Progettare una tastiera

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
alessandro lienzo
Messaggi: 1066
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da alessandro lienzo » gio 01 dic 2016, 08:39

Dario, non ti preoccupare!
Tornado all'argomento se hai bisogno di un consiglio, lasciami pure un recapito per posta privata, per quanto posso cerco di dare una mano..
Juri, mi interessa la leggera curva che applica Garrone hai per caso la possibilità di fare una foto a quella pagina del libro ?
alessandro C.

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 352
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da JuriRisso » gio 01 dic 2016, 08:45

provvederò. anche se la cosa forse non è lecita non credo che a Mario
dispiaccia... ciao

alessandro lienzo
Messaggi: 1066
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da alessandro lienzo » gio 01 dic 2016, 14:35

alessandro lienzo ha scritto:Dalle foto che posti penso che sarà sufficiente rimuovere 4 mm verso il fondo della tastiera, misurando sempre con la riga che arriva al ponte.
Togli quel pezzetto sotto l'osso è più dannoso dell'olio di Palma!
Argh.. ho scritto una ca....ta
Devi rastremare di un millimetro la tastiera per toglierne due all'osso
Scusatemi
alessandro C.

alessandro lienzo
Messaggi: 1066
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da alessandro lienzo » gio 01 dic 2016, 14:35

alessandro lienzo ha scritto:Dalle foto che posti penso che sarà sufficiente rimuovere 4 mm verso il fondo della tastiera, misurando sempre con la riga che arriva al ponte.
Togli quel pezzetto sotto l'osso è più dannoso dell'olio di Palma!
Argh.. ho scritto una ca....ta
Devi rastremare di un millimetro la tastiera per toglierne due all'osso
Scusatemi
alessandro C.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4904
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Gerardo50 » gio 01 dic 2016, 16:34

Io faccio come si vede nel video cioè la parte più rigida sul ponte. Poi cambio una corda alla volta partendo dal Mi basso, cosa che visto consigliare guardando un paio di video poco fa. Fino ad oggi non ho mai avuto problemi. Mi scuso per essermi intromesso su una questione di progettazione tastiera, visto che poi si èra finito anche sulla questione corde, ho un po "invaso il campo" . https://youtu.be/s7fLWp9_npw
Gerardo

Avatar utente
Dario
Messaggi: 27
Iscritto il: ven 16 gen 2015, 19:13

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Dario » gio 01 dic 2016, 21:56

alessandro lienzo ha scritto:
alessandro lienzo ha scritto:Dalle foto che posti penso che sarà sufficiente rimuovere 4 mm verso il fondo della tastiera, misurando sempre con la riga che arriva al ponte.
Togli quel pezzetto sotto l'osso è più dannoso dell'olio di Palma!
Argh.. ho scritto una ca....ta
Devi rastremare di un millimetro la tastiera per toglierne due all'osso
Scusatemi
L'avevo intuito, anche perché parlavi di uno spessore residuo di 5 mm e partendo da 7mm era deducibile che i mm da togliere fossero 2.
Andrò subito a leggermi la pagina del libro di Garrone sull'argomento e naturalmente proverò ad invertire le corde, vediamo cosa cambia.
Grazie, non solo ad Alessandro

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 352
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da JuriRisso » ven 02 dic 2016, 08:55

posto una tabella riguardante gl ispessori delal tastiera ai vari tasti. Non ci capisco molto però è chiaro che intorno al sesto tasto c'è un avvallamento rispetto ad una tastiera piana a parità di action al 12 tasto. òe corde quindi hanno più spazio per vibrare e quindi aumentare il volume
Immagine

Benedetto
Messaggi: 488
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Benedetto » ven 02 dic 2016, 15:01

Mi sembra una tabella poco comprensibile senza leggere per bene il testo che l'accompagna. Almeno, io ci capisco poco.
Penso che il fine di Garrone sia lodevole: misurare quanto incide l'energia della nota nelle varie posizioni della tastiera e lavorare la tastiera di conseguenza per renderla più efficiente.
A mia conoscenza il profilo più comodo (che è cosa diversa rispetto a quello più efficiente, su cui non ho le competenze di Garrone) richiede una leggera luce tra 6-8 tasto, unito ad una rastrematura progressiva sul lato dei bassi.
Questo peraltro consente di mantenere l'osso ad altezza uniforme rispetto alla tavola.
All'atto pratico la cosa si ottiene prima con qualche passata ulteriore di tampone (lungo 40 cm) lungo il lato dei bassi della tastiera e poi a scendere verso la buca. Successivamente si da qualche passata di rasiera tra sesto e ottavo, giusto a cavare un paio di decimi di mm.
Il tutto va controllato con stecca a bolla, di modo che risulti uniforme.
Un approccio di questo tipo (cioè tastiera irregolare) richiede poi di lavorare i tasti uno ad uno con una dimetta chiamata fret rocker per evitare che la corda frigga sul tasto più alto davanti.
La lavorazione tradizionale a tastiera dritta è molto più semplice perché invece basta uniformare i tasti tutto insieme con un tampone lungo.
Ad ogni modo, la lavorazione della tastiera rimane comunque un po' un mistero: ho provato una veccchia chitarra Conde con scala lunghissima (670 mm) e azione a 2 mm al 12mo tasto e posso garantire che funzionava in maniera eccelsa e risultava pure comoda.
Analizzandola non sono riuscito a capirne come mai...

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4904
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Gerardo50 » ven 02 dic 2016, 15:24

Scusami Benedetto se mi intrometto ( sperando non dare disturbo agli intervenuti )ma il tuo messaggio mi ha fatto venire in mente il diapason della mia chitarra. Spesso sento parlare o vedo scrivere di diapason di 650 mm ma quasi mai di 670 mm, dico questo in quanto la mia è di 670. Domanda: ma il fatto che di questo benedetto 670 mm poco se ne parla è perchè e poco richiesto? Comunque se dovessi comprarmi un'altra chitarra la cercherò di 650 mm penso dovrebbe essere più maneggevole, ma non ne sono certo............e la mia curiosità mi ha portato a fare la domanda. Un saluto cordiale ed un grazie e scuse per l'eventuale qualche minuto che ti sto facendo perdere. Gerardo.
Gerardo

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4904
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Gerardo50 » ven 02 dic 2016, 15:39

Dimenticavo: la mia domanda è scaturita quando ho letto della Conde da 670 mm.
Gerardo

Benedetto
Messaggi: 488
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Benedetto » sab 03 dic 2016, 00:50

650 mm è la lunghezza standard del diapason per le classiche, 660 mm è la misura più comune per le flamenco. 670 mm è una misura che si usava un tempo, ma oggi è molto raro vedere in giro
La scala a 664 mm è stata introdotta a suo tempo da Ramirez III nella sua chitarra a plantilla larga: lo scopo dichiarato era quello di mantenere le proporzioni fisiche con la cassa, ma molti sospettano che la misura funzionasse a dovere per le manone di Segovia.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4904
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Gerardo50 » dom 04 dic 2016, 14:11

Anche se un po in ritardo: grazie Benedetto per la risposta :) . In effetti Segovia non aveva mani di fata, quindi sarei propenso a pensare ciò che pensano anche altri. Grazie di nuovo e buona domenica.
Gerardo

Avatar utente
Dario
Messaggi: 27
Iscritto il: ven 16 gen 2015, 19:13

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Dario » gio 08 dic 2016, 19:01

L'orientamento delle corde l'ho ivertito come da vostra indicazione, ma casualmente mi è capitata questa foto per le mani, presa dal sito di un liutaio...
classicabis (8).jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Benedetto
Messaggi: 488
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Benedetto » gio 08 dic 2016, 20:25

Cosa ti incuriosisce di questa foto?
Si tratta di un ponte che riprende il modello tipico di John Gilbert, un liutaio americano che faceva chitarre di ispirazione moderna.
Il classico ponte Gilbert in realtà è un po' meno prono alla torsione di quello dell'immagine perché il blocco che tiene le corde (il gruppo sella/torretta) non è aperto verso le ali come quello dell'immagine; ma il concetto e' più' o meno lo stesso.
I ponticelli hanno una influenza notevole sul movimento della tavola armonica. Conta il legno (peso/plessibilità) contano le dimensioni (lungo/largo) e conta la costruzione.
Tra quelli inconsueti che mi vengono a mente, c'è il ponte Kasha, il ponte Smallman, il ponte Manzanero, il ponte Kohno, Il ponte Manuel Rodriguez a sellette mobili, Il ponte di Robert Holroyd...
I ponticelli un po' inconsueti che ho visto qui in Italia sono quello usato da Giussani e quello piramidale usato da Ciro Marzio.
Gilbert_13.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Dario
Messaggi: 27
Iscritto il: ven 16 gen 2015, 19:13

Re: Progettare una tastiera

Messaggio da Dario » lun 12 dic 2016, 15:56

Grazie Benedetto per l'excursus sui ponticelli "diversi"; avevo postato quella foto non per il ponticello ma per l'orientamento delle corde argomento discusso un po' più su (sempre in questo thread)

Torna a “Liutai, luthiers”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot], Cristiano Cuomo e 4 ospiti