Studia Instrumentorum

Quando inserite un link che riconduce ad un video, formulate il titolo come in quest'esempio :
Youtube
Niccolò Paganini; Capricho nº 24.
Avatar utente
Alberto D'Antonio
Messaggi: 315
Iscritto il: sab 06 mar 2010, 12:06
Località: Budapest

Studia Instrumentorum

Messaggio da Alberto D'Antonio » ven 02 ott 2015, 13:43

La "ricercola" sull'origine della mia chitarra, dal punto di vista della liuteria, continua.

Ne approfitto per ringraziare Roberto Ceretti che mi ha messo una "pulce" nell'orecchio di non poca importanza e che mi ha aiutato a comprendere anche da un punto di vista "economico" le possibili ragioni di determinate scelte nel seguire una idea di incatenatura piuttosto che un'altra.
Parafrasando Tomasi : Alla fine parlano le chitarre...ma solo se le vendi.

Potrebbe darsi, alla fine e in qualche modo,
che la tradizione della costruzione della chitarra classica in quel di Schonbach/Luby non abbia avuto un cammino molto diverso da quanto avvenne in Italia "grazie" al contributo di Segovia... seppur con le dovute differenze.

Ecco - scusate la tirata - pero' e finalmente un altro piccolo tesoretto che merita assolutamente di essere condiviso:

http://www.studia-instrumentorum.de/MUS ... _audio.htm

Il suono di ben 14 modelli di chitarra costruiti dal 1919 al 1954, in Germania dal liutaio Richard Jacob Weissgerber.


Attenzione! cliccando sull'icona con la scritta in neretto "Gitarren" sotto la voce "CD-Publikation" si apre questa pagina:

http://www.studia-instrumentorum.de/MUS ... pering.htm

e cliccando su ogni numero in neretto sotto la colonna "Inv.-Nr." si apre, per ogni strumento, una pagina come questa:

http://www.studia-instrumentorum.de/MUS ... R/4772.htm

e in basso a sinistra...Ecco una immagine del rilievo della tavola armonica della chitarra in questione, con l'indicazione di tutti gli spessori!

Per la miseria, che lavoro!

:bye: :casque: :discussion:

Ed eccol il liutaio Weissgerber:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ci metterai tutta la vita a capir la vita.
E se suoni la chitarra tutta la vita ci perderai e testa e cuore:non ne verrai mai a capo, non ne avrai mai abbastanza.
E mai vita più felice, tormentata e piena se amando questa vita tu suoni la chitarra.

Torna a “I vostri indirizzi del Web”