Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Teoria e pratica di composizione e arrangiamento per chitarra classica, discussione dei lavori in corso, discussione dei lavori in corso elaborati in comune, etc.
Regole del forum
III I nostri MP3, OGG, WMV e MOV, diritti d'autore
VII Modalità per la pubblicazione degli spartiti

Laboratorio di composizione
Teoria e pratica di composizione e arrangiamento per chitarra classica, discussione dei lavori in corso, discussione dei lavori in corso elaborati in comune, etc.

Per partecipare bisogna essere iscritti almeno al gruppo 002. Una volta iscritti al gruppo è possibile allegare ai messaggi i seguenti tipi di file :
Audio: mp3 ogg wav midi
Video: mov wmv
Spartiti: pdf jpg gif png
Web: xml mxl
Notazionali: mus (Finale) mscz mscx (Musescore)
Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » mer 24 ott 2012, 23:31

Ciao Paolo, grazie per aver inserito la tua creazione. Ti rispondo con la tua versione con alcune modifiche e provo a giustificartele:
1) battuta 4 e 5 (tanto x fare degli esempi) nel secondo quarto hai utilizzato dei ritardi nel basso (si-la batt 4) (la-sol batt 5) non avendo una preparazione (cioè non essendo legati alla nota prima tanto x capirci) risultano essere duri (a mio parere) di più quello a battuta 5 perchè arriva x salto (do-la)
2) a cavallo di battuta 6-7 (do-do batt 6 e si-si batt 7) sono ottave parallele e in composizione vengono considerate errore, soprattutto x' tutte e 2 sono sul tempo forte. Ti ho messo una piccola variante x ovviare al problema.
3) Mi son permessa di aggiungere una cellula ritmica nuova, tanto x arricchire di più il buon lavoro che hai fatto e ho aggiunto nella penultima battuta la 7° (sol.fa) per far si (visto che hai lavorato a 3 voci in quel punto) che nell'ultimo accordo comparisse la 3° (mi) che è colei che determina se la tonalità è maggiore o minore, se no sembra che manchi qualcosa.
Spero di essere stata chiara, x qualunque cosa non esitare a chiedere.
Elisa
:bravo:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 987
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Paolo Romanello » gio 25 ott 2012, 13:25

Grazie Elisa per l'analisi dettagliata che hai fatto, sei stata veramente molto chiara e mi hai fornito delle indicazioni utilissime per capire diverse cose, soprattutto grazie alle modifiche che hai fatto al mio elaborato e che spero non ti abbiano fatto perdere troppo tempo.
Confronti come questo permettono di toccare con mano quanto siano veramente infinite le sfumature nella percezione del suono.
Nel mio caso moltissimi anni di ascolto e pratica dell'improvvisazione jazz hanno pesantemente condizionato il mio orecchio alla ricerca delle tensioni, anche nelle cose più semplici in cui magari sono fuori luogo e mi rendo conto che purtroppo ormai l'orecchio non mi è più di nessun aiuto quando si tratta di rispettare i canoni dell'armonia scolastica. La tua versione è decisamente più corretta, aggraziata, in qualche modo direi "mozartiana".
-Ho introdotto coscientemente i ritardi non preparati nel movimento del basso che tu hai giustamente notato, proprio per il bisogno di inserire un elemento di durezza in un andamento che sentivo troppo cullante.
-Le ottave parallele sono invece un vero e grave errore, causato dall' aver voluto introdurre quella successione di terze che al mio orecchio suonava in qualche modo come un elemento caratteristico sufficientemente isolato dal contesto.
-Veramente interessante la cellula ritmica di sedicesimi che hai introdotto, che crea movimento e addolcisce l'andamento del basso, consentendo una corretta risoluzione della settima come terza voce nella chiusa; terrò ben presente questa soluzione per il futuro.
-Le sincopi che hai introdotto tra la prima e seconda misura e tra la nona e la decima, mi hanno fatto venire voglia di variare ulteriormente la tua variazione. Cosa ne pensi? E' corretto armonicamente?
:merci: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » gio 25 ott 2012, 21:34

Ciao Paolo, ti chiedo scusa ma avrei bisogno che mettessi il formato jpeg perchè io uso ancora (ahimè) finale 2004 e non riesco ad aprire il file.
Per quanto riguarda i miei suggerimenti, soprattutto i ritardi non preparati...l'importante è che siano stati voluti!Quando uno è cosciente di ciò che fa e va contro corrente è secondo me sempre nel giusto!!! L'ho sottolineato comunque x' credo sia necessario dare delle regole di base, x non confondere troppo le idee a colui che magari si cimenta x la prima volta nella composizione e possa pensare che tutto è possibile. In realtà, nel fare le modifiche ci ho messo giusto il tempo di scriverla...era tardi ieri sera ma volevo comunque iniziare a sgrassare ciò che di evidente c'era e poi x' mi sembrava giusto non farti attendere troppo. Di sfumature se ne possono mettere all'infinito...in realtà ogni variazione potrebbe a sua volta diventare un nuovo punto di partenza x uno sviluppo. Se mi puoi solo cambiare il formato, te lo guardo ancora di stasera o al più tardi domani mattina. Mi potresti anche spiegare come fate a mettere direttamente visibile il file senza doverlo scaricare???Sarebbe molto meglio per tutti!Grazie
Elisa

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 987
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Paolo Romanello » gio 25 ott 2012, 23:22

Ciao Elisa, è il solito odioso problema di Finale, ogni volta che escono con una versione nuova i nuovi files .mus diventano illeggibili a quelle precedenti. Per risolvere il problema puoi scaricare gratuitamente Finale notepad 2012 previa registrazione, che è l'ultima versione ed è quella che sto utilizzando io. E' per questo che io preferisco utilizzare Musescore, tra gli altri vantaggi il formato è lo stesso per qualunque versione del programma.
Per allegare un file visibile direttamente è sufficiente allegarlo come immagine, io lo salvo nel formato .png e lo allego come sto facendo ora. Però i file notazionali sono più utili quando si fornisce uno schema su cui lavorare, per non dover riscrivere tutto.
Le tue osservazioni sono sacrosante ed è proprio questa verifica che può aiutare ad accrescere la propria consapevolezza e a migliorare lo stile e le idee. Il laboratorio di composizione comincia a diventare veramente interessante, grazie.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » gio 25 ott 2012, 23:50

Ottimo lavoro Paolo!!!Molto bello...bravo!!! Aggiungerei, ora che guardo meglio, x' è stata una mia dimenticanza di ieri, a battuta 5, dove al basso c'è SOL, un bel RE 4° corda della durata di 1/4 insieme al Si della melodia x riempire meglio, oppure, lasciare a 2 voci ma imitare col basso la battuta 5 mantenendo la variante in sedicesimi (quindi RE-SI-SOL, anzichè RE-DO-SOL).
Ah...prima mi son dimenticata di dirti che l'orecchio non l'hai perso, semplicemente deve rieducarsi...e a quanto pare basta solo un po di esercizio e qualche stimolo!!!
:bravo:
:okok:
Elisa

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » ven 26 ott 2012, 00:07

Elisa Alberti ha scritto: oppure, lasciare a 2 voci ma imitare col basso la battuta 5 mantenendo la variante in sedicesimi (quindi RE-SI-SOL, anzichè RE-DO-SOL).

Mi sa che è meglio se vado a letto...intendevo imitare battuta 4!
Scusa
Elisa

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 987
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Paolo Romanello » ven 26 ott 2012, 08:35

Elisa Alberti ha scritto:Ottimo lavoro Paolo!!!Molto bello...bravo!!! Aggiungerei, ora che guardo meglio, x' è stata una mia dimenticanza di ieri, a battuta 5, dove al basso c'è SOL, un bel RE 4° corda della durata di 1/4 insieme al Si della melodia x riempire meglio, oppure, lasciare a 2 voci ma imitare col basso la battuta 5 mantenendo la variante in sedicesimi (quindi RE-SI-SOL, anzichè RE-DO-SOL).
Ah...prima mi son dimenticata di dirti che l'orecchio non l'hai perso, semplicemente deve rieducarsi...e a quanto pare basta solo un po di esercizio e qualche stimolo!!!
:bravo:
:okok:
Elisa
Assolutamente si, bravissima, così il basso sottolinea la progressione discendente, anche se solo per due misure.
Allego le modifiche, mi sto divertendo moltissimo!
:merci: :bye:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » ven 26 ott 2012, 12:05

