D05 Lezione di chitarra classica 03

Regole del forum
I corsi di chitarra classica sono gratuiti. Sono rivolti al dilettante isolato che non ha la possibilità di avere un insegnante. Richiedete l'iscrizione al gruppo allievi per entrare a far parte della classe.

PDF, MP3 Video e Lezione : Livello D01 - Livello D02 - Livello D03 - Livello D04 - Livello D05 - Livello D06 - Livello D07 - Livello D08 - Livello D09 - Livello D10 - Livello D11 - Livello D12.

IX I cataloghi complete dei PDF, MP3 e Video del forum.
Avatar utente
Jean-François Delcamp
Amministrator
Messaggi: 4267
Iscritto il: dom 30 mag 2004, 20:49
Località: Brest, Francia

D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Jean-François Delcamp » mer 02 nov 2016, 09:44

Buongiorno a tutti,
per favore assicuratevi di aver scaricato l'ultima versione del volume D05.
Se siete nuovi, leggete questo messaggio per prendere conoscenza delle condizioni per partecipare ai corsi.
Leggete parimenti il messaggio del primo corso, vi troverete consigli sull'impiego del tempo e le metodiche di lavoro che io vi raccomando.




Adesso cominciamo a lavorare su una serie di esercizi:
Per mettere in evidenza chiaramente una polifonia, è necessario padroneggiare la forza d'impulso di ogni dito che pizzica le corde.
Ecco un piccolo esercizio. Le prime volte che lo si esegue, l'esercizio sembra impossibile da padroneggiare. Dite a voi stessi che questa difficoltà, benché reale, si risolve nel giro di un'ora di assiduo lavoro.


Cominciamo con 2 voci, es. 107 pag. 159
- Sottolineare il basso suonato con il pollice. Poi evidenziare il soprano suonato dall'anulare.

Poi 3 voci, es. 108 pag. 159
- Sottolineare il basso suonato con il pollice, poi evidenziare il soprano suonato dall'anulare, quindi evidenziare l'alto suonato dal medio.

Poi 4 voci, es. 109 pag. 159
- Sottolineare il basso suonato con il pollice, poi evidenziare il soprano suonato dall'anulare, quindi evidenziare l'alto suonato dal medio, poi il tenore suonato dall'indice.

Youtube


Quando siamo riusciti alla fine ad evidenziare una nota in un accordo l'obiettivo è raggiunto!
Il modo più semplice per iniziare è quello di mettere in evidenza il basso con il pollice.
Può essere di aiuto esagerare il movimento del dito che pizzica più forte degli altri, come mostro in questo video.

Ci sono altri modi per distinguere una voce dall'altra. Si può attribuire ad una determinata voce un'articolazione differente da quella che si applica ad un'altra voce. Per esempio, si suona una voce in staccato e l'altra in legato. Si possono anche distinguere le voci variando i timbri di ognuna di esse. Ad esempio, si suona il basso col polpastrello del pollice e le altre voci con le unghie. Avremo modo di vedere queste altre tecniche nel corso delle prossime lezioni.





Oggi vediamo 5 brani.
- Pag.18 Hans Neusiedler (1508-1563) Wascha mesa
Questo brano in due parti si basa su una serie di quattro accordi, Re minore, Do maggiore, Re minore, La maggiore. Questo giro di quattro accordi è ripreso dalla misura 5 alla 8 con una contrazione degli ultimi due accordi nell' unica misura 7. Ciò al fine di concludere sulla tonica, misura 8, con un accordo di Re minore. Luys de Narvaez introdusse la stessa contrazione di due accordi nella misura 7 della sua Diferencias sobre guardame Las Vacas (lezione precedente).
Sul piano ritmico, la prima parte, misure 1-24, suddivide il tempo in quattro crome. La seconda parte, misure da 25 a 64, divide il tempo in tre crome. Il tempo resta lo stesso, si passa dalla minima alla semiminima puntata.
Non esitate ad improvvisare su questo giro di quattro accordi.

Youtube



- Pag. 46 Johann Sebastian Bach (1685-1750) Menuet Anh. 132
Si tratta di un minuetto a due voci, in forma binaria (AABB). Il minuetto qui è in Mi minore. La prima parte si conclude nel tono relativo maggiore: Sol maggiore. La seconda parte si conclude sul tono principale: Mi minore.

Youtube



- Pag. 76 Johann Kaspar Mertz (1806-1856) Ländler Opus 12 n ° 1
Un Ländler che si basa su tre accordi, La maggiore, Re maggiore e Mi maggiore ( i tre bassi della chitarra). E 'facile farli suonare. Le 3 crome che danno inizio al Ländler si possono suonare liberamente senza un tempo rigoroso. Ciò al fine di affermare più facilmente (per contrasto) la stabilità del tempo a partire dalla misura 9.

Youtube



- Pag. 86 Juliàn Arcas (1832-1882) Preludio in Re maggiore
Il preludio è costituito da arpeggi. La seconda parte utilizza sistematicamente l'accordo di 7a diminuita.

Youtube


Youtube



- Pag. 108 Oudrid Cristóbal (1825-1877) El postilion la rioja
Si tratta di una trascrizione in La minore eseguita da Juliàn Arcas. Il brano utilizza il ritmo della polonaise.

Youtube




Vi chiedo in primo luogo di lavorare su questi esercizi e arie per una settimana e quindi di pubblicare sul forum le vostre registrazioni di:
- Pag. 159 Delcamp Polyhponie N°109
- Pag. 18 Hans Neusiedler (1508-1563) Wascha mesa
- Pag. 108 Cristóbal Oudrid (1825-1877) El postillon de la rioja



Forza e coraggio!

Vorrei ringraziare Paola che ha offerto il suo aiuto per la traduzione in italiano dei miei corsi.

Jean-François
:( + ♫ = :)


Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Francesco Silvestri » ven 04 nov 2016, 09:50

Ma l'esercizio è impossibilieeeeee!! :( :( :( :cry:
Come si fa?!? :chaud:

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1339
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Bernardino Sciarretta » ven 04 nov 2016, 17:19

Francesco Silvestri ha scritto:Ma l'esercizio è impossibilieeeeee!! :( :( :( :cry:
Come si fa?!? :chaud:
:D

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 320
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Claudio Bravini » sab 05 nov 2016, 11:05

Perché El postillon?
:oops: :cry: :evil:

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Francesco Silvestri » sab 05 nov 2016, 12:03

Questa lezione è difficile

Avatar utente
Claudio Bravini
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 320
Iscritto il: gio 07 apr 2016, 22:12
Località: Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Claudio Bravini » dom 13 nov 2016, 11:59

Ragazzi, oltre una settimana di silenzio, tutti sotto a studiare eh? :guitare:
Sarebbe bello ogni tanto scambiare opinioni anche durante lo studio e non solo le impressioni sulle esecuzioni.
Che ne dite? O pensate che fa solo perder tempo?
Per quanto mi riguarda stavolta la vedo proprio dura.
Nelle altre lezioni o conoscevo un po' i brani, oppure si leggevano (e imparavano a memoria, come preferisco) abbastanza facilmente, per cui si aveva tutto il tempo per migliorarli, ripulirli, limarli.
Invece stavolta dopo quasi due settimane sono ancora in stato embrionale. :shock:
Wascha Mesa pure pure, è praticamente tutta in prima posizione, si può fare ma la leggerò perché non riesco a impararla a memoria.
Ma il Postillon de la Rioja, boh... Oltre a non andare a memoria la trovo difficile, strana da capire per quanto riguarda la melodia, e oltretutto non mi piace particolarmente (si può dire?), forse per questo la studio poco convinto. Sono seriamente combattuto se giocarmi il jolly (visto che tanto sono obbligatorie 7 lezioni su 10) oppure insistere perché in fondo lo studio è anche questo, affrontare e superare pezzi che non si scelgono e che ad una prima impressione ci sembrano insormontabili.
Mi piacerebbe sapere da voi che pensate di questa lezione. :discussion:
:bye:

Giuseppe Maglietta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 381
Iscritto il: mar 07 mag 2013, 16:11

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Giuseppe Maglietta » dom 13 nov 2016, 18:57

Claudio Bravini ha scritto:Ragazzi, oltre una settimana di silenzio, tutti sotto a studiare eh? :guitare:
Sarebbe bello ogni tanto scambiare opinioni anche durante lo studio e non solo le impressioni sulle esecuzioni.
Che ne dite? O pensate che fa solo perder tempo?
Per quanto mi riguarda stavolta la vedo proprio dura.
Nelle altre lezioni o conoscevo un po' i brani, oppure si leggevano (e imparavano a memoria, come preferisco) abbastanza facilmente, per cui si aveva tutto il tempo per migliorarli, ripulirli, limarli.
Invece stavolta dopo quasi due settimane sono ancora in stato embrionale. :shock:
Wascha Mesa pure pure, è praticamente tutta in prima posizione, si può fare ma la leggerò perché non riesco a impararla a memoria.
Ma il Postillon de la Rioja, boh... Oltre a non andare a memoria la trovo difficile, strana da capire per quanto riguarda la melodia, e oltretutto non mi piace particolarmente (si può dire?), forse per questo la studio poco convinto. Sono seriamente combattuto se giocarmi il jolly (visto che tanto sono obbligatorie 7 lezioni su 10) oppure insistere perché in fondo lo studio è anche questo, affrontare e superare pezzi che non si scelgono e che ad una prima impressione ci sembrano insormontabili.
Mi piacerebbe sapere da voi che pensate di questa lezione. :discussion:
:bye:
quoto parola per parola :(
old indians never die

Avatar utente
Antonio Lo Iacono
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 185
Iscritto il: mer 09 mar 2016, 10:07
Località: Carini (Pa)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Antonio Lo Iacono » dom 13 nov 2016, 19:15

Claudio Bravini ha scritto:Ragazzi, oltre una settimana di silenzio, tutti sotto a studiare eh? :guitare:
Sarebbe bello ogni tanto scambiare opinioni anche durante lo studio e non solo le impressioni sulle esecuzioni.
Che ne dite? O pensate che fa solo perder tempo?
Per quanto mi riguarda stavolta la vedo proprio dura.
Nelle altre lezioni o conoscevo un po' i brani, oppure si leggevano (e imparavano a memoria, come preferisco) abbastanza facilmente, per cui si aveva tutto il tempo per migliorarli, ripulirli, limarli.
Invece stavolta dopo quasi due settimane sono ancora in stato embrionale. :shock:
Wascha Mesa pure pure, è praticamente tutta in prima posizione, si può fare ma la leggerò perché non riesco a impararla a memoria.
Ma il Postillon de la Rioja, boh... Oltre a non andare a memoria la trovo difficile, strana da capire per quanto riguarda la melodia, e oltretutto non mi piace particolarmente (si può dire?), forse per questo la studio poco convinto. Sono seriamente combattuto se giocarmi il jolly (visto che tanto sono obbligatorie 7 lezioni su 10) oppure insistere perché in fondo lo studio è anche questo, affrontare e superare pezzi che non si scelgono e che ad una prima impressione ci sembrano insormontabili.
Mi piacerebbe sapere da voi che pensate di questa lezione. :discussion:
:bye:
Claudio che dire, la lezione è difficile. I brani sono complicati, ma non impossibili (il Postillion è meno difficile di quanto possa sembrare al primo ascolto). Personalmente sto lavorando a Wascha Mesa, al Postillion del la Roja ed al Minuetto di Bach (che è il brano che più mi piace di questa lezione). Quello che trovo veramente complicato al limite dell'impossibile sono gli esercizi di tecnica. Come si fa a far risaltare indice o medio rispetto al resto delle altre dita quando suoni un accordo? Ci riesco un po con il pollice e con l'anulare, ma con medio ed indice no!!!! :evil:
Comunque io il jolly non lo gioco e prima o poi proverò a registrare brani ed esercizi. Speriamo bene.
:bye:

Francesco Silvestri
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 272
Iscritto il: mer 13 apr 2016, 08:31
Località: Fiesole (Fi)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Francesco Silvestri » dom 13 nov 2016, 21:40

Ciao, anche io sono in bilico con il Jolly, e inoltre ci si mette anche il poco tempo a disposizione. Un pò mi rode però e quindi cercherò di fare il possibile, anche buttando li una registrazione alla come viene viene...
Per quanto riguarda l'esercizio, sto cercando di metterlo in pratica su Washa Meda, l'unico pezzo che ho affrontato fin'ora. Soprattutto nelle parti con l'accordo di Do seguito dal Fa#, mi pare che in quel punto ci si possa esercitare per mettere in risalto il sol con l'indice, in modo da far risaltare la melodia sol fa# etc... Preferisco applicare l'esercizio su qualcosa di più musicale...
Mentre Il postillon de La Rioja è ancora un puntino all'orizzonte

:bye:
Ultima modifica di Francesco Silvestri il mar 29 nov 2016, 14:39, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1339
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Bernardino Sciarretta » dom 13 nov 2016, 21:45

...accidenti...se i top player...tentennano. ...figuriamoci..gli umani...
Anche io ho iniziato a leggere anche Bach che mi intriga di più ma gli altri..son i classici brani che non sono particolarmente attraenti. ..poi col tempo vengono fuori...
Comunque sono difficili. ..difficili...almeno per me...☺mi ci vorrà. .qualche anno per registrare. .☺

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 752
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da StefanoMenichetti » lun 14 nov 2016, 14:07

... e io invece quoto rigo rigo Bernie ;-) ... sono stato fuori una settimana per lavoro ed ancora non ci ho messo mano, la vedo bigia ...

Claudio, per i pezzi che non si riescono a ben afferrare, oltre a risentirli spesso posso suggerire, qualche ascolto di arrangiamenti e contesti diversi, giusto al volo ho trovato questi:

Washa Mesa con liuto
https://www.youtube.com/watch?v=YbXP8qX0x48
Postillon de la Roja cantato
https://www.youtube.com/watch?v=4MjzY5kU7Ow

Mi è piaciuto sopratutto il liuto :casque:

Saluti a tutti, :bye:

Stefano

Avatar utente
Jesús Morote
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 297
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 09:49
Località: Maiorca - Spagna

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Jesús Morote » lun 14 nov 2016, 14:40

Due piccole osservazioni.

Antonio, Stefano avete scritto il Postillon "de la Roja". La Roja è la squadra nazionale di Spagna (come l'Azzurra in Italia)!!! La Rioja è una regione spagnola, detta cosí perchè è percorsa per il fiume (río) Oja; i suoi vini sono molto apprezziati. (È anche una grande regione d'Argentina, che ha preso il suo nome della regione spagnola.)

Questo brano è una versione per chitarra d'una scena della "zarzuela" "El postillón de La Rioja". Un "postillón" è uno che aveva la professione di guidare cavallerie fra Posta e Posta, per fare il rilevo di cavalli. L'autore della Zarzuela è Cristóbal Oudrid, e Julián Arcas dell'arrangiamento per chitarra.

Ecco un link allo spartito, in reduzione per canto e piano: http://bdh-rd.bne.es/viewer.vm?id=0000114266&page=1.

La scena arrangiata da Arcas è il "Tempo di Bolero" che comincia nella pagina 46 (icono 58) dello spartito del link ("Muchachas casaderas, morir de celos..."). È un trio, e vedere ché parte canta la soprano, o si fa in duo o si canta in trio, è interessante per interpretare il brano alla chitarra.
Ultima modifica di Jesús Morote il lun 14 nov 2016, 17:28, modificato 1 volta in totale.
Allievo D05

Avatar utente
Bernardino Sciarretta
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1339
Iscritto il: mar 15 gen 2013, 13:25
Località: Ariccia Roma

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da Bernardino Sciarretta » lun 14 nov 2016, 16:32

Grazie Jesus ..informazioni interessantissime... :okok: :merci:

Avatar utente
StefanoMenichetti
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 752
Iscritto il: ven 15 feb 2013, 23:17
Località: Sesto Fiorentino (FI)

Re: D05 Lezione di chitarra classica 03

Messaggio da StefanoMenichetti » lun 14 nov 2016, 17:03

Jesús Morote ha scritto:Cue piccole osservazioni.

Antonio, Stefano avete scritto il Postillon "de la Roja". La Roja è la squadra nazionale di Spagna (come l'Azzurra in Italia)!!! La Rioja è una regione spagnola, detta cosí perchè è percorsa per il fiume (río) Oja; i suoi vini sono molto apprezziati. (È anche una grande regione d'Argentina, che ha preso il suo nome della regione spagnola.)

Questo brano è una versione per chitarra d'una scena della "zarzuela" "El postillón de La Rioja". Un "postillón" è uno che aveva la professione di guidare cavallerie fra Posta e Posta, per fare il rilevo di cavalli. L'autore della Zarzuela è Cristóbal Oudrid, e Julián Arcas dell'arrangiamento per chitarra.

Ecco un link allo spartito, in reduzione per canto e piano: http://bdh-rd.bne.es/viewer.vm?id=0000114266&page=1.

La scena arrangiata da Arcas è il "Tempo di Bolero" che comincia nella pagina 46 (icono 58) dello spartito del link ("Muchachas casaderas, morir de celos..."). È un trio, e vedere ché parte canta la soprano, o si fa in duo o si canta in trio, è interessante per interpretare il brano alla chitarra.
Molte grazie e scusa il bisticcio :oops: di parole Jesus :merci:

Stefano

Torna a “Archivio Corsi di chitarra classica in linea”