Amplificatore per chitarra classica: valvole o transistor?

Sistema per elettrica, amplificazioni per chitarre classiche, mixer e problemi relativi , ecc.
Antonio Sciortino

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Antonio Sciortino » ven 09 ago 2013, 12:53

Si, è vero. Esistono impianti basati sui tubi a vuoto che sono fedeli. Ma costano quanto 4 a stato solido e sono spessissimo ibridi, con pre a valvole e finale a transistor, oltre ad avere elettronica quanto basta. E a pesare come la malasuerte perchè hanno bisogno di protezioni alle valvole, che sono delicatissime, sembrano fatti di ghisa. Se non corretti, i tubi, scaldano di brutto, fischiano, ronzano e sono distorti di base, e se tocchi forte picchiano l'altoparlante. Hanno un bel suono distorti, mentre i transistor non distorcono mai, è un suono pulito processato che si dice secco, dispari ma non suo che vuol dire, ecc. se vuoi una cosa semplice ed efficace, vai di transistor, se vuoi un suono vocale, vai di ibrido. Valvolare puro sconsiglio, forse i nuovi a transistor che emulano vanno bene, ma a me piacciono gli effetti analogici e non sono molto amici. Edito per dire che il miglior ampli che ho usato era un valvolare enorme che era in origine un giradischi, sporco e ronzante, andava acceso due ore prima per dare il meglio, e pesava una tonnellata. Ma per i soli overdrive faceva venire i brividi, quasi umana la voce. Da pulito sembrava friggesse le patate. Metà anni sessanta. Marca mai sentita, valvole grosse come una lampadina da cento e lunghissime, temperatura da ustioni di terzo grado, ovviamente tutto valvolare.

Antonio Sciortino

Re: Aplificatore a valvole o a transistor?

Messaggio da Antonio Sciortino » ven 09 ago 2013, 13:16

Esiste un altro topic da te aperto, con lo stesso titolo pochissimo tempo fa. Non serve a nulla aprirne due, continuiamo pure là.

awana
Messaggi: 668
Iscritto il: lun 11 gen 2010, 13:20
Località: Provincia di Modena

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da awana » ven 09 ago 2013, 13:34

Tagliamo la testa al toro. Per rispondere alla domanda: un buon ampli valvolare costa tantissimo se il budget e' 250 euro vai al transistor :ouioui:

Antonio Sciortino

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Antonio Sciortino » ven 09 ago 2013, 13:43

Ma un mixerino con pre, finale e due casse? Impiantino, pure usato?

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Aplificatore a valvole o a transistor?

Messaggio da pippowitz » ven 09 ago 2013, 14:55

delupid2 ha scritto:ok ma se serve? non ho una chitarra di liuteria, anche se un Esteve Elec ha un suono veramente bello. però se devo amplificare il suono, un arpeggio una melodia, che cosa è meglio valvole o transistor?
I punti critici in una catena di amplificazione di solito sono i microfoni (nel tua caso il pickup) e le casse. L'ampli secondo me è meno importante: se è buona qualità andrà comunque bene. Per amplificare una chitarra classica però eviterei gli amplificatori dedicati alle elettriche: l'equalizzazione buona per la classica è molto lontana da quella per l'elettrica o l'acustica. Conviene o usare un amplificatore specifico per la classica (non ce ne sono molti ma ci sono) oppure un buon mixer collegato a delle buone casse.
Non conosco la Esteve Elec ma mi pare sia una chitarra dotata di pickup piezoelettrico. Se è così non ci caverai comunque più di tanto, in termini di qualità del suono. Fin'ora non ho ancora sentito un pickup piezo che mi abbia davvero convinto. Naturalmente sarò lieto di essere smentito dai fatti.
In ogni caso non c'è che un sistema per scegliere un sistema di amplificazione: gira per negozi con la tua chitarra e prova tutto il provabile aprendo bene le orecchie. Quando il suono ti piace, che ti frega se dentro l'ampli ci sono valvole o transistor?

Balaju
Messaggi: 621
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Balaju » sab 10 ago 2013, 07:55

Credo che la risposta giusta alla domanda "transistor o valvole?" te la dia il mercato. Quanti amplificatori per chitarra classica/acustica a valvole si trovano in vendita? Perché tra i pur costosissimi modelli della AER non ci sono modelli a valvole?
Balaju

Roberto Ferretti
Messaggi: 1296
Iscritto il: dom 17 apr 2011, 14:52

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Roberto Ferretti » sab 10 ago 2013, 13:18

Cambiando argomento ma rimanendo in tema: quali modelli di amplificatori per ottenere quel suono vellutato, cupo, "vintage", tipico dei chitarristi jazz degli anni '60?

