Ma del mignolo destro che ne faccio?

Ahi! Ahi! Posture ed ergonomia del Chitarrista.
Questa sezione è dedicata alla discussione relativa ai dolori alle braccia, alle mani alla schiena che spesso affliggoni i chitarristi.
guarino pasquale
Messaggi: 105
Iscritto il: ven 05 lug 2013, 22:35

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da guarino pasquale » ven 26 lug 2013, 22:02

secondo me del mignolo destro non ne devi fare propio niente,anzi mi permetto didare un modesto consiglio ,se questo dito ti da' fastidio perche'rigido piegalo e legalo con un piccolo elastico quando suoni, vedrai che dopo poco tempo non avrai piu' questo disagio.

Roberto Fiordaliso

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da Roberto Fiordaliso » dom 02 feb 2014, 14:27

Riapro questa discussione per dire che anche a me il mignolo della destra si distende mentre suono.

A me non da fastidio, anzi se provo a fermarlo o legarlo muovo molto male l'anulare.

Lascio tutto così o dovrei comunque correggerlo?

Avatar utente
alberto57
Messaggi: 176
Iscritto il: mer 26 nov 2008, 23:19
Località: firenze

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da alberto57 » dom 02 feb 2014, 21:54

Non credo sia importante che il mignolo stia dritto o piegato, basta che la sua posizione non crei tensioni innaturali. Forse e' bene renderlo attivo, in un qualche modo, per evitare appunto che, intorpidendosi, ostacoli l' azione delle altre dita. Piu' che a scale e arpeggi penserei ad esercizi sul rasgueado, dove in effetti il mignolo ha una sua ragion d' essere. :bye:
"come va?"
-ah, meglio di cosi ' non potrebbe andare! -
"amico mio, non ti facevo tanto pessimista"

Roberto Fiordaliso

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da Roberto Fiordaliso » lun 03 feb 2014, 14:47

alberto57 ha scritto:Non credo sia importante che il mignolo stia dritto o piegato, basta che la sua posizione non crei tensioni innaturali. Forse e' bene renderlo attivo, in un qualche modo, per evitare appunto che, intorpidendosi, ostacoli l' azione delle altre dita. Piu' che a scale e arpeggi penserei ad esercizi sul rasgueado, dove in effetti il mignolo ha una sua ragion d' essere. :bye:
Da oggi faccio qualche minuto di pseudo rasgueado con il mignolo e poi prima di iniziare a fare gli esercizi lo lego con un pezzetto di scotch.

Tra qualche settimana proverò a toglierlo e scriverò i risultati/differenze.

adisimone401
Messaggi: 16
Iscritto il: dom 28 giu 2015, 07:07
Località: Roma

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da adisimone401 » gio 07 gen 2016, 23:14

Qualcuno sa darmi qualche riferimento per esercizi specifici sull'uso del mignolo della mano destra?

Grazie .
Antonio

Patrizio
Messaggi: 4
Iscritto il: gio 29 dic 2016, 21:20
Località: Prato

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da Patrizio » ven 30 dic 2016, 21:12

Ciao a tutti, sono nuovo del forum dato che mi sono iscritto ieri sera. Studio con continuità ( 1 ora e mezzo al giorno) chitarra classica frequentando una scuola di musica pratese da circa 1 anno e mezzo. non ho grandi difficoltà, complesso sono abbastanza soddisfatto ma c'è una cosa che gradierei capire meglio. Il mignolo della mano destra tende a piegarsi all'indietro, talvolta in modo accentuato, tanto che in qualche passaggio mi determina problemi anche all'anulare.Ho letto sul forum che su questo argomento si è detto in abbondanza, compreso su alcuni esercizi che aiuterebbero ad ovviare al problema. Attualmente, su suggerimento del maestro, sto riprendendo i 120 arpeggi di Giuliani, proprio dalla pagina 1, eseguendo gli esercizi molto , molto lentamente, avendo cura di rilassare al massimo la mano destra. Così anche per alcuni pezzi. Sempre molto , molto lentamente proprio per distinguere i movimenti delle singole dita. Pare che la lentezza dell'esecuzione giovi anche al mio mignolo. Chiedo se questo approccio al problema può essere corretto, se ciò mi può aiutare nel lungo periodo e magari addirittura se qualcuno può darmi suggerimenti o esercizi atti a migliorare ulteriormente il lavoro che sto facendo. Grazie. :bye:

Alex_Guitar
Messaggi: 31
Iscritto il: mar 08 nov 2016, 12:52

Re: Ma del mignolo destro che ne faccio?

Messaggio da Alex_Guitar » sab 28 gen 2017, 09:48

Mi ero sempre chiesto se ci fosse qualche esercizio per poter sviluppare anche l'utilizzo di questo dito. Effettivamente è una pena per noi chitarristi limitarci all'uso di sole otto (beh nove dai) dita. Non conoscevo l'uso nelle scale di segovia ma mi andrò ad informare subitissimo :)

Torna a “Posture ed ergonomia del Chitarrista”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti