Posizione del ponte

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Benedetto
Messaggi: 488
Iscritto il: mar 14 apr 2015, 11:19

Re: Posizione del ponte

Messaggio da Benedetto » sab 24 dic 2016, 19:18

I vantaggi principali della colla a caldo sono la reversibilità (e quindi la garanzia di riparabilità totale), la storicità (è la colla usata sino agli anni '50), la tenuta (superiore alla Titebond) e le doti timbriche (non ha dampening).
A mio parere la colla a caldo eccelle in tutti i parametri, sia con varie controindicazioni: è più faticosa da utilizzare correttamente (ha tempi di apertura bassi, richiede superfici piallate di fresco, non ha potere riempitivo): in altri termini, è più facile applicarla male. Oltre a questo, è più sensibile agli sbalzi termici e di umidità.
Per contro, l Titebond è più pulita, è pronta subito, si conserva più a lungo, resiste meglio agli sbalzi, cristallizza bene (non tanto quanto la colla a caldo, ma non credo sia percettibile in termini timbrici).
Liutai di successo utilizzano la colla bianca, il che mi porta a dire che la colla non è un elemento decisivo o quantomeno non ha influsso tale da impedire che lo strumento venga fuori comunque molto bene.
Qual'è il meglio?
Il discorso è che, dovendo pensare al meglio per me, credo che opterei per una chitarra incollata a caldo (quantomeno su ponte, le tre catene sotto il ponte, maestra e fondo) ed è pertanto quello che offro agli altri.

Tra parentesi: se nel caso di specie il ponte fosse stato incollato con colla a caldo l'errore sarebbe stato correggibile con poca fatica.

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1227
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: Posizione del ponte

Messaggio da Pietro » lun 26 dic 2016, 15:57

Concordo in toto.
Se mi è permesso aggiungo che una volta preparato con precisione la superfice di incollaggio con la colla a caldo non c'è neppure la necessità di chissà quali morsetti specifici.
Il ponte che vedete è stato incollato da un paio di anni, il sistema più che casalingo non è sicuramente filologico e neppure altamente professionale ma... funziona... ne ho che tengono da decenni.
ponte 1(640x480).jpg
Cordiali saluti e fervidi auguri di buone feste a Voi tutti - Pietro -
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

alexios
Messaggi: 1104
Iscritto il: gio 31 gen 2008, 20:02

Re: Posizione del ponte

Messaggio da alexios » mer 04 gen 2017, 19:36

maxber ha scritto:Scusa Alexios, non credo di aver capito bene, nell'intervento precedente affermi di usare la Titebond per incollare il ponte e dici di non avere grande pratica con la colla a caldo e invece qui sostieni di stare attenti alla Titebond perché secondo la tua esperienza non ha una lunga durata. Ho capito bene?
Intendevo dire quanto ha spiegato poi meglio Benedetto.
"Il problema semmai è di conservazione prima dell'uso, cioè se il flacone di colla è stato aperto a lungo prima dell'utilizzo, per via dell'umidità."
Una volta aperto il flacone la durata e' limitata(un annetto circa poi tende a fare grumi e non e' piu' usabile, per mia esperienza)
non intendevo dire che ti si stacca il ponte dopo un anno che e' incollato... :D
Mi sono espresso male, era un consiglio a chi la usa per incollare, non all'utente
Buon anno a tutti...in ritardo
Alessandro
La qualita' non ha fretta...

Albe76
Messaggi: 247
Iscritto il: mar 07 dic 2010, 19:07
Località: Pistoia

Re: Posizione del ponte

Messaggio da Albe76 » ven 06 gen 2017, 19:43

Salve! Dopo qualche giorno di riposo ho ripreso a lavorare alla chitarra e dunque ho dato forma agli ossicini, montato provvisoriamente le meccaniche e montato le corde!
Impressioni.
1. La chitarra suona ed ha un suono molto gradevole. Mi sembra già moltissimo!!!!!!!! Farò in seguito analisi più approfondite. :okok:
2. Dovessi trovare un difetto al suono direi che i cantini escono meno dei bassi.
3. La tavola è rimasta flessa in senso opposto ed ho dovuto compensare i vari difetti con un osso al ponte piuttosto alto e bruttino. Pace! :D

Ho una domanda riguardo all'action.
Attuamente le misure sono le seguenti.
I tasto: 1,5 mm alla sesta corda e 1 mm alla prima corda.
XII tasto: 4,75 mm alla sesta corda e 3,75 mm alla prima corda.
Le misure sono prese nel modo più preciso che mi era possibile (ho una apposita tessera di alluminio che segna millimietri e mezzi millimetri) dalla parte inferiore delle corde alla cima del tasto metallico, che misura in altezza 1 mm e qualcosina.
Dovrei provare ad abbassare? Ho letto che l'action canonica è 4,5 alla sesta corda e 3,5 alla prima ma non ho capito se il tasto metallico è compreso o no. Courtnall dice che la distanza dovrebbe essere 0,7-1 mm al I tasto (ogni corda) e 2,7 - 3 mm (1a corda) / 3,4 - 4 mm (6a corda) al XII tasto. Come mi consigliate di procedere?

Avrei anche una domanda sulla verniciatura. Ho dato una mano di gommalacca a pennello (diluizione 250g x 1 litro di alcool) per proteggere il legno (come consigliò Pietro in un vecchio post vorrei dare tre mani a pennello in concentrazioni via via più diluite e poi passare alla brillantatura). Mi sono venute alcune sbavature (vedi foto) e non so se le devo sempre togliere tutte levigandole via tra una mano e l'altra oppure se passandoci sopra con la nuova gommalacca diluita si riamalgama tutto e non si vedranno più.

Grazie ancora di tutti i consigli!! :merci:

Allego qualche foto.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
antonio3010
Messaggi: 786
Iscritto il: sab 09 gen 2010, 10:51
Località: Firenze

Re: Posizione del ponte

Messaggio da antonio3010 » ven 06 gen 2017, 23:13

Complimenti Albe!!!! Ho seguito il tuo lavoro dall'inizio leggendo i tuoi post, pur senza intervenire perchè non so nulla o quasi di costruzione di chitarre ... ma si potrà ascoltare un giorno o l'altro come suona? Un caro saluto
Antonio

Albe76
Messaggi: 247
Iscritto il: mar 07 dic 2010, 19:07
Località: Pistoia

Re: Posizione del ponte

Messaggio da Albe76 » sab 07 gen 2017, 10:27

Magari Antonio! Mi piacerebbe molto!!
:okok:

JuriRisso
Liutaio amatore
Messaggi: 351
Iscritto il: dom 22 gen 2012, 08:59
Località: Cremolino

Re: Posizione del ponte

Messaggio da JuriRisso » dom 08 gen 2017, 10:10

se mi posso permettere prima della brillantatura non è male carteggiare con carta abrasiva 600-800 e olio. Io uso il baby jonson. Aiuta anche a chiudere i pori anche se la pomice è migliore. quelle sbavature dovrebbero andare via.

alexios
Messaggi: 1104
Iscritto il: gio 31 gen 2008, 20:02

Re: Posizione del ponte

Messaggio da alexios » dom 08 gen 2017, 11:20

La verniciatura a pennello, come avrai potuto notare, non e' cosa facile
Il rischio e' proprio quello della"colatura" che si vede nella foto.
Io uso il pennello solo su superfici piccole (ponticello le prime mani, copri paletta ) quando sono sicuro che tanto devo ricarteggiare tutto.
Il resto e', per me, solo tampone e gl
La qualita' non ha fretta...

alessandro lienzo
Messaggi: 1066
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Posizione del ponte

Messaggio da alessandro lienzo » dom 08 gen 2017, 14:04

Sono d'accordo con i due interventi prima di me.
Dopo una mano a pennello molto leggerà io lascerei riposare qualche giorno per poi carteggiare e continuare con olio e alcool, se poi necessario si aggiunge gommalacca.

Non è detto che venga bene però si crea una superficie più liscia e gradevole anche se non viene il brillante.
alessandro C.

alexios
Messaggi: 1104
Iscritto il: gio 31 gen 2008, 20:02

Re: Posizione del ponte

Messaggio da alexios » dom 08 gen 2017, 17:21

alessandro lienzo ha scritto:Sono d'accordo con i due interventi prima di me.
Dopo una mano a pennello molto leggerà io lascerei riposare qualche giorno per poi carteggiare e continuare con olio e alcool, se poi necessario si aggiunge gommalacca.

Non è detto che venga bene però si crea una superficie più liscia e gradevole anche se non viene il brillante.
Beh.. il brillante viene dopo un bel po' di mani... a tampone :D
La qualita' non ha fretta...

alessandro lienzo
Messaggi: 1066
Iscritto il: dom 01 mar 2015, 16:34

Re: Posizione del ponte

Messaggio da alessandro lienzo » dom 08 gen 2017, 18:32

alexios ha scritto:
alessandro lienzo ha scritto:Sono d'accordo con i due interventi prima di me.
Dopo una mano a pennello molto leggerà io lascerei riposare qualche giorno per poi carteggiare e continuare con olio e alcool, se poi necessario si aggiunge gommalacca.

Non è detto che venga bene però si crea una superficie più liscia e gradevole anche se non viene il brillante.
Beh.. il brillante viene dopo un bel po' di mani... a tampone :D
Posso aggiungere un ingrediente segreto?
Le bestemmie in tutte le lingue del mondo!
Ovviamente padroneggiare la gommalacca è difficilissimo, sono alla terza o quarta verniciatura ed ancora fa abbastanza schifo il risultato;
Ritengo però che l'ottebere già una superficie più omogenea sia un gran risultato per chi comincia.
Buon lavoro Alberto!
Ps: abbassa quell'osso che hai margine!
alessandro C.

Torna a “Liutai, luthiers”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot], Pietro e 8 ospiti