Baden Powell - Berimbau

dal 1940 ad oggi (Signorile, Alberti, Bottai, Manca, Caruso, Russo…). Le nostre composizioni e improvvisazioni, nonché le nostre interpretazioni di opere per le quali i compositori hanno dato l'autorizzazione alla pubblicazione nel forum.
Avatar utente
antonio3010
Messaggi: 784
Iscritto il: sab 09 gen 2010, 10:51
Località: Firenze

Baden Powell - Berimbau

Messaggioda antonio3010 » dom 23 set 2012, 21:29

Di questo famoso pezzo di Baden Powell esistono moltissime versioni, ma quella che preferisco resta la "sua", che si può scaricare gratuitamente da quella miniera che è il sito di Brazil on guitar.
Provo a suonarvela in questa mia registrazione di un paio di mesi fa... :) :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

awana
Messaggi: 660
Iscritto il: lun 11 gen 2010, 13:20
Località: Provincia di Modena

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda awana » mar 25 set 2012, 07:36

Interpretazione esemplare di un brano entrato nella storia della musica brasiliana. Ne coglie l'essenza.
Il tuo modo di suonare e' magnifico, ti invidio molto.

rosario1965
Messaggi: 124
Iscritto il: ven 08 gen 2010, 19:31

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda rosario1965 » mar 25 set 2012, 12:20

Complimenti .... è bellissima !

Campan

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda Campan » mar 25 set 2012, 17:12

Esecuzione filologicamente ineccepibile e, in questo senso, davvero impegnativa: riprodurre fedelmente anche certe tipiche irregolarità ritmiche di Baden Powell non dev'essere stato affatto semplice.
Complimenti (anche se con una punta di malinconia per un repertorio che per me si allontana nel tempo :( ): ritmica adeguata ma, al contempo, anche un'efficace modulazione espressiva nelle parti arpeggiate. :casque:
Sì, questa è forse la vera bandiera della 'mùsica popular brasileira'. :ouioui:
Bravo Antonio, oltretutto dimostri una versatilità davvero notevole su diversi generi. :bravo:
Un abbraccio
da Campan :bye:

Avatar utente
antonio3010
Messaggi: 784
Iscritto il: sab 09 gen 2010, 10:51
Località: Firenze

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda antonio3010 » mar 25 set 2012, 23:46

Ragazzi, sono addirittura commosso per le vostre parole :oops: Se fare musica è trasmettere un'emozione, sono felice che qualcosa vi sia arrivato dell'emozione che questo pezzo mi dà tutte le volte che lo ascolto o lo suono, e vi ringrazio :merci:. Vorrà dire che nei momenti di depressione mi andrò a rileggere i vostri generosi commenti per tirarmi sù :) .
Noto con piacere una coincidenza: tutti noi ci siamo iscritti a questo forum praticamente negli stessi giorni: che ci sia uno zodiaco in questo forum che ci rende tutti dello stesso segno a seconda della data di iscrizione, dandoci delle affinità di gusti musicali :roll: ? Mah!
Che dire di questo pezzo? Si è già scritto moltissimo, che il berimbau è uno strumento primitivo che viene dall'Africa ed è stato portato in Brasile dagli schiavi, che evoca nostalgia e desiderio di libertà, e tantissime altre cose. Ma se ci pensiamo bene, questo strumento ha qualcosa in comune con la chitarra: ha una corda tesa su un arco, ha una cassa di risonanza rudimentale, e poco importa, secondo me, che sia uno strumento a percussione e che si suona in tutt'altra maniera. Non vorrei correre troppo con la fantasia, ma è un po' come una chitarra primordiale. E cosa fa Baden Powell? Scrive un pezzo in cui c'è una parte percussiva, con un ritmo così ancestrale e complesso che evoca riti tribali e che imita la ritmica con cui si suona questo strumento, per poi passare a una strofa con una melodia essenziale, poche note ripetute (mi torna in mente un altro grande brasiliano, Tom Jobim, nella sua Samba de uma nota so), che mi fa pensare alla scoperta della melodia (in principio c'era il ritmo, e basta, poi è venuta la melodia, o no?), per poi proseguirecon un refrain raffinato, armonicamente ricco e di grande immediatezza, che ricorda più da vicino la musica dei nostri giorni. E' come se la fantasia di questo grande musicista ci abbia fatto fare in pochi minuti un viaggio di molti millenni. Forse la mia sarà solo suggestione, ma trovo questa musica affascinante anche per questo.
Un abbraccio a tutti, e ancora grazie :discussion: :bye:

Campan

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda Campan » mer 26 set 2012, 05:18

Concordo in pieno con la tua analisi del brano, caro Antonio, e credo che Baden Powell (insieme con l'altro grande 'musico' che fu Antonio Carlos Jobim) sia stato il rappresentante più significativo di quella generazione di artisti che, a cavallo degli anni '50/'60 in Brasile, diede vita a quel genere musicale straordinariamente originale che passerà alla storia con il nome di 'bossa nova' (letteralmente "cosa nuova"). Ne fu certamente l'esponente più completo nella sua capacità di coniugare, all'interno di una ricerca musicale impegnativa e raffinata, il recupero dei ritmi ancestrali di matrice africana (legati alla triste vicenda dello schiavismo negro in sudamerica) con le struggenti melodie della tradizione portoghese trapiantate in Brasile (da cui la celebre 'saudade') e la rielaborazione colta legata allo studio approfondito della musica classica (soprattutto Bach) nel quadro della migliore avanguardia culturale contemporanea (l'esistenzialismo) in Europa (dove soggiornò a lungo, soprattutto in Francia e Germania).
Questa stratificazione musicale complessa -e l'esito fortunato (ma non casuale) della vicenda dei suoi diritti d'autore- consentono alla sua opera di occupare su questo forum di chitarra un posto di primo piano al livello della migliore tradizione classica.
:bye:

awana
Messaggi: 660
Iscritto il: lun 11 gen 2010, 13:20
Località: Provincia di Modena

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda awana » mer 26 set 2012, 07:26

Campan ha scritto:nel quadro della migliore avanguardia culturale contemporanea (l'esistenzialismo


Quello che dici e' verissimo e Baden Powell merita il rilievo avuto nel panorama musicale brasiliano contemporaneo.
Una cosa che non mi e' chiara in quello che hai scritto, e' il rapporto con l'esistenzialismo. Dai libri letti sulla sua
vita (pochi solo due ) e dai molti articoli di giornali, interviste a lui ed ai figli, non ho mai avuto notizia di rapporti
o frequentazioni da parte sua di ambienti esistenzialisti ,ne' francesi (entourage di Sartre), ne' tantomeno tedeschi.
Pur avendo un carattere schivo aveva molti amici legati in particolar modo alla sua attivita'. Se mi puoi dire
qualcosa di piu' ti ringrazio.

Campan

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda Campan » mer 26 set 2012, 15:00

Ciao Awana
mi sono espresso male: non intendevo fare riferimenti storico-filologici precisi, ma soltanto richiamare una temperie culturale tipicamente europea di quegli anni che, a mio parere (come sostenevo qui viewtopic.php?f=41&t=20284&start=30) aveva molto influenzato la musica di Baden Powell, che esprimeva una diversa e particolarissima 'saudade' di ispirazione, secondo me, più esistenzialistica che banalmente 'romantica', più drammatica che sentimentale, più contemporanea insomma. Tutto qui.
Un abbraccio
da Campan :bye:

awana
Messaggi: 660
Iscritto il: lun 11 gen 2010, 13:20
Località: Provincia di Modena

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda awana » gio 27 set 2012, 07:31

Giusto e grazie per la precisazione. Era una realta' culturale molto ampia, basti pensare sempre negli
anni sessanta alla scuola dei cantautori genovesi (di ispirazione francese ).

Avatar utente
gian56
Messaggi: 724
Iscritto il: gio 23 nov 2006, 21:29
Località: GENOVA

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda gian56 » ven 28 set 2012, 09:29

I miei complimenti, ci hai deliziato con questa splendida interpretazione!

Gian :bye:
Amo molto parlare di niente, perchè è l'unica cosa di cui so tutto
Bellafontana 1967, Kohno Special 2005, Giovanetti 2016, D.J. Rubio 1970, A.M. Montero 1989 e 1994, Tobias Braun hauser 2016 e santos hernandez 2016, Adamo Ricci 1964, Camacho Viera 1969

Avatar utente
antonio3010
Messaggi: 784
Iscritto il: sab 09 gen 2010, 10:51
Località: Firenze

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda antonio3010 » sab 29 set 2012, 17:39

Grazie a te , amico gian56, per l'ascolto e il commento.
Vedo che hai un parco chitarre di tutto rispetto, sicuramente segno di una lunga militanza chitarristica! :) :merci: :bye:

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4549
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda Massimo Di Coste » lun 01 ott 2012, 16:21

caro antonio, questa me l'ero persa!!!! complimenti sinceri, hai reso il pezzo davvero alla grandissima :okok: :okok: !!!
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
antonio3010
Messaggi: 784
Iscritto il: sab 09 gen 2010, 10:51
Località: Firenze

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda antonio3010 » lun 01 ott 2012, 20:53

Grazie Massimo!! E pensare che esitavo a postare questo pezzo pensando che fosse un po' troppo fuori dagli schemi, ma vedo, dai commenti degli amici, che invece questo è probabilmente uno dei suoi punti di forza.
Un grazie sincero

massimo banchio

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda massimo banchio » mer 21 ago 2013, 14:44

Questo me lo sono perso anche io !scopro solo ora che il tuo modo di suonare è" profondo come l"acqua, sottile come l"aria ed intenso come il mare!Fantastico !sei un vero artista con A maiuscola. non ti conoscevo ancora , penso che ti seguirò più spesso , mi hai emozionato!un saluto da "el mielito" :D :D
Ultima modifica di massimo banchio il mer 21 ago 2013, 17:09, modificato 1 volta in totale.

prof

Re: Baden Powell - Berimbau

Messaggioda prof » mer 21 ago 2013, 15:42

complimenti , bravo :bravo: prof


Torna a “Audio e Video di musica contemporanea”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 5 ospiti