suonare molto forte

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
Giordano
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 08 nov 2015, 23:02

suonare molto forte

Messaggioda Giordano » mar 10 nov 2015, 22:59

una mia amica chitarrista mi ha raccomandato di suonare forte, con molta energia, articolando bene e cdercando di tirare fuori volume sonoro.
tendo a suonare pianino pianino, e mi sforzo a suonare forte ma ci riesco poco......mi domando: se si suona forte non ci si appesantisce con la tecnica? a suonare forte mi sento un ippopotamo!

Avatar utente
Paolo Romanello
Messaggi: 888
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: suonare molto forte

Messaggioda Paolo Romanello » mar 10 nov 2015, 23:22

Il consiglio della tua amica non è sbagliato, anche se il volume sonoro è una qualità che si acquisisce col tempo. Anch'io all'inizio ottenevo dei suoni piuttosto neutri, slavati, poveri di armonici, poi ho capito come utilizzare al meglio la forza delle dita per mettere in vibrazione le corde in modo pulito ed energico. Lavora bene sul tocco appoggiato, perché questa è una buona via per ottenere un miglior controllo del tocco ed un attacco nitido.
Se sei capace di suonare forte puoi utilizzare una gamma dinamica più ampia per sottolineare la tua interpretazione, dando maggiore varietà e rotondità al suono. Se hai la sensazione di appesantire è perché non hai ancora ottenuto una buona trasmissione dell'impulso dal polpastrello alla corda, ma lavorando sul tocco appoggiato dovresti notare presto dei sensibili miglioramenti anche in quello libero.
Ciao e buon lavoro.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Giordano
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 08 nov 2015, 23:02

Re: suonare molto forte

Messaggioda Giordano » mer 11 nov 2015, 00:12

Grazie....allora se questa è la strada giusta cercherò di suonare più forte!

Avatar utente
Magli
Messaggi: 118
Iscritto il: sab 16 ago 2014, 11:47
Località: London

Re: suonare molto forte

Messaggioda Magli » sab 05 dic 2015, 02:12

Suonare forte è un buon modo di allenare la mano destra.
Suonando la chitarra classica alleniamo la mano sinistra anche senza volerlo
essendo le posizioni solitamente più difficili rispetto ad altri stili musicali e chitarristici.

Per allenare la mano destra dobbiamo invece agire volontariamente suonando forte
spingendo il suono all'interno della buca, senza strappare.
Così facendo possiamo irrobustire la parte debole della mano destra ossia
la zona anulare-mignolo.

Tu immagina di essere in una grande sala concerti e di dover mandare il suono in fondo alla sala
anche se sei nella tua cameretta... io faccio così da una vita e ho un super volume!

PinGiov
Messaggi: 717
Iscritto il: sab 26 giu 2010, 11:14

Re: suonare molto forte

Messaggioda PinGiov » mar 08 dic 2015, 23:02

Saggi e validi consigli. Grazie!

Avatar utente
Pierfrancesco Rossi
Messaggi: 136
Iscritto il: ven 14 set 2007, 13:30

Re: suonare molto forte

Messaggioda Pierfrancesco Rossi » gio 10 dic 2015, 00:49

Francamente sono perplesso. La dinamica, questa sconosciuta. Io invece sono dell'idea che suonare "forte" abbia due pericolosi effetti collaterali. Il primo riguarda soprattutto un differente approccio che secondo me si dovrebbe avere con lo strumento e cioè di tirare fuori il volume senza necessariamente usare la forza e questo apre la strada ad un lavoro più meticoloso sulla qualità del tocco più che sulla potenza, sull'uso delle unghie e sulle diverse possibilità espressive in termini di sonorità che può dare anche il lavoro sulla postura. L'altro aspetto che è poi quello più importante riguarda la dinamica. Se suoniamo a palla poi non avremo il margine per potere enfatizzare la parti da eseguire più forte e allora non ci sarà la possibilità di utilizzare a pieno una delle risorse più importanti che un interprete ha a disposizione.
"La terra ha musica per coloro che ascoltano." - W. Shakespeare

alessandro lienzo
Messaggi: 1020
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: suonare molto forte

Messaggioda alessandro lienzo » gio 10 dic 2015, 10:18

Pierfrancesco ha centrato in pieno.
Sono d'accordo con lui. Bisogna suonare bene, attaccare bene e mantenere i suoni quanto durano. Non suonare forte.
Mia opinabile opinione
alessandro C.

Avatar utente
Magic Guitar
Messaggi: 2886
Iscritto il: lun 24 dic 2007, 07:21
Località: Bologna

Re: suonare molto forte

Messaggioda Magic Guitar » gio 10 dic 2015, 11:49

alessandro lienzo ha scritto:Pierfrancesco ha centrato in pieno.
Sono d'accordo con lui. Bisogna suonare bene, attaccare bene e mantenere i suoni quanto durano. Non suonare forte.
Mia opinabile opinione


L'importante è sapere suonare forte quando la partitura lo richiede. Spesso capita di sentire chitarristi che suonano con un tocco etereo, sempre uguale, mandando a ramengo la dinamica.

:bye:
Ferdinando Bonapace

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3488
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: suonare molto forte

Messaggioda Gabriele Gobbo » gio 10 dic 2015, 12:00

Sono d'accordo con Magic. Non bisogna suonare comunque e sempre forte, ci mancherebbe. Bisogna però essere in grado di avere volume quando è necessario. A suonare piano si riesce facilmente, dunque esercitarsi a suonare con maggior volume curando timbro e coordinazione sarà senz'altro utile.
Chi suona sempre piano, a dar maggiore forza farà fatica, mentre chi studia con una certa forza non avrà difficoltà a suonare piano, quando richiesto.
Almeno secondo me.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Pasquale Mamone

Re: suonare molto forte

Messaggioda Pasquale Mamone » gio 10 dic 2015, 12:09

Concordo.

Altrimenti a cosa servirebbero in una partitura questi segni?

segni-dinamici-musicali.png
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

mito3D
Messaggi: 319
Iscritto il: mer 08 ago 2012, 17:13

Re: suonare molto forte

Messaggioda mito3D » gio 10 dic 2015, 13:20

Il bisticcio nasce spesso perchè "suonare forte" si usa con significati diametralmente opposti: come sinonimo di "suonare costantemente sforzato", che è una delle cose più pietose che esistano, oppure come sinonimo di "saper far risonare pienamente" uno strumento, che è invece una cosa ottima, difficile da ottenere ma anche inscindibilmente legata alla qualità dello strumento.

Per il resto sono d'accordo con Gabriele Gobbo e anche con Mr Magic

:bye:

rob_rna
Messaggi: 196
Iscritto il: lun 28 lug 2008, 11:51

Re: suonare molto forte

Messaggioda rob_rna » lun 28 dic 2015, 03:48

dice Magic Guitar:
L'importante è sapere suonare forte quando la partitura lo richiede. Spesso capita di sentire chitarristi che suonano con un tocco etereo, sempre uguale, mandando a ramengo la dinamica.
bravo, parole sagge!

dice mito3D:
Il bisticcio nasce spesso perchè "suonare forte" si usa con significati diametralmente opposti: come sinonimo di "suonare costantemente sforzato", che è una delle cose più pietose che esistano, oppure come sinonimo di "saper far risonare pienamente" uno strumento, che è invece una cosa ottima, difficile da ottenere ma anche inscindibilmente legata alla qualità dello strumento
bravo, parole sagge!

ciao Giordano,
con tutto il rispetto per la tua amica, ecco la mia opinione:
si deve saper suonare forte, piano, mezzo forte, mezzo piano, chiaro, dolce, aspro, leggero, stoppato, staccato, legato, slegato, pizzicato, chiuso, aperto, e chi più ne ha più ne metta… (guardare quello che occorre per rendere credibile certa musica contemporanea!). Alla maturità espressiva del bravo chitarrista tutto concorre ed è sempre controproducente focalizzare l’attenzione su un solo aspetto della tecnica o della dinamica. Fondamentali sono l’elasticità, la fluidità, e la sicurezza di tocco: elementi che sia acquisiscono con un lungo, costante e accurato studio di composizioni e fraseggi in ordine progressivo di difficoltà.

Cordialmente_

andresito
Messaggi: 121
Iscritto il: sab 02 mag 2015, 11:07

Re: suonare molto forte

Messaggioda andresito » lun 28 dic 2015, 12:12

La dinamica è importantissima. Per alcuni chitarristi anche più del timbro.
Ma se non si suona forte non si imparerà neppure a condurre la dinamica, semplicemente perché non si è in grado.
La velocità va sviluppata sempre suonando forte. Successivamente si può introdurre la dinamica.
Attenzione che il piano ed il pianissimo in una sala da concerto hanno comunque bisogno di essere uditi, quindi richiedono comunque
di essere suonati con adeguato vigore.

Andresito

Avatar utente
Surciddu
Messaggi: 494
Iscritto il: sab 11 ott 2014, 14:42
Località: Orbassano (Torino)

Re: suonare molto forte

Messaggioda Surciddu » lun 28 dic 2015, 18:33

GIORDANO ha scritto:una mia amica chitarrista mi ha raccomandato di suonare forte, con molta energia, articolando bene e cdercando di tirare fuori volume sonoro.
tendo a suonare pianino pianino, e mi sforzo a suonare forte ma ci riesco poco......mi domando: se si suona forte non ci si appesantisce con la tecnica? a suonare forte mi sento un ippopotamo!


Secondo me la tua amica ti ha suggerito bene. Avere un volume forte può necessitare studio, esercizio.
Un volume forte non dipende dalla forza, ma dal corretto movimento, dal tocco e dall'impulso mentale. Quindi bisogna fare attenzione a non esagerare con la forza fisica onde evitare di farsi venire tendiniti. Ti consiglio di lavorare molto lentamente, di scandire bene i suoni, e di non mettere troppa tensione muscolare.
Come da premessa, si tratta di un esercizio per sviluppare il volume. Va da sé che non si può suonare sempre forte, altrimenti ha ragione chi ti dice che perderesti in dinamica.

Avatar utente
BrunoG
Messaggi: 445
Iscritto il: gio 14 mar 2013, 00:55

Re: suonare molto forte

Messaggioda BrunoG » gio 31 dic 2015, 03:25

Io nello studio del picado, del tremolo e degli arpeggi nel flamenco usavo uno straccio all'altezza della buca per rendere più duro lo strumento e per fare un suono percussivo.funziona.al mio maestro l'aveva suggerito Paco Serrano. Per il resto quoto la saggezza e la capacità di Surciddu


Torna a “Tecnica e interpretazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 3 ospiti