Ma i brasiliani, a parte Villa Lobos, non vi piacciono?

Opinioni, commenti, informazioni su autori e musiche, tecnica e interpretazione della chitarra sudamericana.
zorker

Messaggioda zorker » mar 26 set 2006, 06:37

Ho capito bene, Chitarristaforever? Brower ha scritto un quartetto per voi?

Complimenti.

Avatar utente
Lucio Matarazzo
Concertista
Messaggi: 785
Iscritto il: lun 10 apr 2006, 21:54

Messaggioda Lucio Matarazzo » mar 26 set 2006, 18:48

zorker ha scritto:Ho capito bene, Chitarristaforever? Brower ha scritto un quartetto per voi?

Complimenti.

Ciao zorker.
Leo Brouwer ha scritto per il mio quartetto (Guitart Quartet) due concerti per quartetto di chitarre e orchestra.

Il primo si intitola Concierto Italico ed è stato suonato per la prima volta alla fine di luglio del 2001 in un breve tour. L'orchestra era diretta dallo stesso Brouwer ed in programma c'era anche una Tango-Suite di A.Piazzolla, in un arrangiamento fatto da me per quartetto e orchestra.
Da quel breve tour ne è venuto fuori un CD con l'integrale delle opere di Leo per quattro chitarre (compreso l'Italico) ed un film in DVD dal vivo in cui Leo narra la sua storia inframmezzandola con immagini dei nostri concerti e dei backstages e prove varie.

Il secondo concerto si intitola Concierto Brasileiro ed è un collage di cinque brani di E.Gismonti, elaborati da Leo per quartetto e orchestra con l'aggiunta di una cadenza sua.
Questo concerto è stato eseguito al Festival di Cordoba lo scorso anno però solo in una mia versione (autorizzata da Leo) per quartetto solo.
La vera premiere si avrà l'anno prossimo in un tour che faremo nelle Americhe. Non so ancora le date precise e quindi non so se prima in Brasile o prima negli USA.

Ti allego le foto dei due eventi.
Un saluto,
CPS
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Lucio Matarazzo

Angelo Barricelli

Messaggioda Angelo Barricelli » mar 26 set 2006, 20:16

frankiecat ha scritto:
jacopo ha scritto:A me piace molto la musica brasiliana e ho ascoltato più volte con piacere Irio de Paula e Chelso Machado( che ho avuto il piacere di conoscere attraverso il mio maestro) , lo stile e la scuola brasiliana sonon sempre da tenere sott occhio e quando si va ad un concerto di uno di questi autori non si sa mai cosa aspettarsi ed è questo il bello!


Piace molto anche a me Irio De Paula, che ascolto molto. Trovo che le sue esecuzioni in concerto di pezzi come O que sarà e di Samba Em Preludio, sempre per chitarra sola e con arrangiamenti davvero brillanti, siano una vera chicca per i chitarristi amanti del Brasile.
Qualcuno sa percaso se è mai stata pubblicata qualche trascrizione di questo grande interprete?


anche a me capita sovente di ascoltare Irio de Paula, è un musicista che stimo tantissimo,
ricordo con amici brasiliani una notte folle a Roma
a base di musica do brasil e bevutone di alcool etilico eheheh
bellissimo ricordo
poi todos con las guitarras con bossa e samba wow
:) :)

Avatar utente
Lucio Matarazzo
Concertista
Messaggi: 785
Iscritto il: lun 10 apr 2006, 21:54

Messaggioda Lucio Matarazzo » mar 26 set 2006, 20:27

Ah, dimenticavo.
Quella del Concierto Brasileiro di Leo Brouwer è stata la prima ed unica volta che Gismonti ha pubblicamente autorizzato l'uso delle sue musiche per un arrangiamento da parte di un altro compositore! :D
CPS
Lucio Matarazzo

Alessandro Raspolini

Messaggioda Alessandro Raspolini » mar 26 set 2006, 22:55

:D

lucrezio1

Messaggioda lucrezio1 » mer 27 set 2006, 00:59

Solo a titolo informativo volevo segnalare un altro grande chitarrista-compositore brasiliano che si chiama Paulo Bellinati. Tra i suoi vari capolavori (tra i quali segnalo Jongo, eseguito da molti concertisti) ha pubblicato un CD con la cantante brasiliana Monica Salmaso dal titolo "Afro Samba", dove gli arrangiamenti, sia dal punto di vista armonico che tecnico, sono a dir poco strepitosi, senza dubbio uno dei chitarristi brasiliani + sovraffini che io abbia mai sentito. Poi volevo segnalare un'altro compositore brasiliano che si chiama Ernesto Nazareth e che ha scritto molte cose interessanti tra le quali "Odeon", una sorta di "Tango Brasileiro" eseguito da molti chitarristi di rilievo (Carlos Barbosa Lima e Irio De Paula solo per citarne un paio). Sul mulo mi sembra che si trovi anche la partitura per chitarra. Concludo con un mio penisiero maturato leggendo i post precedenti : ritengo la musica popolare ed etnica come l'espressione artistica delle radici di un determinato popolo e per questo non la considero meno colta di quella classica. Che poi piaccia o no è un altro discorso molto soggettivo e che tuttavia non smentisce il fatto che ogni genere di musica ha le sue difficoltà tecniche ed esecutive e lo sto sperimentando in prima persona dato che sono anche un appassionato di musica improvvisata. Per chi fosse interessato ad ascoltare un pò di Jazz suonato con la chitarra classica consiglio vivamente di ascoltare Charlie Byrd e Laurindo Almeida...Buona musica, Lucrezio:-)

zorker

Messaggioda zorker » mer 27 set 2006, 06:32

chitarristapersempre ha scritto:
zorker ha scritto:Ho capito bene, Chitarristaforever? Brower ha scritto un quartetto per voi?

Complimenti.

Ciao zorker.
Leo Brouwer ha scritto per il mio quartetto (Guitart Quartet) due concerti per quartetto di chitarre e orchestra.

Il primo si intitola Concierto Italico ed è stato suonato per la prima volta alla fine di luglio del 2001 in un breve tour. L'orchestra era diretta dallo stesso Brouwer ed in programma c'era anche una Tango-Suite di A.Piazzolla, in un arrangiamento fatto da me per quartetto e orchestra.
Da quel breve tour ne è venuto fuori un CD con l'integrale delle opere di Leo per quattro chitarre (compreso l'Italico) ed un film in DVD dal vivo in cui Leo narra la sua storia inframmezzandola con immagini dei nostri concerti e dei backstages e prove varie.

Il secondo concerto si intitola Concierto Brasileiro ed è un collage di cinque brani di E.Gismonti, elaborati da Leo per quartetto e orchestra con l'aggiunta di una cadenza sua.
Questo concerto è stato eseguito al Festival di Cordoba lo scorso anno però solo in una mia versione (autorizzata da Leo) per quartetto solo.
La vera premiere si avrà l'anno prossimo in un tour che faremo nelle Americhe. Non so ancora le date precise e quindi non so se prima in Brasile o prima negli USA.

Ti allego le foto dei due eventi.
Un saluto,
CPS


Cd e DVD sono in commercio?

L'evento musicale ed il progetto che avete messo in piedi è davvero interessante. Non è facile trovare ancora qualcosa di veramente stimolante da ascoltare o da vedere. Almeno per me che ho visto ed ascoltato di tutto. Non ne faccio una questione di generi o di stili, l'importante è che mi intrighi almeno un po'. Ti faccio molti auguri per il tour che mi sembra molto promettente.

Passando ad altro, ho conosciuto recentemente un chitarrista brasiliano che si chiama Marco Pereira. L'ho ascoltato lo scorso anno e poi quest'anno per due volte in due differenti contesti ( uno era Umbria Jazz). Ha suonato con tutti i migliori protagonisti della scena brasiliana degli ultimi anni ma non disdegna contesti e formazioni abbastanza particolari tra cui quella con un mandolinista che si chiama Hamilton De Holanda molto intrigante. Vale veramente la pena ascoltare le molte composizioni originali che ha scritto per chitarra classica che, come nella migliore tradizione, fonde musica colta e forme espressive popolari come il choro ed il samba.

Vel lo consiglio.

Avatar utente
MaxMarto
Messaggi: 1494
Iscritto il: mar 08 nov 2005, 18:58
Località: GENOVA

Messaggioda MaxMarto » gio 16 nov 2006, 19:56

Ho ascoltato Guinga in concerto a Genova (tre anni fa se non sbaglio) insieme a Gabriele Mirabassi, e posso dire che è stato davvero toccante....oserei dire "musica per l'anima".....due grandi musicisti!

Max :wink:

djangoswing74

Messaggioda djangoswing74 » lun 27 nov 2006, 14:45

Salve a tutti,
vorrei ricordare anche Raphael Rabello, grande chitarrista scomparso prematuramente a 33 anni. Uno dei più grandi chitarristi che abbia avuto il Brasile.
D.

markolino

Messaggioda markolino » lun 27 nov 2006, 16:50

Ho letto all'inizio che si parlava anche di Marco Pereira.

Io seguo molto la musica brasiliana e mi piace anche suonarla, dallo stile diciamo più "colto" quale Villa-Lobos o Lauro al genere bossa o samba, stile tipo "Jorge Morel", altro compositore e musicista che stimo moltissimo.

Sono stato proprio un paio di mesi fa ad un concerto di Pereira qui in Italia.

Grande concerto!

vittfior

Re: Ma i brasiliani, a parte Villa Lobos, non vi piacciono?

Messaggioda vittfior » ven 21 nov 2008, 10:50

proprio di recente ho visto il film "Orfeo Negro" del 1960. E' stupendo e lo consiglio a tutti.
Vittorio

Empedocle70

Re: Ma i brasiliani, a parte Villa Lobos, non vi piacciono?

Messaggioda Empedocle70 » mer 31 dic 2008, 17:18

riprendo un poco il tema del topic, di recente ho ascoltato con piacere due dischi di Antonio Rugolo: Guitarreo e Santorsola usciti per la Stradivarius e li ho trovati bellissimi sia per l'abilità di Rugolo che per la scelta del repertorio, interamente sudamericano con Ginestera e Santorsola in primo piano, molto molto belli!
:bye:

eliodoro

Re: Ma i brasiliani, a parte Villa Lobos, non vi piacciono?

Messaggioda eliodoro » ven 16 gen 2009, 10:38

Concordo con il giudizio su Raphel Rebello, il suo arrangiamento di Luiza è meraviglioso; non dimenticherei il grande Lima
che ne dite:
http://it.youtube.com/watch?v=JvVUk_jn09w

eliodoro

Re: Ma i brasiliani, a parte Villa Lobos, non vi piacciono?

Messaggioda eliodoro » sab 17 gen 2009, 16:34

Salve a tutti,
curiosando su you tube ho incontrato un chitarrista stravagante che si diverte ad arrangiare molti pezzi tra cui quelli di pernambuco.
ve lo segnalo
http://it.youtube.com/watch?v=3xcjin98os0
mi dite che ne pensate?

pad
Messaggi: 41
Iscritto il: mar 06 gen 2009, 19:58

Re:

Messaggioda pad » gio 12 feb 2009, 23:50

empedocle70 ha scritto:
zorker ha scritto:Recentemente ho avuto il piacere di conoscere Egberto Gismonti in occasione della nostra partecipazione (GQ) al Festival di Cordoba, dove abbiamo suonato un mio arrangiamento per 4 chitarre del Concierto Brasileiro che Leo Brouwer ha scritto per noi su temi di Egberto.
E' un personaggio straordinario. Pensa che doveva tenere un concerto con la chitarra a 10 corde.
Purtroppo lo strumento, imbarcato in aereo, ha preso un'altra destinazione e non è arrivato intempo per il concerto.
Egberto non si è perso d'animo ed ha tenuto il concerto suonando...il pianoforte, di cui è un grande virtuoso.
Semplicemente strabiliante!
CPS


He he, povero Gismonti è proprio sfortunato! Nel 1989 doveva tenere un concerto a Mestre ma ... gli rubarono la chitarra all'aereoporto! E fece un concerto solo di pianoforte! Sigh!


Non si sarà mica stancato di suonare la chitarra? :lol:


Torna a “Chitarra sudamericana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: awana, CommonCrawl [Bot] e 0 ospiti