

gaspa ha scritto:Grazie Gabriele;più passa il tempo e più i tuoi consigli sono utili :D :merci: :bye:



Ne sono felice! :-)


Torna a “Tecnica e interpretazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 9 ospiti