La precisione nella mano sinistra - consigli

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
Avatar utente
Daniele Lazzari
Concertista
Messaggi: 130
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 00:33
Località: Budapest

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Daniele Lazzari » dom 12 giu 2016, 10:03

Danilo Fornasari ha scritto:Caro Daniele,
ti ringrazio infinitamente per la dotta risposta che,in effetti, ha puntualizzato molti elementi che avevo già immaginato.
Ho visto per esempio, punto 2, che in effetti arrivo leggermente al contrario, cioè la mano destra tocca le corde una frazione prima dell'arrivo della sinistra, e ciò che pensavo fosse un errore nella posizione delle dita della sinistra, in effetti era solo un errore "temporale". Giuro che non mi ero mai accorto di questa cosa. L'ho scoperto grazie a te analizzando fino alla radice i movimenti.
Farò tesoro di tutto ciò che hai detto (così come detto dagli altri forumisti) e ti farò sapere come va.
Grazie davvero e buona domenica.
Prego di nulla! Sono contento che ti sia servito. Se nella pratica sorgono dubbi e anche problemi più specifici facci sapere.
Buona domenica! :bye:
Daniele Lazzari

"Gli strumenti sono isole più o meno grandi, più o meno belle ma, l'importante è l'oceano, l'importante è la musica!"(A.Segovia)
"Rendere l'impossibile possibile,il possibile facile,il facile piacevole!"(M.Feldenkrais)

Paolo Previato
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 733
Iscritto il: dom 01 giu 2014, 20:53
Località: Genova

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Paolo Previato » dom 12 giu 2016, 14:51

Daniele Lazzari ha scritto: 1) In ogni momento deve esserci equilibrio nella mano. Rispettare la naturalezza della "presa" vuol dire massima efficacia utilizzando il minimo dello sforzo. Coinvolge tutte le dita (il pollice il pollice anche!!) il braccio e tutto il corpo.
Consiglio prezioso!
Studio chitarra classica da quasi tre anni e frequento i corsi del Maestro Delcamp. Non sono un esperto. Questo consiglio sull'equilibrio mi ha fatto riflettere. Sto studiando l'esercizio nr 17 op. 35 di Sor e non sono a mio agio. Però se penso a questo consiglio sull'equilibrio della mano sento che funziona. Là dove la mano si allarga è importante non irrigidirsi ed equilibrare la presa. Sento che inizia a funzionare.
:merci:
:bye:
pensavo è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.
Fabrizio De André - Amico Fragile

Avatar utente
gaspa
Messaggi: 62
Iscritto il: sab 02 apr 2016, 17:57
Località: Genova

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da gaspa » dom 12 giu 2016, 15:36

Daniele Lazzari ha scritto:
Danilo Fornasari ha scritto:Cari amici, vorrei chiedervi qual'è il segreto per raggiungere la massima precisione negli spostamenti della mano sinistra.
Vi sono, infatti, posizioni che nonostante studiate, studiate, ripetute etc, tante volte le sbaglio, magari per pochi millimetri, e quindi la corda frigge o non suona perché il tasto viene schiacciato non nel punto preciso.
Ma il segreto qual'è quindi? Provare, provare e riprovare finché il movimento è automatico? Pensare alle note e ai tasti di arrivo? Ma se devo arrivare a tre note insieme, a quale pensare?
Mi aiuto già, o meglio cerco di aiutarmi, con lo scorrere delle dite sulla corda, sul considerare le dita che hanno gli accordi in comune, ma non ho tante volte la precisione che vorrei.
Voi che consigli mi date?
Grazie anticipate a tutti coloro che mi aiuteranno. :merci:
Non ci sono segreti ma solo alcuni principi base a cui far riferimento. Poi, ognuno può interpretarli o, per meglio dire, personalizzarli dato che il corpo di ognuno è diverso. I punti seguenti non sono in ordine di importanza. Sono da considerare tutti insieme.
1) In ogni momento deve esserci equilibrio nella mano. Rispettare la naturalezza della "presa" vuol dire massima efficacia utilizzando il minimo dello sforzo. Coinvolge tutte le dita (il pollice il pollice anche!!) il braccio e tutto il corpo.
2) La mano sinistra "arriva" sempre una frazione di secondo prima della mano destra. E' correlato al punto precedente: è proprio il tempo che serve a trovare l'equilibrio nella nuova posizione.
3) Vedere effettivamente quali dita devono premere e in che momento. Ad esempio: E' perfettamente inutile cercare di posizionare tutte le dita insieme se il barrè entra in azione dopo 1/8, 1/4 o più (oppure, viceversa, prima il barrè e poi le altre). Stesso discorso anche senza barrè.
4) DIPENDE. :?: Quando è possibile, le dita posizionarle più vicino possibile alle sbarrette: il suono è più pulito e la pressione da esercitare è ancora minore. Perchè "dipende"? Perchè va bene se non pregiudica quello che è scritto in (1) l'equilibio. Alle volte è meglio che il dito sia in equilibrio (rispetto alla mano intera e tutto..) sebbene NON vicino alla sbarretta, altrimenti si è costretti a compensare con il povero polso, con una pressione eccessiva etc.. Tutte cose che ci danno fastidio! :?
5) La posizione dello strumento. Trovare un buon compromesso è essenziale. La chitarra deve adeguarsi al corpo e non viceversa. E' possibile osservare chitarristi che posizionano la chitarra nei modi più disparati... potrebbe essere uno spunto per cercare qualcosa di diverso.
6) Non avere pregiudizi e sperimentare. In generale ottenere un risultato con lo sforzo fisico è un pessimo metodo ed è un segnale chiaro che si sta sulla strada sbagliata. In fondo la chitarra è uno strumento musicale progettato per essere utilizzato da un essere umano! :lol:

Grazie per questo utile intervento :merci: :merci: :bye:

Danilo Fornasari
Messaggi: 145
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Danilo Fornasari » lun 13 giu 2016, 11:23

Grazie davvero Daniele, e sono contento che questo topic abbia interessato anche altri utenti.
Un'ultima domanda, esistono esercizi specifici per migliorare il coordinamento delle due mani? Per far si che la sinistra arrivi una frazione prima della destra? Mi sembra un pò di dover ricominciare da capo, se ho questo problema, e ho visto che ce l'ho, devo risolverlo definitivamente.
Grazie ancora e a presto.
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Avatar utente
Daniele Lazzari
Concertista
Messaggi: 130
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 00:33
Località: Budapest

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Daniele Lazzari » lun 13 giu 2016, 14:27

Danilo Fornasari ha scritto:Grazie davvero Daniele, e sono contento che questo topic abbia interessato anche altri utenti.
Un'ultima domanda, esistono esercizi specifici per migliorare il coordinamento delle due mani? Per far si che la sinistra arrivi una frazione prima della destra? Mi sembra un pò di dover ricominciare da capo, se ho questo problema, e ho visto che ce l'ho, devo risolverlo definitivamente.
Grazie ancora e a presto.
L'esercizio specifico consiste nel prestare attenzione continua a questo aspetto. Studiare lentamente serve proprio a puntualizzare il timing dei vari movimenti. La sensazione di dover ricominciare da capo è quella giusta: È proprio quello il punto da cui si incomincia ad apprendere qualcosa di nuovo.
Se si incomincia ad allargare la visuale di quello che succede quando si suona, è inevitabile il miglioramento. Il miglioramento proviene dalla consapevolezza.
Consiglio il libro di Moshe Feldenkrais: "Le basi del metodo". Non riguarda la chitarra o la musica specificamente ma l'apprendimento attraverso il movimento e in generale.
A presto! :okok:
Daniele Lazzari

"Gli strumenti sono isole più o meno grandi, più o meno belle ma, l'importante è l'oceano, l'importante è la musica!"(A.Segovia)
"Rendere l'impossibile possibile,il possibile facile,il facile piacevole!"(M.Feldenkrais)

Danilo Fornasari
Messaggi: 145
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Danilo Fornasari » lun 13 giu 2016, 15:01

Grazie ancora per i preziosissimi suggerimenti, anche editoriali. Se non è di troppo disturbo ti farò sapere i progressi.

A presto.
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Avatar utente
Surciddu
Messaggi: 494
Iscritto il: sab 11 ott 2014, 14:42
Località: Orbassano (Torino)

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Surciddu » mar 14 giu 2016, 02:23

Danilo Fornasari ha scritto: Grazie anticipate a tutti coloro che mi aiuteranno. :merci:
Ciao Danilo, I suggerimenti che hai ricevuto sono ottimi.
Di mio posso aggiungerti giusto due cosette. La prima è che se scopri che durante un brano esiste un passaggio che ti viene in maniera difficoltosa, allora è inutile che tu ripeta il brano sempre da capo, ma è utile invece che tu ti sofferma su quel preciso passaggio, lentamente, studiando movimento per movimento. Poi, c'è da considerare anche che i problemi della mano sinistra possono essere dovuti ad un deficit della mano destra, e viceversa. Il nostro cervello deve elaborare i movimenti di entrambe le mani. Se la nostra mano destra è stata ben educata, allora la mano sinistra avrà vita più facile perché potrai dedicare a questa tutte o quasi le energie di cui disponi. Al contrario, succederà che la performance della tua mano sinistra subirà il calo di attenzione che la tua mente ha dovuto dedicare alla mano destra. E vale il discorso inverso. Se la tua mano destra è poco precisa, ovvero sbaglia la corda, sbaglia l'intensità del tocco, ecc.., ciò può essere dovuto ad un deficit della mano sinistra. La tua mente sta dedicando così tante energie per la mano sinistra che la mano destra non ce la fa... Il risultato ottimale - quello finale - è di far lavorare sempre in esatta sincronia le mani, sviluppando l'adeguata tecnica che ognuna delle due teoricamente dovrebbe necessitare in modo singolo.
Quando studi un brano, dopo che c'hai lavorato un po' sopra e ti sei assicurato di non avere problemi in nessun punto, mettilo a metronomo. Se il brano è particolarmente veloce, ovvero se le note durano poco e la velocità è spedita, allora rallentalo di 4-5 volte. Ti eserciti da questa velocità fino a raggiungere la velocità che ti è concessa. Se invece il brano è fatto di note molto lunghe, tipo un Largo o un Adagio, allora puoi studiarlo partendo dalla metà della velocità originale.
Infine, cerca di fartene una ragione perché quanto a precisione la chitarra è uno strumento particolarmente bastardo. Anche i più grandi maestri hanno preferito "fare amicizia" con gli errori, anziché odiarli. E quando l'errore non diventa più un nemico, allora inizia a non essere più così tanto errore... Ciao.

Danilo Fornasari
Messaggi: 145
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Danilo Fornasari » mar 14 giu 2016, 09:56

Grazie Surciddu, è sempre un piacere leggere i consigli e suggerimenti dei maestri e che puntualizzano tante cose che magari sono già intuite o nella testa di chi chiede, ma che vanno oggettivizzate.
Farò estremo tesoro dei tuoi suggerimenti insieme a quelli preziosissimi già forniti.
Per ultimo, è estremamente consolante leggere il tuo ultimo pensiero sugli "errori". Mi consola moltissimo eheheeh.
Grazie ancora per il tempo che mi hai dedicato e per i consigli.
A presto.
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Avatar utente
Surciddu
Messaggi: 494
Iscritto il: sab 11 ott 2014, 14:42
Località: Orbassano (Torino)

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Surciddu » mer 15 giu 2016, 07:42

Ciao Danilo.
L'unica cosetta che vorrei precisare è che non sono un maestro, non sono diplomato. Ogni tanto lo ribadisco, a scanso di equivoci.
Mi fa piacere comunque che le mie parole ti siano state utili.

Danilo Fornasari
Messaggi: 145
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Danilo Fornasari » mer 15 giu 2016, 12:56

Diciamo che Maestro non è solo quello che ha un diploma ma anche colui che possiede una conoscenza e la trasmette a chi deve/vuole imparare.. :bye: :merci:
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 316
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Claudio Bravini » mer 15 giu 2016, 13:05

Surciddu ha scritto:Ciao Danilo.
L'unica cosetta che vorrei precisare è che non sono un maestro, non sono diplomato. Ogni tanto lo ribadisco, a scanso di equivoci.
Mi fa piacere comunque che le mie parole ti siano state utili.
Surciddu non fare il modesto.
Trovo i tuoi interventi sempre utili e approfonditi.
A parte che il "pezzo di carta" non ce l'hanno molti cantanti, musicisti o direttori d'orchestra (Pavarotti ad esempio non era diplomato), eppure sono (o erano) appellati col titolo di "maestro". Ma poi quello è un ruolo, non un titolo, e mi sembra che tu dia lezioni di chitarra flamenco, no?
Per cui tieniti il maestro e tranquillo che nessuno ti denuncerà per millantato credito... :bye:

carlo malfetta
Messaggi: 393
Iscritto il: mar 27 apr 2010, 15:21

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da carlo malfetta » sab 25 giu 2016, 19:14

Una delle poche volte che assisto ad una discussione intelligente ,educata e interessante.Senza litigare e acidume.COMPLIMENTI A TUTTI !! E' così che si vive un forum.

Danilo Fornasari
Messaggi: 145
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Danilo Fornasari » lun 27 giu 2016, 14:04

Ciao CARLO, ma scusami io ho sempre visto molta collaborazione e comprensione nei topic che ho letto (sopratutto riguardanti le lezioni).Siete veramente grandi!!!
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

giovapal
Messaggi: 36
Iscritto il: dom 20 mar 2016, 01:13
Località: Campania

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da giovapal » mar 28 giu 2016, 20:32

A mio modesto parere, credo che questa sia una fra le discussioni più interessanti dell'intero forum. Devo dire che anch'io, come Danilo, ho scoperto di avere un problema di sincronizzazione fra mano destra e mano sinistra di cui non mi ero mai reso conto. Nei prossimi mesi mi focalizzerò su questo aspetto per cercare di migliorarmi.
Grazie a tutti !!!

Danilo Fornasari
Messaggi: 145
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 10:46

Re: La precisione nella mano sinistra - consigli

Messaggio da Danilo Fornasari » mer 29 giu 2016, 09:55

Mi fa piacere che questo topic abbia suscitato interesse.
In effetti guardando molti video, primo fra tutti dell'immenso J.Williams, mi sono sempre chiesto quale fosse il segreto della precisione quasi innaturale di un grande interprete.
Possibile che fosse solo determinata dal ripetere milioni di volte i movimenti? Oppure vi erano "segreti" magari inconsapevoli che potessero aiutare un misero discepolo quale sono nell'arrampicarmi sulle ardue vette della perfezione...
Sicuramente mi sono stati dati tanti spunti sui quali sto già lavorando.
Primo fra tutti quello del "timing".
“Non c'è niente di più bello di una chitarra, eccetto forse due.” F.Chopin

Torna a “Tecnica e interpretazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 3 ospiti