Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda bardonecchio » ven 04 nov 2016, 13:24

Mi sto cimentando con lo studio di questo bel brano di Villa-Lobos ma ho dei dubbi interpretativi e vorrei cercare di chiarirli. Sulla notazione dell'edizione Max Eschig sono chiaramente indicati dei glissando nelle battute iniziali che complicano un po' l'esecuzione, almeno allo stadio iniziale in cui mi trovo con lo studio. Tuttavia interpreti di grande calibro come Julian Bream eseguono senza alcun glissando il brano; sinceramente anche a me la cosa, oltre a riuscirmi decisamente meglio, mi piace più musicalmente. Secondo voi cosa sarebbe preferibile eseguire? Lasciate perdere il punto di vista filologico, visto che è sufficientemente chiaro che in questo senso bisognerebbe eseguire i glissando, ma quello che mi interessa in questa sede è il punto di vista musicale. A titolo esemplificativo metto il link dell'incisione di Bream, che a me piace moltissimo: ***
Grazie a tutti per le risposte.

alessandro lienzo
Messaggi: 1028
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 nov 2016, 13:57

Ciao, secondo me andrebbe in separata sede affrontata la questione filologica inerente questi studi.
Il problema di base è che esistono due versioni dell'opera, quella degli anni 20 e quella che citi tu del 1953.
Mi piacerebbe che se ne parlasse, le differenze sono in alcuni casi abissali, se penso al n.10 privo di una pagina di bella musica..
Tornando al n.8 che mi piace molto ed ho studiato per bene: io lo eseguo con i glissati, sia perché l'effetto è diverso sia perché cerco di rispettare le intenzioni di villallobos.
Quest'ultimo è un compositore di notevole spessore e se ha scelto tale soluzione avrà avuto un valido motivo.
Inoltre, è sempre meglio studiare le cose che non ci riescono!
alessandro C.

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda bardonecchio » ven 04 nov 2016, 15:14

Concordo su tutto Alessandro. Cercherò di imparare entrambe le versioni anche perché ritengo che nella loro veste di studi questi brani abbiano anche una valenza tecnica oltre che musicale. Poi eseguirò quella che mi soddisfa di più musicalmente.
Comunque ho controllato sull'edizione critica di Zigante e secondo lui l'assenza del glissando in alcune edizioni darebbe da imputare a una svista in sede di stampa, un refuso insomma. Ho controllato anche nel manoscritto del 1928 e i glissando sono indicati, dunque mi sembra chiara la volontà dell'autore. Sta di fatto che alcuni interpreti non li eseguono affatto, altri li eseguono tutti e altri ancora se eseguono solo alcuni. Uno che su YouTube li esegue tutti è il nostro Setras che secondo me fa molto bene il brano (a parte qualche Rasgueado che personalmente non mi piace su questo brano, ma è un mio giudizio personale).

alessandro lienzo
Messaggi: 1028
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda alessandro lienzo » ven 04 nov 2016, 17:01

bardonecchio ha scritto:Concordo su tutto Alessandro. Cercherò di imparare entrambe le versioni anche perché ritengo che nella loro veste di studi questi brani abbiano anche una valenza tecnica oltre che musicale. Poi eseguirò quella che mi soddisfa di più musicalmente.
Comunque ho controllato sull'edizione critica di Zigante e secondo lui l'assenza del glissando in alcune edizioni darebbe da imputare a una svista in sede di stampa, un refuso insomma. Ho controllato anche nel manoscritto del 1928 e i glissando sono indicati, dunque mi sembra chiara la volontà dell'autore. Sta di fatto che alcuni interpreti non li eseguono affatto, altri li eseguono tutti e altri ancora se eseguono solo alcuni. Uno che su YouTube li esegue tutti è il nostro Setras che secondo me fa molto bene il brano (a parte qualche Rasgueado che personalmente non mi piace su questo brano, ma è un mio giudizio personale).

Apprezzo tanto la ricerca che hai fatto, sono dello stesso avviso. Va studiato e capito tutto quel che si può, per poi scegliere la propria via!
alessandro C.

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda bardonecchio » ven 04 nov 2016, 21:23

Ho visto che la maggior parte degli interpreti (tra cui Giuffredi, Dieci e Tampalini per dire i primi nomi che mi vengono) scelgono una soluzione di compromesso, che consiste nel fare solo il glissando della quarta battuta (che poi diventano due con il ritornello), tralasciando tutti gli altri. Poi approfondendo lo studio credo che questa scelta diventerà irrilevante, perché secondo me è molto più importante nella sezione iniziale dello studio riuscire a rendere profondi e vibranti i bassi piuttosto che concentrarsi sui glissando, ma è chiaro che quando ti approcci inizialmente al brano la prima cosa su cui ti concentri sono gli aspetti tecnici.

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6882
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda Giorgio Signorile » sab 05 nov 2016, 10:12

Il senso dei glissandi è da riferirsi all'indicazione di HVL "très lié...", quindi non è tanto un effetto di scivolamento alla Tarrega per capirci ma un modo di passare da un bicordo all'altro senza alzare le dita, per legare le posizioni e cantarle meglio "...et bien chanté". Anche Bream credo usi il glissando (direi inteso qui come portamento), semplicemente alza un pò le dita per non farne sentire l'effetto scivolamento e contrastare meglio con la parte successiva, più legata e sognante

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda bardonecchio » sab 05 nov 2016, 15:25

Interessante osservazione. Però nel manoscritto di HVL e nella maggior parte delle edizioni, compresa quella di Zigante, sono segnate sempre delle legature doppie discendenti oltre al glissando, dunque dal punto di vista tecnico unendo questa indicazione a quella del glissando devo pizzicare le corde con la mano sinistra solo sulle prime crome in levare, mentre successive seminime in battere non dovrebbero essere suonate pizzicando le corde con la mano destra. È corretto quello che dicono mi sto facendo problemi irrilevanti?
Alla fine l'effetto che si ottiene è molto diverso da quello che si ottiene non suonando le legature discendenti: ***

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda bardonecchio » sab 05 nov 2016, 23:27

Non ho capito perché il link che avevo allegato è censurato: era un semplice link ad un video YouTube di una versione di questo studio. O forse mi sono perso io qualche novità sulle regole del forum?

Arteusian
Moderator
Messaggi: 2924
Iscritto il: gio 16 feb 2006, 15:46

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda Arteusian » dom 06 nov 2016, 11:13

Scusa :oops: ma ho dovuto eliminare i link.
Da regolamento (non censura):

Quali sono le opere di dominio pubblico?
Per non ledere i diritti di autori ed editori vi chiediamo di postare solo opere di dominio pubblico cioè le opere anonime e quelle di cui l’autore è morto da più di 70 anni (+ gli anni di guerra).
Le registrazioni o i link a registrazioni di opere ancora sotto diritti presso un editore (per esempio Heitor Villa-Lobos o Leo Brouwer) saranno soppressi dal forum.


Arteusian :bye:

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda bardonecchio » dom 06 nov 2016, 12:55

Arteusian ha scritto:Scusa :oops: ma ho dovuto eliminare i link.
Da regolamento (non censura):

Quali sono le opere di dominio pubblico?
Per non ledere i diritti di autori ed editori vi chiediamo di postare solo opere di dominio pubblico cioè le opere anonime e quelle di cui l’autore è morto da più di 70 anni (+ gli anni di guerra).
Le registrazioni o i link a registrazioni di opere ancora sotto diritti presso un editore (per esempio Heitor Villa-Lobos o Leo Brouwer) saranno soppressi dal forum.


Arteusian :bye:


Non devi scusarti, l'errore è mio evidentemente: pensavo che il divieto riguardasse solo la musica stampata e non quella riprodotta! Scusami tu...

Arteusian
Moderator
Messaggi: 2924
Iscritto il: gio 16 feb 2006, 15:46

Re: Studio n. 8 di H. Villa-Lobos

Messaggioda Arteusian » dom 06 nov 2016, 20:22

Nessun problema! :bye:


Torna a “Tecnica e interpretazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 4 ospiti