Bach, J. S. - Preludio BWV 998

dal Rinascimento al periodo barocco, dal 1500 al 1760 (Dowland, Sanz, Bach, Weiss).
Avatar utente
patatracks
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 23 lug 2008, 01:31

Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da patatracks » gio 17 nov 2016, 20:37

Bach 998 - Prelude - 03.mp3
Amici del forum, vorrei proporvi la mia versione di questo splendido preludio.
Essendo la prima volta che affronto un pezzo barocco di una certa complessità, sarei interessato a ricevere dritte circa l'interpretazione.

Saluti,

Pata
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6892
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Giorgio Signorile » ven 18 nov 2016, 08:49

Niente da dire, hai suonato un bellissimo preludio, sereno, equilibrato, le note escono come le vuoi tu, si capisce, e soprattutto non copi da altre interpretazioni, bravo

Avatar utente
patatracks
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 23 lug 2008, 01:31

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da patatracks » ven 18 nov 2016, 20:04

Maestro Giorgio, grazie mille!

E' un onore per me ricevere un tuo apprezzamento, e questo mi incoraggia a proseguire anche su questo repertorio che conosco poco.
Forse tra qualche tempo mi deciderò ad affrontare anche la fuga e l'allegro... ma li davvero saranno dolori. :roll:

Pata

Avatar utente
FrancoGiordano
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 1319
Iscritto il: dom 18 nov 2012, 15:13

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da FrancoGiordano » ven 18 nov 2016, 23:52

Complimenti è stato piacevolissimo ascoltarti...ciao Franco

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3504
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Gabriele Gobbo » sab 19 nov 2016, 13:04

Complimenti anche da parte mia, davvero leggero e godibile, per nulla banale. Puoi dirci quale trascrizione hai adoperato?
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
patatracks
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 23 lug 2008, 01:31

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da patatracks » sab 19 nov 2016, 13:39

Innanzitutto grazie per avermi ascoltato, sono contento che vi sia piaciuto.

Gabriele, per quanto riguarda la trascrizione, il discorso è un po' complesso.
Ho iniziato da una trascrizione di Edson Lopes che ho trovato su internet. Man mano mi sono reso conto che c'erano delle cose veramente strane con molte note che non mi sembravano al posto giusto. Ho provato ad ascoltare delle registrazioni, soprattutto per liuto e cembalo (gli strumenti originali per cui è stato scritto) e le mie perplessità sono diventate certezze!!!
Pertanto, fermo restando alcune (ma non tutte) valide soluzioni tecniche che ho sfruttato nella diteggiatura, mi sono procurato la versione trascritta da Frank Koonce e questa volta mi è sembrato che molti più tasselli tornassero a posto.
In pratica ho cercato di prendere quello che ho ritenuto il meglio tra le due versioni.
Infine, continuando ad ascoltare le registrazioni per strumento "originale" mi è sembrato opportuno limare ancora qualcosina.
Quindi, in definitiva, si potrebbe dire che mi sono fatto la mia "revisione personalizzata".

Saluti

Pata

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3504
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Gabriele Gobbo » sab 19 nov 2016, 14:36

patatracks ha scritto:Innanzitutto grazie per avermi ascoltato, sono contento che vi sia piaciuto.

Gabriele, per quanto riguarda la trascrizione, il discorso è un po' complesso.
Ho iniziato da una trascrizione di Edson Lopes che ho trovato su internet. Man mano mi sono reso conto che c'erano delle cose veramente strane con molte note che non mi sembravano al posto giusto. Ho provato ad ascoltare delle registrazioni, soprattutto per liuto e cembalo (gli strumenti originali per cui è stato scritto) e le mie perplessità sono diventate certezze!!!
Pertanto, fermo restando alcune (ma non tutte) valide soluzioni tecniche che ho sfruttato nella diteggiatura, mi sono procurato la versione trascritta da Frank Koonce e questa volta mi è sembrato che molti più tasselli tornassero a posto.
In pratica ho cercato di prendere quello che ho ritenuto il meglio tra le due versioni.
Infine, continuando ad ascoltare le registrazioni per strumento "originale" mi è sembrato opportuno limare ancora qualcosina.
Quindi, in definitiva, si potrebbe dire che mi sono fatto la mia "revisione personalizzata".

Saluti

Pata
Grazie,
di nuovo complimenti.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 513
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Paolo Barbagli » sab 19 nov 2016, 15:30

Bravissimo. Complimenti. Fai venire i brividi. Sarebbe utile anche sapere che chitarra hai usato, le corde e come hai registrato.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
patatracks
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 23 lug 2008, 01:31

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da patatracks » sab 19 nov 2016, 15:54

Paolo Barbagli, grazie per i complimenti!

In quanto alla chitarra... niente di ché, una vecchia Yamaha G-60 con tavola in compensato (oggi per "pudore" si usa il termine laminato :)). Per quanto rimanga sempre una chitarrina, continua a stupirmi perché con corde nuove suona decentemente (entro i limiti di quello che è, ovviamente).
Le corde sono delle Savarez Alliance Corum che sto usando per la prima volta e devo dire che si adattano bene allo strumento ed hanno anche una certa longevità.
Infine, utilizzo un registratore Zoom H1 - compatto e, mi sembra, decente.

Saluti,

Pata

ilovemusic015
Messaggi: 355
Iscritto il: ven 09 gen 2009, 14:08
Località: Roma

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da ilovemusic015 » mer 23 nov 2016, 22:15

Ho suonato questo preludio in pubblico tanti anni fa, mi ha sconvolto l' anima e mi ha fatto sognare tante volte...del resto con Bach è la normalità :D .
La tua esecuzione è semplicemente splendida, non ho altro da aggiungere :bravo: :merci:

Avatar utente
patatracks
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 23 lug 2008, 01:31

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da patatracks » gio 24 nov 2016, 15:27

ilovemusic015 ha scritto:Ho suonato questo preludio in pubblico tanti anni fa, mi ha sconvolto l' anima e mi ha fatto sognare tante volte...del resto con Bach è la normalità :D .
La tua esecuzione è semplicemente splendida, non ho altro da aggiungere :bravo: :merci:
Grazie per il tuo commento!

:merci:

Pata

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 513
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Paolo Barbagli » ven 25 nov 2016, 00:37

patatracks ha scritto:Paolo Barbagli, grazie per i complimenti!

In quanto alla chitarra... niente di ché, una vecchia Yamaha G-60 con tavola in compensato (oggi per "pudore" si usa il termine laminato :)). Per quanto rimanga sempre una chitarrina, continua a stupirmi perché con corde nuove suona decentemente (entro i limiti di quello che è, ovviamente).
Le corde sono delle Savarez Alliance Corum che sto usando per la prima volta e devo dire che si adattano bene allo strumento ed hanno anche una certa longevità.
Infine, utilizzo un registratore Zoom H1 - compatto e, mi sembra, decente.

Saluti,

Pata
Ti ringrazio delle informazioni, e se veramente hai suonato con una "chitarrina" ancora più complimenti. E del resto a risentire la registrazione si sente in efftti una qualche debolezza dei cantini. In ogni caso il suono è veramente bello, e evidentemente è merito in gran parte del tuo "tocco" e della tua sensibilità musicale. Mi ha fatto voglia di provarci anch'io, e magari lo faccio.
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Avatar utente
patatracks
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 23 lug 2008, 01:31

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da patatracks » lun 28 nov 2016, 11:40

Paolo Barbagli ha scritto:
patatracks ha scritto:Paolo Barbagli, grazie per i complimenti!

In quanto alla chitarra... niente di ché, una vecchia Yamaha G-60 con tavola in compensato (oggi per "pudore" si usa il termine laminato :)). Per quanto rimanga sempre una chitarrina, continua a stupirmi perché con corde nuove suona decentemente (entro i limiti di quello che è, ovviamente).
Le corde sono delle Savarez Alliance Corum che sto usando per la prima volta e devo dire che si adattano bene allo strumento ed hanno anche una certa longevità.
Infine, utilizzo un registratore Zoom H1 - compatto e, mi sembra, decente.

