disturbo bipolare

Il luogo ideale per parlare di arte, cultura e tematiche sociali non necessariamente legate alla chitarra.
Regole del forum
II Regole di comportamento
alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » ven 22 gen 2016, 21:57

Una domanda, c'è qualcuno che soffre di disturbo bipolare? Chi non vuole rispondere può non farlo chiaramente. Alessandro
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Giordano
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 08 nov 2015, 23:02

Re: disturbo bipolare

Messaggioda Giordano » ven 22 gen 2016, 23:46

si, io..... ma penso che sia un disturbo abbastanza diffuso,

alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » sab 23 gen 2016, 12:19

No, non lo è, lo è più o meno come la schizofrenia. Parlo di diagnosi clinica, un disturbo che può rendere invalidi.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Giordano
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 08 nov 2015, 23:02

Re: disturbo bipolare

Messaggioda Giordano » mar 26 gen 2016, 01:57

anni fa sono stato in cura da uno psichiatra che mi ha somministrato farmaci diversi, ho avuto un riscontro positivo nell'immediato. Ma con il tempo si è rivelato del tutto inutile, poi con gli anni e con approcci diversi mi sembra di essere guarito non completamente ma almeno al 90%
Come strascico , se così si può dire, ho degli attacchi di panico che mi vengono in situazioni particolari, fuori di casa, in situazioni molto specifiche, e rendo la vita in certi momenti abbastanza difficile.
ricordo che il medico mi diceva che forme lievi di schizofrenia sono molto diffuse, ma non saprei dire la percentuale. in certi casi è invalidante. Ricordo un amico pianista veramente bravo, passato agli esami con il massimo dei voti e bacio accademico. Era l'orgoglio di un notopianista italiano. La depressione lo colp' in modo così forte che non poteva suonare in presenza di persone, io stesso potevo sentirlo suonare solo di nascosto origliando alla porta. Poi l vita l'ha perso. Così è.

alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » mar 26 gen 2016, 08:30

Ok, mi fa piacere la tua testimonianza, pero il dist. bip. è una cosa diversa dagli attacchi di panico, può esserci una commorbosità, come è vero che non mi risulta che possa esserci coesistenza tra dist. dip. e schizofrenia. Il disturdo bipolare è tremedamente complesso e spesso confuso, basti pensare che in ospedale ho incontrato una bipa in fase up che credeva di essere la Regina Antonietta. Non è forse spesso confuso con la schizofrenia? Scusa se mi permetto, tu riesci a lavorare, io sono invalido, molto invalido.
Ultima modifica di alessandro_frassi il ven 29 gen 2016, 22:45, modificato 1 volta in totale.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Giordano
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 08 nov 2015, 23:02

Re: disturbo bipolare

Messaggioda Giordano » mer 27 gen 2016, 00:40

alessandro_frassi ha scritto:Ok, mi fa piacere la tua testimonianza, pero il dist. bip. è una cosa diversa dagli attacchi di panico, può esserci una commorbosità, come è vero che non mi risulta che possa esserci coesistenza tra dist. dip. e schizofrenia. Il disturdo bipolare è tremedamente complesso e spesso confuso, basti pensare che in ospedale ho incontrato un bipo in fase up che credeva di essere la Regina Antonietta. Non è forse spesso confuso con la schizofrenia? Scusa se mi permetto, tu riesci a lavorare, io sono invalido, molto invalido.

infatti ho scritto che come strascico, cioè come disturbo secondario, non se se mi spiego bene, come conseguenza insomma ho attacchi di panico.
il disturbo che avevo io era diverso, un poco complicato da descrivere, con alti e bassi, comunque non ce l'ho più..... almeno mi sembra. Mi dispiace se non èpuoi lavorare, ioho passato dei momenti molto impegnativi, ma li ho superati, credo.

alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » ven 29 gen 2016, 22:01

Ok, purtroppo sono invalido all'80% perché soffro di di Db II (senza deliri) e DOC, ho fatto un mese in psichiatria e ora sto cercando una mia
strada. Grazie, Giordano. Ale
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Giordano
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 08 nov 2015, 23:02

Re: disturbo bipolare

Messaggioda Giordano » ven 29 gen 2016, 23:43

alessandro_frassi ha scritto:Ok, purtroppo sono invalido all'80% perché soffro di di Db II (senza deliri) e DOC, ho fatto un mese in psichiatria e ora sto cercando una mia
strada. Grazie, Giordano. Ale

