Ma Augustin Barrios?

Opinioni, commenti, informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione della chitarra sudamericana.
enomys90

Ma Augustin Barrios?

Messaggioda enomys90 » mer 04 nov 2009, 11:17

Ho visto molti post dedicati alla chitarra venezuelana e brasiliana... (che vantano due esponenti di prestigio come Lauro e Villa Lobos)...

Ma che dire allora della scuola Paraguayana del grandissimo Barrios?

Io penso che la raffinatezza delle sue composizioni non trovi eguali in tutto il continente sudamericano sinceramente...

Voi che ne dite?

Scusate il disturbo e grazie in anticipo per gli interventi!!! :merci:

Da Simone...

DamianG

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda DamianG » mer 04 nov 2009, 11:25

Di Barrios non conosco molto a dire il vero, non mi sono mai cimentato per studiarlo.
Però mi sono procurato lo spartito di Danza Paraguaya e ho intenzione di aggiungerlo al repertorio, che è composto anche da Villa-Lobos e Lauro, per quanto riguarda i sudamericani.

enomys90

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda enomys90 » gio 05 nov 2009, 17:12

Beh, se ti interessa, prova a sentirti pezzi come La Catedral, Un sueno en la foresta ed il choro de saudade... sono sicuro che ti piaceranno tantissimo...

Sono pezzi che, sinceramente, mi comunicano tantissimo... quando li ascolto rimango veramente emozionato dalla loro complessità e dalla loro ricchezza armonica che esprime emozioni... :)

Ma ce ne sono tantissimi altri...

Maria Di Tillio

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda Maria Di Tillio » gio 05 nov 2009, 19:01

Su Villa-Lobos posso dire che è un grande e (scusate l'ignoranza!) aggiungo che ho da poco scoperto che ha un repertorio vasto e molto bello anche per pianoforte. In particolare, ho ascoltato un brano bellissimo ad un recente concerto della pianista brasiliana Cristina Ortiz (che ha inciso l'integrale di Villa Lobos per pianoforte non mi ricordo con quale casa discografica) che si chiamava - mi pare - sonata del dolore...o qualcosa del genere.

DamianG

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda DamianG » gio 05 nov 2009, 19:45

La Cattedral la conosco, mentre Un sueno en la foresta ed il Choro de saudade devo ascoltarli, seguirò il tuo consiglio grazie...
Ho già detto che ho intenzione di suonare la Danza Paraguaya non appena avrò terminato di studiare Sanz.

Comincio questa istruttoria su Augustin Barrios :P

enomys90

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda enomys90 » ven 06 nov 2009, 15:33

Beh posso sicuramente dire che è uno dei miei autori preferiti... :) personalmente dico che è riuscito a trasmettermi qualcosa che pochi altri autori hanno suscitato in me...

Elisa Alberti
Compositore
Messaggi: 270
Iscritto il: ven 11 set 2009, 14:35
Località: cuneo

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda Elisa Alberti » mer 11 nov 2009, 22:29

Julia florida-barcarola e canciòn de cuna sono 2 bellissimi brani di questo autore paraguayano ma ce ne sono tanti altri!!!!

blubossa
Messaggi: 406
Iscritto il: ven 30 dic 2005, 12:13
Località: bari

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda blubossa » mar 15 dic 2009, 10:22

enomys90 ha scritto:Beh, se ti interessa, prova a sentirti pezzi come La Catedral, Un sueno en la foresta ed il choro de saudade... sono sicuro che ti piaceranno tantissimo...

Sono pezzi che, sinceramente, mi comunicano tantissimo... quando li ascolto rimango veramente emozionato dalla loro complessità e dalla loro ricchezza armonica che esprime emozioni... :)

Ma ce ne sono tantissimi altri...


Barrios è sicuramente un grande musicista e le composizioni belle sono davvero tante, quelle innanzi citate sono sicuramente le più conosciute........

bisognerebbe parlarne di più e suonarlo di più nei concerti.

musicfro
Messaggi: 262
Iscritto il: mer 11 feb 2009, 09:38

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda musicfro » mer 06 gen 2010, 20:52

E´grandissimo. Io ho tutti gli spartiti suoi in vari volumi e con edizioni diverse che ogni volta differiscono tra loro...

Non credo sia stato mai scritto qualcosa per chitarra ad un livello di bellezza superiore ... appartiene al massimo che fin´ora un chitarrista abbia raggiunto. Alcuni pezzi suoi sono poi da annoverare come al Top della musica mai scritta da qualcunque musicista in qualunque tempo. In un altro post su Barrios poi puoi trovare qualcosa sulla sua "dedica alla chitarra" ... merita!
la rilasció prima di eseguire in un concerto in Brasile il Sueno en la floresta.
:bye:

DamianG

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda DamianG » gio 07 gen 2010, 01:45

qualcosa sulla sua "dedica alla chitarra"


mmm, interessante, di che si tratta in pratica? :shock:

Avatar utente
Alma Steiner
Moderator
Messaggi: 3891
Iscritto il: mar 12 feb 2008, 15:58

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda Alma Steiner » gio 07 gen 2010, 02:38

Si tratta, credo, di questa poesia di Barrios, dove si descrivono i famosi "Sei raggi d'argento" che danno il titolo all'altrettanto nota biografia (di Barrios) di Richard D. Stover:

Profesion de Fe
(Agustín Barrios)

Tupa, el espiritu supremo y protector de mi tribu,
encontróme un día en el medio del bosque verdegueante,
extasiado en la contemplación de la Naturaleza.
Y dijo: “Toma esta caja misteriosa y desvela sus secretos”.
Y encerrando en ella a todas las avecillas canoras de la floresta
y las quejas dolientes del alma resignada de los vegetales,
la abbandonó en mis manos.
Toméla, obedeciendo al mandato de Tupa,
y poniendola muy cerca de mi corazón acongojado,
pase varias lunas a la vera de una fuente.
Y una noche Yacy (la Luna, nuestra madre),
reflejada en el liquido cristal, sintiendo la tristezza de mi alma india,
dióme seis rayos de plata, para descifrar con ellos sus secretos.
Y el milagro se operó:
del fondo de la caja brotó la sinfonía meravillosa
de todas las voces de la Naturaleza virgen de América.



Professione di Fede
(Traduzione di Mario Serio)

Tupa, lo spirito supremo e protettore della mia tribù,
mi incontrò un giorno nel mezzo del bosco verdeggiante,
estasiato nelle contemplazione della Natura.
E disse: “Prendi questa cassa misteriosa e desta i suoi segreti”.
E rinchiudendo in essa tutti gli uccelli canori della foresta
e i sospiri dolenti dell’anima rassegnata dei vegetali,
la abbandonò nelle mie mani.
La presi, obbedendo al mandato di Tupa,
e ponendola molto vicino al mio cuore afflitto,
passai varie lune accanto ad una fonte.
E una notte Yacy (la Luna, nostra madre),
riflessa nel liquido cristallo, sentendo la tristezza della mia anima india,
mi diede sei raggi d’argento, per decifrare con essi i suoi segreti.
E il miracolo accadde:
dal fondo della cassa sgorgò la sinfonia meravigliosa
di tutte le voci della Natura vergine d’America.



E, ancora, un sonetto sulla chitarra:


Mi guitarra
(Agustín Barrios)

Hay un hondo misterio en tu sonoro
Jardiniere corazón, guitarra mía.
Gozas penando, y hay en tu alegría
Transportes de pasión, gotas de lloro.

Te dío su corazón el dulce moro
El íbero te dió su alma bravía
Y la America Virgen, se diría,
Puso en tí, de su amor, todo el tesoro.

Por eso en tu cordaje soberano
Que vibra con acento casi humano
Es a veces, tu voz, como un lamento

Como queja de tu alma solitaria
En cuya triste y mística plegaria
Florece sin cesare l sentimento.



La mia chitarra
(Traduzione di Paolo Muzi)

C'è un profondo mistero nel tuo sonoro
cuore fiorito, chitarra mia
gioisci penando, hai nella tua allegria
estasi di passione, lacrime per ristoro

Ti dette il petto il dolce moro
e l'Ibero ti mise anima e valentia
l'America Vergine, con fantasia
in te mise, per suo amor, tutto il tesoro.

Per questo nelle tue corde sovrane
Che vibran con accento tanto umano
c'è nella tua voce, quasi un lamento

a volte, un sospir d'anima solitaria
in cui triste e mistica preghiera
fiorisce senza posa il sentimento.


cfr. anche: Come A.Barrios introduceva i suoi concerti
:::===(o| )

Gabriele Nardini

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda Gabriele Nardini » gio 14 gen 2010, 22:00

Augustin Barrios "Nitsugua" Mangorè è stato secondo me uno dei più importanti compositori-chitarristi dell'ultimo secolo.
Le sue composizioni sono intrise di delicatissima poesia e di un sentimento non manierato ma bensì profondo e perfettamente confacente alla natura della chitarra.
Il suo stile tradizionale e il suo netto rifiuto nei confronti dell'evoluzione musicale del suo tempo, che invece rese grandi altri compositori-chitarristi come Villa-Lobos, lo relegò tra i compositori cosiddetti "minori", che pur scrivendo musica di pregio non aggiungevano granché all'evoluzione del linguaggio musicale.
Tra l'altro la sua carriera di concertista fu oscurata da quell'indubbio gigante musicale che era Andrès Ségovia, che sembra provasse anche una certa antipatia per Augustin Barrios...
Comunque per approfondire la figura di questo indimenticabile musicista vi consiglio la lettura (in ingles e spagnolo) del libro El Inalcanzable - Agustin Barrios Mangore, prodotto in Paraguay, dove ci sono moltissime informazioni sulla sua vita e le sue opere, ci sono moltissime fotografie e, soprattutto, ci sono le partiture dei suoi brani diteggiati accuratamente da lui (sappiamo che era un chitarrista tecnicamente e artisticamente favoloso).

Buona lettura! :okok:

Thannoiser

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda Thannoiser » ven 12 mar 2010, 11:20

Quale incisione (opera ed esecutore) di pezzi di Barrios mi suggerireste, per iniziare a conoscere adeguatamente questo autore ?
Grazie
Andrea

Gabriele Nardini

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda Gabriele Nardini » mar 23 mar 2010, 22:34

Thannoiser ha scritto:Quale incisione (opera ed esecutore) di pezzi di Barrios mi suggerireste, per iniziare a conoscere adeguatamente questo autore ?
Grazie
Andrea

Tanto per cominciare Julia Florida, La Catedral, Una Limosna por el Amor de Dios... e poi ci sono tutti i valzer... per gli esecutori non saprei, David Russel suona molte cose di Barrios, ma fossi in te comincerei a cercare su youtube e poi dopo aver ascoltato un po' qua e là comprerei il primo di una lunga serie di CD...

paolor

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggioda paolor » ven 07 mag 2010, 10:04

Gabriele Nardini ha scritto:
Thannoiser ha scritto:Quale incisione (opera ed esecutore) di pezzi di Barrios mi suggerireste, per iniziare a conoscere adeguatamente questo autore ?
Grazie
Andrea

Tanto per cominciare Julia Florida, La Catedral, Una Limosna por el Amor de Dios... e poi ci sono tutti i valzer... per gli esecutori non saprei, David Russel suona molte cose di Barrios, ma fossi in te comincerei a cercare su youtube e poi dopo aver ascoltato un po' qua e là comprerei il primo di una lunga serie di CD...

Barrios ha anche inciso diversi dischi, molti dei quali sono giunti a noi e sono ascoltabili su internet.
In fondo alla pagina di wikipedia di barrios c'è il link al sito dove ascoltarle. Certo, il suono è quello delle incisioni dell'epoca, ma Barrios era un grande interprete oltre che un grande compositore, e vale la pena di ascoltarle.
Ciao, Paolo.


Torna a “Chitarra sudamericana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite