Carulli, Ferdinando - op.114/4 Preludio - D03

In questa sezione potrete trovare, le esecuzioni dei brani di Ferdinando Carulli.
Claudio Traino

Carulli, Ferdinando - op.114/4 Preludio - D03

Messaggio da Claudio Traino » dom 24 gen 2010, 20:14

...ho visto che nell'elenco degli mp3 del livello D03 del forum italiano questo pezzo non c'era. Provo a postarlo io, chissà che a qualcuno non possa essere utile ( :lol: ) .
Il file l'ho registrato con garageband senza nessun artificio. La chitarra è una eko spanish 752 di 25 anni fa (una di quelle che qualcuno su questo forum definirebbe scatole con le corde). Eventuali problemi però, credetemi, non sono da imputarsi alla chitarra, ma al chitarrista :ouioui: , per cui ringrazio fin d'ora chi avrà la voglia e la pazienza di lasciare un commento, magari evidenziando i problemi e/o dando suggerimenti di qualsiasi tipo (comunque vi avverto che anche se mi consigliate di darmi all'ippica non smetterò di suonare, magari... a cavallo :okok: ) .
:bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Giorgio Signorile
Professore
Messaggi: 6888
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 17:08
Località: cuneo

Re: Carulli, Ferdinando - op.114/4 Preludio - D03

Messaggio da Giorgio Signorile » lun 25 gen 2010, 10:48

Ciao Kappa, perchè darti all'ippica? non suoni affatto male, ma provo da buon insegnante folk a darti qualche consiglio per migliorare l'esecuzione.
Innanzitutto ascolta la registrazione: sentirai l'ultima nota di ogni quartina sempre molto accentata, e ciò provoca quasi un disagio nell'ascoltare lo studio: manca il battere, l'inizio ritmico della quartina, quindi fa attenzione all'anulare e al peso che dai al dito quando suoni (potresti avere qualche difettino di impostazione della destra o solo qualche problema di poco esercizio nell'arpeggio...)
Altra cosetta, molto comune: quando cambi posizione termina sempre bene la precedente, finisci ciò che devi dire semza fretta di spostare le dita, altrimenti crei dei momenti di buco in cui non hai più le note vecchie ma non hai ancora le nuove....però stai suonando con la destra, e c'è un pò di sporcizia. Meglio aspettare un attimo, cambiare con calma e partire...nel tempo, con l'esercizio, i cambi verranno più veloci e migliorerà anche quest'aspetto.
Quindi....per l'ippica aspetta, merita che studi ancora chitarra sulla sedia e non sulla sella. Ciao

Claudio Traino

Re: Carulli, Ferdinando - op.114/4 Preludio - D03

Messaggio da Claudio Traino » lun 25 gen 2010, 23:19

Caro Maestro Giorgio,
ho riascoltato, come mi hai consigliato, il brano e naturalmente, ma non ne dubitavo, hai perfettamente ragione e sono riuscito a cogliere tutti i difetti da te evidenziati (sia l'accentazione dell'ultima nota di ciascuna quartina sia la... mancanza di note nei cambi). Cercherò, come è ovvio, in tutti i modi di mettere in pratica quanto mi dici (a dire il vero ci sto già provando, dopo aver letto il tuo commento). Non so se voi maestri ve ne rendete conto (probabilmente si, dall'alto della vostra esperienza pluriennale di insegnamento), ma i suggerimenti che date sono davvero preziosi per chi, come me, purtroppo non ha un insegnante (suo malgrado...). Grazie mille per esserti preso la pazienza di scaricare, ascoltare e commentare il brano!!! :okok:
:merci:

Marco

Re: Carulli, Ferdinando - op.114/4 Preludio - D03

Messaggio da Marco » mer 27 gen 2010, 21:26

Ciao, Kappa, anche io avevo lo stesso problema tuo...reduce dal Sagreras (che fu causa principale del mio difetto d' accentuare sempre le note con l'anulare).
Per caso è capitato anche a te? (sondaggio personale) :bye:

Claudio Traino

Re: Carulli, Ferdinando - op.114/4 Preludio - D03

Messaggio da Claudio Traino » gio 28 gen 2010, 00:11

Marco ha scritto:Ciao, Kappa, anche io avevo lo stesso problema tuo...reduce dal Sagreras (che fu causa principale del mio difetto d' accentuare sempre le note con l'anulare).
Per caso è capitato anche a te? (sondaggio personale) :bye:
Beh, in effetti anch'io ho imparato usando il Sagreras (un bel po' di anni fa). Naturalmente non potevi saperlo: proprio per questo sono convinto che tu abbia ragione. In realtà avevo smesso di suonare per molto tempo, ma, come puoi notare, il difetto mi è evidentemente rimasto. Il fatto è che di certi difetti, se non me li indicano gli altri, io non riesco ad accorgermi. Ecco perché è fondamentale, per me, postare ogni tanto qualche brano sperando che qualcuno abbia il tempo e la voglia di scaricarselo e di commentarlo. Un grazie di cuore anche a te per averlo fatto!!!
:merci: :bye:

Torna a “Audio e Video di musica di Ferdinando Carulli”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Brandwatch [Bot], CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti