Come ridurre il cigolio

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
Avatar utente
Giuseppe Gasparini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 84
Iscritto il: sab 02 apr 2016, 17:57
Località: Genova

Come ridurre il cigolio

Messaggio da Giuseppe Gasparini » gio 02 giu 2016, 15:01


Youtube
Spero possa essere utile a qualcuno :D :discussion: :bye:

Avatar utente
Surciddu
Messaggi: 494
Iscritto il: sab 11 ott 2014, 14:42
Località: Orbassano (Torino)

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da Surciddu » ven 03 giu 2016, 19:59

Ciao Gaspa, Che si dice a Genova?
Quello che il tizio spiega nel video è senza dubbio corretto e molto utile. Curiosamente, però, fin dai primi momenti in cui ho conosciuto la chitarra, mi ero reso conto che quel "difetto" portava con sé anche la bellezza del nostro strumento. Tante volte, ad occhi chiusi, mi è capitato di ascoltare quel fruscio delle dita che slittano sulle corde. E quell'apparente rumore mi dava emozioni. L'ho sempre trovato bello al pari del respiro che, in alcuni momenti, prende il poeta leggendo una poesia.
Non lo considero quindi un rumore fastidioso né un difetto, bensì un vero e proprio effetto, ossia una prerogativa che hanno gli strumenti a corde e che quindi può essere sfruttata volontariamente.
Concludendo. Penso sia giusto imparare ad evitarlo, quando va evitato, ma è bello farlo sentire, quando ci sta. Ciao

Milonga del Ángel
Messaggi: 651
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da Milonga del Ángel » ven 03 giu 2016, 23:42

Surciddu ha scritto:Ciao Gaspa, Che si dice a Genova?
Quello che il tizio spiega nel video è senza dubbio corretto e molto utile. Curiosamente, però, fin dai primi momenti in cui ho conosciuto la chitarra, mi ero reso conto che quel "difetto" portava con sé anche la bellezza del nostro strumento. Tante volte, ad occhi chiusi, mi è capitato di ascoltare quel fruscio delle dita che slittano sulle corde. E quell'apparente rumore mi dava emozioni. L'ho sempre trovato bello al pari del respiro che, in alcuni momenti, prende il poeta leggendo una poesia.
Non lo considero quindi un rumore fastidioso né un difetto, bensì un vero e proprio effetto, ossia una prerogativa che hanno gli strumenti a corde e che quindi può essere sfruttata volontariamente.
Concludendo. Penso sia giusto imparare ad evitarlo, quando va evitato, ma è bello farlo sentire, quando ci sta. Ciao
Concordo.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Avatar utente
Giuseppe Gasparini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 84
Iscritto il: sab 02 apr 2016, 17:57
Località: Genova

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da Giuseppe Gasparini » sab 04 giu 2016, 07:24

Surciddu ha scritto:Ciao Gaspa, Che si dice a Genova?
Quello che il tizio spiega nel video è senza dubbio corretto e molto utile. Curiosamente, però, fin dai primi momenti in cui ho conosciuto la chitarra, mi ero reso conto che quel "difetto" portava con sé anche la bellezza del nostro strumento. Tante volte, ad occhi chiusi, mi è capitato di ascoltare quel fruscio delle dita che slittano sulle corde. E quell'apparente rumore mi dava emozioni. L'ho sempre trovato bello al pari del respiro che, in alcuni momenti, prende il poeta leggendo una poesia.
Non lo considero quindi un rumore fastidioso né un difetto, bensì un vero e proprio effetto, ossia una prerogativa che hanno gli strumenti a corde e che quindi può essere sfruttata volontariamente.
Concludendo. Penso sia giusto imparare ad evitarlo, quando va evitato, ma è bello farlo sentire, quando ci sta. Ciao
Ciao Carmelo,a Genova tutto bene :ouioui: ti seguo sempre con molto interesse :okok: il video mi è piaciuto e lo postato,anche perché da autodidatta seguo tutti i suggerimenti per migliorare la tecnica e l'esecuzione,nel Forum Inglese Matthew McAllister e molti altri maestri e concertisti postano suggerimenti e video sulla tecnica,Ciao con Amicizia Giuseppe :discussion: :bye:

Roberto Marcotti
Professore
Messaggi: 94
Iscritto il: mar 16 giu 2015, 16:57
Località: Carmagnola

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da Roberto Marcotti » sab 04 giu 2016, 08:28

Ciao Gaspa, sicuramente il video è molto interessante e tra l'altro il chitarrista si occupa di questo aspetto tecnico con piacevolezza e competenza. Trovo che sia giusto anche imparare questo aspetto tecnico (la domanda infatti è: perché no?) anche se il rumore in questione è abbastanza connaturato allo strumento. Sarebbe comunque un poco ottuso evitare in senso assoluto di occuparsene. C'è comunque da considerare il fatto che il suono del video è editato, si sente il riverbero molto chiaramente e quindi i cigolii sono molto più evidenti quando ascoltiamo una registrazione, mentre dal vivo l'orecchio umano avverte sicuramente meno rumore. Tra l'altro basta ad esmpio allontanarsi da un musicista che suona per accorgersene: i suoni proiettano e i rumori "cadono" ad una distanza più breve. Trovo comunque, anche per la mia attività lavorativa, che sia un'ottima lezione da far sentire. Grazie

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6895
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da Giorgio Signorile » sab 04 giu 2016, 08:32

Surciddu ha scritto: E quell'apparente rumore mi dava emozioni. L'ho sempre trovato bello al pari del respiro che, in alcuni momenti, prende il poeta leggendo una poesia.
Non lo considero quindi un rumore fastidioso né un difetto, bensì un vero e proprio effetto, ossia una prerogativa che hanno gli strumenti a corde e che quindi può essere sfruttata volontariamente.
bellissimo pensiero, la caratteristica -per qualcuno fastidiosa- della chitarra che diventa poesia. La penso anch'io così, al punto che quando fai suonare una frase col suono di chitarra classica ad un sequencer vengono fuori quei rumorini, campionati, come "corredo" del suono. Certo bisogna un pò imparare ad alleggerire il dito se hai tutto un passaggio sui bassi con lo stesso dito, ma si impara, ed è molto meglio farlo col dito abbassato che non alzando come nel video secondo me, ciao!

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da bardonecchio » ven 05 ago 2016, 20:27

https://youtu.be/ia_0Vs5WB94
In questo video Uros Baric, un altro chitarrista che personalmente apprezzo molto, come e forse un pelino anche più di McAllister, parla dello stesso argomento (io lo definirei più stridio che cigolio, quello che in inglese è detto appunto "squeaking noise").

Avatar utente
Gabriele Curciotti
Professore
Messaggi: 1085
Iscritto il: gio 07 ott 2010, 11:43
Località: Roma

Re: Come ridurre il cigolio

Messaggio da Gabriele Curciotti » ven 16 set 2016, 17:59

per quello che posso aggiungere, la questione è relativa al fatto di posizionare le dita della mano sx a martelletto (ovviamente il problema si pone solo sulle corde basse) e al fatto di non alleggerire la pressione quando ci si sposta.

Spero che questo video, non strettamente legato all'argomento, posso cmq dare spunti sul come approcciare la mano sx alla tastiera.

Buona musica!


Youtube

Torna a “Tecnica e interpretazione”