Impossibile senza maestro?

Ahi! Ahi! Posture ed ergonomia del Chitarrista.
Questa sezione è dedicata alla discussione relativa ai dolori alle braccia, alle mani alla schiena che spesso affliggoni i chitarristi.
seven

Impossibile senza maestro?

Messaggio da seven » mer 12 mag 2010, 18:47

Ciao a tutti.
Da poche settimane ho deciso di imparare la chitarra classica e per far questo sto mettendo a frutto i miei tre anni di solfeggio e teoria musicale imparati contestualmente allo studio dal sax.

Mi sto affidando principalmente ad un metodo per principianti di Ruggero Chiesa e mi sembra vada tutto bene ma, per l'appunto, "mi sembra".
Non essendo del tutto pivello in musica, so quanto è importante la corretta impostazione iniziale, e se avessi tempo e denari andrei da un Maestro. Secondo voi, c'è possibilità di farcela da soli?
Io ho visto decine di persone comuinciare il sax da autodidatti, ma puntualmente lo strumento finiva in soffitta dopo 2-3 settimane, e ciò che restava era tanta delusione. Potrei fare la stessa fine? :chaud:

Io siedo piuttosto in punta, uso il poggiapiede, schiena dritta, paletta quasi ad altezza spalla e il polso destro fa un angolo con l'avambraccio di 30°. Naturalmente non artiglio le dita e comunque mi sento molto rilassato, pensate vada più o meno bene?

Freebooter

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Freebooter » mer 12 mag 2010, 19:07

Non è impossibile.
Solo che con l'aiuto di un maestro si fa prima in quanto dententore di esperienze che il principiante non possiede.
Resta di fatto una cosa fattibile. Traltro ci sono tanti trattati interessati che potrebbero giovare allo scopo e tra i tanti mi sento di consigliarti quello del M° Gilardino.
Per quanto riguarda il caso "strumento in soffitta", penso che ci sarebbe arrivato (lo strumento) anche se avessero preso lezioni da un maestro, studiare uno strumento è una cosa impegnativa e chi pensa che sia facile come fumare una pipa finisce per smettere presto.

Giovanni Mascia

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Giovanni Mascia » mer 12 mag 2010, 20:58

Caro seven,
personalmente ritengo che il maestro sia fondamentale ma non indispensabile. E che si possa riuscire anche senza. Con difficoltà maggiori e risultati più lenti e magari più modesti. Ma altrettanto sicuri, specialmente se si può contare su una buona cultura musicale di base, e sulla necessaria determinazione.
Del resto i grandi (Segovia, Giuliani, Sor, tanto per fare qualche nome) non so se per civetteria, si dichiarano tutti autodidatti...
Auguri!
:okok:

tullo

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da tullo » gio 13 mag 2010, 08:54

Anch'io ho cominciato con il sax ed ho imparato con un ottima maestra, poi ho avuto la fortuna di avere qualche lezione da un certo Steve Grossman e dall'amico Piero Odorici, poi ho traslocato in un condominio, prima vivevo in una casa praticamente da solo, e pian piano lo strumento l'ho abbandonato, perchè in effetti il tenore spinge ed anche il soprano, ma sono sempre li e .... un giorno o l'altro....
Per venire alla chitarra io ritengo che il Maestro sia non necessario, ma indispensabile. La sua funzione è quella di guidarti verso un suono e verso una espressione che contrariamente non riuscirai a trovare, di correggere ogni tuo errore tecnico e di accompagnarti passo passo con brani adeguati alla tua evoluzione musicale, ho suonato chitarra acustica per tanti anni poi sono passato alla classica da autodidatta, ma ad un certo punto ho incontrato un muro oltre al quale da solo non sono riuscito ad andare e gli errori che mi ero "costruito" nessuno me li avrebbe più tolti così alla fine ho abbandonato lo strumento (ed ho iniziato a studiare il sax), poi mi moglie un paio d'anni fa a Siviglia mi ha regalato una chitarra classica di liuteria - sapeva che era un mio sogno nel cassetto - e così ho ricominciato con la classica, ma per prima cosa ho cercato un maestro.
Pensaci, un'ora alla settimana almeno non è poi così impegnativo.
Ciao

seven

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da seven » gio 13 mag 2010, 16:48

Ti ringrazio... sono certissimo che le tue parole sono sacrosante, ma gestire due strumenti, nella mia situazione poi, non è proprio facile. Tralaltro il sax non vuole essere trascurato perchè, come ben saprai, l'imboccatura la si perde in fretta. Non è detta l'ultima parola comunque, ma per ora, dovrò fare da me.

Curiosità. Mi domando... i Maestri di chitarra sono cari come quelli di sax? :(

tullo

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da tullo » gio 13 mag 2010, 16:57

seven ha scritto: Curiosità. Mi domando... i Maestri di chitarra sono cari come quelli di sax? :(
Io spendo € 15 per 1 ora di lezione e mi sembra ragionevole.
Ciao

seven

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da seven » gio 13 mag 2010, 21:01

Si... se il Maestro è bravo direi che ci stanno 15€

Avatar utente
Filippo De Bellis
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 199
Iscritto il: mer 20 gen 2010, 20:25
Località: Caluso - Torino

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Filippo De Bellis » dom 30 mag 2010, 15:13

Credo che l'aiuto di un maestro è senz'altro utile, se non altro per un confronto dialettico.
Inoltre ti puoò fare un programma di studio personalizzato a seconda del tuo livello e dei tuoi obiettivi.

ciao

Marco Arrigoni

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Marco Arrigoni » mar 01 giu 2010, 20:25

Ciao, anch'io avevo iniziato da autodidatta, ora suono con un maestro. Devo dirti che così è tutto molto più semplice e rapido da imparare, soprattutto non rischi di perdere tempo inutilmente utilizzando un'impsotazione sbagliata, cosa molto probabile partendo da zero e soprattutto i consigli del maestro sono "ad personam" cosa che nessun metodo riesce a darti.

Ciao ciao

Mauro Moschelli

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Mauro Moschelli » dom 06 giu 2010, 12:03

Sono daccordo sul fatto che un maestro ti aiuta a crescere più in fretta, evita impostazioni sbagliate ecc.

Io sono autodidatta e dedico anche pochissimo tempo allo studio, ma il mio obiettivo è poter passare il poco tempo disponibile a suonare, tanto per passare il tempo. Siccome mi piace la musica classica e fin da giovane strimpello la chitarra da accompegnamento, il passo è stato naturale.

Sapevo fin dall'inizio che in questo modo non avrei potuto mai raggiungere livelli decenti, ma gli impegni mi impediscono di dedicarmi con costanza allo studio e quindi anche il prendere lezioni sarebbe stato vanificato dal poco studio.

In conclusione ritengo che tutto dipenda dagli obiettivi personali di crescita con lo strumento.

Un saluto a tutti
Mauro

mercuzio

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da mercuzio » lun 07 giu 2010, 14:10

c'era un chitarrista classico nella mia città che, essendo autodidatta, suonava con una chitarra avente i bassi al posto dei cantini e viceversa ed il bello è che fu anche ammesso al conservatorio O.O

comunque, apparte questi casi sporadici, ti consiglio vivamente un maestro. te lo dice uno che all'ìinizio è stato seguito da un maestro, per poi passare da autodidatta, per poi continuare con un altro maestro XD

ciaoooooo

Avatar utente
Amerigo Rivieccio
Messaggi: 368
Iscritto il: lun 04 mag 2009, 15:40
Località: Roma

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Amerigo Rivieccio » mer 09 giu 2010, 12:06

mercuzio ha scritto:c'era un chitarrista classico nella mia città che, essendo autodidatta, suonava con una chitarra avente i bassi al posto dei cantini e viceversa ed il bello è che fu anche ammesso al conservatorio O.O
Anche la leggendaria Libba Cotten suonava così, ed ha messo a terra alcune pietre miliari del folk, da Freight Train a Shake Sugaree, ed in più ha cominciato l'attività concertistica passati i 60 anni e vinto un grammy dopo gli 80. L'inversione delle corde portava a suonare la linea melodica col pollice ed i bassi alternati con le dita con una sonorità talmente caratteristica da avere un nome, il Cotten Pick.

Però per una Cotten (che comunque faceva folk e non classica) ci sono centinaia di anonimi che mollano dopo essersi perduti nei meandri delle sei corde.
Mille e mille volte meglio avere un maestro di riferimento, all'inizio almeno settimanalmente, che registri gli sbandamenti della tecnica.

in bocca al lupo

mercuzio

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da mercuzio » mer 09 giu 2010, 14:50

sisi amerigo..anche lo stesso hendrix suonava in quel modo...tuttavia siamo in contesti "non accademici" ed il mio era solamente un esempio ironico per sottolineare l'importanza di un maestro per un chitarrista alle prime armi :D:D :bye:

Gebeth

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da Gebeth » mer 09 giu 2010, 16:32

Riporto la mia esperienza.
Dopo aver suonato 20 anni di tutto (quindi un po' di preparazione musicale ce l'avevo) decido di iniziare la chitarra classica. In 3 anni da solo ho letteralmente vagato. Dopo il 3° anno sono andato da un Maestro.
Giuro, al termine della prima lezione, ho visto e capito cose che non avrei MAI raggiunto da solo.
Al termine della seconda lezione avevo incamerato stabilmente COME muovere le dita correttamente e altre cose ancora. In 3 anni da solo non l'avevo mai capito realmente.
Pensa che sono stato fermo un anno, ma quando ho ripreso la chitarra mi è bastato poco per rimettermi nei parametri minimi, cosa che in 3 anni da solo non avevo mai capito, e questo grazie alll'impostazione generale che mi aveva dato il mio Maestro.
La chitarra classica è troppo particolare rispetto ad altri generi. Ecco perchè per me un Maestro è fondamentale e indispensabile per iniziare. Soprattutto per iniziare.
Per non parlare di quello che si studia e come lo si studia.
E se poi trovi di fronte pure una persona eccezionale, come è capitato a me, hai fatto 13!

:bye:

mercuzio

Re: Impossibile senza maestro?

Messaggio da mercuzio » mer 09 giu 2010, 16:37

sono d'accordo con gaetano...nel periodo tra i due periodi (scusate ripetizione) in cui ero seguito da un maestro, quindi nel periodo che ero autodidatta, credevo di aver raggiunto un buon livello.....alla prima lezione con il nuovo maestro ho realizzato che avevo un suono rozzo e ho imparato (sempre nella prima lezione) tanti piccoli accorgimenti che non avrei mai pensato esistessero nemmeno!!!!
:bye:

Torna a “Posture ed ergonomia del Chitarrista”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite