Nuova terapia per la distonia focale

Ahi! Ahi! Posture ed ergonomia del Chitarrista.
Questa sezione è dedicata alla discussione relativa ai dolori alle braccia, alle mani alla schiena che spesso affliggoni i chitarristi.
bebop76

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da bebop76 » ven 22 feb 2008, 08:32

Easattamente mentre per le dita i muscoli si chiamano flessori ed estensori.
Comunque non sono d'accordo che c'e' poco da fare.....bisogna reiniziare da zero.Rieducare il cervello a distinguere bene i due movimenti (flessione e estensione).Per fare questo ci vuole molta pazienza ma sopratutto molta concentrazione.
Quando li eseguivo io cercavo di far partire il movimento dal cervello,cercare qualunque sensazione che mi collegasse la sensazione al movimento corretto....e poi (FONDAMENTALE) la rilassatezza: cercare di tenere la manon il piu rilassata possibile.
A questo proposito vorrei dirti di controllare le dita che non partecipano al monvimento e nel tuo caso sopratutto il mignolo.
Attenzione che se si irrigidisce o si chiude troppo e' indice di troppa tensione nella mano.

:bye:

andreadecu

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da andreadecu » ven 22 feb 2008, 20:54

Ho letto parecchi messaggi a proposito di questo disturbo che si manifesta in modo molto evidente (forse dovrei dire devastante) nei musicisti. Il mio maestro di chitarra ne ha subito le conseguenze, ma dopo aver conosciuto i professionisti della clinica di terrassa (Spagna) non solo è guarito, ma suona meglio di prima. A quanti siano affetti da questo terribile disturbo motorio, rivolgo l'invito a visitare il suo sito web, in particolare laddove descrive il suo percorso di guarigione.
Una via d'uscita c'è, per tutti. ***

bebop76

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da bebop76 » sab 23 feb 2008, 00:38

andreadecu ha scritto:Ho letto parecchi messaggi a proposito di questo disturbo che si manifesta in modo molto evidente (forse dovrei dire devastante) nei musicisti. Il mio maestro di chitarra ne ha subito le conseguenze, ma dopo aver conosciuto i professionisti della clinica di terrassa (Spagna) non solo è guarito, ma suona meglio di prima. A quanti siano affetti da questo terribile disturbo motorio, rivolgo l'invito a visitare il suo sito web, in particolare laddove descrive il suo percorso di guarigione.
Una via d'uscita c'è, per tutti. ***
Qual'e' il sito??

paolosuperbike

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da paolosuperbike » mer 27 feb 2008, 12:57

ciao a tutti , eccomi qui , sono di partenza per Terrassa, domani sera alle 9.30 ho il volo...volevo chiedere ad Andrea che tipo di disturbo aveva il tuo maestro di chitarra... e dopo quanto tempo è riuscito a risolverlo.. :?: :?:

paolosuperbike

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da paolosuperbike » gio 28 feb 2008, 16:00

bebop76 ha scritto:Easattamente mentre per le dita i muscoli si chiamano flessori ed estensori.
Comunque non sono d'accordo che c'e' poco da fare.....bisogna reiniziare da zero.Rieducare il cervello a distinguere bene i due movimenti (flessione e estensione).Per fare questo ci vuole molta pazienza ma sopratutto molta concentrazione.
Quando li eseguivo io cercavo di far partire il movimento dal cervello,cercare qualunque sensazione che mi collegasse la sensazione al movimento corretto....e poi (FONDAMENTALE) la rilassatezza: cercare di tenere la manon il piu rilassata possibile.
A questo proposito vorrei dirti di controllare le dita che non partecipano al monvimento e nel tuo caso sopratutto il mignolo.
Attenzione che se si irrigidisce o si chiude troppo e' indice di troppa tensione nella mano.

:bye:
..bè il rilassamento della mano riesco a ottenerlo ma quella sensazione di sfarfallamento mentre pettro persiste, e poi il dito che tende a rientrare non è il mignolo ma il medio, per questo devo bloccarlo col tutore... la sensazione di sfarfallamento la noto anche spostando il mouse del computer e scrivendo... è tutto il mio avambraccio che è distonico..dovrei amputarlo :lol:

fabriziobianchini

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da fabriziobianchini » mer 19 mar 2008, 22:57

Quanto costa la visita di controllo che si deve fare dopo un mese?

paolosuperbike

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da paolosuperbike » gio 20 mar 2008, 11:41

fabriziobianchini ha scritto:Quanto costa la visita di controllo che si deve fare dopo un mese?
la visita di controllo costa 90 Euro, io ho già fatto la prima, ora devo fare la seconda il 17 di aprile...

fabriziobianchini

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da fabriziobianchini » dom 23 mar 2008, 14:54

A paolosuperbike forse ci siamo visti per un attimo proprio alla clinica sei quello di Pescara??? Quando sei venuto a fare la prima visita di controllo. Io sto facendo gli esercizi da quasi un mese e per ora i risultati sono nulli spero che in futuro qualche cosa succederà. A te come va?

paolosuperbike

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da paolosuperbike » lun 24 mar 2008, 02:00

fabriziobianchini ha scritto:A paolosuperbike forse ci siamo visti per un attimo proprio alla clinica sei quello di Pescara??? Quando sei venuto a fare la prima visita di controllo. Io sto facendo gli esercizi da quasi un mese e per ora i risultati sono nulli spero che in futuro qualche cosa succederà. A te come va?
Ciao si sono io quello di pescara, ci siamo visti li il 7 marzo, io ero alla prima visita di controllo, te anche? io sto facendo gli esercizi da due mesi ormai e anche a me i risultati sono nulli, se provo a suonare un mio pezzo la mano mi sfarfalla e mi sa che mi sta prendendo anche al mano sinistra, dopo un pò che mi alleno sui legati sento l'anulare che va per cazzi suoi...porca puttana no, anche a sinistra no... puttana evaaa!!

sfx5nat

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da sfx5nat » sab 29 mar 2008, 19:01

ammetto di non aver mai sentito parlare prima di questo problema e questo mi dà un'ulteriore conferma di essermi iscritto ad un forum più che interessante.al momento non credo di aver mai sofferto di DF,semmai ho sempre accusato dei miei dolori il poco allenemento e un doppio trauma al pollice sinistro che mi impedisce di esercitare molta forza sul manico,per cui chitarre "morbide" e action quanto più bassa possibile.ma questa è un altra storia.grazie ancora per gli ottimi consigli

crew

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da crew » lun 31 mar 2008, 19:32

grazie K. per avermi fatto capire tante cose anche se non mi è ancora chiaro se è una patologia che colpisce in particolar modo i chitarristi o capita in egual modo a tutte la persone

Emiliano A.

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da Emiliano A. » sab 12 apr 2008, 12:58

Ciao a tutti mi chiamo Emiliano,sono un batterista,ed ho la distonia dal '97. Dopo mille tentativi e mille medici, sono ormai da anni in cura Presso l'Ospedale Maggiore a Milano (io sono di Roma) e posso dirmi soddisfatto dei risultati finora raggiunti. Posso infatti suonare di nuovo ed il momento peggiore è ormai lontano... Attualmente faccio, ogni 6/9 mesi, delle infiltrazioni di tossina botulinica, ma in passato ho recuperato anche con altri metodi ( Tutori, stretching, etc...). Non sono riuscito ad arrivare ancora al cento per cento, e quando l'effetto della tossina si sta per esaurire è sempre un guaio (io suono di professione....). Vorrei sapere di più sulla clinica di Terrassa...

1) Quanto costa "tutto compreso"

2) Per fare il ciclo degli esercizi quotidiani quanto si impiega?


3) DOMANDA IMPORTANTE: si può, suonare una volta iniziata la terapia, oppure l'unico contatto con lo strumento deve avvenire attraverso gli esercizi? Mi spiego. Quando ho fatto alcuni tipi di riabilitazione motoria, potevo "studiare" solo per eseguire gli esercizi stessi, altrimenti (suonando per conto mio con la postura sbagliata) avrei, dicevano, compromesso la "riscrittura" cerebrale dei movimenti. Anche con la terapia di Terrassa è così? Io, onestamente, non potrei permettermi di stare fermo, che sò, per un anno aspettando i benefici della terapia stessa...

4) Si hanno STIME della percentuale EFFETTIVA di guarigione da parte di persone ritornate da questo luogo?

Sarò grato COL CUORE a chiunque volesse rispondermi, possibilmente alla luce della propria esperienza a Terrassa.
Ciao, Emiliano

Cagliu

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da Cagliu » mar 22 apr 2008, 13:15

ciao io nn so che cosa ho!!! so solo che i miei muscoli di molte parti del corpo si contraggono involontariamente... è solo un pò fastidioso , ma non mi dà problemi mentre suono!!!
Secondo voi è distonia o sono semplici crampi???

Ad esempio al collo nella pancia sulla palpebra l' interno del piede.... sono irrevcuperabile

paolosuperbike

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da paolosuperbike » mar 29 apr 2008, 12:13

Emiliano A. ha scritto:Ciao a tutti mi chiamo Emiliano,sono un batterista,ed ho la distonia dal '97. Dopo mille tentativi e mille medici, sono ormai da anni in cura Presso l'Ospedale Maggiore a Milano (io sono di Roma) e posso dirmi soddisfatto dei risultati finora raggiunti. Posso infatti suonare di nuovo ed il momento peggiore è ormai lontano... Attualmente faccio, ogni 6/9 mesi, delle infiltrazioni di tossina botulinica, ma in passato ho recuperato anche con altri metodi ( Tutori, stretching, etc...). Non sono riuscito ad arrivare ancora al cento per cento, e quando l'effetto della tossina si sta per esaurire è sempre un guaio (io suono di professione....). Vorrei sapere di più sulla clinica di Terrassa...

1) Quanto costa "tutto compreso"

2) Per fare il ciclo degli esercizi quotidiani quanto si impiega?


3) DOMANDA IMPORTANTE: si può, suonare una volta iniziata la terapia, oppure l'unico contatto con lo strumento deve avvenire attraverso gli esercizi? Mi spiego. Quando ho fatto alcuni tipi di riabilitazione motoria, potevo "studiare" solo per eseguire gli esercizi stessi, altrimenti (suonando per conto mio con la postura sbagliata) avrei, dicevano, compromesso la "riscrittura" cerebrale dei movimenti. Anche con la terapia di Terrassa è così? Io, onestamente, non potrei permettermi di stare fermo, che sò, per un anno aspettando i benefici della terapia stessa...

4) Si hanno STIME della percentuale EFFETTIVA di guarigione da parte di persone ritornate da questo luogo?

Sarò grato COL CUORE a chiunque volesse rispondermi, possibilmente alla luce della propria esperienza a Terrassa.
Ciao, Emiliano
Ciao Emiliano sono Paolo, sono chitarrista, suono in stile steve vai joe satriani vinnie moore Ritchie Kotzen etc.. compongo pezzi miei strumentali per chitarra, ma dal 2002 il mio problema purtroppo è sulla mano destra, per intenderci sulla plettrata.. quando devo plettrare velocemente purtroppo la mano mi sfarfalla, è come impazzita va letteralmente per cavoli suoi...ciò è causato dal fatto che i muscoli del mio avambraccio destro e cioè il pronatore e il supinatore ormai sono andati in iperattività..anche io ho provato a fare delle iniezioni di tossina botulinica nell'avambraccio ma non c'è stato nulla da fare, suonare era sempre un disastro e tutto ciò che ho ottenuto dalla tossina solo un generale indebolimento dell'avambraccio e della stretta della mano destra meno forte, ora ti dico che ho provato a fare il trattamento a Terrassa di due settimane in gennaio, ho speso 2900 euro, sono tre mesi, (sto iniziando il quarto mese),che faccio la terapia ma i risultati sono lentissimi, qualche cosa sto vedendo ma non sono in grado di suonare a velocità reale per cui i miei brani devo suonarmeli a velocità ridotta.. dopo aver fatto gli esercizi giornalieri è consentito suonare liberamente ma a una velocità che ti permette di suonare correttamente, mai a velocità reale..giornalmente io sto quattro ore a fare la terapia, bisogna fare prima degli esercizi di stratching, poi degli esercizi di indipendenza delle dita su una tastiera del computer con un tutore alla mano (questo per quanto riguarda i chitarristi i pianisti, i violinisti, per i batteristi non lo so) e poi gli esercizi di riabilitazione motoria sullo strumento con il tutore... ogni 40 giorni si fa la visita di controllo li a Terrassa durante la quale si cambia anche il programma riabilitativo che dovrai fare per i prossimi 40 giorni, e la visita costa 90 euro..si lo so è pesante andare li a Terrassa ogni 40 giorni, ma non c'è altra alternativa.. io a gennaio ho deciso di fare questa terapia perchè ormai per me rappresentava l'ultima spiaggia, era l'ultimo tentativo da fare.. qui in italia purtroppo non si può tentare niente al di fuori della tossina botulinica..ciao fammi sapere. Paolo

paolosuperbike

Re: Nuova terapia per la distonia focale

Messaggio da paolosuperbike » mar 29 apr 2008, 12:31

crew ha scritto:grazie K. per avermi fatto capire tante cose anche se non mi è ancora chiaro se è una patologia che colpisce in particolar modo i chitarristi o capita in egual modo a tutte la persone
la distonia è una malattia per la quale devi avere una certa predisposizione genetica...se non hai nessuna predisposizione genetica potrai suonare tranquillo per tutta la vita...ciao Paolo

Torna a “Posture ed ergonomia del Chitarrista”