Avviso regolamento di compravendita

Questa sezione è dedicata alla compravendita di chitarre classiche, chitarre rinascimentali, barocche, flamenco, tiorbe o liuti. Gli annunci di qualsiasi altro tipo di strumento o di accessori saranno cancellati.
La sezione è al servizio degli utenti iscritti partecipanti al forum.
Possono pubblicare annunci gli utenti con all'attivo almeno 20 messaggi e iscritti da almeno 30 giorni .
Gli utenti possono vendere solo chitarre di loro proprietà, non sono consentiti gli annunci di negozianti, commercianti o terzi. Nell'annuncio bisogna specificare che si tratta di una chitarra usata, e non di un oggetto nuovo. Senza questa precisazione l'annuncio verrà cancellato dal forum.
Ogni annuncio può contenere la vendita di un solo strumento. Il numero massimo consentito di strumenti in vendita contemporaneamente, per singolo utente, è di 2; il numero massimo all'anno è di 3. È possibile pubblicare un nuovo annuncio solo dopo la conclusione o la sospensione della trattativa del precedente annuncio o dei 2 annunci massimi consentiti. Gli utenti che dovessero vendere strumenti in quantità elevate, eludendo in qualsiasi modo il regolamento, verranno bannati dal forum senza possibilità di reiscriversi.
Le trattative devono avvenire esclusivamente in forma privata (attraverso messaggi privati). L'amministrazione non è responsabile delle trattative private tra gli utenti.
Gli annunci non corrispondenti a queste norme saranno cancellati senza preavviso.

Regole del forum
Questa sezione è dedicata alla compravendita di chitarre classiche, chitarre rinascimentali, barocche, flamenco, tiorbe o liuti. Gli annunci di qualsiasi altro tipo di strumento o di accessori saranno cancellati.
La sezione è al servizio degli utenti iscritti partecipanti al forum.
Possono pubblicare annunci gli utenti con all'attivo almeno 20 messaggi e iscritti da almeno 30 giorni .
Gli utenti possono vendere solo chitarre di loro proprietà, non sono consentiti gli annunci di negozianti, commercianti o terzi. Nell'annuncio bisogna specificare che si tratta di una chitarra usata, e non di un oggetto nuovo. Senza questa precisazione l'annuncio verrà cancellato dal forum.
Ogni annuncio può contenere la vendita di un solo strumento. Il numero massimo consentito di strumenti in vendita contemporaneamente, per singolo utente, è di 2; il numero massimo all'anno è di 3. È possibile pubblicare un nuovo annuncio solo dopo la conclusione o la sospensione della trattativa del precedente annuncio o dei 2 annunci massimi consentiti. Gli utenti che dovessero vendere strumenti in quantità elevate, eludendo in qualsiasi modo il regolamento, verranno bannati dal forum senza possibilità di reiscriversi.
Le trattative devono avvenire esclusivamente in forma privata (attraverso messaggi privati). L'amministrazione non è responsabile delle trattative private tra gli utenti.
Gli annunci non corrispondenti a queste norme saranno cancellati senza preavviso.


Siete pregati di di redigere l'annuncio secondo il modello seguente:
- tipo/liutaio: (classica, flamenco, liuto, barocca, etc.)
- anno di fabbricazione:
- diapason (mm):
- tavola armonica:
- fondo/fasce:
- tastiera/ponticello:
- suono
- stato
- visibile/prova possibile
- luogo (città più vicina):

Il titolo deve essere così formulato:
PAESE prezzo (su 5 spazi) liutaio modello legno(della tavola) anno città di vendita.
Esempio:
GR .3600 € Gioacchino Giussani spruce 2009, Sitia-Grecia
IT ..500 € Raimundo flamenco cedro, Cagliari

(..850 €=850 €). I puntini aggiunti per coprire i 5 spazi permettono la selezione per soggetto crescente, in tal modo gli annunci possono essere elencati in ordine di prezzo. La funzione di selezione per soggetto crescente/decrescente) è disponibile in basso nella pagina dell'elenco delle chitarre in vendita. Usare le maiuscole solo per le iniziali dei nomi propri.

Potete poi aggiungere tutte le informazioni che ritenete utili per descrivere più dettagliatamente lo strumento, incluse immagini e test audio (seguendo le norme indicate nel regolamento del forum).

In particolare vogliate indicare un prezzo di partenza e il luogo o i luoghi dove è possibile provare lo strumento; in mancanza di queste informazioni essenziali, i moderatori dovranno con rammarico ritirare immediatamente l'annuncio dal forum.

Gli annunci vengono spostati negli archivi dopo che la chitarra è stata venduta. Gli annunci che non hanno dato luogo ad una vendita dopo più di un anno vengono archiviati. Un messaggio pubblicato è modificabile dal suo autore per 21 giorni, oltre tale periodo bisogna richiedere la modifica ad un moderatore.
Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda setras » mer 28 set 2016, 01:33

Sì è tutto molto bello ma non ho capito perchè c'è gente che ha speso soldi in lezioni per imparare mentre c'è gente che vuole imparare a gratis
Quindi per conseguenza transitiva gli allievi dei corsi a gratis ne trae molti ma molti più vantaggi dei commercianti dato che comunque il commercio di chitarre è pari allo ZERO

:mrgreen:

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 220
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda Vincenzo Di Guida » mer 28 set 2016, 06:09

Non ho capito bene cosa vuoi dire ma, se non ho compreso male, l'unica maniera per non consentire di speculare dissimulando l'impossibilità di poter beneficiare di un maestro a pagamento (mentre invece se ne avrebbe la possibilità) sarebbe stata quella di non impiantare il forum.
Ma sarebbe un po' come dire che siccome al pronto soccorso ci vanno pure coloro che non stanno davvero morendo (per non pagare il ticket dovuto al SSN per lo specialista) allora si eliminano gli ospedali per evitare queste piccole speculazioni o autorizziamo qualunque altro comportamento non rispettoso delle regole fissate?
Posto che é noto che c'é la possibilità di quest'uso distorto, diciamo truffaldino, che certi utenti fanno di un servizio invece utile é evidente che la cura sarebbe peggiore del male.
Tornando al forum, posto che tali comportamemti disdicevoli non possono essere pienamente controllati ed evitati allora, per una sorta di principio di (in)giustizia distributiva, si deve abolire e chiudere il forum di Delcamp o farlo diventare senza regole come una sorta di Far West virtuale?
Se pensiamo a quante persone il forum può essere stato utile, se non altro per promuovere e stimolare lo studio della chitarra classica, allora dovremmo concludere che é stato un bene per molti poterne usufruire e che delle regole ci vogliono.
Ciò, come detto, senza contare che é chi ha ideato il forum e paga per tenerlo on line che fissa le regole.
Ma poi, chi potrebbe pagarsi le lezioni da un maestro e per mera speculazione o avarizia non lo fa, siamo davvero sicuri che sia proprio furbetto?

Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda setras » mer 28 set 2016, 08:32

Hai compreso male e non hai capito il messaggio solo perchè ti sei sentito tirato in causa come categoria
Succede sempre così :D

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3856
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda Alma Steiner » mer 28 set 2016, 11:38

Magari la sezione di compravendita potrebbe anche essere soppressa.
:::===(o| )

cecco
Messaggi: 513
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda cecco » mer 28 set 2016, 13:43

Alma Steiner ha scritto:Magari la sezione di compravendita potrebbe anche essere soppressa.

Sarebbe un peccato, anzi....mi piacerebbe che ci fosse la possibilità di ampliarla.
Ci sono dei siti in rete dove è possibile mettere in vendita delle chitarre, si pubblica il nome, l'anno..magari qualche foto e tutto finisce lì...è completamente asettico.
Invece nel forum si potrebbe discutere dell'oggetto in vendita, il compratore potrebbe fare delle domande, il venditore potrebbe illustrarne le caratteristiche. Sarebbe un vantaggio per tutti. Anche per la sola conoscenza dello strumento.
Ricordo che il mercato delle chitarre classiche non arricchisce nessuno, è solo una passione, e anche quando è una professione è sempre un commercio di nicchia. Perché non valorizzarlo? A chi si fa danno? Forse ai liutai che vogliono vendere il nuovo?....ma potrebbero anche loro mettere in vendita le loro chitarre, sarebbe interessante, no? Oppure si preferisce fare tutto di nascosto e con mille difficoltà?
Se Delcamp ha scelto questa politica io la rispetto senza problemi, ma mi permetto di dire che da un mercatino libero ne trarrebbe giovamento anche il forum.

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 220
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda Vincenzo Di Guida » gio 29 set 2016, 08:51

X Setras (utente di cui apprezzo gli interventi):
Non mi sento colto sul vivo e non mi riconosco in nessuna categoria dato che:
- non ho mai posto in vendita o acquistato strumenti qui su Delcamp ma non avrei problemi ad usare la rubrica del mercatino se dovessi voler vendere la mia chitarra per acquistarne un'altra (se invece fossi un liutaio o un commerciante serio credo che userei altri canali. Dal punto di vista della propmozione commerciale, è un vero e proprio autogol alla propria immagine vendere tramite un forum di amatori. Della serie che chi è professionale si comporta da professionista e il modo migliore per non essere preso sul serio è proporsi in tono minore);
- non conosco io M. Delcamp, Alma, o qualunque altro collaboratore del forum e dunque non sento la necessità di fare loro da avvocato (del resto, non ne avrebbero bisogno);
- ho ripreso, credo con la dovuta umiltà, la chitarra dopo molti anni di sostanziale abbandono (causa università, lavoro, famiglia) iniziando con il corso di Delcamp e, grazie a questo, maturando la convinzione (valida per me) che dovessi andare da un maestro;
- al momento seguo le lezioni di un maestro (una persona squisita e preparata) ma continuo a seguire anche il forum di Delcamp (infatti, tempo permettendo, vi scrivo come ora) poiché lo trovo una idea strepitosa per tutti coloro che amano questo strumento senza fini di lucro. D'altra parte esistono molti siti dove si erogano corsi on line di chitarra a pagamento e se il M. Delcamp lo fa gratis, beh, onore e merito e credo non lo si possa ripagare con un uso distorto, al limite del commerciale, dello spazio da lui creato.
Fatte queste premesse, peraltro non strumentali del momento poiché in passato avevo già espresso il mio pensiero in questo modo, non capisco perché dovrei sentirmi colto sul vivo essendo il sottoscritto un normalissimo utente del forum che discorre su questioni generali e non per difendere un proprio interesse.
Non comprendo, quindi, le tue parole e il tuo lapidario giudizio sulla mia persona: vorrei che fosse chiaro che discorro in maniera generica e generale.
X Alma, capisco che taluni discorsi speculativi possono dare fastidio (quando invece, come i moderatori, ci sono persone che si dedicano alla chitarra classica su questo forum con disinteressata passione) ma ritengo che la sezione del mercatino, se non se ne fa un utilizzo commerciale, non sia in dissintonia con lo scopo del forum.

Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda setras » gio 29 set 2016, 09:38

Ma no che non c'è stato nessun giudizio,era solo una provocazione per difendere la categoria del Commerciante raffigurato nell'immaginario collettivo con coda e corna :D
Al contrario la realtà spesso è un'altra e ti posso dire con certezza che nessuno conosce meglio la materia di chi la commercia perchè chi non crea,chi non si sente Artista, ha uno sguardo disinteressato alla materia e quindi reale

Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda setras » gio 29 set 2016, 10:02

Come ha detto giustamente Cecco proporre strumenti in vendita in un Forum libero come questo è una vera e propria carneficina per Il Commerciante sprovveduto e impreparato della materia
Ma anche per quelli Bravi
Ne ho visti parecchi distruggere la tastiera per commenti non graditi al punto che non sapeva più a quale lampione aggrapparsi :mrgreen:
Ci sono annunci nell'archivio di Compravendita che sono vere e proprie Opere D'Arte che non si smette mai di rileggere
Ccià

alessandro lienzo
Messaggi: 955
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda alessandro lienzo » gio 29 set 2016, 10:07

setras ha scritto:Come ha detto giustamente Cecco proporre strumenti in vendita in un Forum libero come questo è una vera e propria carneficina per Il Commerciante sprovveduto e impreparato della materia
Ma anche per quelli Bravi
Ne ho visti parecchi distruggere la tastiera per commenti non graditi al punto che non sapeva più a quale lampione aggrapparsi :mrgreen:
Ci sono annunci nell'archivio di Compravendita che sono vere e proprie Opere D'Arte che non si smette mai di rileggere
Ccià

Voglio qualche esempio !
alessandro C.

Avatar utente
setras
Messaggi: 1520
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda setras » gio 29 set 2016, 10:12

Tutti gli annunci di Matteo_it e pure quelli di Campan
Non i miei che sono idiozie :mrgreen:

cecco
Messaggi: 513
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda cecco » gio 29 set 2016, 12:27

Lo scambio, la vendita, il piccolo commercio, portano maggiore interesse e valore in una comunità di appassionati del settore, che difficilmente hanno possibilità di interagire, di informarsi, di far domande tecniche nella vita di tutti i giorni. Anche l'allievo che va in una scuola non ha la possibilità di conoscere ed apprezzare gli strumenti diversi, visto che alla fine si confronterà sempre con il maestro e qualche suo compagno di studi.
Il commercio non dovrebbe essere demonizzato, è il motore che manda avanti tutto. Semmai può essere gestito, veicolato, controllato da moderatori, ma non escluso a priori.
Sembra che ci sia da parte di qualcuno un piacere masochistico di non ampliare gli orizzonti ad una disciplina così di nicchia come la classica. E da parte di altri vedo solo invidia e schiuma alla bocca.
Alla fine.....fate quello che vi pare. Forse sarà per questo che quando vado a sentire un concerto di classica mi sembra di sentire Benigni de "Berlinguer ti voglio bene": 'ellini, c'è più vene varicose che mattonelle qui! La mentalità è vecchia e ci si crogiola sopra...

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3856
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda Alma Steiner » gio 29 set 2016, 13:52

Il regolamento è semplice e chiaro:

Titolo: XV Compravendita Chitarre
Questa sezione è dedicata alla compravendita di chitarre classiche, chitarre rinascimentali, barocche, flamenco, tiorbe o liuti. Gli annunci di qualsiasi altro tipo di strumento (chitarre elettriche, amplificate, etc.) o di accessori saranno cancellati.
La sezione è al servizio degli utenti iscritti partecipanti al forum.
Possono pubblicare annunci gli utenti con all'attivo almeno 40 messaggi e iscritti da almeno 90 giorni (per “messaggi” si intendono post effettivi, che dimostrino la volontà di partecipare al forum e non messaggi generici inseriti solo per aumentarne il numero).

Gli utenti possono vendere solo chitarre di loro proprietà o da loro stessi costruite. Non sono consentiti gli annunci di negozianti, commercianti, importatori o annunci inseriti per conto di altre persone.


Siamo arrivati a queste regole perché nel tempo la sezione è stata utilizzata impropriamente, con intenti estranei allo spirito del forum e della sezione stessa.
:::===(o| )

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 220
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda Vincenzo Di Guida » gio 29 set 2016, 14:42

X Setras: ok, ho capito ciò che vuol dire.

X Cecco: purtroppo ho paura che si confonda l'amatore liutaio che costruisce una chitarra principalmente per sé e poi, dopo qualche tempo, la cede casomai per finanziare una nuova con il liutaio il cui obiettivo é anche lucrare.
Le persone che simulano di essere semplici amatori quando invece operano con precipuo intento economico, tra l'altro, operano senza partita iva e cioé senza pagare tasse e facendo concorrenza sleale ai loro stessi colleghi di categoria che invrce operano correttamente.
Stessa distinzione va fatta tra chi, pur essendo chitarrista, acquista per sé e poi rivende senza ottenere alcun lucro da chi lo fa di continuo ed é palese che tra acquisto e rivendita ne ottiene un utile.
A me pare siano casi eticamente (e legalmente) molto differenti. Tutti leciti (un po' meno non pagar le tasse eh.....), se si propongono nei contesti giusti.
Dunque non si tratta di demonizzare la liuteria emergente o il piccolo commercio e non mi arreca alcun fastidio (anzi) se il costruttore di chitarre di mestiere, ancorché poco noto, o il piccolo commerciante scriva sul forum. Sicuramente concordo con te che ne beneficeremmo tutti (e comunque anche loro, in termini di notorietà).
Ma che si presentino chiaramente per quello che sono e conducano i loro piccoli affari fuori dal contesto del forum.
Chiaramente, certamente non io, ma i moderatori individuano e tipizzano le persone per come usano il forum e ciò porta all'ultima considerazione (in risposta all'intervento di Alma).

X Alma: non ho dubbi, ed infatti lo avevo accennato in uno dei primi interventi in questo thread, che le regole di oggi siano scaturite da cattive esperienze passate. Dunque non piaceranno a tutti ma, agli occhi dei moderatori, sono forse quelle che al momento sembrano funzionare meglio. Forse mi sovviene un solo consiglio (a favore di trasparenza): quello di pretendere di utilizzare, al pari dei corsi on line, il vero nome e congnome anche nella sezione mercatino.
Ultima modifica di Vincenzo Di Guida il ven 30 set 2016, 00:04, modificato 3 volte in totale.

cecco
Messaggi: 513
Iscritto il: mar 21 ott 2014, 00:48

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda cecco » gio 29 set 2016, 14:56

Vincenzo Di Guida ha scritto:
X Cecco: purtroppo ho paura che si confonda l'amatore liutaio che costruisce una chitarra principalmente per sé e poi, dopo qualche tempo, la cede casomai per finanziare una nuova con il liutaio, tra l'altro senza partita iva e cioé senza pagare tasse e facendo concorrenza sleale ai suoi stessi colleghi di categoria, che dissimula l'attività amatoriale con una vera e propris attività artigiana ossia per il preciso scopo di vendere.

....a me sembra una guerra fra poveri.
Anche un disgraziato che dopo il lavoro principale passa le sere a lavorare il legno che vuoi che ci guadagni?......due spiccioli, te lo dico io! :D
E poi è chi compra che giudica e che stabilisce il prezzo. Se un professionista è stimato e ha talento venderà le sue chitarre a prezzo maggiore senza aver paura dei dilettanti.

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 220
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Avviso regolamento di compravendita

Messaggioda Vincenzo Di Guida » gio 29 set 2016, 15:09

Non discuto che i margini siano cospiqui, esogui o meno che esigui. Non lo so.

Però proprio per chi si dedica a un doppio lavoro esistono le così dette prestazioni occasionali, le gestioni separate dell'INPS, etc. etc.

Conosco un dipendente delle F.S. che nel tempo libero fa l'amministratore di un paio di condomini. Qanto può ricavare un amministratore di condomini? Dalle mie parti fatica ad arrivare a 10euro per appartamento al mese. Praticamente una miseria. Ma lui, nei modi consentiti dalla legge, include tali guadagni nella dichiarazione delle tasse.

Insomma, é coerente e trasparente.

Come si dice di non mischiare il sacro col profano così io dico che non si può mischiare il romanticismo legato alla liuteria (specie se amatoriale) col fatto prosaico di farne una attività produttiva (anche se in piccolo) cercando di convincere il prossimo che lo si fa per pura e sola passione.

Ci sarà sicuramente anche quella, non metto in dubbio, ma se c'é anche una motivazione economica la cosa diventa molto differente dal semplice appassionato autocostruttore.

Detto ciò, io mi fermo qui perché penso che abbia ben chiarito il mio pensiero e non vorrei che si pensi che invece di discorrere in generale stia conducendo una crociata moralizzatrice. Per me, quanto stabiliscono i moderatori, sta tutto bene.
Ultima modifica di Vincenzo Di Guida il ven 30 set 2016, 00:08, modificato 3 volte in totale.


Torna a “Compravendita di chitarre classiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot], Google Adsense [Bot] e 3 ospiti