hannabach stonate?

Manutenzione e corde della chitarra.
Paolo Mari
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 20
Iscritto il: lun 03 apr 2017, 20:41

hannabach stonate?

Messaggio da Paolo Mari » mer 26 lug 2017, 15:19

Ho cambiato recentemente le corde sulla mia chitarra e ho montato delle Hannabach 800 blu (high tension). Con mio sommo stupore le corde acute, in particolare il mi alto, dopo il 7/8 tasto restituivano note palesemente non intonate. Sono andato di corsa dal liutaio temendo un movimento della tastiera o dei tasti, ma è stato sufficiente cambiare il mi e il si con corde di altra marca (savarez) per riottenere note intonate. È mai capitato a qualcuno? Devo diffidare delle Hannabach d'ora in avanti? Paolo

Avatar utente
Carlo Di Casola
Messaggi: 185
Iscritto il: lun 21 lug 2014, 06:01
Località: Roma

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Carlo Di Casola » mer 26 lug 2017, 16:00

Io utilizzo le Hannabach Silver 200 tensione medio-forte e non ho di questi problemi. Anzi le trovo più stabili delle savarez che ho utilizzato per anni :bye:

Avatar utente
Carmine Nobile
Messaggi: 851
Iscritto il: gio 17 gen 2008, 14:01

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Carmine Nobile » mer 26 lug 2017, 20:38

Capitano le mute fallate. :?

mimmo2us
Messaggi: 79
Iscritto il: ven 24 ott 2014, 09:45
Località: italy

Re: hannabach stonate?

Messaggio da mimmo2us » sab 29 lug 2017, 07:31

certo, capita
le corde sono fatte con un impianto di estrusione di una azienda di materie plastiche che fà monofili e alle volte può succedere che una piccola quantità di corde sia fuori paarametri. Hannabach non è responsabile, non ha senso cambiare marca per un episodio fugace e compevolizzarli così. Se leggete i post passati qusta cosa capita a tutte le marche perchè tutte le marche comprano nello stesso modo di Hannabach
Mimmo

Paolo Mari
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 20
Iscritto il: lun 03 apr 2017, 20:41

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Paolo Mari » sab 29 lug 2017, 19:23

Ok, grazie per le risposte, continuerò a provare anche Hannabach. Saluti a tutti

ninoram
Messaggi: 823
Iscritto il: ven 11 ago 2006, 14:17
Località: Bolzano

Re: hannabach stonate?

Messaggio da ninoram » dom 30 lug 2017, 07:49

Bene mimmo2us! trovo molto corretto che difendi anche le corde di altre ditte. E hai ragione: ho appena buttato un sol Augustine (Imperial) completamente sordo - e ho rimpianto il fatto che le corde Aquila (alchemia - ottimo il sol) non si trovano più singolarmente in commercio... (almeno dal mio fornitore)

Saluti!!

mimmo2us
Messaggi: 79
Iscritto il: ven 24 ott 2014, 09:45
Località: italy

Re: hannabach stonate?

Messaggio da mimmo2us » dom 30 lug 2017, 11:21

più che altro tento di dire come stanno le cose: è brutto in generale che si venga piantati di punto in bianco per un filo di plastica stonato (Paolo stò parlando in generale.....)
daddario ha intodotto un sistema laser ma vale solo (a patto che lo usi ma ho alcuni dubbi) per selezionare i diametri perchè hai voglia che siano qquelli dichiarati nella stecca di filo.
Corde singole: costano un botto a causa della quantità di imballaggio e io non me la sono sentita più di incasinare il lavoro della mia gente chè già siamo al limite.
Però non si sà mai..... il set di ssoli cantini esiste anccora però---
Mimmo

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1498
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Pietro » dom 30 lug 2017, 20:13

Non ricordo dove ma è sicuramente in questo settore che parlando delle Savarez un utente di questo benemerito forum lamentava il RE (la più sottile delle ricoperte) come corda insoddisfacente. Il mio modesto intervento mirava solamente a dare una prova d'appello alle Savarez in quanto ditta seria... nella stessa occasione Il maestro Peruffo andava ben oltre spiegando anche come ciò possa essere accaduto. Tanto di cappello alla serietà e all'indubbia competenza ma più di tutto alla correttezza dimostrata... sinceramente non è da tutti.

Cordialità - Pietro -

Avatar utente
Paolo Romanello
Allievi tutor
Messaggi: 991
Iscritto il: lun 15 mar 2010, 10:27
Località: Genova

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Paolo Romanello » lun 31 lug 2017, 08:09

Pietro ha scritto:
dom 30 lug 2017, 20:13
Non ricordo dove ma è sicuramente in questo settore che parlando delle Savarez un utente di questo benemerito forum lamentava il RE (la più sottile delle ricoperte) come corda insoddisfacente. Il mio modesto intervento mirava solamente a dare una prova d'appello alle Savarez in quanto ditta seria... nella stessa occasione Il maestro Peruffo andava ben oltre spiegando anche come ciò possa essere accaduto. Tanto di cappello alla serietà e all'indubbia competenza ma più di tutto alla correttezza dimostrata... sinceramente non è da tutti.
Cordialità - Pietro -
Condivido, Mimmo Peruffo non può essere considerato un semplice produttore e commerciante di corde, è un grandissimo esperto che fa del suo lavoro una grande passione di vita e con il rarissimo pregio di essere un ricercatore e sperimentatore. Spero veramente che le sue ultime creazioni che ampliano le possibilità della chitarra siano apprezzate dai compositori ed utilizzate dai musicisti professionisti.
:merci:
" Si può conoscere solamente ciò che si ama " S. Agostino

Fran Cesco
Messaggi: 22
Iscritto il: dom 10 dic 2017, 23:01

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Fran Cesco » mer 13 dic 2017, 10:17

Paolo Mari ha scritto:
mer 26 lug 2017, 15:19
Ho cambiato recentemente le corde sulla mia chitarra e ho montato delle Hannabach 800 blu (high tension). Con mio sommo stupore le corde acute, in particolare il mi alto, dopo il 7/8 tasto restituivano note palesemente non intonate. Sono andato di corsa dal liutaio temendo un movimento della tastiera o dei tasti, ma è stato sufficiente cambiare il mi e il si con corde di altra marca (savarez) per riottenere note intonate. È mai capitato a qualcuno? Devo diffidare delle Hannabach d'ora in avanti? Paolo
Stessa cosa accaduta anni fa piu volte con le augustine, come hanno già rimarcato, immagino siano produzioni imperfette che capitano per ogni marca. Ho usato ad esempi per anni hannabach senza un problema, fatalità.

mimmo2us
Messaggi: 79
Iscritto il: ven 24 ott 2014, 09:45
Località: italy

Re: hannabach stonate?

Messaggio da mimmo2us » mer 13 dic 2017, 10:31

ciao, mi metto in mezzo ancora una volta.
Come ho spiegato precedentemente, la totalità delle marche che fanno corde da chitarra (eccetto Daddario da un anno perchè hanno comprato un piccolo estrusore ma non fanno ancora tutta la loro produzione) compra i cantini in stecche dritte di circa 2Kg composte da circa un migliaio di filamenti ciascuna corrispondenti nel diametro alle tre corde acute della chitarra (tre stecche allora) . Una volta che hai comprato il materiale si estrae una corda alla volta e si mette nella sua propria busta.
I filamenti sono prodotti da impianti di estrusione che ne fanno uscire da 50 a 200 fili allo stesso tempo allo stato fluido che vengono poi raffreddati e stirati.
Si capisce bene che quello che esce si trova a 250 gradi ed è fluido come il miele.
Può capitare che talvolta si abbiano delle micro anomalie nel controllo del grado di ovalizzazione e dell'effetto bottiglia coca cola nella sua lunghezza.

Non significa assolutamente che siamo di fronte ad una marca che non sà fare il suo lavoro. Non esiste un sistema di controllo del diametro tranne il laser, ma controlli un solo filo dei 100 che escono. Mica ti installi 100 lasers da 6,000 dollari all'uno.
Il problema si verifica a rotazione con tutte le marche.
E' un banale effetto secondario dovuto alla globalizzazione delle materie usate per fare le corde da chitarra.
In pratica un solo produttore rifornisce moltissime marche. La differenza?
Le buste.
Mimmo Peruffo

ninoram
Messaggi: 823
Iscritto il: ven 11 ago 2006, 14:17
Località: Bolzano

Re: hannabach stonate?

Messaggio da ninoram » gio 14 dic 2017, 10:05

Parole chiare!

Paolo Mari
Allievo dei corsi in linea
Messaggi: 20
Iscritto il: lun 03 apr 2017, 20:41

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Paolo Mari » ven 29 dic 2017, 18:36

Grazie ancora per gli interventi e i contributi. Come ho detto, continuerò ancora a sperimentare (se no che gusto c'è?) tra le altre anche le hannabach.
Al momento sto testando le Savarez Creation Cantiga con il sol in carbonio. Vedremo.

Balaju
Messaggi: 771
Iscritto il: lun 12 set 2011, 20:12

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Balaju » ven 29 dic 2017, 20:30

In pratica un solo produttore rifornisce moltissime marche. La differenza?
Le buste.
Mimmo Peruffo
Un solo produttore?
Dupont?
Balaju

Avatar utente
Pietro
Messaggi: 1498
Iscritto il: ven 09 mar 2007, 16:49
Località: Verona

Re: hannabach stonate?

Messaggio da Pietro » ven 29 dic 2017, 20:52

Se così è andiamo da quello che costa meno.
Ho appena montato delle corde...( di una ditta molto nota ma che non voglio menzionare) comperate a Cremona alla LAC... corde ottime da subito a solo sei euro, se vincevo la mia naturale diffidenza e le comperavo l'anno prima ne spendevo cinque e ne avrei comperate un pacco.

Ne ho comperate però in un altro negozio un pacco di coreane per mandolino, sono simili alle ...(non cito il nome di questa ditta arcinota)... in tutto e per tutto, suono compreso, salvo che costano quattro euro a muta (otto corde ).

A questo punto penso che... non so cosa pensare...

Cordialità - Pietro -

Torna a “Corde della chitarra”