Saluti,

Pata
Ti ringrazio delle informazioni, e se veramente hai suonato con una "chitarrina" ancora più complimenti. E del resto a risentire la registrazione si sente in efftti una qualche debolezza dei cantini. In ogni caso il suono è veramente bello, e evidentemente è merito in gran parte del tuo "tocco" e della tua sensibilità musicale. Mi ha fatto voglia di provarci anch'io, e magari lo faccio.
Beh... sul fatto che la Yamaha G-60 sia una chitarrina, penso che non ci siano dubbi.
Tra l'altro la trovo anche un pochino scomoda per la tastiera leggermente più stretta del normale e il diapason piuttosto abbondante che mi rendono alcune cose più difficili. Ma dopo tanti anni che la suono mi sono abituato.
A parte questo la considero comunque uno strumento da studio tutto sommato "onesto".

Certo, forse sarebbe anche ora di passare a qualcosa di meglio. Magari uno strumento di liuteria economico, anche usato, perché ritengo che il mio livello da dilettante/appassionato non giustifichi investimenti spropositati.

Saluti.

Pata

Avatar utente
Paolo Barbagli
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 513
Iscritto il: mer 20 gen 2016, 00:22
Località: Riva del Garda

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Paolo Barbagli » lun 28 nov 2016, 13:03

patatracks ha scritto:
Paolo Barbagli ha scritto:
patatracks ha scritto:Paolo Barbagli, grazie per i complimenti!

In quanto alla chitarra... niente di ché, una vecchia Yamaha G-60 con tavola in compensato (oggi per "pudore" si usa il termine laminato :)). Per quanto rimanga sempre una chitarrina, continua a stupirmi perché con corde nuove suona decentemente (entro i limiti di quello che è, ovviamente).
Le corde sono delle Savarez Alliance Corum che sto usando per la prima volta e devo dire che si adattano bene allo strumento ed hanno anche una certa longevità.
Infine, utilizzo un registratore Zoom H1 - compatto e, mi sembra, decente.

Saluti,

Pata
Ti ringrazio delle informazioni, e se veramente hai suonato con una "chitarrina" ancora più complimenti. E del resto a risentire la registrazione si sente in efftti una qualche debolezza dei cantini. In ogni caso il suono è veramente bello, e evidentemente è merito in gran parte del tuo "tocco" e della tua sensibilità musicale. Mi ha fatto voglia di provarci anch'io, e magari lo faccio.
Beh... sul fatto che la Yamaha G-60 sia una chitarrina, penso che non ci siano dubbi.
Tra l'altro la trovo anche un pochino scomoda per la tastiera leggermente più stretta del normale e il diapason piuttosto abbondante che mi rendono alcune cose più difficili. Ma dopo tanti anni che la suono mi sono abituato.
A parte questo la considero comunque uno strumento da studio tutto sommato "onesto".

Certo, forse sarebbe anche ora di passare a qualcosa di meglio. Magari uno strumento di liuteria economico, anche usato, perché ritengo che il mio livello da dilettante/appassionato non giustifichi investimenti spropositati.

Saluti.

Pata
Sei troppo modesto, secondo me li giustifica. Mi piacerebbe risentirti con una chitarra più adeguata
Chitarra: J. Ramirez R2 1993
Corde: D'Addario
Software: Wave Editor
Registratore: Zoom H5

Giannirock
Messaggi: 478
Iscritto il: sab 15 mag 2010, 22:42
Località: NAPOLI

Re: Bach, J. S. - Preludio BWV 998

Messaggio da Giannirock » mar 29 nov 2016, 11:24

Complimenti, bella esecuzione. Pienamente d'accordo a sostituire la chitarra con una di liuteria. Natale è alle porte, concediti
una nuova chitarra.
:bye: :bye: Giannirock
Chitarre: O. Raponi 1973 - G. Giussani 1987- P. Casillo in cedro 2002 -Masaru Kohno 1984 - P. Casillo abete del 2002- - Locatto Luigi del 1993- Antonio Ariza 1976- A. Marseglia del 2002

Torna a “Audio e Video di musica antica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 5 ospiti