supporto anzichè poggiapiede...

Ahi! Ahi! Posture ed ergonomia del Chitarrista.
Questa sezione è dedicata alla discussione relativa ai dolori alle braccia, alle mani alla schiena che spesso affliggoni i chitarristi.
blackleft

supporto anzichè poggiapiede...

Messaggioda blackleft » ven 26 mag 2006, 11:20

Sto sperimentando in questi giorni l'utilizzo di un supporto a ventose da applicare alla chitarra in alternativa al poggiapiede tradizionele e devo dire che sono rimasto molto colpito dalla comodità: utilizzavo il poggiapiede molto alto costringendo la colonna vertebrale ad una piccola torsione che alla lunga mi faceva soffrire di indolenzimenti e dolori fra le scapole, mentre con il supporto posso variare l'inclinazione dello strumento rimanendo nella stessa posizione... voi cosa ne pensate l'avete mai utilizzato?
L'unico dubbio che ho e' che alla lunga sulle fasce attaccare e staccare ogni volta le ventose ...

Capo d'Astro

Re: supporto anzichè poggiapiede...

Messaggioda Capo d'Astro » ven 26 mag 2006, 12:58

blackleft ha scritto:Sto sperimentando in questi giorni l'utilizzo di un supporto a ventose da applicare alla chitarra in alternativa al poggiapiede tradizionele e devo dire che sono rimasto molto colpito dalla comodità: utilizzavo il poggiapiede molto alto costringendo la colonna vertebrale ad una piccola torsione che alla lunga mi faceva soffrire di indolenzimenti e dolori fra le scapole, mentre con il supporto posso variare l'inclinazione dello strumento rimanendo nella stessa posizione... voi cosa ne pensate l'avete mai utilizzato?
L'unico dubbio che ho e' che alla lunga sulle fasce attaccare e staccare ogni volta le ventose ...


Usato...meraviglioso, comodissimo...ma da staccare e riattaccare ogni volta
e' un po' scocciante. Esiste il modello Gitano che si piega in maniera da non doverlo staccare...ma attenzione perche' le ventose possono lasciare tracce sulla vernice in caso di gran caldo. Ho visto con i miei occhi una Kwakkel con queste tracce.

velabianca

Re: supporto anzichè poggiapiede...

Messaggioda velabianca » ven 26 mag 2006, 14:13

Massimo Calligaro ha scritto:
blackleft ha scritto:Sto sperimentando in questi giorni l'utilizzo di un supporto a ventose da applicare alla chitarra in alternativa al poggiapiede tradizionele e devo dire che sono rimasto molto colpito dalla comodità: utilizzavo il poggiapiede molto alto costringendo la colonna vertebrale ad una piccola torsione che alla lunga mi faceva soffrire di indolenzimenti e dolori fra le scapole, mentre con il supporto posso variare l'inclinazione dello strumento rimanendo nella stessa posizione... voi cosa ne pensate l'avete mai utilizzato?
L'unico dubbio che ho e' che alla lunga sulle fasce attaccare e staccare ogni volta le ventose ...


Usato...meraviglioso, comodissimo...ma da staccare e riattaccare ogni volta
e' un po' scocciante. Esiste il modello Gitano che si piega in maniera da non doverlo staccare...ma attenzione perche' le ventose possono lasciare tracce sulla vernice in caso di gran caldo. Ho visto con i miei occhi una Kwakkel con queste tracce.



Piu' che il problema delle ventose da riposizionare ogni volta è che con l'ergoplay si perde il full contact con lo strumento.
E' vero che spariscono i doloretti legati alla torsione del busto, però "abbracciare" la chitarra permette di "sentire" il suono in un modo diverso, insomma è un po' come se anche il corpo diventasse parte della cassa di risonanza.
E' per questo motivo che ora sono tornata a suonare col classico poggiapiede...


Velabianca

Magic Guitar

Messaggioda Magic Guitar » ven 26 mag 2006, 15:30

Anch'io sono per il metodo tradizionale del poggia piede per i motivi indicati da Velabianca. Basta mantenere una postura corretta! No mal di schiena anche dopo 3 ore di chitarra. E' importante eliminare qualsiasi torsione o incurvamento della schiena o sforzi innaturali.

magic guitar

blackleft

Messaggioda blackleft » ven 26 mag 2006, 15:57

Anche a me piace avere pieno contatto con lo strumento, pero' per ora sperimento questo sistema e vediamo... e' anche vero che comunque se voglio vedere la tastiera devo comunque girare il collo. Mi sto' sforzando anche a mantenere una postura il piu' simmetrica possibile perche' nonostante utilizzi l'ergoplay dopo qualche minuto mi ritrovo per abitudine ad essere girato piu' a sinistra e a portare leggermente in avanti la spalla destra . Nel mio caso comunque utilizzando il supporto sembra che la chitarra suoni di più in termini di volume sonoro... forse e' solo un'impressione dovuta al leggero cambio di posizione rispetto alla buca e quindi il suono mi arriva da una direzione diversa ...

Magic Guitar

Messaggioda Magic Guitar » ven 26 mag 2006, 16:17

Blackleft

a mio modestissimo parere, ed i maestri potranno confermare o smentire, mantenendo una posizione ben eretta, senza incurvare la schiena per vedere i tasti per intenderci, i riferimenti li hai sempre perchè le barrette dei tasti sono sempre visibili. Non vedi le corde, ma questo non deve essere necessario perchè con la pratica, le corde, con la MS, le devi prendere ad occhi chiusi.

La testa sì, è ruotata verso la sinistra di quel tanto che basta, ma con la postura corretta non deve assolutamente crearti problemi.

ciao

magic guitar

Capo d'Astro

Re: supporto anzichè poggiapiede...

Messaggioda Capo d'Astro » ven 26 mag 2006, 17:40

velabianca ha scritto:Piu' che il problema delle ventose da riposizionare ogni volta è che con l'ergoplay si perde il full contact con lo strumento.


Devo dire che era la cosa che piu' mi piaceva dell'Ergoplay, avevo la sensazione di concentrare l'azione sulle due estremita' e inoltre poter mettere
entrambi i piedi a terra mi dava un equilibrio senza precedenti. Non amo muovervi troppo quando suono, cerco di ridurre i movimenti al minimo e con l'Ergoplay ci riuscivo con molta piu' facilita'.
Ora che ne parlo...mi viene voglia di riprenderlo...anzi, vado subito...magari riesco a ricordarmi perche' ho smesso di utilizzarlo.

velabianca

Re: supporto anzichè poggiapiede...

Messaggioda velabianca » ven 26 mag 2006, 22:44

.........
Ultima modifica di velabianca il mer 19 dic 2007, 15:38, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4549
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Messaggioda Massimo Di Coste » sab 27 mag 2006, 06:26

Credo sia pressochè impossibile mantenere una posizione dritta della schiena durante la pratica esecutiva.... :roll: ! tutti noi tendiamo, chi più che meno, ad andare con il tronco e la schiena verso la paletta, è normale...! questa è una cosa che ho sempre notato, anche quando mi è capitato di osservare concertisti rinomati! ho un video di pepe romero (70 anni, circa....) che mentre suona è completamente ricurvo sullo strumento e completamente spostato a sinistra... :shock: , quindi!!!! ora con questo non voglio dire state tutti curvi e storti che è meglio, assolutamente, anchio mentre suono cerco di mantenere una posizione dritta, quello che invece voglio dire è che le motivazioni di dolori alla schiena mentre si suona potrebbero dipendere anche da altri fattori, posizione delle spalle, degli avambracci, una sedia con seduta troppo morbida, ecc......, sopratutto quest'ultima non è da sottovalutare! sapete quando non accuso fastidi alla schiena mentre suono???? quando mi metto sul bordo della vasca da bagno....eheheheh, vorrà dire qualcosa, o no????

Saluti.

Massimo.
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6882
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Messaggioda Giorgio Signorile » sab 27 mag 2006, 06:56

ieri mi sono incazzato non poco con l'ergoplaz...le ventose non tenevano più, improvvisamente e non ho capito perchè: caldo. umidità bò.
Lo uso da tanto e lo consiglio (il gitano però) a tanti allievi che hanno difficoltà a tenere la chitarra in posizione.Con quello sono obbligati! Però anche Velabianca ha ragione: è bello abbracciare la chitarra e sentire il suono avvolgerti e la si controlla, onestamente, mooolto meglio, senza ansia da ventose che si staccano nel momento top dell'esecuzione. Per quanto riguarda i dolori dopo un pò vengono in tutti i modi, basta smettere qualche minuto dopo ogni oretta di studio e stirarsi un pò o farsi un caffè...ciao

Capo d'Astro

Re: supporto anzichè poggiapiede...

Messaggioda Capo d'Astro » sab 27 mag 2006, 10:57

Massimo Calligaro ha scritto:Ora che ne parlo...mi viene voglia di riprenderlo...anzi, vado subito...magari riesco a ricordarmi perche' ho smesso di utilizzarlo.


..ecco perche': quando lo provai la prima volta lo usai per qualche settimana e poi mi sono chiesto se era possibile trovare la stessa sensazione di equilibrio e "concentrazione" del peso con il poggiapiede. Nel mio caso e' stato possibile, e ho poi notato che preferisco avere la chitarra direttamente sulla gamba. Non ho mai avuto veri problemi di mal di schiena (e' vero che ho una schiena molto robusta) ma da allora sento ancor meno la fatica. Mi resta da provare il cuscinetto (quellodi Scott Tennant per intenderci).

velabianca

Suonare sulla vasca da bagno

Messaggioda velabianca » sab 27 mag 2006, 11:44

Massimo Di Coste ha scritto:sapete quando non accuso fastidi alla schiena mentre suono???? quando mi metto sul bordo della vasca da bagno....eheheheh, vorrà dire qualcosa, o no????

Saluti.

Massimo.



....sicuramente Massimo, vuol dire "qualcosa". :shock:
Ma almeno sei vestito o.... :grire:



Velabianca :wink:

Avatar utente
CarloFiorini
Messaggi: 263
Iscritto il: gio 14 apr 2005, 22:41
Località: Roma

Messaggioda CarloFiorini » sab 27 mag 2006, 13:04

Massimo Di Coste ha scritto:sapete quando non accuso fastidi alla schiena mentre suono???? quando mi metto sul bordo della vasca da bagno....eheheheh, vorrà dire qualcosa, o no????

Saluti.

Massimo.


... che il tuo bagno ha un'ottima acustica?

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6882
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Messaggioda Giorgio Signorile » sab 27 mag 2006, 13:05

o che i glissati vengono meglio nell'acqua insaponata:D

Leonardo

Messaggioda Leonardo » sab 27 mag 2006, 18:46

Massimo Di Coste ha scritto:Credo sia pressochè impossibile mantenere una posizione dritta della schiena durante la pratica esecutiva.... :roll: ! tutti noi tendiamo, chi più che meno, ad andare con il tronco e la schiena verso la paletta, è normale...! questa è una cosa che ho sempre notato, anche quando mi è capitato di osservare concertisti rinomati! ho un video di pepe romero (70 anni, circa....) che mentre suona è completamente ricurvo sullo strumento e completamente spostato a sinistra... :shock: , quindi!!!! ora con questo non voglio dire state tutti curvi e storti che è meglio, assolutamente, anchio mentre suono cerco di mantenere una posizione dritta, quello che invece voglio dire è che le motivazioni di dolori alla schiena mentre si suona potrebbero dipendere anche da altri fattori, posizione delle spalle, degli avambracci, una sedia con seduta troppo morbida, ecc......


Secondo me non è tanto questione di dire "sto dritto mentre suono"... Una persona deve trovare la postura che le è più congeniale, che le permette di andare comoda sulle corde e di esperimere così al meglio il proprio suono e le proprie capacità musicali.
Da questo punto di vista credo che il poggiapiede costituisca un vincolo non da poco... vi parla uno che ha da sempre convissuto con piedi piatti e lievi problemi di gibbo scoliotico; il poggiapiede mi ha sempre costretto ad una posizione molto innaturale, costringendo la mia schiena a lavorare doppio e a fare il doppio della fatica per suonare. Poi ho scoperto l'Ergoplay e, nonostante la tenuta delle ventose mi facesse andare via di testa molto spesso (lavare le ventose una volta ogni tre giorni non è il massimo!), ha risolto gran parte dei miei problemi di postura, consentendomi comunque di abbracciare la chitarra e di avere quel rapporto fisico con lo strumento che ti fa sentire tutt'uno col suono.
Stufo del problema delle ventose dell'Ergoplay e dopo una breve ed insoddisfacente esperienza con il Gitano, sono passato al Murata Guitar Rest. Questo adopera lo stesso principio dell'Ergoplay, con il vantaggio di adoperare un morsetto - adeguatamente ricoperto di gomma - per aderire allo strumento (il che conferisce una stabilità impensabile con Ergo e Gitano).
Unici difetti di questo Guitar Rest:
1)è prodotto in Giappone e si può acquistare solo per corrispondenza in Svizzera;
2)pur essendo di fattura semplice, costa circa 80/90 € per essere ordinato in Giappone, arrivare in Svizzera e poi passare in Italia (pensate quante spese di spedizione...);
3)l'asticella che congiunge la parte del supporto a contatto con la chitarra e quella a contatto con la coscia è metallica e, nel caso non ci si trovasse bene con l'altezza del supporto, bisogna avere sbarrette di ottone o di altro materiale del diametro di 8 mm e di lunghezza diversa per fare confronti e vedere come ci si trova meglio (ho come l'impressione di non essermi spiegato molto bene... :lol: :lol: ). Io ci ho messo tre mesi per capire con quale altezza mi trovassi meglio, ma ora vi assicuro che suono veramente comodo.

Buona serata, Leo


Torna a “Posture ed ergonomia del Chitarrista”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 4 ospiti