Il Flamenco in Italia

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4895
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » ven 09 feb 2007, 23:45

Caro Flax ti ringrazio per la stima ma io l'unica cosa che mangio a colazione è latte e pane. Io sono al forum come appasionato. Quindi il mio contributo a livello tecnico sarebbe scarso. Comunque ti racconto la mia storia: 36 anni fà presi lezioni di chitarra per poco tempo Sagreras 1,e 2 (e non tutto) un pò Carcassi, un pò Carulli. Poi smisi. Iniziai appassionarmi alla chitarra dopo aver ascoltato un brano alla radio. Comprai una "chitarra" poi il maestro mi disse di metterla al camino. Poi in seguito con lui andai a comprare una chitarra ARIA che ancora ho. E' stata compagna di brutti e bei momenti, la mia famiglia era io e la chitarra (ognuno ha una storia) mentre ti dico questo non trattengo la commozione !! L'ho riparata 2 volte. Ora sono iscritto al forum. Ma in tutti questi 36 anni non è che ho suonato sempre. Anzi Poco. La musica mi è sempre piaciuta fin da bambino, e sempre da bambino in collegio facevo parte del coro della chiesa e ne ero contentissimo!! I miei figli solo il più "piccolo" suonicchia l'acustica per rilassarsi perchè ha impegni d'universita', gli altri due neanche le pentole, anzi quelle si!!! Comunque il mio senso dello stare al forum è solo quello di dare stimoli e passione ai giovani. Il resto lascio agli altri io svolgo altra professione. Gradisco l'amicizia, la buona musica, la "compagnia" di tutti voi, a volte mi piace scherzare prendersi anche in giro nel senso buono e perchè no! apprendere qualcosa,anche se il forum non sostituisce il maestro sia chiaro. Comunque ti ringrazio, tu credevi chissà che esperienza avrà gerardo? 36 anni suonando !!! Ma non è cosi. Sei comunque stato gentile, non importa che io non sia un bravo suonatore, l'importante e la tua amicizia che mi offri e la passione che hai e condividi con me: la chitarra. Ciao Flax apprrezo comunque le tue parole. Gerardo.
Gerardo

ricflamenco

Messaggioda ricflamenco » lun 12 feb 2007, 13:45

Mi permetto umilmente di segnalare il mio corso presso L'Università della Musica di Roma. Verranno approfonditi oltre ai cinque distretti tecnici della mano destra, i compàs di soleà, bulerias e siguiriya nonchè i vari palos.
Un saluto a tutti.
Riccardo Ascani

flax

Messaggioda flax » lun 12 feb 2007, 13:47

Hola Gerardo!
Anche a me piace togliermi la cravatta e sbottonare la camicia e perchè no ,mettermi comodo sensa giacca :lol:
E' evidente che siamo tra amici di questo puoi starne certo e per dimostrartelo quel poco che so e quell'immenso che invece non sò è a tua completa disposizine.
Nel frattempo se hai voglia di spassartela un pò con il Flamenco, prendi un Oscar Herrero 1 volume e io ti farò evitare tutte le buche che ho incontrato sul mio cammino.
In ogni caso non ti allontanare da questa sezione perchè mi dispiacerebbe perdere il tuo parere.
Ciao
Lino.

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4895
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » lun 12 feb 2007, 20:31

Buonasera Flax ti ringrazio per la tua disponiblita', sei veramente gentile. In effetti devo andare uno di questi giorni in un negozio dove trovare un pò di spartiti, è veramente tantissimo tempo che non compro niente. iIn passato andavo Da Ricordi in centro, mi èra comodo perchè ci passavo per andare a lavorare. Adesso si è trasferito, dico sempre vado, poi 0 per una cosa o per un'altra non ci vado. Se vado comprerò quello che tu dici, anche se trovo difficoltà a me poco importà, comunque ci provo stai sicuro, poi avere spartiti è sempre bello. Se capiti a Roma ti offro volentieri un caffè (non sarà come quello di Napoli) pazienza. Penso che sei di Napoli, NAPLES CITY !! Ciao Gerardo.
Gerardo

flax

Messaggioda flax » mar 13 feb 2007, 12:24

Grazie per l'invito Gerardo!
Un buon caffè lo accetto sempre e lo offro sempre.
Se vengo a Roma di certo approfitterò del tuo bar di fiducia.
Ciao
Lino

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4895
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » mar 13 feb 2007, 22:07

Il caffè? OK non c'è problema. Scusa Lino ma dalla foto mi sembra che hai una vaga somiglianza ad un certo PACO. Mi sbaglio? l'ho chiesto anche a mio figlio e ha detto: si un po gli somiglia. Ciao .
Gerardo

flax

Messaggioda flax » mer 14 feb 2007, 13:50

Tuo figlio ha ragione nella foto è Paco!
Mi accontenterei di avere il 50 per cento del suo toque.
Ciao Gerardo!

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4895
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » mer 14 feb 2007, 20:16

Eh caro Lino più che la foto, di Paco ci vorrebbero le sue mani. Tu dici il 50% io mi accontenterei del 25%. Ciao Gerardo.
Gerardo

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4895
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggioda Gerardo50 » lun 19 feb 2007, 20:11

Scusate, quando si vede qualcosa della Spagna si vedeno chitarristi flamenco con la presenza di ballerini/ne. Ma allora il flamenco non ha "l'obbligo" della presenza di ballerini/ne visto che alcuni chitarristi di flamenco al pari di quelli classici si esibiscono con la sola chitarra? Forse sono io che ho quest'idea del flamenco, cioe chitarra e ballo. Voi come fate? E in Italia ci sono ballerini/ne di flamenco? Ciao a tutti Gerardo.
Gerardo

flax

Messaggioda flax » mar 20 feb 2007, 11:05

Hola Gerardo!
Veramente il Flamenco è nato forse come canto e poi come ballo e in seguito ritmo strumenti fino a inserire i violini la citra i mandolini.
In Italia si balla eccome!Spesso in primavera ci sono spettacoli gratuiti e non.
Per la musica senza ballo?
Puoi portare il tempo su un tavolo di trattoria con la mano e cantarci sù o suonarci o ballarci o tutte e tre le cose.
Comunque accompagnare una ballerina è la miglior cosa o comunque è un esperienza che và fatta e io mi stò preparando anche per questo.
Ciao

BRUNOPEDROS

Re: Il Flamenco in Italia

Messaggioda BRUNOPEDROS » mer 26 dic 2012, 12:39

ciao ragazzi sono il maestro Bruno Pedros..Maestro non per ego ..ma di fatto .Ho sacrificato la mia bella italia per vivere anni in andalusia e ho capito che in italia se non ci uniamo le cose non possono cambiare ..la chit flamenca rischia di morire ..perche agonizza se non viene insegnata a dovere ..il mio tel ***a tutela della vostra privacy vi invitiamo a comunicare numeri di telefono, mail, indirizzi e altri dati personali attraverso messaggi privati.*** sono disponibile per lezioni e chiarimenti ..nel 1982 ho studiato Con sanlucar 'E poco '
ho fatto una tournee con Serranito nel 1999 a Madrid ..e' poco ? qui in Italia non sono considerato per lo meno a Napoli in ambienti chitarristici ma e ' un problema loro perche io continuo a trascrivere e formarmi ..ma ho bisogno di amici e gente che crede in un artista come me se no me ne vado all' estero e adios ..

brunopedros

Re: Il Flamenco in Italia

Messaggioda brunopedros » lun 10 ago 2015, 01:13

salve sono bruno pedros ho fatto un bel blog amor ala guitarra brunopedrosguitarrablogspot.com scivetemi *** grazie

Palenque

Re: Il Flamenco in Italia

Messaggioda Palenque » lun 10 ago 2015, 13:20

BRUNOPEDROS ha scritto:ciao ragazzi sono il maestro Bruno Pedros..Maestro non per ego ..ma di fatto .Ho sacrificato la mia bella italia per vivere anni in andalusia e ho capito che in italia se non ci uniamo le cose non possono cambiare ..la chit flamenca rischia di morire ..perche agonizza se non viene insegnata a dovere ..il mio tel ***a tutela della vostra privacy vi invitiamo a comunicare numeri di telefono, mail, indirizzi e altri dati personali attraverso messaggi privati.*** sono disponibile per lezioni e chiarimenti ..nel 1982 ho studiato Con sanlucar 'E poco '
ho fatto una tournee con Serranito nel 1999 a Madrid ..e' poco ? qui in Italia non sono considerato per lo meno a Napoli in ambienti chitarristici ma e ' un problema loro perche io continuo a trascrivere e formarmi ..ma ho bisogno di amici e gente che crede in un artista come me se no me ne vado all' estero e adios ..

Ma come caro Maestro, come può un toque della sua levatura essere conosciuto solo a Napoli!!!!! :shock:
Io la conosco per fama nazionale e anche internazionale, spettacolari sono i suoi video su Yutube.
Suonare con l'incommensurabile Sanlucar e con il funambolico a dir poco Victor Monge" serranito" mi pare di Cordoba è una cosa fuori dal comune per noi poveri afecionados di quest' arte meravigliosa.
Ricordo un concerto di Serranito, penso che se si metteva una sigaretta spenta sulle corde della sua immensa e gloriosa e mitica guitarra nigra , al fine di quel picado che ho potuto ascoltare e vedere con i miei propri miseri e poveri occhi, il sigarro si accendeva sicuramente come una luz de la madrugada.
Potei stringergli le sue sante uniche e meravigliose mani, che dico le sue miracolose e divine mani al fine di quel quadro flamenco, credendo ma mi sbagliavo che la sua arte un poco si trasferisse nelle mie povere e incapaci mani di un povero afecionados flamenco.
Mi svegliai il giorno dopo, presi la mia guitarra blanca blanca provai a suonare un palo flamenco, ricordo una bulerias, ma purtroppo ci rimasi di mierda, tanta mierda :D il fato non avvenne e continuai a suonare quella splendida bulerias come l'avevo sempre suonata, da schifo!!!
Se in italia la gente non la considera non è di certo colpa sua Maestro Pedro, e che la gente non capisce na mazza della sua arte.
Mi piacerebbe ancora parlare, ma va a finire che mi metto a piangere :(
i ricordi non si dimenticano facilmente, purtroppo ritornare con i piedi per terra è il nostro ingrato struggente fastidioso allucinante destino.
Palenque.


Torna a “Flamenco”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite