Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 22 giu 2011, 10:26

Questo brano lo hanno suonato un po' tutti, ma è tanto bello che alla fine finisci col volerlo imparare ... così ci ho provato anch'io.
Suggerimenti, critiche o consigli sono naturalmente graditissimi
:bye:

27/06/11 versione aggiornata più sotto :bye:
Ultima modifica di Gabriele Gobbo il lun 27 giu 2011, 10:26, modificato 1 volta in totale.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4560
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 22 giu 2011, 10:46

ciao Gabriele, non è suonata male, intendiamoci...solo che la sento poco cantata e le battute sono un pò spezzettate tra di loro...insomma le frasi andrebbero legate maggiormente! per il resto nulla da dire, ma credo che in questo pezzo (più che in altri) questi aspetti vadano visti maggiormente! Ovviamente questo è il mio punto di vista... :)
ciao :bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 22 giu 2011, 10:51

Grazie Massimo,
in effetti il brano è ancora acerbo, lo suono da pochissimi giorni e sto ancora considerando varie possibilità interpretative, per quel che mi consente la povera tecnica di cui dispongo.
Farò qualche altro tentativo più avanti, magari con le idee più chiare.
Grazie ancora :bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4560
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Massimo Di Coste » mer 22 giu 2011, 11:46

Gabriele Gobbo ha scritto:Grazie Massimo,
in effetti il brano è ancora acerbo, lo suono da pochissimi giorni e sto ancora considerando varie possibilità interpretative, per quel che mi consente la povera tecnica di cui dispongo.
Farò qualche altro tentativo più avanti, magari con le idee più chiare.
Grazie ancora :bye:
se lo suoni da pochi giorni è normale che ti venga così...anzi, direi che stai già un pezzo avanti! i pezzi, come ben saprai, vanno metabolizzati, ci vuol del tempo...e poi è sempre importante ascoltare l'interpetazione di qualcuno davvero bravo oppure un CD...Il mio consiglio è di cantarti il pezzo mentre lo suoni, hai mai provato??? anzi, prima cantalo e poi suonalo cantandolo...vedrai che in breve lo suonerai benissimo!!! :okok:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » mer 22 giu 2011, 14:02

Il tuo consiglio è prezioso, Massimo. Ci sto provando e mi piace molto, anche con altri pezzi con cui avevo avuto un approccio diverso.
Avevo già sentito dare questo consiglio ad altri, ma non gli avevo dato il giusto peso.
Oltretutto solleva dall'ansia di errore e si sbaglia meno ... se non altro un beneficio lo ottengo di sicuro. :okok:
Grazie
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Gaspa

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gaspa » ven 24 giu 2011, 10:10

Non avevo potuto sentirlo ancora,sei veramente bravo specialmente tecnicamente, per l'interpretazione lascio il commento a quelli bravi. :bye: :bravo: :bravo: :bravo: :bravo:

Avatar utente
gian56
Messaggi: 725
Iscritto il: gio 23 nov 2006, 21:29
Località: GENOVA

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da gian56 » ven 24 giu 2011, 22:59

Bene, sei sulla buona strada se è solo da poco che lo suoni, puoi solo migliorare... :bravo:
:bye: Gian
Amo molto parlare di niente, perchè è l'unica cosa di cui so tutto
Bellafontana 1967, Kohno Special 2005, Giovanetti 2016, D.J. Rubio 1970, A.M. Montero 1989 e 1994, Tobias Braun hauser 2016 e santos hernandez 2016, Adamo Ricci 1964, Camacho Viera 1969

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 27 giu 2011, 10:03

Chiarito che lo sto studiando, mi scuso con chi eventualmente si annoia e ringrazio per i buoni commenti e soprattutto per i consigli che ho avuto.
Sono ancora dubbioso circa il ritmo da tenere, dato che la trascrizione che ho riporta 92 battiti, che è molto di più di quanto non sia abituato ad ascoltare.
Provo questa seconda rec, che cerca di tenere conto delle indicazioni di Massimo da un lato, e al contempo provando ad accelerare un poco, seppure il limite (mio) da questo punto di vista non è tanto quello tecnico quanto quello interpretativo ...
... niente paura, dopo questo non la registrerò più almeno sino all'anno venturo :mrgreen: :bye:

... ho mentito, l'ho registrata un'altra volta ... :mrgreen:
Lagrima_8_7_11.mp3
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Gabriele Gobbo il sab 09 lug 2011, 08:17, modificato 1 volta in totale.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Magic Guitar
Messaggi: 2895
Iscritto il: lun 24 dic 2007, 07:21
Località: Bologna

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Magic Guitar » lun 27 giu 2011, 10:17

Gabriele Gobbo ha scritto:Chiarito che lo sto studiando, mi scuso con chi eventualmente si annoia e ringrazio per i buoni commenti e soprattutto per i consigli che ho avuto.
Sono ancora dubbioso circa il ritmo da tenere, dato che la trascrizione che ho riporta 92 battiti, che è molto di più di quanto non sia abituato ad ascoltare.
Provo questa seconda rec, che cerca di tenere conto delle indicazioni di Massimo da un lato, e al contempo provando ad accelerare un poco, seppure il limite (mio) da questo punto di vista non è tanto quello tecnico quanto quello interpretativo ...
... niente paura, dopo questo non la registrerò più almeno sino all'anno venturo :mrgreen: :bye:
Non è per niente male e si ascolta piacevolmente. Bravo.

Occhio che devi cancellare una delle due registrazioni perché, per regolamento, non si può tenere due copie dello stesso brano.

:bye:
Ferdinando Bonapace

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 27 giu 2011, 10:25

Magic Guitar ha scritto: Non è per niente male e si ascolta piacevolmente. Bravo.
Occhio che devi cancellare una delle due registrazioni perché, per regolamento, non si può tenere due copie dello stesso brano.
:bye:
uh...!!
molte grazie, provvedo subito :bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Avatar utente
Massimo Di Coste
Messaggi: 4560
Iscritto il: mer 21 set 2005, 07:21
Località: Roma

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Massimo Di Coste » mar 28 giu 2011, 06:41

ciao Gabriele, decisamente meglio questa interpretazione e credo che da qui puoi ripartire (magari più in avanti) per cercare di interpretarla ancora meglio! mi permetti ancora un consiglio? spero di si, ovviamente da allievo ad allievo, intendiamoci...qui gli insegnanti sono altri per fortuna... :wink: dunque, le ripetizioni delle frasi io le farei differenti, per proporre a chi a ascolta qualcosa di diverso, di nuovo...e quindi mentre la prima parte la farei (tanto per un esempio) più brillante, la ripetizione della stessa la farei, più dolce, più soffusa, magari spostando la mano verso la buca per cercare un timbro più caldo (o scuro, vedi tu)...idem con la seconda parte! non so se mi sono spiegato...sono delle idee interpretative che una volta acquisita la padronanza tecnica del pezzo (e tu l'hai acquisita ormai) fanno la differenza!
comunque bravo Gabriele, vai molto bene, complimenti!!! :okok:

:bye:
Signore dammi il sole nelle fredde giornate d'inverno, l'ombra nei caldi giorni d'estate, e una chitarra.....
(preghiera andalusa)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » mar 28 giu 2011, 12:04

Grazie Massimo.
Si sono riflessioni che almeno in parte stavo facendo anch'io, riascoltandomi. Il brano in qualche modo ormai scorre, ma il pieno automatismo che consente di occuparsi dei molti particolari che fanno "l'interpretazione", necessita di ancora un po' di lavoro per essere raggiunto. Grazie per il tuo tempo e per i preziosi consigli.
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Reve

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Reve » lun 08 ago 2011, 18:57

Che bello questo preludio!! Lo suoni già davvero bene... Secondo il mio modesto parere andrebbe un po' più esaltato il contrasto tra la fine della parte minore e l'inizio di quella maggiore.. Ma sono idee di interpretazione assolutamente personali. Dobbiamo a Tarrega veramente molto. Pensa che ieri una pianista mi ha chiesto: ma non esistono trascrizioni dei preludi di Tarrega per pianoforte?? Bhe, è una domanda un po' buffa se pensi che Tarrega si è ispirato a Schumann e Chopin, trascrivendo anche quelche brano del secondo... Però è gratificante vedere che i suoi brani non si sono spenti ma brillano ancora di bellezza pura!! :)

Avatar utente
Gabriele Gobbo
Messaggi: 3492
Iscritto il: dom 05 set 2010, 09:47

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Gabriele Gobbo » lun 08 ago 2011, 20:41

Grazie per il tuo commento. In effetti ho avuto sin troppa fretta di postare questo piccolo brano, che anche a distanza di solo poche settimane suono in maniera un poco diversa. Quando si studia un pezzo nuovo (almeno a me accade così) vien subito voglia di farlo ascoltare, ma ... sempre nel mio caso, sovente è prematuro. D'altro canto è positivo e utile, soprattutto per me, ricevere suggerimenti, anche e soprattutto in fase di studio. Quanto a Tarrega, inutile dire che sono perfettamente d'accordo.
:bye:
Vorrei essere libero, libero come un uomo ... (G. Gaber)

Giuseppe Barbieri

Re: Tárrega, Francisco - Lágrima - D05

Messaggio da Giuseppe Barbieri » ven 26 ago 2011, 22:19

Gabriele Gobbo ha scritto:Grazie Massimo.
Si sono riflessioni che almeno in parte stavo facendo anch'io, riascoltandomi. Il brano in qualche modo ormai scorre, ma il pieno automatismo che consente di occuparsi dei molti particolari che fanno "l'interpretazione", necessita di ancora un po' di lavoro per essere raggiunto. Grazie per il tuo tempo e per i preziosi consigli.
Come ti capisco.....credo che la buona riuscita interpretativa di un brano dipenda da una moltitudine di variabili e purtroppo, (almeno penso) anche lo stato d'animo-spesso incontrollabile- rientra fra queste. Per quanto riguarda il tuo brano mi sembra eseguito veramente bene; la prima parte poi.......sicuramente ti "appartiene". :bravo:

Torna a “Audio e Video di musica di Francisco Tárrega”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 1 ospite