unghie corte

Lunghe, corte, vere, finte, resistenti, fragili... Per noi chitarristi sono importantissime.
chitarravolante79
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 14 nov 2017, 15:30

unghie corte

Messaggio da chitarravolante79 » mer 15 nov 2017, 10:16

Salve a tutti, suono la chitarra da molti anni come autodidatta, ma non ho mai dedicato il giusto tempo per migliorare la tecnica. Da un po' di tempo ho rimesso in mano lo strumento e mi sto accingendo a comprare una chitarra elettrica. Quindi nel frattempo suono l'acustica e la classica, facendo pero' esercizi con il plettro. In attesa del passaggio all'elettrica vorrei pero' migliorarmi negli arpeggi e nel suonare con le 5 dita anzichè con il plettro. Ma il mio problema sono le unghie. Nel senso che ad andare in giro con le unghie lunghe proprio non ce la faccio. Riesco a farle crescere un po' ma oltre una certa lunghezza non riesco ad andare. Secndo voi è possibile suonare e sviluppare cmq una buona tecnica tenendole lunghe a coprire il polpastrello ma senza sorpassarlo?

Avatar utente
walterkonrad
Messaggi: 45
Iscritto il: gio 30 mar 2017, 12:46
Località: monza

Re: unghie corte

Messaggio da walterkonrad » gio 23 nov 2017, 15:09

C'è chi dice si, c'è chi dice no. Sono stati scritti fiumi di parole. Sono stati chiamati a testimoniare chitarristi del passato del presente e del futuro. Alla fine la risposta è sempre quella. Con l'unghia meglio. Ma ognuno faccia come si sente. Anch'io le tenevo corte e ed ero deciso a mantenerle tali. Con il progredire dello studio mi sono accorto che mi servivano. Se cominci tenendole corte non succede nulla, se avrai l'esigenza di farle crescere sarà una tua scelta
"imparerò a suonare! In questa vita o nell'altra"

Fran Cesco
Messaggi: 22
Iscritto il: dom 10 dic 2017, 23:01

Re: unghie corte

Messaggio da Fran Cesco » mer 20 dic 2017, 14:03

chitarravolante79 ha scritto:
mer 15 nov 2017, 10:16
Salve a tutti, suono la chitarra da molti anni come autodidatta, ma non ho mai dedicato il giusto tempo per migliorare la tecnica. Da un po' di tempo ho rimesso in mano lo strumento e mi sto accingendo a comprare una chitarra elettrica. Quindi nel frattempo suono l'acustica e la classica, facendo pero' esercizi con il plettro. In attesa del passaggio all'elettrica vorrei pero' migliorarmi negli arpeggi e nel suonare con le 5 dita anzichè con il plettro. Ma il mio problema sono le unghie. Nel senso che ad andare in giro con le unghie lunghe proprio non ce la faccio. Riesco a farle crescere un po' ma oltre una certa lunghezza non riesco ad andare. Secndo voi è possibile suonare e sviluppare cmq una buona tecnica tenendole lunghe a coprire il polpastrello ma senza sorpassarlo?
Ciao
per esperienza diretta ho visto suonare fingerpicking a livelli tecnici e di sonorità avanzatissimi gente con unghie appena "debordanti" dal polpastrello. Non è necessario avere unghie "socialmente" imbarazzanti, ecco. Poi dipende anche dalla forma delle tue dita e dalle tue unghie, se come le mie non sono troppo robuste, devi per forza di cose tenerle non lunghissime altrimenti non "suonano". Seguiranno opinioni dei più esperti.

Avatar utente
Roberto Marino
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 24
Iscritto il: lun 18 dic 2017, 13:20

Re: unghie corte

Messaggio da Roberto Marino » dom 24 dic 2017, 00:07

Già, con le unghie viene fuori un suono più pulito e chiaro.

Magnus
Messaggi: 2
Iscritto il: sab 23 dic 2017, 10:52

Re: unghie corte

Messaggio da Magnus » lun 25 dic 2017, 09:51

La giusta lunghezza delle unghie è molto soggettiva, va dal millimetro ai 4 fuori dal polpastrello. A mio parere per i tuoi scopi puoi lasciarle a filo del polpastrello per rinforzare l'attacco dello stesso, e concentrarti di più sulla postura complessiva della mano destra e dell'attacco delle dita.
Non conosci nessun maestro o diplomato classico per darti una guardata?

Davide Ventrella
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 43
Iscritto il: ven 05 gen 2018, 10:41

Re: unghie corte

Messaggio da Davide Ventrella » mar 09 gen 2018, 19:58

Salvo nel caso in cui tu intendessi fare il chitarrista classico di professione - e non credo si tratti di questo -
non sarà facilissimo ma magari questo ti consentirà di sviluppare il TUO suono

Avatar utente
Marco Leonardi
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 246
Iscritto il: sab 15 ott 2016, 17:15
Località: Gorgonzola (MI)

Re: unghie corte

Messaggio da Marco Leonardi » mer 10 gen 2018, 18:22

Io le tengo corte, ovvero guardando la mano dal lato del palmo, e traguardano i polpastrelli all'altezza degli occhi, le vedo sporgere di pochissimo, quasi le intravedo. L'unghia del pollice la tengo leggermente più lunga. Dopo vari tentativi ho scelto questa soluzione perchè,nel mio caso, il suono peggiorava con l' unghia troppo lontana dal polpastrello .
Ciao,
Marco
D5

Avatar utente
Davide Pirillo
Messaggi: 348
Iscritto il: mar 16 lug 2013, 12:21
Località: Rozzano (MI)

Re: unghie corte

Messaggio da Davide Pirillo » mer 10 gen 2018, 21:31

chitarravolante79 ha scritto:
mer 15 nov 2017, 10:16
............. Nel senso che ad andare in giro con le unghie lunghe proprio non ce la faccio. Riesco a farle crescere un po' ma oltre una certa lunghezza non riesco ad andare. .............
:shock: :shock: :shock: Cioè? .... Ma quanto le tieni lunghe per non poterci camminare? Ci inciampi?... :lol: :lol: :lol:
Scusa la battuta ma l'occasione era troppo ghiotta :okok:

Torniamo seri! .....(si fa per dire) Certo può creare qualche imbarazzo ...... ma io addirittura ...... e non sono proprio un giovanotto ...... (57) ,metto l'indurente (le ho estremamente fragili) e spesso mi accorgo che i miei "clienti" fanno una faccia strana quando gli cadono gli occhi sulla mia mano. Però quando gli chiedo se c'è qualcosa che devono dirmi stanno invece zitti e ritirano gli atti ingiuntivi che gli notifico. Certo con certi "soggetti" mi rendo conto che sia più opportuno tenere le dita un po' più defilate, contro ignoranza e pregiudizio è veramente dura ....... però ho il vantaggio che loro sanno che io conosco le loro vicende e di conseguenza sanno di essere gli ultimi a dovere eccepire qualsiasi "anomalia" (supposta)..... però ogni realtà è diversa ...... francamente se fossi in te e se ritieni di debbano servire unghie più lunghe non mi farei troppi problemi :okok:
Nullum Magnum Ingenium Mixtura Dementia
Non c'è mai grande ingegno senza una vena di pazzia

eugenio.zito
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 17 ott 2017, 17:52

Re: unghie corte

Messaggio da eugenio.zito » lun 29 gen 2018, 21:23

Dipende dagli arpeggi secondo me. Se sono presenti note doppie o triple etc.., conviene non avere unghie troppo lunghe. Su pezzi veloci e note singole distinte una dall'altra allora l'unghia piu lunga può fare la differenza. Naturalmente può valere tutto ciò in generale. Ognuno adatta poi alla propria mano e alle inclinazioni varie personali.

rafa55
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 25 lug 2017, 16:35

Re: unghie corte

Messaggio da rafa55 » mar 27 mar 2018, 23:34

Ciao a tutti, io sono costretto a tenerle piuttosto corte a causa dell'unghia da rapace che se lasciate crescere creano evidentemente dei problemi, in più si sfaldano facilmente; riesco a tenere un po' più lunga quella del pollice che non soffre del suddetto problema. Il suono certamente cambia, ma del resto non ho alternative, ma non dispero e continuo a suonare anche con le unghie corte.

Torna a “Le unghie dei chitarristi”