Direi che hai fatto la scelta migliore... :bravo:
Elisa

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » ven 26 ott 2012, 13:54

Ciao, guardate se quest'idea vi può interessare...versione rag-time!
Visto che avevo un attimo di tempo e a quanto pare siamo compositivamente ancora in pochi, mi è sembrato giusto mettermi in gioco con voi...sperando che sia di stimolo x gli altri.
Elisa
:casque:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Fausto Bottai
Messaggi: 851
Iscritto il: ven 30 set 2005, 20:27
Località: torino

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Fausto Bottai » ven 26 ott 2012, 21:34

Sto seguendo con attenzione le varie evoluzioni che l'idea iniziale di Elisa sta avendo.. molto interessanti!
Rifacendomi alla mia proposta di variazione in 6/8, o meglio, per essere più precisi, a questa intuizione di Elisa
Elisa Alberti ha scritto:Beh, x ninna nanna intendevo x la dolcezza di intenzione, non certo x il tempo, ma eseguita più lenta potrebbe avere, secondo me, quell'utilizzo di genere.
Ho preferito spiegare x' rileggendo poteva sembrare uno strafalcione...ma credo che la differenza la faccia sempre l'intenzione del compositore, in questo caso, x come l'hai intesa tu, la ritmica utilizzata è sicuramente tipica delle gighe e il tempo di metronomo lo conferma. Eseguita decisamente più lenta si inserirebbe forse nel contesto che sottolineavo io prima.
Elisa
propongo lo stessa melodia in versione.. ninnananna
http://youtu.be/JkTfGgDyhfc
a dire il vero avevo pensato, come ho scritto, ad una trasposizione modale del tema nel modo minore, ma ho fatto un tentativo e mi è sembrato molto poco convincente. magari prima o poi ci riprovo..
:bye:

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » ven 26 ott 2012, 22:59

Grazie x questo regalo Fausto...a me piace tantissimo!!!
:casque:
:ouioui:
Elisa

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 987
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Paolo Romanello » ven 26 ott 2012, 23:49

Molto bella Fausto, è una ninna nanna dolcissima, ma Elisa mi stuzzica sul versante jazz, e allora per punizione ... beccatevi anche la mia variazione rag (o quasi).
Elisa, attenzione che la musica sincopata richiede il mantenimento di una pulsazione ritmica molto "quadrata", è sempre meglio evitare la risposta sincopata al basso perchè crea un senso di disorientamento nell'ascoltatore e riduce l'effetto. E' il basso che fornisce il riferimento metronomico quando andiamo a spostare gli accenti.
Scusate per l'audio MIDI, non ho avuto il tempo di fare una registrazione "umana". :oops:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » sab 27 ott 2012, 10:13

Molto bella la tua versione Paolo....hai ragione, riguardo la mia, in realtà ho volutamente esagerato mantenendo il ritmo sincopato da inizio a fine (compresi i bassi) ...appena avrò un attimo in più di tempo sistemerò sostituendo al basso la classica figura di 2 ottavi,e magari ne farò una versione x 2 chitarre...ora vedo!Grazie comunque x i preziosi consigli Paolo. Ti ho voluto punzecchiare apposta x' io in questo genere sono una frana, almeno x chitarra.
Elisa

Elisa Alberti

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Elisa Alberti » sab 27 ott 2012, 11:00

Alla fine non mi son tenuta...ehehehhe
Paolo, guarda un po se così è meglio???
Buon week
:merci:
Elisa
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 987
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: Esercizio semplice x sviluppo variazioni

Messaggio da Paolo Romanello » sab 27 ott 2012, 13:12

Ottimo Elisa...la classe non è acqua!
:casque: :bravo:
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Torna a “Laboratorio di composizione”