da dove posso iniziare?

flax

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda flax » mer 06 feb 2008, 10:46

Azz mi ero perso questa bella discussione!
Purtroppo è un pò successo quello che succede sempre in una discussione.Quasi tutti dicono cose giuste e magari dicono anche le stesse cose,però come sempre si finisce per urlarle al gruppo di discussione.
Io la verità sul Flamenco non la conosco e non so bene quando la conoscerò.
La cosa che più mi fa stare tranquillo è che tanti amici Spagnoli che studiano flamenco fanno le stesse identi cazzate che faccio io .Anche loro come noi si sforzano di comprendere e spesso e volentieri suonano qualcosa di diverso da ciò che noi intendiamo flamenco.
E' un pò come se un Torinese cercasse di comprendere la Taranta Pugliese o cercasse di cantare come un muratore Napoletano.
In ogni caso ricordo a tutti gli amici che ogni individuo ha le proprie capacità ed è sempre sbagliato appiattire tutto con strade già spianate da METODI E MANUALI.
C'è il rischio evidente che alla fine ci sarà una generazione di musicisti flamenco che suonano tutti uguali (già avviene nel rock ,e nel jazz).
Giaguaro ha voluto semplicemente togliere il rischio di suonare "Afflamencato " una sorta di TATTA RATATTA OLE'.
Giacomo come tutti coloro che si muovono da soli ha concentrato il suo lavoro sull'ascolto (che ritengo giustissimo)e You Tube ci porta lontano molto lontano da casa anche nelle case e nelle trattorie dove qualcuno suona la musica che più ci piace.
E' anche vero che su youtube ci trovi tanta gente che suona le mie stesse falstas ,tutte uguali e qualcuno ci ha pure incollato delle sue "afflamencature".

Non è il caso di arrabbiarsi ,ognuno scriva la sua e se proprio si ha voglia di lite il miglior scontro è quello musicale con registrazioni che attestino o meglio mostrino il nostro modo di suonare perchè il fine ultimo è quello.
C'è da imparare moltissimo proprio da coloro che ci sembrano meno preparati o bravi.

Oggi posso dire con certezza che anchi i maestri qua sul forum hanno scritto delle enormi cassate sul picado e sulle scale a tre dita.
Io leggevo incuriosito e davo valore ai loro scritti soltanto perchè erano maestri ma alla fine erano cassate scritte con maestria.

Con amicizia
Lino.

flax

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda flax » mer 06 feb 2008, 13:11

Comunque per rispondere al post dell'amica Diana mi sentirei senza alcun dubbio di iniziare con Granados primo volume soffermandomi sulla soleà il tempo necessario a capire senza problemi gli accenti caratteristici .
Non avere fretta di completare tutti i Nevel (livelli)perchè è già sufficente il primo e il secondo per poter poi nell'ascolto dei grandi musicisti gli sytessi accenti ma di complessità superiore.
Non soffermarsi troppo tempo sul picado perchè ci vuole un bel pò prima di raggiungere velocità e precisione(io sono anni che ci provo).
Lavorare di arpeggi e di rasquesos (non tutti ma solo quelli più frequenti nella soleà)imparare prima di ogni altra cosa a usare il pollice nella maniera flamenca (già quello da dei risultati enormi).
Poi piano piano puoi capire da sola e con l'aiuto di tutti gli amici cosa e come procedere.
Per quel che mi riguarda ho più volte iniziato da zero proprio perchè non avevo nessun riferimento.
Se hai un buon maestro è chiaro che è meglio.La passione farà senz'altro il resto.
Buono studio e ti dico che giochi proibiti suona benissimo sostituendo il tremolo flamenco all'arpeggio ami.
Lino

Giaguaro

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda Giaguaro » mer 06 feb 2008, 15:14

Un problema che è stato appena accennato, ma che secondo me è fondamentale, è che Diana studia chitarra classica al conservatorio. Non si tratta quindi di un musicista già avanti con gli studi che ad un certo punto decide di "reimpostarsi" e passare ad un altro genere.

Sarebbe interessante sapere, visto il carattere accademico degli studi di conservatorio, cosa dice il suo professore nel momento in cui comincia a tenere la chitarra in altro modo, ad usare la mano destra in altro modo; se questo possa essere proficuo nello studio dello strumento o negativo.
Quello che voglio dire è che il corpo per fare certi movimenti in modo fluido deve necessariamente automatizzarli... se si impara a suonare in una maniera è certamente pesante cambiare gli automatismi già acquisiti.
Non so se sia possibile studiare contemporaneamente due generi e passare dall'uno all'altro come nulla fosse, il rischio è o di suonare musica classica in modo "flamenco", o viceversa, di suonare flamenco con la leggerezza della chitarra classica. Oppure restare a metà, senza fare bene nessuno dei due.

A mio parere quello che avverrà è che Diana, imparerà a suonare la chitarra in modo classico e si avvicinerà a pezzi di flamenco interpretandoli in modo classico. :ouioui:

diana

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda diana » mer 06 feb 2008, 19:10

quello che io posso dire con certezza è che la mia strada è quella classica! :ouioui: semplicemente per il fatto che quando suono o ascolto pezzi classici sento qualcosa..un qualche tipo di emozione che mi smuove dentro e che mi aiuta nella vita di tutti i giorni!..il flamenco è come uno di quei desideri nascosti che riaffiora nei momenti inaspettati..ma nonn avendo libri o tecnica rimane lì nel mondo dei desideri :) !certo il mio maestro mi ucciderebbe se mi vedesse suonare con un impostazione diversa anche perchè è un tipo fiscale e fissato per l'impostazione in primis e la postura che per lui è fondamentale!ma nessuno mi impedisce di imparare qualche cosina di flamenco... no?...in fondo anche paco de lucia suona la chitarra classica!e poi voglio dire l'impostazione più usata sulla chitarra classica e il flamenco vengono dalla stessa terra........ :bye:

Giaguaro

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda Giaguaro » gio 07 feb 2008, 05:46

dianamarinelli ha scritto:quello che io posso dire con certezza è che la mia strada è quella classica! :ouioui: semplicemente per il fatto che quando suono o ascolto pezzi classici sento qualcosa..un qualche tipo di emozione che mi smuove dentro e che mi aiuta nella vita di tutti i giorni!..il flamenco è come uno di quei desideri nascosti che riaffiora nei momenti inaspettati..ma nonn avendo libri o tecnica rimane lì nel mondo dei desideri :) !certo il mio maestro mi ucciderebbe se mi vedesse suonare con un impostazione diversa anche perchè è un tipo fiscale e fissato per l'impostazione in primis e la postura che per lui è fondamentale!ma nessuno mi impedisce di imparare qualche cosina di flamenco... no?...in fondo anche paco de lucia suona la chitarra classica!e poi voglio dire l'impostazione più usata sulla chitarra classica e il flamenco vengono dalla stessa terra........ :bye:




bè, non è proprio così... sono modi diversi di concepire la chitarra, tanto che diversi chitarristi diplomati al conservatorio hanno incontrato non pochi ostacoli per "riciclarsi" nel flamenco: hanno dovuto cambiare impostazione e malgrado tutto restano diversi dai flamenchisti "puri".

Comunque nulla ti impedisce di imparare qualche cosa di flamenco, anche se, lo suonerai in modo classico.
in bocca al lupo

flax

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda flax » gio 07 feb 2008, 12:42

Diana guarda qs tipa che toque che tiene!
Determinazione ,pulizia e destrezza!
Hai idea di quanta gente prova a suonare qs Granaina riuscendo a malapena ...........?
Lei ,invece tranquilla tranquilla la suona ,ecome se la suona!
Io di qs Granaina per eccesso di presunzione ne ho sentito soltanto l'odore però mi sono ripromesso di riprenderla più in là.

vicente84
Messaggi: 955
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:35

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda vicente84 » mar 12 feb 2008, 01:37

flax ha scritto:Diana guarda qs tipa che toque che tiene!
Determinazione ,pulizia e destrezza!
Hai idea di quanta gente prova a suonare qs Granaina riuscendo a malapena ...........?
Lei ,invece tranquilla tranquilla la suona ,ecome se la suona!
Io di qs Granaina per eccesso di presunzione ne ho sentito soltanto l'odore però mi sono ripromesso di riprenderla più in là.


Ma dove l'hai ascoltata???

Cmq parla uno che studia sia classica che flamenca.problemi di impostazioni io nn ne trovo,ovvio che se fai solo uno o l'altro qualcosa perdi.Mmm ho ripreso in mano "colombiana de Bajo guia " del maestro Manolo Sanlucar,callejon de la luna e altra roba---suono meglio di prima nonostante sia fermo da un bel po visto che studio roba classica....il tremolo nella taranta è pure piu preciso.
Gli unici problemi li fanno i maestri ottusi.Il mio senza fare nomi, è sicuramente apprezzato e mi ha anche intimato a comprare una flamenca antica e di suonarla in esame.Per dire.(ovviamente chitarre di "un tempo" suonano decisamente diversamente da quelle di oggi.nn c'è paragone)
Cmq tra poco mi arriva la Waldner. :mrgreen: :mrgreen:

Flax : Vuoi una bella granaina da studiare e nn impossibile?Morente di Vicente Amigo. o anche una minera (nn mi ricordo il titolo caxxo)
Vicente è troppo un genio
Poi c'è sempre reflejo de la luna di paco... :mrgreen:

flax

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda flax » mar 12 feb 2008, 09:14

Avevo dimenticato che il link non appariva!
Togliete lo spazio dopo il www

http://www .youtube.com/watch?v=2kXh2NWy2dg

flax

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda flax » mar 12 feb 2008, 09:58

elduendevicente84 ha scritto:
flax ha scritto:Diana guarda qs tipa che toque che tiene!
Determinazione ,pulizia e destrezza!
Hai idea di quanta gente prova a suonare qs Granaina riuscendo a malapena ...........?
Lei ,invece tranquilla tranquilla la suona ,ecome se la suona!
Io di qs Granaina per eccesso di presunzione ne ho sentito soltanto l'odore però mi sono ripromesso di riprenderla più in là.


Ma dove l'hai ascoltata???

Cmq parla uno che studia sia classica che flamenca.problemi di impostazioni io nn ne trovo,ovvio che se fai solo uno o l'altro qualcosa perdi.Mmm ho ripreso in mano "colombiana de Bajo guia " del maestro Manolo Sanlucar,callejon de la luna e altra roba---suono meglio di prima nonostante sia fermo da un bel po visto che studio roba classica....il tremolo nella taranta è pure piu preciso.
Gli unici problemi li fanno i maestri ottusi.Il mio senza fare nomi, è sicuramente apprezzato e mi ha anche intimato a comprare una flamenca antica e di suonarla in esame.Per dire.(ovviamente chitarre di "un tempo" suonano decisamente diversamente da quelle di oggi.nn c'è paragone)
Cmq tra poco mi arriva la Waldner. :mrgreen: :mrgreen:

Flax : Vuoi una bella granaina da studiare e nn impossibile?Morente di Vicente Amigo. o anche una minera (nn mi ricordo il titolo caxxo)
Vicente è troppo un genio
Poi c'è sempre reflejo de la luna di paco... :mrgreen:


Sai quanto tempo ho impiegato sulla Granaina di Paco?più di sei mesi!Certo potrei arpeggiare la prima parte senza appoggiare l'anular!Potrei evitare tutti quei legati presenti dopo la parte con il tremolo!Potrei cambiarle i connotati ma a quel punto diventerebbe la solita schifezza.La unica parte che suono abbastanza accettabile e la parte con il tremolo il resto pwer mè è come una corsa controvento, molto stancante e poca strada percorsa.Una cosa è certa però qs brani mi hanno messo di fronte alle tecniche che realmente vanno usate e studiate tipo l'utilizzo dell'anular che deve funzionare come un indice.
Oggi ogni tanti mi diletto in qs controvento ,giusto per non dimenticare le posizioni e per verificare se la mia dx migliora ,poi inevitabilmente finisco per studiare qualcosa più alla mia portata.

vicente84
Messaggi: 955
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:35

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda vicente84 » mar 12 feb 2008, 16:40

flax ha scritto:Avevo dimenticato che il link non appariva!
Togliete lo spazio dopo il www

http://www .youtube.com/watch?v=2kXh2NWy2dg

6 mesi su un pezzo sono troppi. Arrivi a un punto che ti stufi inevitabilmente. Callejon de la luna in un paio di settimane era fatta... sto facendo una guajira di Sanlucar ma mi fa penare con le posizioni alte e purtroppo non ho nemmeno una chitarra adatta .Suono su una alhambra da buttare via visto che ho venduto la Sanchis da poco.Sono senza chitarra classica ho venduto pure quella :mrgreen:
Ma per anular intendi l'appoggiato? Boh gli arpeggi nel flamenco son tutti appoggiati su quasi tutte le dita..quindi si è costretti senno esce un suono classico.
Poi paco oltre che essere impossibile o quasi a me sembra troppo tradizionale. Preferisco Amigo,Nunez ,Jose Manuel Leon (anche se ha registrato poco mi piace)...non che questi siano facili pero come compositori mi piacciono di piu .Cioè se penso a una solea tipo Tio Arango di Amigo o anche Cordoba...troppo belle.
Sulla tipa...
Mmm niente di speciale... scusa eh. Il picado è normale e interpretazione zero. Sta sempre a guardare la chitarra.
Cioè intendiamoci bravissima.Però niente di impressionante.
Cmq è una bella chica :mrgreen:

flax

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda flax » mar 12 feb 2008, 17:27

elduendevicente84 ha scritto:
flax ha scritto:Avevo dimenticato che il link non appariva!
Togliete lo spazio dopo il www

http://www .youtube.com/watch?v=2kXh2NWy2dg

6 mesi su un pezzo sono troppi. Arrivi a un punto che ti stufi inevitabilmente. Callejon de la luna in un paio di settimane era fatta... sto facendo una guajira di Sanlucar ma mi fa penare con le posizioni alte e purtroppo non ho nemmeno una chitarra adatta .Suono su una alhambra da buttare via visto che ho venduto la Sanchis da poco.Sono senza chitarra classica ho venduto pure quella :mrgreen:
Ma per anular intendi l'appoggiato? Boh gli arpeggi nel flamenco son tutti appoggiati su quasi tutte le dita..quindi si è costretti senno esce un suono classico.
Poi paco oltre che essere impossibile o quasi a me sembra troppo tradizionale. Preferisco Amigo,Nunez ,Jose Manuel Leon (anche se ha registrato poco mi piace)...non che questi siano facili pero come compositori mi piacciono di piu .Cioè se penso a una solea tipo Tio Arango di Amigo o anche Cordoba...troppo belle.
Sulla tipa...
Mmm niente di speciale... scusa eh. Il picado è normale e interpretazione zero. Sta sempre a guardare la chitarra.
Cioè intendiamoci bravissima.Però niente di impressionante.
Cmq è una bella chica :mrgreen:


:D
Come cicha non me gusta però come chitarrista la trovo brava e ci metterei la firma per suonare reflejo de luna come lei.
Sei mesi sono tanti è vero però credo che dove c'è gusto non c'è perdenza!La mia è solo passione e voglia di conoscenza.Se non avessi affrontato quel pezzo non avrei mai scoperto la mia enorme ignoranza.
Riguardo il Paco tradizionale avrei dei dubbi perchè Vicente Tomatito hanno imparato da lui un sacco di belle cosette vedi la Pinonate.Ancora non ho sentito una Bulerìa di quel livello !
Gerardo mi annoia ,è ipnotico con i suoi arpeggi e al sua cecillas al tres ,veloce ma freddo.

Degustibus?Boh se devo essere sicero solo Tomatito mi piace quanto Paco!Qualunque Bulerìa sua è originale e assolutamente irripetibile per chiunque , le soleà non ne parliamo proprio Soledàd.Stamattina stavo ascoltando" Al tío Juan Habichuela "e per poco non sbagliavo l'uscita in autostrada.
Amo Paco però sogno di suonare come Tomatito(sogno soltanto :D )e nel frattempo studio con Granados che già mi da il mio bel da fare.

vicente84
Messaggi: 955
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:35

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda vicente84 » mer 13 feb 2008, 01:47

de Gustibus sicuramente.
ripeto, Amigo lo sento piu innovativo e moderno (di Nunez ascolto spesso Flamenco in Nueva York ,disco particolare),paco lo ascolto poco.Tomatito è forse quello che tecnicamente è piu vicino a De lucia anche se Nunez...

Giaguaro

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda Giaguaro » gio 14 feb 2008, 07:26

vero, Nunez è ipnotico, ma è una persona deliziosa: umile nella sua arte incredibile. Non ho mancato di addormentarmi ad un suo concerto a Sevilla, ma anche di restare estasiato in un altro concerto che ha tenuto a Roma a Villa Ada: pioveva ed eravamo talmente pochi che ci siamo messi in circolo intorno a Nunez.
Eppure lui ha suonato per ore facendo bis a richiesta e intrattenendosi con le poche persone presenti.
Quella volta ha suonato cose un pò diverse.
Ho capito allora che questa è gente capace di suonare quello che vuole, di essere fredda e calda

vicente84
Messaggi: 955
Iscritto il: ven 22 set 2006, 10:35

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda vicente84 » ven 15 feb 2008, 23:08

Mmm pensando alla buleria ( purtroppo non ho avuto tempo di studiarla ) mi viene in mente Gitano de Lucia... Mi mette una carica addosso come poche che ho sentito. E' di vicente ovviamente. Io lo amo quell'uomo se fossi una donna me lo farei :mrgreen: :mrgreen:

GIBRUN

Re: da dove posso iniziare?

Messaggioda GIBRUN » gio 21 feb 2008, 19:46

ciao diana non mi fido molto delle donne che suonano flamenco meglio che lo ballano e lo cantano comunque ti consiglio il libro di juan d.grecos èfatto molto bene e può insegnarti tanto ciao a presto e non ti arrabbiare


Torna a “4 chiacchiere flamenche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite