Flamenco & - Classica

Sander

Messaggio da Sander » lun 22 gen 2007, 07:06

se mi dite che ad alto livello non coincidano nello stesso chitarrista la professione di flamenchista e di chit. classico, potrei anche essere d'accordo, con qualche riserva perchè conosco almeno tre chitarristi famosi che il Flamenco lo studiano e lo suonano anche (sia in ambienti classici che in ambienti prettamenti flamenchi) e con ottimi risultati sia nel classico che nel flamenco.
Per quanto riguarda il contrario possiamo sentire Paco che suona Aranjuez, De Falla, Granados, Albeniz e Garcia Lorca se non altro in un modo molto interessante....
Secondo me per un chitarrista classico il fatto di acquisire le pure tecniche flamenche costituisce un arricchimento notevole.
Se poi scendiamo nel profondo del flamenco, nell'essenza pura di quello che è, allora o il musicista fa una scelta e si dedica a quello o tuttalpiù sarà un discreto esecutore e basta.
E' il motivo fondamentale per cui ho cominciato a studiare flamenco con un maestro. Per cogliere i particolari, per dare al brano l'afflato vero del flamenco. Per poter respirare flamenco quando lo suono ed è durissima...

Marcus

Messaggio da Marcus » lun 22 gen 2007, 11:37

Sicuramente esistono chitarristi che suonano entrambi i generi...bisognerebbe poi vedere i risultati. Personalmente apprezzo tantissimo Paco de Lucia quando interpreta brani vicini al mondo classico (se non classici del tutto) ma l'approccio è a mio avviso profondamente diverso da quello che può avere un chitarrista classico. Sul piano esecutivo niente da dire ma non me la sento di dire che Paco de Lucia è anche un grande chitarrista classico. Poi certo nulla è impossibile...e soprattutto è in funzione delle esigente di chi ascolta.

giacomo

Messaggio da giacomo » lun 22 gen 2007, 17:02

Bravo Marcus!!!

Marcus

Messaggio da Marcus » lun 22 gen 2007, 18:13

Ti ringrazio giacomo :wink: .

Avatar utente
MaxMarto
Messaggi: 1497
Iscritto il: mar 08 nov 2005, 18:58
Località: GENOVA

Messaggio da MaxMarto » gio 01 feb 2007, 19:38

Giusto per riprendere il tema....ho trovato questo sito, in cui un chitarrista suona sia la classica che il flamenco....

http://www.anthonyarizaga.com

Ciao Max :wink:

Reinaldo

Messaggio da Reinaldo » gio 01 feb 2007, 20:19

La classica ( coem dice il nome ) è una signora di 40 anni con la gonna sotto il ginocchiola camicia bianca e la giacca a tinta con la gonna. Porta anche il gioielli.
La . flamenca è un'adolescente con i jens strappati e maglietta e che sprizza energia da tutti i pori.

Marcus

Messaggio da Marcus » ven 02 feb 2007, 12:20

Molto carina Reinaldo questa tua visione ma io me le immagino un po' diverse.
Sicuramente entrambe sono molto affascinanti.

Magic Guitar

Messaggio da Magic Guitar » ven 02 feb 2007, 12:39

Reinaldo ha scritto:La classica ( coem dice il nome ) è una signora di 40 anni con la gonna sotto il ginocchiola camicia bianca e la giacca a tinta con la gonna. Porta anche il gioielli.
La . flamenca è un'adolescente con i jens strappati e maglietta e che sprizza energia da tutti i pori.
Credimi forse c'è chi apprezza la tean ager ma una 40enne classica......... mmmmmmmm non mi far dir altro!!!!! :wink:

LA DONNA

a 20 anni è come l'Africa..... semi inesplorata
a 30 anni è come l'India....... calda e misteriosa
a 40 anni è come l'America.... tecnicamente perfetta
a 50 anni è come l'Europa.... tutta una rovina
a 60 anni è come la Siberia.... tutti sanno dov'è ma nessuno la cerca.

Sono escluse le 50 e 60enni presenti nel forum


magic guitar

Reinaldo

Messaggio da Reinaldo » ven 02 feb 2007, 13:45

Concordi con me. La classica è una 40enne tecnicamente perfetta....
Non è detto che la preferisca alla maglietta e jeans.
Ciao

Avatar utente
Gerardo50
Messaggi: 4907
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:50
Località: Roma

Messaggio da Gerardo50 » ven 02 feb 2007, 13:47

Ciao Magic ne hai una al contrario? Non sulla donna ma sù l'uomo, sempre però escludendo gli uomini del forum sennò io sarei tra i fregati. o quasi. Ciao Ferdinà. Gerardo.
Gerardo

Magic Guitar

Messaggio da Magic Guitar » ven 02 feb 2007, 13:50

Gerardo50 ha scritto:Ciao Magic ne hai una al contrario? Non sulla donna ma sù l'uomo, sempre però escludendo gli uomini del forum sennò io sarei tra i fregati. o quasi. Ciao Ferdinà. Gerardo.
So che circola anche la versione per uomini ma non ne sono in possesso... cmq sarei fregato anch'io che credi?

magic guitar

Marcus

Messaggio da Marcus » ven 02 feb 2007, 18:33

Ma nessuna donna presente nel forum si ribella a sta cosa :lol: ?!?
"Molto probabilmente" concordano...

flax

Messaggio da flax » mar 06 feb 2007, 11:11

Ragazzi argomento donne a parte ,io volevo dira la mia riguardo all'affermazione di Marcus e al "bravo" di Giacomo.

Non credo assolutamente che Paco non possa eseguire un pezzo classico con il massimo del risultato .Non lo credo semplicemente perchè Aranjuez, De Falla etc non servivano come le solite opere degli schiacciatasti.Se avessero avuto bisogno della solita esecuzione ripetuta e standard l'avrebbero chiesta forse a Barrueco per fare un nome .
Paco non suona mai niente senza metterci una sua personale interpretazione con relative modifiche.
Guardate che in gioventù si è distinto più con pezzi rigorosamente scritti che improvvisati.Mantilla de Feria è stato proprio il pezzo simbolo della fine della musica scritta di Paco.
Se poi mi dite che non è un chitarrista classico allora mi dovreste anche dire come deve essere un chitarrista classico!
Che caratteristiche deve avere un chitarrista per essere definito classico?
Invece si può tranquillamente affermare che Paco non affronta il repertorio classico !
Non credo di commettere errori se affermo con assoluta convinzione che Paco De Lucia non è un chitarrista Flamenco ma un Chitarrista e basta.

Reinaldo

Messaggio da Reinaldo » mar 06 feb 2007, 14:33

Donne a parte, sono daccordo con Flax. Saper suonare il flamenco è qualcosa in più rispetto alla classica. Cioè sai suonare la classica ed " in più" sai fare l'alzapua, il rasgueados nei vari tipi ecc. ecc.

Il flamenco ha delle peculiarità in più rispetto alla classica.

Naturalmente non trovo vero il viceversa.

Ciao

Marcus

Messaggio da Marcus » mar 06 feb 2007, 14:43

flax ha scritto:Se poi mi dite che non è un chitarrista classico allora mi dovreste anche dire come deve essere un chitarrista classico!
Che caratteristiche deve avere un chitarrista per essere definito classico?
Invece si può tranquillamente affermare che Paco non affronta il repertorio classico !
Non credo di commettere errori se affermo con assoluta convinzione che Paco De Lucia non è un chitarrista Flamenco ma un Chitarrista e basta.
Caro Lino,
Premetto che ho sempre pubblicato interventi a favore di ogni apertura possibile. L'arte non deve essere ingabbiata da nessuno schema di fondo. Qui però si tratta di un problema diverso. Penso di interpretare anche il pensiero di Giacomo (che ovviamente invito a partecipare) nel dire che non si sta facendo un discorso tecnico od in merito alla liceità delle scelte artistiche di Paco. E' evidente che Paco de Lucia sia in grado di eseguire molti pezzi di estrazione classica e nessuno lo può impedire: io sono uno di quelli che sostiene che questo genere di cose debba avvenire più spesso. L'obiezione è sulla visione globale dell'artista: io penso che Paco quando suona brani classici non sia un chitarrista classico ma questo non è un discorso di definizioni fine a se stesso ma un voler sottolineare una diversa forma mentis. Paco ha una impostazione (tecnica, culturale, interpretativa) tipicamente flamenca. Con questo non voglio assolutamente dire che non deve dedicarsi a brani classici (e anche qui si dovrebbero fare dei distinguo dato che c'è classico e classico) ma semplicemente che io la differenza da un chitarrista classico la sento. Sinceramente non mi convince affatto l'idea che se un chitarrista può eseguire un brano gli si possa metter la targhetta "chitarrista classico"...allora non contano niente gli anni di studio precedenti? voglio dire un chitarrista classico studia 40 anni un certo tipo di brani con un'impostazione totalmente diversa all'interpretazione e non gli riconosciamo una oggettiva "completezza" rispetto ad un altro chitarrista che magari si avvicina alla classica in modo discontinuo? Il discorso che facevo io era un discorso di insieme, che coinvolge anche la sfera culturale e "storica" dell'artista e che per forza condiziona pesantemente l'esecuzione che rimane comunque la punta dell'iceberg.
Ad alti livelli far convivere queste due cose a me (opinione personale) non convince per niente...mi piace moltissimo perché "non ci sono più frontiere" ma preferisco distinguere le cose. Per esperienza personale la chitarra classica e la chitarra flamenca sono profondamente diverse e non è certo per il fatto che riesco ad abbozzare Asturias che mi ritengo un chitarrista classico...
A presto.

Torna a “Didattica, metodi, tecniche e musiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 5 ospiti