0k..... io non so che cosa hai di preciso e in ogni caso non ho la competenza per poterti consigliare..... però ti posso dire che io ho iniziato con i farmaci, ma ho avuto la fortuna di avere un medico che da subito mi ha fatto fare una terapia comportamentale. Io non so se lo conosci ma ti consiglio di vedere (anche in internet per avere una idea) l'istituto Riza di Milano di Raffaele Morelli. Non ti voglio dire che cosa fare, non mi permetto di entrare nella tua vita ma se Milano non è così lontana io ci penserei alla possibilità di andare dal Dot Morelli o un altro prof del Riza.
Ciao e in bocca al lupo

alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » lun 01 feb 2016, 20:29

Su questo considerevole numero di consultazioni, quasi nessuno. Capisco che diversi abbiano nome e cognome e la eventuale malattia mentale sia poco accettata, però mi aspettavo percentuali più alte magari anche con mp. Grazie a tutti. Alessandro.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: disturbo bipolare

Messaggioda Gerardo50 » mer 03 feb 2016, 14:57

Buon pomeriggio Alessandro :) E' la prima volta che sento parlare di questa malattia, quindi per capirne ho fatto qualche piccola ricerca sulla rete. Pensavo fosse una malattia quasi rara, e invece pare che ne soffra una persona su cento. Mica pochi!! Non scrivo certo per dare consigli è una materia complessa..............Ma scrivo solo per incoraggiarti e per astimolarti ad affidarti alla scienza medica nel campo della psichiatria con psicoterapeuti, psicologi ecc. e a non trascurare la questione. Oggi come oggi, si possono curare tante malattie, compresa la tua. Avere qualunque malattia non è cosa di cui "scandalizzarsi" fa parte della vita. Con queste mie poche righe, non penso che avrò risolto il tuo problema, ma spero che comunque ti sia di stimolo a farti seguire da medici competenti. Un'abbraccio e con ottimismo: Gerardo50.
Gerardo

alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » gio 04 feb 2016, 15:08

Grazie Gerardo delle tue parole. Ormai sono in cura da una decina d'anni, anche se l'esordio l'ho avuto forse a 14 anni di età. La scienza ha fatto grandi passi. E' comunque tutt'ora una malattia molto subdola da riconoscere e con molte sfaccettature, un disturbo altamente condizionante. Spesso si sente dire che i bipolari hanno molte capacità (Van Gogh, Schumann, Churchill, ecc.) , sono casi particolarissimi che avevano anche altre capacità, forse. Poi non tutti i bipolari presentano fasi depressive, Van Gogh, Schumann si, altri non so. Da notare poi che mai un bipolare produce nella fase depressiva, ma in quella eutimica o un po' euforica (Schumann). Se si viene a vadere la realtà delle cliniche è fatta di gente disperata, altro che letteratuta. Insomma è un po' come dire che se Leonardo era mancino, allora tutti i mancini hanno capacità in più, ridicolo (io sono pure mancino :D).
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -

ENRICOPONTILLO
Messaggi: 23
Iscritto il: lun 01 feb 2016, 12:00

Re: disturbo bipolare

Messaggioda ENRICOPONTILLO » mer 23 mar 2016, 09:45

E' un disturbo Psichiatrico molto serio è presenta un quadro molto complesso le cure farmacologiche sono fondamentali per avere una remissione degli stati maniacali . con un buon piano terapeutico si puo fare una vita soddisfacente di fondamentale importanza e' che il paziente aderisca alle cure in modo consapevole , per questo è necessario è fondamentale affiancare una valida terapia cognitivo comportamentale, per imparare e riconoscere i prodromi della malattia.Spesso le persone abbandonano le cure con effetti nefasti sull'andamento della malattia che recidiva e si aggrava. è di fondamentale importanza seguire i piani terapeutici.Chiaramente i farmaci utilizzati presentano anche pesanti effetti collaterali che spingono i pazienti ad abbandonare le cure.é necessario di concerto con il psichiatra trovare ed adattare il piano terapeutico alla risposta del paziente.non si guarisce mai dal disturbo bipolare ma se ben trattato con gli attuali farmaci meno invasivi di quelli utilizzati nel passato è possibile vivere una vita normale. Ovviamente la cosa piu importante di tutte che la persona colpita da questa disturbo abbia il supporto della famiglia e degli amici.

ENRICOPONTILLO
Messaggi: 23
Iscritto il: lun 01 feb 2016, 12:00

Re: disturbo bipolare

Messaggioda ENRICOPONTILLO » mer 23 mar 2016, 09:53

:) In bocca a lupo Alessandro starai bene...

alessandro_frassi
Messaggi: 625
Iscritto il: gio 13 ott 2011, 23:14
Località: Cremona

Re: disturbo bipolare

Messaggioda alessandro_frassi » sab 09 apr 2016, 21:32

Grazie, è corretto quello che dici, in molti casi poi è molto difficile poter lavorare.
La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi[...]
- José Saramago -


Torna a “Art Cafè”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Biensu, Bing [Bot], CommonCrawl [Bot] e 2 ospiti