Purcell, Henry; Rondeau

dal Rinascimento al periodo barocco, dal 1500 al 1760 (Dowland, Sanz, Bach, Weiss).
Avatar utente
Mario Napoleone
Messaggi: 248
Iscritto il: lun 19 nov 2007, 09:55
Località: Salerno

Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Mario Napoleone » dom 07 ago 2016, 19:14

Concerto finale della Masterclass "Baronissi Barocco" svoltasi nel museo F.R.A.C. presso il Convento dei francescani in Baronissi (SA). Buon ascolto.

Youtube
Mario Napoleone.

Avatar utente
Mario Napoleone
Messaggi: 248
Iscritto il: lun 19 nov 2007, 09:55
Località: Salerno

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Mario Napoleone » sab 27 ago 2016, 16:15

...io sono quello meno giovane...d'età!!! :lol:
Mario Napoleone.

Avatar utente
Surciddu
Messaggi: 494
Iscritto il: sab 11 ott 2014, 14:42
Località: Orbassano (Torino)

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Surciddu » mar 30 ago 2016, 00:54

Bravo Mario. (Mi permetto di darti del tu). E' molto bello vedere questo gruppo di giovani chitarristi e aspiranti grandi musicisti dilettarsi con così tanta passione. In particolare, il tizio sulla sinistra (quello che fa il tema) è un tipo tosto.
Purcell non se lo caga mai nessuno. Del resto, è morto che era ancora molto giovane (come Mozart).
Hai fatto un ottimo lavoro. Complimenti.

Avatar utente
Gianluca Trotta
Moderator
Messaggi: 1355
Iscritto il: gio 18 giu 2009, 11:53
Località: Trento

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Gianluca Trotta » mar 30 ago 2016, 07:09

Bello e gioioso. Mario, perdonami, ma talvolta serve cambiare prospettiva: potevi descriverti piuttosto come "quello con la tavola armonica più scura".
Oh Lord, please don't let me be misunderstood!

Avatar utente
Mario Napoleone
Messaggi: 248
Iscritto il: lun 19 nov 2007, 09:55
Località: Salerno

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Mario Napoleone » mer 31 ago 2016, 14:28

Surciddu ha scritto:Bravo Mario. (Mi permetto di darti del tu). E' molto bello vedere questo gruppo di giovani chitarristi e aspiranti grandi musicisti dilettarsi con così tanta passione. In particolare, il tizio sulla sinistra (quello che fa il tema) è un tipo tosto.
Purcell non se lo caga mai nessuno. Del resto, è morto che era ancora molto giovane (come Mozart).
Hai fatto un ottimo lavoro. Complimenti.

Effettivamente ricordo che, per esempio, ai tempi di Segovia, Purcell andava molto più di "moda" rispetto ad oggi!!! Il tizio sulla sinistra è Antonio Basei molto bravo così come gli altri ragazzi. La scelta del brano è stata di Massimo Lonardi che ci ha seguiti in quattro giorni di intenso lavoro sul repertorio e sull'interpretazione della musica Barocca. Grazie dei complimenti e anche del fatto che mi dai del tu :D !!!
Mario Napoleone.

Avatar utente
Mario Napoleone
Messaggi: 248
Iscritto il: lun 19 nov 2007, 09:55
Località: Salerno

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Mario Napoleone » mer 31 ago 2016, 18:29

Gianluca Trotta ha scritto:Bello e gioioso. Mario, perdonami, ma talvolta serve cambiare prospettiva: potevi descriverti piuttosto come "quello con la tavola armonica più scura".

Grazie....non ci ho pensato!!! Cambierò prospettiva...... :D :merci:
Mario Napoleone.

Umberto Nostro
Messaggi: 28
Iscritto il: mar 20 dic 2016, 11:31

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Umberto Nostro » dom 01 gen 2017, 09:22

Complimenti Mario a te e a tutti i componenti del gruppo. Che bella sensazione iniziare l'anno ascoltando questa musica. Io non ho avuto la possibilità di seguire un corso di studi strutturato e guardo con ammirazione e un po' di rimpianto queste belle esibizioni. Amo la musica antica e starei ore ad ascoltare brani di questo genere. Oggi credo che dedicherò l'intera giornata ad esplorare questo magnifico sito alla ricerca di altre perle preziose. Ancora complimenti e Buon Anno.

Heitorvillalobos
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 29 dic 2016, 22:23

Re: Purcell, Henry; Rondeau

Messaggioda Heitorvillalobos » dom 01 gen 2017, 18:23

Complimenti, esecuzione notevole. Oltretutto, sapendo che si tratta di una masterclass e quindi di una collaborazione occasionale fra giovani musicisti che magari prima non si conoscevano neppure, e che immagino avranno avuto pochi giorni per provare il pezzo, mi è sembrata di rilievo l'affiatamento e la capacità di "amalgama" che gli esecutori hanno mostrato.
Non so se mi sono espresso con termini tecnici appropriati, ma a me è parso come se suonassero insieme da tempo.
Peraltro ho avuto occasione di incontrare Massimo Lonardi tempo fa ad un corso estivo e devo dire che la sua professionalità e passione nel rapporto con gli allievi non ha eguali.
Buon 2017!
Graziano


Torna a “Audio e Video di musica antica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite