Signorile, Giorgio - Lasciati avvolgere

dal 1940 ad oggi (Signorile, Alberti, Bottai, Manca, Caruso, Russo…). Le nostre composizioni e improvvisazioni, nonché le nostre interpretazioni di opere per le quali i compositori hanno dato l'autorizzazione alla pubblicazione nel forum.
bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Signorile, Giorgio - Lasciati avvolgere

Messaggio da bardonecchio » mer 02 nov 2016, 11:41

Salve a tutti. Mi fa piacere condividere con voi la mia interpretazione di questo bel brano del Maestro Signorile. Lo studio da pochi giorni per cui perdonate le imperfezioni. Inoltre è registrato da cellulare pertanto la qualità audio è quella che è.
Trovo utilissimo questo brano oltre che molto bello armonicamente e ormai sta diventando parte della mia pratica quotidiana.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6915
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Signorile, Giorgio - Lasciati avvolgere

Messaggio da Giorgio Signorile » mer 02 nov 2016, 16:50

Bella esecuzione, mi piace, bravo. Ti consiglio solo di fare i ritornelli come scritto perchè ti permettono di lavorare, grazie alle ripetizioni, sulle dinamiche, piano/forte, aspro/dolce ecc, sempre per far sì che il pezzo sia anche "esercizio", e vorrei suggerirti anche di non esagerare col rallentato quando questo non sia alla reale fine del brano, nelle altre occasioni rallenta poco, crea il giusto respiro tra una frase e l'altra ma con parsimonia altrimenti "cambi" troppo il senso delle frasi. Ma sono cose da acquisire col tempo e lo studio Musicale, quindi, visto anche il poco tempo dedicato, ancora bravo Bardonecchio!

Gianfranco Cavallaro
Messaggi: 64
Iscritto il: ven 09 set 2016, 12:05

Re: Signorile, Giorgio - Lasciati avvolgere

Messaggio da Gianfranco Cavallaro » mer 02 nov 2016, 17:39

Grazie mille per i suggerimenti, Maestro Signorile!

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Signorile, Giorgio - Lasciati avvolgere

Messaggio da bardonecchio » mer 02 nov 2016, 17:44

Grazie mille, Maestro! È un piacere e un onore ricevere indicazioni direttamente dal compositore, che personalmente apprezzo moltissimo! Normalmente eseguo i ritornelli ma stamattina quando ho registrato ho agito in maniera estemporanea! Anche i rallentando appartengono a questo carattere estemporaneo e riconosco la necessità di riservarli per la parte conclusiva nella quale hanno un senso vero e proprio. Ho voluto dare una lettura più "lirica" che tecnica al brano perché secondo me ci sta soprattutto per la linea melodica del basso, però vorrei anche velocizzarlo man mano per arrivare ad una lettura più simile alla sua o a quella del Maestro Materazzo che ho ascoltato su cd. È un brano versatile che si presta a più letture, e questo credo sia tipico della musica scritta in maniera intelligente, come la sua. Grazie ancora per i preziosi suggerimenti, dei quali farò tesoro, Maestro Signorile!

bardonecchio
Messaggi: 130
Iscritto il: sab 22 mar 2014, 20:03

Re: Signorile, Giorgio - Lasciati avvolgere

Messaggio da bardonecchio » ven 04 nov 2016, 15:23

Ho approfondito ulteriormente la pratica del brano cercando di fare tesoro dei suggerimenti preziosi del Maestro Signorile, eseguendo tutti i ritornelli ed evitando i rallentando se non alla fine e inoltre cercando di variare le dinamiche e il timbro sonoro fra la prima volta e la ripetizione del ritornello. Adesso il brano effettivamente suona molto più pieno dal punto di vista musicale, mentre nella registrazione qui postata appare più chiaramente nella sua veste di esercizio tecnico sull'arpeggio.
Tra l'altro studiandolo più approfonditamente ho potuto notare che anche la mano sinistra è molto coinvolta dal punto di vista tecnico e lavorando sopra in maniera attenta la fluidità del brano migliora moltissimo. Invece se ci si concentra più sulla mano destra come arpeggio si perde un po' di fluidità. Insomma, come al solito l'apprendimento di un brano è graduale e porta al risultato solo poco per volta.
Appena riuscirò posterò una nuova versione che testimoni questa evoluzione nella mia versione.

Torna a “Audio e Video di musica contemporanea”