G. P. Lopresti - M. Riva - Volver - works for two guitars

In questa rubrica potete annunciare gli eventi che vi concernano quali ad esempio : CD, DVD, pubblicazione di libri, magazin, spartiti, la presentazione di chitarre da parte dei liutiai, eventi professionali quali saloni, stages, festival e concorsi.
Questa possibilità è offerta ai professionisti; concertisti, compositori, professori ed organizzatori di manifestazioni, a condizione che essi partecipino anche alla vita del forum, pubblicando, almeno una volta all'anno, un mp3 o un video, o una composizione per chitarra, o un corso in linea. Se queste condizioni non saranno soddisfatte, i messaggi di autopromozione verranno eliminati dai moderatori.
Regole del forum
Autopromozione dei vostri cd, pubblicazioni e sito Internet

Questa possibilità è offerta ai professionisti; concertisti, compositori, professori ed organizzatori di manifestazioni, a condizione che essi partecipino anche alla vita del forum, pubblicando, almeno una volta all'anno, un mp3 o un video, o una composizione per chitarra, o un corso in linea. Se queste condizioni non saranno soddisfatte, i messaggi di autopromozione verranno eliminati dai moderatori.
Solo a riserva di accettare tali condizioni, i professionisti potranno presentare i loro CD, la loro attività, il blog o il sito internet, le loro pubblicazioni di libri o spartiti, nella rubrica di “Autopromozione”, in cui si potrà aprire una discussione, a proprio nome, per promuovere la propria attività professionale, senza alcun limite di messaggi. Nel caso in cui sia già stato aperto un topic in autopromozione, e ne viene iniziato un secondo, dallo stesso professionista, i moderatori uniranno i due topic in un’unica discussione. Non vi è invece alcuna condizione per la presentazione di CD gratuiti, di spartiti gratuiti o di siti non commerciali.
G. P. Lopresti

G. P. Lopresti - M. Riva - Volver - works for two guitars

Messaggio da G. P. Lopresti » mer 20 feb 2013, 21:47

G. P. Lopresti – M. Riva:
Volver – Work for two guitars
Per due chitarre
Parti separate
Euro 20,00
N. Collana CH.10 N. Catalogo V. 296 M.
ISMN 979-0-52015-295-2
adios muchachos, trampera, flores negras, muerte del angel, Alfonsina y al mar, el choclo, volver, golondrinas, cancion al arbol del olvido, milonga de mis amores, vuelvo al mar.

http://www.vigormusic.it/oscommerce/pro ... cts_id=343
copertina VOLVER_001.jpg
Copertina interna.jpg
prima pagina .jpg

Youtube


Questo lavoro è un viaggio, sulle corde di due chitarre classiche, nell’affascinante mondo del Tango argentino.
La chitarra è uno degli strumenti presenti ai primordi di questa danza.
Già dotata di un suono evocativo ed arcaico, assume, per questo suo legame con gli albori, un connotato nostalgico e di metafora del ricordo.
Il percorso si dipana attraverso un considerevole numero di anni, nei quali le caratteristiche stilistiche del genere hanno subíto molteplici evoluzioni, men- tre, parallelamente, veniva stravolto anche il suo ruolo sociale, passando dall’essere danza degli ultimi nei malfamati locali del porto di Buonos Aires a danza della classe dirigente argentina a musica d’arte con Astor Piazzolla.
La prima fermata è alle origini della danza porteña con la più celebre compo- sizione di Àngel Gregorio Villoldo, “El Choclo”, del 1903, uno dei primi tanghi ad arrivare in Europa.
A seguire, il periodo d’oro del Tango argentino, dagli anni ’20 agli anni ’50: bandoneonisti, pianisti, violinisti delle più importanti formazioni di Buens Aires, quali J. C. Sanders, J. De Caro, P. Laurenz, A. Troilo e, soprattutto, Carlos Gardel, cantante, attore, compositore, mitologico personaggio dalla vi- ta avventurosa.
Quindi, un compositore “colto”, Alberto Ginastera, che con “Canción al àrbol del olvido”, trasfigura gli elementi tradizionali del genere popolare in una ele- gante e colta sintesi rappresentativa.
Dell’etnomusicologo, pianista e compositore Ariel Ramírez, è presente la dol- ce e romantica Zamba, “Alfonsina y el mar”.
E, infine, non si poteva fare a meno d’incontrare la figura leggendaria, genio del ‘900, che ha stravolto per sempre i connotati alla danza porteña. Di Astor Piazzolla sono presenti, in questo lavoro: “La muerte del Ángel” (1962) e “Vuelvo al Sur” (1988).
Il lavoro di arrangiamento, concepito in modo libero e autentico, lascia, tutto sommato, ben riconoscibile il profilo melodico, le funzioni armoniche e l’impianto strutturale dei brani presentati. L’originalità delle elaborazioni ha nella ricerca idiomaticamente funzionale all’estetica e alla scrittura chitarri- stica una prospettiva privilegiata.

Gian Paolo Lopresti
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Torna a “Autopromozione”