Roberto Ferretti
Messaggi: 1296
Iscritto il: dom 17 apr 2011, 14:52

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Roberto Ferretti » sab 17 ago 2013, 11:50

UP

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da pippowitz » sab 17 ago 2013, 12:25

Roberto Ferretti ha scritto:Cambiando argomento ma rimanendo in tema: quali modelli di amplificatori per ottenere quel suono vellutato, cupo, "vintage", tipico dei chitarristi jazz degli anni '60?
Credo che otterresti risposte più qualificate facendo questa domanda in un forum dedicato alla la chitarra elettrica. Ho comunque il sospetto che in questo caso le valvole servano davvero a qualcosa

Roberto Ferretti
Messaggi: 1296
Iscritto il: dom 17 apr 2011, 14:52

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Roberto Ferretti » sab 17 ago 2013, 12:28

pippowitz ha scritto:
Roberto Ferretti ha scritto:Cambiando argomento ma rimanendo in tema: quali modelli di amplificatori per ottenere quel suono vellutato, cupo, "vintage", tipico dei chitarristi jazz degli anni '60?
Credo che otterresti risposte più qualificate facendo questa domanda in un forum dedicato alla la chitarra elettrica. Ho comunque il sospetto che in questo caso le valvole servano davvero a qualcosa
Caro Pippowitz......spero che qualcuno, oltre che con Carulli e Sor, si faccia i calli a pentatoniche :D

pippowitz
Messaggi: 2152
Iscritto il: mar 19 lug 2011, 11:06

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da pippowitz » sab 17 ago 2013, 17:34

Chi suona jazz sul serio le pentatoniche mica le considera troppo...

Giampiero Carella
Professore
Messaggi: 513
Iscritto il: dom 06 lug 2008, 19:52
Località: Cadorago (Como)

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Giampiero Carella » sab 17 ago 2013, 20:02

Per suonare jazz esistono ottimi ampli a valvole: Fender, Mesa,Rivera, ma esistono anche ampli artigianali chiamati boutique, ricordo anche un ampli italiano degli anni60 il mitico Binson (storico marchio milanese celebre in tutto il mondo per il famoso eco). Per gli ampli a transistor ottimo è il jazz chorus Roland,il vecchio Acustic , ma anche nel campo transistor esistono ottimi prodotti artigianali.

Roberto Ferretti
Messaggi: 1296
Iscritto il: dom 17 apr 2011, 14:52

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da Roberto Ferretti » lun 19 ago 2013, 05:09

Grazie Carella!!!!

MarkO
Messaggi: 802
Iscritto il: dom 16 lug 2006, 15:15
Località: Brianza

Re: Amplificatore per chitarra classica: valvole o transisto

Messaggio da MarkO » ven 30 ago 2013, 14:33

Se devi fare un concerto di chitarra CLASSICA (Sor, Giuliani e compagnia bella) solista e devi amplificarti, l'unica è: microfono + mixer + impianto (attivo o casse passive + finale). Insomma, la cosa più lineare possibile. Equalizzatore solo per correggere riverberi o problemi di acustica nella sala... a patto di esserne capaci.

Se devi suonare la chitarra classica (o acustica) già con un pre interno e magari un piezo... e magari non sei nemmeno da solo, allora la strumentazione deve essere più funzionale a rendere bene nel mix che a riprodurre il bel suono.

Quindi via: combo a stato solido, wattaggio adeguato per non tirare sempre il collo a pre e finale (altrimenti vanno in distorsione... entro certi limiti è progettato dalla casa, altrimenti non si potrebbero avere certe potenze a basso costo... ma magari ti ritrovi 50W con il 10% di distorsione armonica... no, grazie).

Oppure il solito mixer + PA.

L'equalizzatore è importante (ma se sai usare quello onboard va bene lo stesso... più o meno) ma un compressore forse lo è di più. Tagli un po' le dinamiche, ma in un gruppo non è la cosa fondamentale (tra l'altro... la traccia di un bel CD di musica classica pensate davvero che non sia passata per EQ, compressore, digitalizzazioni varie, ecc... ;) )

Come marche per i combo... la Ashdown potrebbe fare al caso tuo. Ha pure fatto un pre a pedale... se non hai un pre onboard e ne senti la necessità. Oppure lo Zoom A3 (è sempre un pre).

Sul discorso valvole o transistor ci sarebbe da scrivere un papiro...


Troppi pochi elementi per dare un consiglio più specifico... cosa devi amplificare? (marca, modello, caratteristiche...)
Cosa vuoi ottenere? DOVE devi suonare? Da solo o in gruppo?

Torna a “Elettronica per la chitarra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: CommonCrawl [Bot] e 4 ospiti