Chitarra Raspagni

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
ninopelati

Chitarra Raspagni

Messaggio da ninopelati » mar 14 giu 2005, 18:18

Ciao a tutti, da nuovo partecipante al foruno sto gironzolando un po' di qua ed un poì di là e leggo e trovo cose assai interessanti e curiose.
ho letto un po' di cose su Ramirez, su corde Augustine e Savarez e così via.
Suono da quando avevo 15 anni ed il mio babbo mi comprò nel 1970 una chitarra che allora costava una fortuna (100.000 lire) ed era (è tuttora e suona benissimo) una RASPAGNI come ben recita la piccola etichietta (Raspagni Carlo liutaio fece in Milano anno 1969)

qualcuno di voi ha una Raspagni fra le braccia?

sandro

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da sandro » mer 15 giu 2005, 13:51

ninopelati ha scritto:
qualcuno di voi ha una Raspagni fra le braccia?
Io stavo per comprarne una. Da quel che ne so, sembra che godano di ottima fama.

francort

si io ne ho una

Messaggio da francort » gio 16 giu 2005, 13:28

anno 1968 - mia cognata allora bimba studiava con un maestro e, come usava allora e con impegno economico non indifferente per allora, si fece accompagnare da lui presso il liutaio Raspagni al quale ne commissionarono due. I maestro fu un po deluso perche la sua non era riuscita bene come quella della allieva...
Ora quella chitarra, dopo averne passate tante, è approdata nelle mie mani dopo essere stata risistemata dal Sig. Foti (allievo di Raspagni e che ne ha rilevato il laboratorio) ed è la mia preferita nonostante il diapason maggiorato che andava per la maggiore al tempo.

pazzei

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da pazzei » mar 12 lug 2005, 15:31

Ciao, avresti intenzione di venderla?
Paolo

francort

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da francort » ven 15 lug 2005, 13:46

pazzei ha scritto:Ciao, avresti intenzione di venderla?
Paolo
Formalmente non è neanche mia, ma comunque per ora no.
Quando avrò le dita che non si muovo più se ne riparlerà (forse).
Ciao!

cadarn24
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 19 ago 2005, 12:30

Messaggio da cadarn24 » sab 20 ago 2005, 12:13

le raspagni sono delle ottime chitarre, una studio da 1300 puo anche andare bene fino all'8 anno di conservatorio ma hanno questo problema di suonare molto diverse tra loro ad esempio un mio compagno ne ha una con un suono molto legnoso ottimo per suonare sanz o cose antiche mentre un' altro con un suono piu morbido e molto pieno e poco legnoso,,,,,,eppure sono quasi identiche.......mistero del legno


ciao

Tamaki

produttori milanesi

Messaggio da Tamaki » mar 21 mar 2006, 17:38

ciao, come puoi leggere poco più sopra io cercavo info su un produttore milanese, Meazzi. in effetti mi sembra che da queste parti (Milano, appunto) produttori di chitarre e luitai non siano mancati. quanti ce ne saranno ora? qualcuno di noto? mi sembra che abbiano fatto delle belle cosetto, no?

antardaniele

Re: si io ne ho una

Messaggio da antardaniele » mar 25 dic 2007, 13:35

francort ha scritto:anno 1968 - mia cognata allora bimba studiava con un maestro e, come usava allora e con impegno economico non indifferente per allora, si fece accompagnare da lui presso il liutaio Raspagni al quale ne commissionarono due. I maestro fu un po deluso perche la sua non era riuscita bene come quella della allieva...
Ora quella chitarra, dopo averne passate tante, è approdata nelle mie mani dopo essere stata risistemata dal Sig. Foti (allievo di Raspagni e che ne ha rilevato il laboratorio) ed è la mia preferita nonostante il diapason maggiorato che andava per la maggiore al tempo.
ciao, scusa il disturbo ma mi è appena stata regalata una Raspagni del 68 con fascia e fondo in mogano tenuta molto bene con solo qualche graffio sulla gommalacca della cassa, lo chiedo a te perchè non so a chi altro potrei chiederlo visto che ne possiedi una forse uguale, hai idea di quanto potrebbe valere? perchè io suono le tastiere e vorrei venderla. :merci:

antardaniele

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da antardaniele » mar 25 dic 2007, 13:40

pazzei ha scritto:Ciao, avresti intenzione di venderla?
Paolo
ciao, scusa il disturbo, forse sei ancora interessato o forse no visto che sono passati 2 anni! ma mi è appena stata regalata una Raspagni del 68 con fascia e fondo in mogano tenuta molto bene con solo qualche graffio sulla gommalacca della cassa, io suono le tastiere e vorrei venderla, ti interessa ancora?

Utopia

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da Utopia » gio 27 dic 2007, 00:09

Grande uomo e grandi chitarre.E' mancato da poco e con lui se ne va forse l'ultimo Liutaio (la maiuscola è d'obbligo )della vecchia scuola ..per quanto riguarda la chitarra ( il mio Maestro si starà toccando di brutto... :wink: ).

salvatoreucini

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da salvatoreucini » gio 17 gen 2008, 14:30

un mio amico a venduto la sua khono x una Raspagni , fatta su misura x lui , grande chitarrista e grande chitarra . Tienila

tamatag

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da tamatag » mar 17 giu 2014, 10:17

ciao io ne ho una del 1963 e vorrei venderla.....

ste

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da ste » dom 06 lug 2014, 18:28

Buongiorno, in che città si trova la Raspagni del 1963? grazie

Luigi Jachetti
Messaggi: 94
Iscritto il: mar 17 lug 2012, 21:31

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da Luigi Jachetti » dom 03 ago 2014, 23:18

Ho anche io una bella Raspagni del 1986, l'ho presa da un privato che non la usava più..

Marco B.
Liutaio amatore
Messaggi: 885
Iscritto il: mar 22 dic 2009, 22:49
Località: Genova

Re: Chitarra Raspagni

Messaggio da Marco B. » lun 04 ago 2014, 12:26

Luigi Jachetti ha scritto:Ho anche io una bella Raspagni del 1986, l'ho presa da un privato che non la usava più..

Raspagni ha costruito per molti artisti degli anni 60, da Gaber a Celentano passando da Cochi e Renato e Lino Patruno, secondo me è ricordato più per le chitarre classiche/acustiche che da concerto vere e proprie. Forse è per quello i chitarristi classici non sempre le hanno apprezzate come sarebbe stato giusto. prendiamo per esempio una chitarra usata in teatro da Gaber: A un primo sguardo è una classica a spalla mancante e poi ha corde in nylon ecc....ma se la guardiamo meglio il manico e la tastiera sono più simili ad una acustica. Il suono poi è un compromesso. E' uno strumento eclettico che si trova però a suo agio soprattutto con musiche moderne o al massimo sud americane ed è perfetto per il repertorio del Teatro Canzone del compianto e insostituibile Gaber. Solo per quello , se io avessi una Raspagni non mi sognerei mai di venderla a meno che non si trattasse di mera sopravvivenza. :bye:

Torna a “Liutai, luthiers”