Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Avatar utente
Fede
Messaggi: 94
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda Fede » lun 19 dic 2016, 23:04

Vincenzo Di Guida ha scritto:Setras è una istituzione (anche io, in almeno una occasione, gli ho chiesto lumi) e, dunque, non ho dubbi che ha ragione pur non riuscendo a immaginare come possa uno strumento totalmente in laminato suonare al pari o meglio di uno col top in massello.



Solo per chiarire Vincenzo, credo che Setras parlasse in generale di Yamaha degli anni '80 più "suonanti", non si riferiva certo in particolare a quelle in laminato di allora! Al momento non riesco a ritrovare il topic ma credo anzi si stesse parlando delle serie Gran Concerto degli anni '80 confrontate con quelle di oggi, le GC per intendersi.
Per il resto d'accordissimo con te Vincenzo, dicevo così tanto per dire, se mi capitasse tra le mani una bella Yamaha degli anni '80 un pensiero ce lo farei. Per quanto concerne la CG 192 ne ho sentito parlare solo bene e il rapporto qualità-prezzo è decisamente alto!
:bye:

Avatar utente
satorarepo
Messaggi: 166
Iscritto il: mar 17 feb 2009, 15:36
Località: Piombino

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda satorarepo » mar 20 dic 2016, 10:34

Quando dicevo che non ero affatto sicuro che fosse superiore la cg142..... Laminato o massello per la mia esperienza suonano meglio le Yamaha anni 80. Stop. E badare bene che non ho Yamaha da vendere; avevo una G235 (laminato) e per raccattare fondi e contentare la moglie è già stata venduta. E anche velocemente. Fermo restando che stiamo sempre parlando di strumenti di non altissimo prezzo, le Yamaha di oggi (parliamo appunto della serie cg) suonano bene, precise e intonate ma anche negli anni 80 suonavano altrettanto precise ed intonate, ma con in più una profondità, carattere e anche volume di suono che ora non hanno. Come ho già detto e altri hanno ribadito, però hanno un manico più voluminoso, con un profilo a C che non si attaglia a tutti. Ah, anche il diapason in alcuni modelli e anni era 664 non 650. Quindi, questi due caveat hanno certo la loro importanza. Ma se uno ha delle belle manone una qualsiasi Yamaha serie G la consiglierei, sempre a prezzi congrui ovviamente, chè talvolta ho visto esagerare nelle richieste

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 229
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda Vincenzo Di Guida » mar 20 dic 2016, 15:18

Buono a sapersi.

Intendo sia il discorso sul suono che quello sui manici più cicciotti. E anche importante mi sembra la considerazione sul diapason più lungo.
Sicuramente, manico grosso e diapason lungo non sono elementi a vantaggio di un neofita (a meno che, come hai ben detto, non abbia mani grandi).

Per quanto attinente la GC192, è vero, ha un ottimo rapporto qualità prezzo (naturalmente nella sua fascia di collocazione ossia come strumento per chitarristi sino al medio livello. Forse, addirittura, per le prime classi del Conservatorio).
Se la gioca con le Alhambra (credo almeno sino forse alla 4 o 5 P) e con le anche ottime Raimundo (sino alla 128) ma rispetto a queste ha manico certamente più comodo.
Aggiungo (a qualcuno può tornare utile) che le Raimundo che ho avuto modo di provare le ho trovato molto "spagnole" mentre le Yamaha molto neutre (le Alhambra sono una via di mezzo).

Avatar utente
Fede
Messaggi: 94
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda Fede » mer 21 dic 2016, 18:18

satorarepo ha scritto:Quando dicevo che non ero affatto sicuro che fosse superiore la cg142..... Laminato o massello per la mia esperienza suonano meglio le Yamaha anni 80. Stop. E badare bene che non ho Yamaha da vendere; avevo una G235 (laminato) e per raccattare fondi e contentare la moglie è già stata venduta. E anche velocemente. Fermo restando che stiamo sempre parlando di strumenti di non altissimo prezzo, le Yamaha di oggi (parliamo appunto della serie cg) suonano bene, precise e intonate ma anche negli anni 80 suonavano altrettanto precise ed intonate, ma con in più una profondità, carattere e anche volume di suono che ora non hanno. Come ho già detto e altri hanno ribadito, però hanno un manico più voluminoso, con un profilo a C che non si attaglia a tutti. Ah, anche il diapason in alcuni modelli e anni era 664 non 650. Quindi, questi due caveat hanno certo la loro importanza. Ma se uno ha delle belle manone una qualsiasi Yamaha serie G la consiglierei, sempre a prezzi congrui ovviamente, chè talvolta ho visto esagerare nelle richieste


E infatti è per questo che ho fatto la domanda proprio per raccogliere le varie esperienze e metterle insieme e poi tirare le somme. Riguardo poi il diapason, pure avendo mani piccole, mi sono trovato meglio talvolta con diapason maggiorati. :bye:

Avatar utente
Fede
Messaggi: 94
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda Fede » mer 21 dic 2016, 18:25

Vincenzo Di Guida ha scritto:Buono a sapersi.

Intendo sia il discorso sul suono che quello sui manici più cicciotti. E anche importante mi sembra la considerazione sul diapason più lungo.
Sicuramente, manico grosso e diapason lungo non sono elementi a vantaggio di un neofita (a meno che, come hai ben detto, non abbia mani grandi).

Per quanto attinente la GC192, è vero, ha un ottimo rapporto qualità prezzo (naturalmente nella sua fascia di collocazione ossia come strumento per chitarristi sino al medio livello. Forse, addirittura, per le prime classi del Conservatorio).
Se la gioca con le Alhambra (credo almeno sino forse alla 4 o 5 P) e con le anche ottime Raimundo (sino alla 128) ma rispetto a queste ha manico certamente più comodo.
Aggiungo (a qualcuno può tornare utile) che le Raimundo che ho avuto modo di provare le ho trovato molto "spagnole" mentre le Yamaha molto neutre (le Alhambra sono una via di mezzo).


Come dicevo sopra relativamente al diapason, pure avendo mani piccole, mi sono trovato meglio talvolta con diapason maggiorati, non so perché ma mi riuscivano semplici i passaggi più complessi, sarà stato per la scorrevolezza del manico non saprei.

Io penso che ogni strumento ha le sue peculiarità, diversi pregi e come sempre diversi difetti ... ma chi non li ha in questo mondo! :ouioui:

Vincenzo Di Guida
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 229
Iscritto il: gio 29 gen 2015, 20:18

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda Vincenzo Di Guida » dom 25 dic 2016, 17:04

Ti quoto.

In effetti qui parliamo in linea del tutto teorica ma la vera ultima parola è nelle mani di chi dovrebbe provare lo strumento prima di acquistarlo per vedere se scatta la scintilla....

Avatar utente
Fede
Messaggi: 94
Iscritto il: dom 10 apr 2016, 01:07

Re: Chi vince tra Yamaha G225 e CG142s

Messaggioda Fede » dom 25 dic 2016, 19:11

Vincenzo Di Guida ha scritto:Ti quoto.

In effetti qui parliamo in linea del tutto teorica ma la vera ultima parola è nelle mani di chi dovrebbe provare lo strumento prima di acquistarlo per vedere se scatta la scintilla....



Sacrosanto... ti quoto anch'io!


Torna a “Liutai, luthiers”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 6 ospiti