Il Flamenco in Italia

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Il Flamenco in Italia

Messaggioda Gerardo50 » dom 04 feb 2007, 22:13

Ciao ragazzi sono il vicino di casa classico. Una domanda: quanto è diffuso il flamenco in Italia? Quanti saranno gli adepti? E i concerti? Nei forum spagnoli gli iscritti al flamenco sono molto di più che qui da noi? Ho una video cassetta che mi è stata regalata da un amico del GRANDE Paco, dove suona il concierto de Aranjuez ed altre suonate. Lascio a voi immaginare per me stupendo !!!!!!!!!! Una volta venne a Roma a Capanelle (chi è di Roma sa dov'è) tanta gente, sempre in piedi, un mal di reni terribile, però ne valse la pena ve lo garantisco !!! Alla fine riuscii a salutarlo e a dirgli di tornare. Grazie per le informazioni che mi darete. Ciao a tutti Gerardo50.
Gerardo

Marcus

Messaggioda Marcus » lun 05 feb 2007, 15:02

Caro Gerardo purtroppo io non ti so dare stime precise al rigurdo. Il flamenco da noi non è molto radicato nella società (non lo è per niente) quindi è sempre difficile distinguere lo "spagnolesco" dal flamenco vero e proprio. Sicuramente gli appassionati ci sono e penso che si dedichino a questo genere con serietà.
Mi rendo anche conto che mancando il contesto sociale quello che si può fare in questo paese è ancora qualcosa di diverso rispetto al flamenco in Spagna...l'importante è metterci passione come in tutte le cose.

Per il momento ti saluto Gerardo e spero di leggere presto un altro tuo intervento.

flax

Messaggioda flax » lun 05 feb 2007, 17:04

Ciao Gerardo!
Per quel poco che sò gli amanti sono tanti ma che suonano realmente sono pochi!
Se si intende studiare seriamente questa arte allora ti garantisco che non basta rumba per poter dire di suonare Flamenco.
In tutte le forme che ho avuto modo di ascoltare ben poca gente si avvicina minimamente al toque flamenco.E' cosa ambita e purtroppo non per tutti.
Solo di una cosa sono certo il tanto conclamato Picado a velocità supersonica non è un traguardo alla portata dei più blasonati chitarristi sia nazionali che stranieri.
Bisogna avere una mano veloce ,chiara e precisa e questa è una cosetta per niente semplice.
Girando sul web molti mettono spezzoni del loro picado ed io puntualmente vado ad ascoltare l'esecuzione con la speranza di incontrare qualcuno che si avvicini alla velocità di Paco.
Quelli che più di tutti si avvicinano alla velocità del maestro lo fanno usando il plettro e non l'indice e il medio.
Ho pure letto di gente che fantasticava sull'uso delle tre dita e delle relative scale !
Questo del picado è solo un aspetto delle tante particolarità che il flamenco richiede ai propri estimatori musicisti.
Quindi tu giustamente ,possedendo il palato fine ,sei rimasto colpito dalla originalità per nulla scontata e assolutamente introvabile del maestro Francisco Sanchez più noto come Paco De Lucia.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » lun 05 feb 2007, 22:15

Caro Flax e Marcus sono lieto delle vostre risposte, è chiaro che fare un paragone con la Spagna mi sembra scontata la differenza. In Italia sicuamente come voi dite ci sono gli appassionati, però a mio parere trovano maggiori difficoltà. Anche perchè coloro che vorrebbero coltivare questo tipo di cultura chitarristica in Italia, non saprebbero dove attingere, considerando che qui da noi gli insegnanti di flamenco non credo ce ne siano molti. Quindi la passione deve essere proprio molta, per cimentarsi da soli, con tutte le difficoltà a cui si và incontro. E difficoltà ce ne sono ! Io quella sera ascoltando PACO, confesso che per guardare le mani un pòchino mi distraevo dal suono, vidi cose incredibili !!! Quindi per chi ama il flamenco la vedo un po dura da noi, proprio per la carenza di insegnati, è un peccato però. La domanda per confermare i miei duddi: avete trovato difficoltà a trovare un insegnante? E' una cosa triste che uno non possa coltivare una passione per mancanza di insegnanti. Mica ci si può trasferire in Spagna? Ciao vi saluto affettuosamente. Gerardo50.
Gerardo

Sander

Messaggioda Sander » mar 06 feb 2007, 08:18

Visto che sei di Roma sei uno tra i più fortunati.
All'Arts Academy c'è un corso di flamenco. Inoltre insegna lì anche Juan Lorenzo. mandagli una mail se vuoi
info @ flamencolibre. it

flax

Messaggioda flax » mar 06 feb 2007, 10:26

Ciao Gerardo!
Sander ha ragione a Roma hai molte possibilità.

Volevo solo tranquillizzarti su una cosa però,ciò che ho scritto sopra non vale solo per gli Italiani ma vale anche per gli Spagnoli.Se pensi che in Spagna incontri ragazzi che fanno un picado a velocità beh non è assolutamente così.Paco la musica tradizionale l'ha elevata a livelli estremi quindi si può tranquillamente affermare che ci sono pochi Paco in giro per il globo.Dico pochi che si avvicinano a Paco.
Quindi sulle funamboliche esecuzioni dei grandi Paco,Vincente Tomatito Pena ecc possiamo pure tranquillizzarci perchè Italiani oSpagnoli e anche Francesi Americani incontrano tutti gli stessi ostacoli e non conoscono affatto il segreto della mano stregata.


Ciao!
Lino

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » mar 06 feb 2007, 17:21

Grazie ragazzi. Era solo a titolo informativo, visto che a me piace anche il flamenco volevo fare un raffronto Spagna - Italia e sapere quanto qui avesse preso piede quella cultrura chitarristica. E avevo la sensazione che non ci fossero molti posti dove andarlo a studiare. Qui a Roma mi dite che c'è, a me piacerebbe, (avendo tempo........ecc )Quel pochissimo che studiai quasi 36 anni fà èra classico (che adoro). Chissà come mi troverei poi.......... Comunque grazie delle inforazioni. Se sapete di qualche concerto a Roma anche vostro, fatemelo sapere. Vi considero amici quindi penso che non vi dimenticherete di me. Ciao a tutti Gerardo50.
Gerardo

Sander

Messaggioda Sander » mer 07 feb 2007, 02:32

Gerardo, tieni sotto controllo anche questo sito:

http://www.chitarristiflamenco.com

lo gestisce un amico e ci puoi trovare un po' di tutto, compreso le segnalazioni di concerti anche a Roma.
L'anno scorso c'è stato anche Gerardo Nunez.
un saluto
Sander

flax

Messaggioda flax » mer 07 feb 2007, 15:42

Sander ha scritto:Gerardo, tieni sotto controllo anche questo sito:

http://www.chitarristiflamenco.com

lo gestisce un amico e ci puoi trovare un po' di tutto, compreso le segnalazioni di concerti anche a Roma.
L'anno scorso c'è stato anche Gerardo Nunez.
un saluto
Sander


Conosci Beppe Cairone?

Lui mi disse che aveva conseguito l'attestato proprio con Herrero!

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » mer 07 feb 2007, 19:21

Grazie a Sander e a Flax per le informazioni. Ciao Gerardo50.
Gerardo

Sander

Messaggioda Sander » gio 08 feb 2007, 06:28

Con Peppe abbiamo frequentato il corso con Oscar l'anno scorso.
Ci siamo conosciuti lì. Abbiamo anche avuto occasione di suonicchiare qualcosa insieme. Ci siamo divertiti. Ora ci si sente per mail o in chat sul suo sito.
Il 3 e 4 marzo ci si rivedrà a Firenze alla nuova Master di Herrero.
Conosci anche tu Peppe?
Ciao Sander


[/quote]

flax

Messaggioda flax » gio 08 feb 2007, 14:11

Sander ha scritto:Con Peppe abbiamo frequentato il corso con Oscar l'anno scorso.
Ci siamo conosciuti lì. Abbiamo anche avuto occasione di suonicchiare qualcosa insieme. Ci siamo divertiti. Ora ci si sente per mail o in chat sul suo sito.
Il 3 e 4 marzo ci si rivedrà a Firenze alla nuova Master di Herrero.
Conosci anche tu Peppe?
Ciao Sander


[/quote]


Ci stiamo fregando il post di Gerardo!
Gerardo scusa se usiamo per un pò il tuo post come una chat!


Non conosco Beppe da vicino però sono iscritto al suo sito.

Quindi tu Sander sei uno già bello e formato e hai l'obbligo di dividere con noi tutto ciò che sai! :lol:
Nello stile di Delcamp si intende!Tanta informazione per tutti.
Ho l'impressione (non mi riferisco a te chiaramente)che per il flamenco quelli che sanno qualcosa se lo tengono ben stretto come un prezioso segreto.
Ora che incontri Oscar Herrero bombardalo di domande,ruba quanto più e possibile e poi porta tutto quà e dividilo con noi da buon amico :lol:

Io stò rivoltando il web come un calzino pur di reperire info utili alla nostra crescita.

Ciao
Lino

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4881
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » gio 08 feb 2007, 21:44

Prego non c'è di che!! A qualcosa almeno è servito il mio post. Ciao ragazzi. Gerardo.
Gerardo

flax

Messaggioda flax » ven 09 feb 2007, 12:17

Gerardo50 ha scritto:Prego non c'è di che!! A qualcosa almeno è servito il mio post. Ciao ragazzi. Gerardo.


Caro Gerardo l'esperienza che hai accumulato in tutti questi anni ci può offrire un aiuto enorme.
Hai molte più chance tu che hai già la mano formata che io !
Quindi se hai intenzione di iniziare l'avventura flamenca non hai che da chiedere.Uno con la tua esperienza il metodo Granado "se lo mangia a colazione".

Se hai tempo domani sera c'è Tomatito Con il pianista Michael Camilo all'auditorium di Roma.

Ciao!
Lino

ambe

Messaggioda ambe » ven 09 feb 2007, 12:35

Mi permetto di segnalare (per chi sta al Nord d'Italia) la scuola di Mauro Jezzi a Treviglio (Bergamo).
Ottimo Flamenchista di professione e una scuola didatticamente ben impostata.
Per informazioni passate attraverso il sito ***
C'è qualcuno che già lo conosce ?


Torna a “Flamenco”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 3 ospiti