posizioni diverse della chitarra

Studio: scambio, opinioni e consigli per chitarristi classici. Questa sezione è dedicata agli utenti che desiderano scambiare opinioni, commenti, suggerimenti e informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione. Materiale didattico per allievi.
mean.streets82
Messaggi: 8
Iscritto il: gio 27 ott 2016, 11:15

posizioni diverse della chitarra

Messaggio da mean.streets82 » mar 18 lug 2017, 10:34

Scusate, ma è normale avere difficoltà a suonare passando dalla posizione "formale" con la chitarra appoggiata alla gamba sinistra, a posizioni in teoria più "rilassate" con la chitarra sulla gamba destra? E' ovvio che cambia l'angolazione della tastiera, e soprattutto accordi con barrè in prossimità della cassa, o posizioni dove devi stendere molto le dita ecc.. diventano quasi proibitive per la mia mano sinistra, mentre le stesse cose sono semplici nella posizione "formale". E' una cosa normale dovuta al fatto che suono sempre con la chitarra sulla gamba sinistra e che si recupera con un pò di esercizio? O è un mio impedimento?

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 326
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Davide Pirillo » mar 18 lug 2017, 12:09

:okok: Beh! .... Fino a che non verrà trovata una nuova "forma" .... può essere che per la maggior parte delle persone possa andare bene la "formale" anche se poi la posizione più adatta è dettata dalla propria fisiologia e gusto personale. Si può scegliere se suonare muovendo comodamente le mani o rinunciare a destrezza a favore di posture più easy ...... è un compromesso soggettivo.
La forma è ...... appunto .... una forma
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

lboraz
Messaggi: 7
Iscritto il: lun 12 giu 2017, 14:10

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da lboraz » mer 19 lug 2017, 17:54

io invece mi sono sempre chiesto il contrario: come mai solo i chitarristi classici suonano nella posizione "formale"? Io sono passato a una posizione da chitarra flamenca (pur non suonando flamenco). Sono piu' comodo e rimango con questa, pero' non ho il problema che hai tu di non riuscire a suonare alcune cose a seconda della posizione. E' anche vero che il mio repertorio non e' per niente avanzato, quindi magari qualsiasi posizione mi e' equivalente.

mean.streets82
Messaggi: 8
Iscritto il: gio 27 ott 2016, 11:15

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da mean.streets82 » gio 20 lug 2017, 08:52

lboraz ha scritto:
mer 19 lug 2017, 17:54
io invece mi sono sempre chiesto il contrario: come mai solo i chitarristi classici suonano nella posizione "formale"? Io sono passato a una posizione da chitarra flamenca (pur non suonando flamenco). Sono piu' comodo e rimango con questa, pero' non ho il problema che hai tu di non riuscire a suonare alcune cose a seconda della posizione. E' anche vero che il mio repertorio non e' per niente avanzato, quindi magari qualsiasi posizione mi e' equivalente.
Bè la mia ovviamente non è una opinione imparziale, avendo sempre suonato in posizione "formale". Io la trovo la migliore, per angolazione e inclinazione della tastiera, per la facilità di prendere gli accordi, per poter poggiare facilmente le dita a "martello" , per visibilità delle corde e tasti ecc però ti ripeto, ho sempre adottato quella posizione, quindi il mio non è un giudizio obiettivo. Da un pò di tempo, causa mal di schiena, sto cercando di adottare posizioni piu comode, ma come dicevo, ho un pò di difficoltà. Spero appunto che sia solo un discorso di esercitazione, e di poter fare tutte le cose che facevo prima con la stessa facilità e naturalezza.

lboraz
Messaggi: 7
Iscritto il: lun 12 giu 2017, 14:10

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da lboraz » gio 20 lug 2017, 13:54

secondo me si'. A me ci sono volute un paio di settimane per abituarmi alla nuova posizione (che mi sembrava impossibile all'inizio). Pero' ora sto seduto con la schiena dritta, senza sollevare i piedi e mi trovo piu' comodo.

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 982
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Paolo Romanello » gio 20 lug 2017, 14:55

La posizione standard della chitarra ha un motivo ben preciso, quello di consentire l'appoggio stabile dello strumento mediante quattro punti di contatto, che sono le due cosce, il petto e l'avambraccio destro, mentre le altre posizioni, per esempio sulle gambe accavallate o sulla coscia destra offrono solamente tre punti di appoggio e quindi una situazione più instabile.
Questo influisce molto anche sulla libertà di movimento delle due mani. Infatti il peso dell'avambraccio agendo su di un fulcro stabile costituito da tre punti di appoggio contribuisce sensibilmente a ridurre la forza di contrasto richiesta al pollice della mano sinistra per agire sui tasti e quindi aumenta la scioltezza e la rilassatezza della mano anche nelle posizioni più impegnative. Un esercizio molto utile è quello di suonare senza utilizzare il pollice della sinistra, spingendo solo con l'avambraccio destro.
Anche i movimenti richiesti alla mano destra saranno molto più sicuri e stabili nella posizione standard, riducendo al minimo gli spostamenti involontari dello strumento.
Se per qualche motivo la posizione rialzata della gamba sinistra risulta faticosa è possibile ricorrere agli accessori appositi per rialzare la cassa dello strumento.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1465
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Pietro » gio 20 lug 2017, 17:43

Purtroppo pure io ho problemi di schiena ma condivido quanto detto da Paolo Romanello. Vorrei aggiungere una cosa che viene sottovalutata ma che invece è molto importante: dove ci si siede. Se è su un morbido divano i punti di appoggio vengono meno, se è su una sedia rigida no. Quando sono bloccato logicamente non posso suonare ma quando sono in via di guarigione qualcosa posso fare, tempo fa pensavo erroneamente che il comodo divano fosse di aiuto ma ho visto che invece era il contrario. Meglio la sedia e la posizione canonica; per altri generi musicali come il flamenco o altro non saprei dire.

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4933
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Gerardo50 » gio 20 lug 2017, 18:32

I flamenchisti suonano sempre con la chitarra sulla gamba destra la gran parte di loro accavallano la gamba, il motivo non lo so però l'accavallamento va a "sostituire" il poggiapiede che loro non usano che io sappia. Secondo me con la posizione classica, la chitarra è distribuita sia a destra che a sinistra del corpo e dovrebbe essere la miglior posizione anche perchè è ben poggiata e bloccata su più punti fornendo stabilità. Ho trovato questo video dove Paco De Lucia suona un brano classico guardate un po...............in posizione flamenca. https://youtu.be/e9RS4biqyAc
Gerardo

Alfio
Messaggi: 192
Iscritto il: dom 12 mar 2017, 17:36
Località: Alessandria

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Alfio » gio 20 lug 2017, 20:04

lboraz ha scritto:
mer 19 lug 2017, 17:54
io invece mi sono sempre chiesto il contrario: come mai solo i chitarristi classici suonano nella posizione "formale"? Io sono passato a una posizione da chitarra flamenca (pur non suonando flamenco). Sono piu' comodo e rimango con questa, pero' non ho il problema che hai tu di non riuscire a suonare alcune cose a seconda della posizione. E' anche vero che il mio repertorio non e' per niente avanzato, quindi magari qualsiasi posizione mi e' equivalente.
I chitarristi di flamenco suonano cose veramente difficili e non hanno problemi neanche oltre il XII tasto, la posizione flamenca è comodissima molto stabile e molto elegante e ti permette di fare tutto come quella formale.
La differenza che quella formale non è comodissima rispetto a quella flamenca, se noti molti chitarristi classici usano dei supporti appoggiati alla gamba e attaccati con delle ventose allo strumento, questo sta a significare che la posizione formale per molti chitarristi non è poi così' comoda.
L'uso del poggia piede fa alzare troppo l'angolazione della gamba rispetto alla schiena, se uno non è più che rilassato e fisicamente preparato in questa posizione può avere seri problemi con la schiena ed è per questo che si usa ergoplay ecc.
la posizione flamenca è molto più naturale.
Ultima modifica di Alfio il gio 20 lug 2017, 20:13, modificato 3 volte in totale.

Alfio
Messaggi: 192
Iscritto il: dom 12 mar 2017, 17:36
Località: Alessandria

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Alfio » gio 20 lug 2017, 20:09

Paco de Lucia? Non me lo vedrei suonare sulla gamba sinistra, sarebbe inguardabile perderebbe tutto il suo fascino. :D
la naturalezza della posizione di Paco e da prendere come esempio assoluto.
Gamba destra appoggiata sulla sinistra quasi piatta, posizione del corpo inclinazione dello strumento naturalezza delle due mani, e poi tutto il resto.


Youtube

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 982
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Paolo Romanello » ven 21 lug 2017, 10:38

Alfio ha scritto:
gio 20 lug 2017, 20:09
Paco de Lucia? Non me lo vedrei suonare sulla gamba sinistra, sarebbe inguardabile perderebbe tutto il suo fascino. :D
la naturalezza della posizione di Paco e da prendere come esempio assoluto.
Gamba destra appoggiata sulla sinistra quasi piatta, posizione del corpo inclinazione dello strumento naturalezza delle due mani, e poi tutto il resto.
Si può dire la stessa cosa per la posizione di Segovia, di Bream o di Williams, sarebbe inconcepibile vederli suonare nella posizione di De Lucia.
Il flamenco è un altro genere musicale e ogni genere musicale ha le sue usanze e le sue tradizioni.
Mi è capitato di vedere qualche bravo chitarrista classico in un concorso importante suonare in piedi con lo strumento fissato alle cinghie :shock: . Non so se esista una tradizione in proposito, ma sicuramente in quel contesto il suono era più diretto al pubblico e si percepiva con maggiore nitidezza.
:bye:
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1465
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Pietro » ven 21 lug 2017, 11:03

Quella di suonare in piedi con la cinghia era una tecnica usata per le chitarre ottocentesche definite: "Romantiche".
C'è chi la usa ancora (vedi Maccari e Pugliese) con strumenti originali ... e non sono i soli.

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 982
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Paolo Romanello » ven 21 lug 2017, 11:15

Pietro ha scritto:
ven 21 lug 2017, 11:03
Quella di suonare in piedi con la cinghia era una tecnica usata per le chitarre ottocentesche definite: "Romantiche".
Infatti, così mi era stato detto e devo dire che in effetti in una sala il suono proveniente da una posizione rialzata rispetto al pubblico seduto migliora notevolmente la percezione dello strumento anche quando la sonorità è debole. Comunque non penso sia utile per chi studia o suona in casa, o almeno io non vedo quale vantaggio possa procurare.
:bye:
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Alfio
Messaggi: 192
Iscritto il: dom 12 mar 2017, 17:36
Località: Alessandria

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Alfio » ven 21 lug 2017, 13:09

Be, un vantaggio c'è, uno si può fare due passi in giardino mentre si suona una composizione di N.Coste. :okok:

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 326
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: posizioni diverse della chitarra

Messaggio da Davide Pirillo » ven 21 lug 2017, 13:24

Angelo Gilardino nel suo "Nuovo Trattato di Tecnica Chitarristica parte da un approccio diverso nel determinare la posizione. Valuta analiticamente per ogni posizione sulla tastiera della mano sx o sulle corde della dx e alla fine salta fuori che la chitarra è più fruibile se la tastiera me la posiziono trasversalmente e con la paletta all'altezza della spalla sx. e la cassa in appoggio su gambe e braccio ..... poi su come con seguire tale posizione ottimale dello strumento, dipende dalla fisiologia di chi chi suona ...... come ogni regola ..... vale per i grandi numeri e con mille sfumature.

Ma alla fine probabilmente la risposta giusta è la più banale ....... la posizione che ci è più comoda ..... quella che funziona....... dopo averne provate altre se si ha voglia ....... indipendentemente dal genere musicale ..... e sicuramente dipende anche da fattori "culturali" ..... quando la postura non altra valenza se non quella di potere suonare.......


Youtube
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

Torna a “Tecnica e interpretazione”