Ma Augustin Barrios?

Opinioni, commenti, informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione della chitarra sudamericana.
Mauriziaccio

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Mauriziaccio » ven 20 gen 2012, 22:45

Consiglio a tutti l'ascolto delle esecuzioni originali di Barrios.
Per un motivo o per l'altro le trovo tutte ...sorprendenti!
Poi...le ha scritte lui e se le suona...
Chi meglio di lui può farti sentire l'intenzione dell'autore?
Si era parlato,in un topic, dell'ultimo movimento de La catedral,eseguito dalla Vidovic. Alcuni obiettavano sull'elevata velocità d'esecuzione.Dopoaver ascoltato il brano eseguito dallo stesso Barrios si capisce facilmente che l'autore lo intendeva proprio così...anzi...se avesse potuto,tecnicamente,secondo me lo avrebbe fatto ancora più veloce!
Non sono un fan della velocità,tutt'altro....ma qui la velocità ha lasuaimportanza...direi notevole
Un salutone

Mauro Storti

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Mauro Storti » sab 21 gen 2012, 11:22

Premesso che notoriamente gli autori non sono mai i migliori esecutori della propria musica,
i casi sono due: o è sbagliato il titolo del pezzo o è sbagliata l’esecuzione di Barrios.
Dato il carattere “religioso” e quasi organistico dell’Andante, con le sue imitazioni di tipo barocco,
è facile e naturale immaginare che un successivo Allegro non possa essere che “solenne”,
ossia ben lontano dal vertiginoso Las abejas.
Non va poi dimenticato che le prime incisioni discografiche erano di breve durata e pertanto
non è improbabile che talvolta si rendesse necessaria un’esecuzione più veloce del dovuto.
Cordialmente!
ms

DanieleMagli

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da DanieleMagli » sab 21 gen 2012, 13:36

Condivido l'opinione del M° Storti,
gli autori non sono mai i migliori esecutori della propria musica, con poche eccezioni come Sergei Rachmaninoff.

Sicuramente i limiti di durata dei primi dischi ( Barrios fu il primo chitarrista della storia a incidere un disco se non sbaglio )
condizionavano i tempi di esecuzione , anche nei dischi vinile degli anni 50 alcune registrazioni fanno venire il dubbio
di una alterazione della velocità post registrazione con conseguente alterazione della accordatura.

Nel caso dell'Allegro Solemne personalmente mi piace molto l'interpretazione di John Williams,
lontana dalle gare di velocità di alcuni chitarristi di oggi.

Tuttavia a mia opinione, se l'equilibrio del pezzo è mantenuto credo si possa osare un po' di velocità in più purchè
non vada a scapito dellla potenza di esecuzione.

Avatar utente
King
Messaggi: 425
Iscritto il: mar 31 mag 2005, 22:43
Località: Botticino (BS)

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da King » sab 21 gen 2012, 14:22

Si, Barrios fu il primo ad incidire un disco per chitarra sola, io ho una riproduzione di quel disco, fu pubblicata con un numero di seicorde di qualche anno fa.
Anche a me piace come Williams interpreta l'Allegro...

Avatar utente
setras
Messaggi: 1522
Iscritto il: mer 06 ott 2010, 22:56

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da setras » sab 21 gen 2012, 23:43

Per me Williams è il miglior interprete di Barrios dopo Barrios.
E comunque è un grandissimo risultato.
L'allegro me gusta adelante ma non alla maniera Vidovic che interpreta meglio Mozzani :D
http://www.youtube.com/watch?v=0E0oD9F2TVQ

Barrios nella registrazione fa dei cambi di ritmo,parte piano e accellera..nella parte centrale ci da del gas..finisce a bomba.
Rabello che è un grande interprete la fa così..ma per me non l'ha mai sentita :D
Cciao

Avatar utente
lukasca74
Messaggi: 346
Iscritto il: dom 30 mag 2010, 14:45
Località: Frankfurt am Main

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da lukasca74 » dom 22 gen 2012, 19:37

setras ha scritto:Per me Williams è il miglior interprete di Barrios dopo Barrios...
Concordo in pieno!

:bye:
Das Beste in der Musik steht nicht in den Noten. (Gustav Mahler)

Francesco Carlo

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Francesco Carlo » lun 23 gen 2012, 12:58

Le interpretazioni di John Williams sono molto belle. Il CD è rimasto nel lettore per settimane. Fosse stato un LP in vinile lo avrei consumato a furia di riascoltarlo.
Di ottimo livello anche le interpretazioni di Berta Rojas. Sul suo sito ci sono delle clip.

Da ascoltare con piacere c'è anche setras :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

:bye:
Francesco

ricardo66
Messaggi: 80
Iscritto il: mer 19 set 2012, 15:31

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da ricardo66 » dom 07 ott 2012, 00:04

Concordo con John Williams quando dice che Barrios e' probabilmente il piu' grande compositore per chitarra del 900 e forse di tutti i tempi. E' vissuto e ha composto in un epoca e un luogo ottimale , che gli hanno permesso di scrivere utilizzando una grande varieta' di linguaggi. Ha saputo fondere mirabilmente le armonie e i ritmi di tutto il sudamerica con i linguaggi colti del barocco, del classicismo, e del romanticismo. Con lui, a mio avviso la chitarra ha compiuto un importante passo avanti ,e dovrebbe essere considerato non inferiore a Villa Lobos ,nonostante non abbia mai utilizzato quel linguaggio 'atonale', che sembra essere il requisito fondamentale per poter accedere alla categoria dei compositori 'colti' del novecento.

astrid

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da astrid » gio 19 dic 2013, 23:33

Se a qualcuno vuole approfondire su"Portal Guarany" c'e' un'infinita' di info su Barrios ,la possibilita' di ascoltarlo e spartiti free a volonta'...adoro la sua musica e suonarla mi emoziona sempre.... :D

Avatar utente
Rolando
Messaggi: 80
Iscritto il: lun 23 set 2013, 14:14
Località: Ancona

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Rolando » gio 10 apr 2014, 09:50

Per tutti gli amanti di Barrios vi segnalo questo video http://www.arcoiris.tv/scheda/it/15045/ Cito: "Il primo documentario realizzato sulla vita e l'opera di uno dei più grandi compositori ed interpreti della chitarra classica di tutti i tempi, il paraguaiano Agustín Barrios Mangoré (1885-1944).Il documentario narra la storia di Agustín Barrios attraverso i racconti di alcuni anziani che lo conobbero personalmente e dei principali biografi dell'artista araguaiano. Attraverso ogni racconto, ci andiamo addentrando in un mondo fantastico di "chitarre perse e maestri dimenticati".

Salvatore Mazzei

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Salvatore Mazzei » lun 27 ott 2014, 19:29

Un'interessante contributo su Barrios, anche in riferimento a Segovia, lo si trova in viewtopic.php?t=4000

Salvatore Agnello
Messaggi: 511
Iscritto il: mer 29 dic 2004, 14:50
Località: civitavecchia

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Salvatore Agnello » ven 06 nov 2015, 20:18

Suggerisco anche "Don Perez Freire". L'ho ascoltato da Edson Lopez e ora non posso fare a meno di suonarlo tutti i giorni.
Salvatore
"La bellezza io no so cosa sia". Albrecht Durer -

Avatar utente
lucamix
Messaggi: 48
Iscritto il: mer 11 nov 2015, 09:44

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da lucamix » mar 09 feb 2016, 11:23

Interessante anche quest'ultimo!

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 284
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Angelo Scuderi » mer 29 giu 2016, 11:19

e' molto bella cancion de la hilandera saluti angeloscuderi55

Avatar utente
Angelo Scuderi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 284
Iscritto il: gio 23 giu 2016, 15:30

Re: Ma Augustin Barrios?

Messaggio da Angelo Scuderi » mer 24 ago 2016, 18:15

Barrios e' per me uno dei piu' grandi chitarristi di tutti i tempi se non il piu' grande per la sua grande capacita' di partorire musica che ti penetra nell'anima . Sa trasmettere emozioni profonde e non ti stanca mai. Riesce con poche note a darti la sensazione di ammirare un'opera d'arte come se in quei pochi minuti dipingesse un bel quadro con delle pennellate che tutti abbiamo dentro ma che solo lui sa fare. Nella sua musica non ci vuole piu' niente ,non puoi aggiungere o togliere niente ,c'e' tutto. Saluti Angelo

Torna a “Chitarra sudamericana”