Gommalacca - Quale scegliere?

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
alessandro lienzo
Messaggi: 1278
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Gommalacca - Quale scegliere?

Messaggio da alessandro lienzo » mer 25 ott 2017, 22:20

Belaju, io uso dei bei cartoncini colorati adesivi...
alessandro C.

LUCA.P
Messaggi: 340
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: Gommalacca - Quale scegliere?

Messaggio da LUCA.P » gio 26 ott 2017, 12:45

Per curiosità ( premesso che mi trovo bene con i miei numeri timbrati a color bianco-),quali sereberò i cartoncini adesivi ,Alessandro?
Io ho utilizzato i numeri a bulino ,senza batterli ,solo impressi tipo stampa , mesticando vinavil e bianco in polvere, rimovibili con facilità all'occorrenza.

alessandro lienzo
Messaggi: 1278
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Gommalacca - Quale scegliere?

Messaggio da alessandro lienzo » gio 26 ott 2017, 13:48

Cartoncini adesivi che si usano come etichette, li trovi nelle cartolibrerie e si Tolgono facilmente
alessandro C.

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1477
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Gommalacca - Quale scegliere?

Messaggio da Pietro » gio 26 ott 2017, 14:46

Premesso che suono veramente poco vorrei ugualmente postare un'opinione controcorrente: una decina di anni fa alla scuola civica per volontà dell'insegnante dovetti suonare con la chitarra senza indicazioni (pallini, puntini sul manico, numeri o altro) e subito mi sembrava impossibile visto che i puntini a lato tastiera li usavo. Non pensavo di abituarmi quasi subito senza queste indicazioni che in fondo sono solo un'abitudine che su strumenti ad arco anche a diapason più lungo come il violoncello non si usano. Oltretutto non ne sento la minima mancanza e il non uso mi facilita le cose con qualsiasi chitarra in quanto l'occhio non corre più lì ma alla fine la posizione viene meccanicamente lo stesso.

Cordialità - Pietro -

LUCA.P
Messaggi: 340
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 12:02

Re: Gommalacca - Quale scegliere?

Messaggio da LUCA.P » gio 26 ott 2017, 17:34

Dipende dal pezzo che si suona, alcuni hanno delle impostazioni e scambi molto lontano dal settimo tasto, certi scambi fluenti nel decimo tredicesimo e a volte necessitano di arrivare al quindicesimo come nell'andantino op77 di omaggio a Boccherini ......oppure nel Coral della suite compostelana , dove ci sono posizioni che non vanno oltre il dodicesimo ,ma sono talmente complicate da agganciare che se visualizzi subito il tasto
è un gran vantaggio

Marco B.
Liutaio amatore
Messaggi: 885
Iscritto il: mar 22 dic 2009, 22:49
Località: Genova

Re: Gommalacca - Quale scegliere?

Messaggio da Marco B. » dom 12 nov 2017, 22:51

Ciao a tutti del forum. partecipo dopo lunga assenza ma continua frequentazione dei vostri post. Tornando alla verniciatura oltre a tutto quello già giustamente consigliato , io nella fase finale ho provato a sostituire la brillantatura, con le carte micromesch . Sono carte vetrate di grana piccolissima che arriva alla 12000 , che vanno bagnate in acqua e passate gradualmente sempre a grana più fine. Mi sono trovato molto bene soprattutto restaurando strumenti antichi che non volevo diventassero troppo plasticosi e dalla brillantezza eccessiva.

Torna a “Liutai, luthiers”