selletta ponticello

Liuteria per chitarra classica. Come scegliere una chitarra. Il mercato, le applicazioni varie.
Marco B.
Liutaio amatore
Messaggi: 885
Iscritto il: mar 22 dic 2009, 22:49
Località: Genova

Re: selletta ponticello

Messaggio da Marco B. » mar 28 nov 2017, 14:01

Io le compro in Cina , ci mettono un po' ad arrivarmi, ma la qualità è buona , l'odore è meno invasivo e il prezzo competitivo. Sono di due misure per il capotasto e per il ponte chiaramente da mettere a misura, ma belli squadrati e puliti. Molti anni fa ho provato a bollire un osso, ma è troppo puzzolente e poi ho visto che alcuni pezzi che ho ancora da squadrare si sono col tempo deteriorati e sono diventati fragili, tanto che carteggiandoli sembrano spugnosi e si rompono se assottigliati. Un'altra cosa che mi pare non aver letto nella preparazione dell'osso, che mi pare importante. E' l'uso dell'acqua ossigenata , quella tosta , che fa venire le dita bianche. Serve dopo la bollitura, per schiarire l'osso e per disinfettarlo ulteriormente. Mi sembra importante.

salvatore catania
Messaggi: 579
Iscritto il: mer 08 giu 2011, 12:35

Re: selletta ponticello

Messaggio da salvatore catania » mar 28 nov 2017, 18:38

Per sbiancare acqua osigenata 130 volumi mista a una spruzzata di ammoniaca e mezz'oretta di ammollo. E comunque se la mucca aveva l'artrosi c'è poco da fare, l'osso non verrà mai bianco.
Scherzi a parte c'è chi usa sbiancare con candeggina forte; per me è un errore in quanto la candeggina decalcifica....meglio l'osso un po opaco oppure il graphotech che non è malaccio.

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3562
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: selletta ponticello

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 28 nov 2017, 21:27

La candeggina mi pare sia una soluzione acquosa di ipoclorito di sodio, sostanza alcalina. Se questo è vero non dovrebbe decalcificare, azione che ci si aspetterebbe da sostanze a PH molto più basso, acidi insomma. Da cosa deduci che debba decalcificare? Lo chiedo per curiosità, io non sono un chimico, ma a occhio mi pare controintuitivo
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

salvatore catania
Messaggi: 579
Iscritto il: mer 08 giu 2011, 12:35

Re: selletta ponticello

Messaggio da salvatore catania » mer 29 nov 2017, 08:08

Neanch'io sono chimico, e la mia è una semplice deduzione; mi è capitato più volte in passato di lasciare degli ossi ammollo nella normale Ace forte; andandoli a lavorare presentavano una constistenza alterata e non prendevano lucidatura, neanche con carte a grana finissima.

Marco B.
Liutaio amatore
Messaggi: 885
Iscritto il: mar 22 dic 2009, 22:49
Località: Genova

Re: selletta ponticello

Messaggio da Marco B. » mer 29 nov 2017, 17:56

Ho provato anche io con l'Ace e sembra che sciolga il primo strato di osso . lo rende molle e per ritrovare la consistenza originale bisogna limarlo in profondità perdendo molto materiale e poi non viene neanche tanto più bianco che con la sola acqua ossigenata a 130 vol.

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1477
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: selletta ponticello

Messaggio da Pietro » mer 29 nov 2017, 18:29

La sola bollitura (intendo farci il brodo e pulire l'osso dalla carne e dal midollo prima di lavorarlo) per me è più che sufficiente e non serve altro. Quando l'osso è ben secco lo lavoro con la sega e la lima e lo rifinisco con carta vetrata. Stop! Viene bello bianco e ci resta, posto il capotasto della mia decacorde quando lo strumento era ancora in bianco.

DSC00881 (640x411).jpg

Cordialità - Pietro -
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Torna a “Liutai, luthiers”